In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 755 del 16.03.2009
Indicazioni per lo svolgimento di visite aziendali plurigiornaliere e stages orientativi nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in lingua tedesca e delle località ladine

…omissis…

1. Oltre agli istituti professionali e ai licei pedagogici, per i quali la pratica professionale è prevista dai relativi piani di studio, le scuole secondarie di primo e secondo grado  possono svolgere nell'ambito della loro autonomia didattica visite aziendali plurigiornaliere e stages orientativi sotto forma di progetti. Tali progetti danno la possibilità alle alunne e agli alunni di conoscere da vicino il mondo del lavoro ed il territorio scolastico. Essi contribuiscono anche dell'orientamento utile alla scelta degli studi e/o professionale e rendono inoltre possibili l'approfondimento e l'attuazione pratica di nozioni teoriche.
2. Le scuole secondarie di primo e secondo grado decidono autonomamente in quale forma e con quale frequenza le alunne e gli alunni possano avvalersi di visite aziendali plurigiornaliere e stages orientativi che dovrebbero contribuire a realizzare il piano dell'offerta formativa e le finalità della scuola, e in che modo tali progetti permettano alle alunne e agli alunni l'acquisizione di competenze pluridisciplinari e l'assolvimento efficace della relativa classe o del relativo grado di scuola.
3. Per la realizzazione delle visite aziendali plurigiornaliere e degli stages orientativi nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in lingua tedesca e delle località ladine devono essere rispettate – ai sensi dell'unitarietà nell'applicazione delle relative disposizioni – le seguenti indicazioni:

a) Le visite aziendali plurigiornaliere e gli stages orientativi fanno parte del piano dell'offerta formativa e sono progettati e approvati dal consiglio di classe competente in base a criteri predefiniti dal collegio docenti nonché effettuati sulla base di apposite convenzioni con le parti coinvolte.

b) Le visite aziendali plurigiornaliere perseguono la finalità di dare alle alunne e agli alunni della scuola secondaria di primo grado una valutazione delle professioni e contribuiscono all'orientamento scolastico e professionale.

c) Gli stages orientativi hanno lo scopo di consentire alle alunne e agli alunni che hanno compiuto il 15° anno d'età un approccio ai processi aziendali, di permettere un orientamento utile per la scelta degli studi e/o professionale e di essere un provvedimento efficace per contrastare possibili abbandoni scolastici. Gli stages hanno una durata che si concilia con i bisogni individuali della rispettiva classe o della singola alunna e del singolo alunno e possono essere effettuati anche più volte nell'arco della carriera scolastica.

d) Le aziende o le istituzioni non possono adibire le alunne e gli alunni esclusivamente a mansioni esecutive di tipo ripetitivo. Durante le visite aziendali plurigiornaliere o gli stages le alunne e gli alunni rimangono iscritti nella scuola di provenienza; con l'azienda o l'istituzione coinvolta non viene instaurato alcun rapporto di lavoro.

e) Le visite aziendali plurigiornaliere e gli stages orientativi devono essere preparati e successivamente valutati nel corso delle lezioni curricolari.

f) Durante le visite aziendali plurigiornaliere e gli stages orientativi le alunne e gli alunni sono seguiti da una o un insegnante della scuola (tutrice o tutor) che intrattiene inoltre anche i contatti necessari con la formatrice o il formatore responsabile dall'azienda o dell'istituzione.

g) L'insegnante incaricata o incaricato e la tutrice o il tutore aziendale o dell'istituzione eseguono una valutazione comune delle visite aziendali plurigiornaliere o dello stage orientativo tenendo conto anche delle osservazioni delle alunne e degli alunni.

h) Per tutta la durata delle visite aziendali plurigiornaliere o dello stage orientativo le alunne e gli alunni sono coperti dall'assicurazione provinciale contro gli infortuni per le alunne e gli alunni. L'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni