In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 1196 del 27.04.2009
Misure a sostegno delle imprese die settori artigianato, industria, commercio e servizi (modificata con delibera n. 1644 del 15.06.2009)

Allegato A

Semplificazione e sburocratizzazione

Articolo 1

Abrogazione e semplificazione di norme

1. Le disposizioni contenute nei criteri approvati con le delibere di seguito elencate, che prevedono penalizzazioni, con esclusione per quattro anni dal presentare ulteriori domande, o il divieto per l’amministrazione di liquidare il contributo concesso nel caso non venga realizzato almeno il 50%, rispettivamente il 70% degli investimenti ammessi e/o previsti, sono abrogate:

delibera n. 5040/1998, n. 5403/1999, n. 5404/1999, n. 1317/2000, n. 4732/2000, n. 4607/2001, n. 3093/2002, n. 4007/2002, n. 2180/2003, n. 2597/2003, n. 3350/2003, n. 4052/2005 e n. 3250/2007, nel testo vigente.

2. Per le domande giacenti non ancora approvate o per le quali non é ancora stata disposta la liquidazione del contributo, possono essere ammessi anche gli investimenti non previsti inizialmente nella domanda di agevolazione a condizione che gli stessi rientrino tra i beni ammissibili previsti dai rispettivi criteri.

 

Articolo 2

Modifica di norme

1. Le seguenti disposizioni dei criteri per l’applicazione della legge provinciale 13 febbraio 1997, n. 4, approvati con delibera della Giunta provinciale n. 3250/07 nel testo vigente, sono così modificate:

a) la lettera c) del 3° comma dell’articolo 6 é così modificata:

“fatture e/o note onorarie, in originale, emesse dopo l’inoltro della domanda, munite di regolare quietanza, come prescritto dalle norme fiscali vigenti a livello nazionale e/o comunitario. In alternativa l’accertamento della regolare esecuzione degli stessi può essere effettuato con un verbale di sopralluogo e di collaudo redatto dal direttore dei lavori o da altro tecnico qualificato, che si basa a tal fine sullo stato finale dei lavori particolareggiato.

Nei casi in cui la documentazione di spesa è stata inviata in forma telematica oppure nei casi adeguatamente motivati, l’originale può essere sostituito dal formato telematico, rispettivamente da una copia autenticata o copia conforme.

L’importo delle fatture può essere pagato interamente o in parte anche mediante permute regolarmente documentate;”

b) la lettera d) del 3° comma dell’articolo 6 é così sostituito:

“contratto di acquisto o di leasing in originale,  copia autenticata o copia conforme, stipulato dopo l’inoltro della domanda. Se antecedentemente a questi contratti sono già state emesse fatture o note onorarie, ai fini della concessione dell’agevolazione rileva la data del contratto;”

c) Il punto 7 dell’allegato 1 é così modificato:

7. Nuova impresa: l’impresa o il consorzio tra imprese, avviati da non più di 24 mesi (5 anni a partire dall’avvio dell’attività per i lavoratori autonomi e/o, se più favorevole, dall’iscrizione all’albo professionale per i liberi professionisti di cui alla lettera e), articolo 3, capo I dei presenti criteri) prima della data di presentazione della domanda di agevolazione.

Non si considera nuova impresa:

1. quella nella quale i titolari (o i liberi professionisti/autonomi) o nel caso di società di capitale i soci che detengono complessivamente più del 25% delle quote o nel caso di società in accomandita semplice più di un terzo dei soci accomandatari e nel caso di società di persone più di un terzo dei soci, abbiano già esercitato una attività in proprio, nei cinque anni precedenti l’inizio dell’attività dell’impresa in oggetto. Tale limitazione non si applica ai consorzi tra imprese;

2. il subentro con trasferimento della proprietà in un’impresa già esistente, la successione aziendale con trasferimento della proprietà o il mero cambiamento della denominazione sociale;

3. la cessazione di un’attività con conseguente costituzione di una nuova impresa da parte dello stesso titolare o della maggioranza degli stessi, la variazione della compagine societaria (p.e. uscita di un socio da una societá con contemporanea costituzione di una ditta individuale, la modifica di una ditta individuale in una societá etc.) se la relativa domanda di contributo viene presentata oltre i 24 mesi dalla data di inizio dell’attività dell’impresa originaria.”

d) I limiti massimi del contributo a fondo perduto di cui alla colonna I nonchè i limiti massimi nel triennio di cui alla colonna III della tabella dell’articolo 15 dei criteri di applicazione approvati con delibera della Giunta provinciale n. 3250/07 nel testo vigente, sono modificati come segue:

Categoria di impresa

Unternehmenskategorie

Colonna I - Spalte I

Colonna III - Spalte III

Imprese di vicinato e quelle con attività tradizionali

Nahversorgungsunternehmen und Unternehmen mit traditionellen Handwerksberufen

450.000

1.300.000

Piccole imprese fino a due addetti

Kleinunternehmen mit bis zu zwei Beschäftigten

450.000

1.300.000

Piccole imprese con più di due e meno di 10 addetti

Kleinunternehmen mit mehr als zwei und weniger als 10 Beschäftigten

520.000

2.000.000

Piccole imprese con 10 e  meno di 30 addetti

Kleinunternehmen mit 10 und weniger als 30 Beschäftigten

1.000.000

3.250.000

Piccole imprese con 30 e meno di 50 addetti

Kleinunternehmen mit 30 und weniger als 50 Beschäftigten

2.000.000

5.200.000

Medie e grandi imprese

Mittlere und Großunternehmen

3.000.000

6.500.000

Articolo 3

Campo di applicazione

1 Le presenti disposizioni trovano applicazione per le domande presentate a partire dal giorno successivo della loro approvazione, nonché, qualora più favorevoli, per tutte le domande non ancora approvate.

2. Le disposizioni di cui all'articolo 1, comma 1 trovano applicazione per le domande presentate a partire dal giorno successivo della loro approvazione, nonché, qualora più favorevoli, per tutte le domande giacenti il cui procedimento non è ancora concluso.

3. Le disposizioni che prevedono penalizzazioni con esclusione per quattro anni dal presentare ulteriori domande e contenute nei criteri approvati con le delibere elencate all'articolo 1, sono abrogate anche per le domande il cui procedimento è concluso. Sono pertanto revocate le esclusioni ed i rigetti delle domande di agevolazione diposte ai sensi dei criteri fino ad ora vigenti.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction Delibera N. 2 del 12.01.2009
ActionAction Delibera N. 74 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 135 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 189 del 26.01.2009
ActionAction Delibera N. 243 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 278 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 331 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 333 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 478 del 16.02.2009
ActionAction Delibera N. 625 del 09.03.2009
ActionAction Delibera N. 755 del 16.03.2009
ActionAction Delibera N. 829 del 23.03.2009
ActionAction Delibera N. 922 del 30.03.2009
ActionAction Delibera N. 1150 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1185 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 27 aprile 2009, n. 1181
ActionAction Delibera N. 1195 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1196 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1257
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1264
ActionAction Delibera N. 1273 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1274 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1438 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1440 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1508 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1510 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1526 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1544 del 08.06.2009
ActionAction Delibera 8 giugno 2009, n. 1572
ActionAction Delibera 15 giugno 2009, n. 1600
ActionAction Delibera N. 1588 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1605 del 15.06.2009
ActionAction Delibera N. 1665 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1703 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1816 del 06.07.2009
ActionAction Delibera N. 1853 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1829 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1931 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1958 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1977 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2049 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2201 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 24 agosto 2009, n. 2077
ActionAction Delibera N. 2209 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 14 settembre 2009, n. 2264
ActionAction Delibera N. 2321 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2325 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2398 del 28.09.2009
ActionAction Delibera 28 settembre 2009, n. 2406
ActionAction Delibera N. 2510 del 19.10.2009
ActionAction Delibera N. 2717 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2740 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2756 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2780 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2789 del 16.11.2009
ActionAction Delibera Nr. 2800 vom 23.11.2009
ActionAction Delibera 23 novembre 2009, n. 2813
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2911
ActionAction Beschluss N. 2913 del 14.12.2009
ActionAction Delibera N. 2916 del 14.12.2009
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2978
ActionAction Delibera N. 3088 del 21.12.2009
ActionAction Delibera N. 3167 del 30.12.2009
ActionAction Delibera N. 3197 del 30.12.2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico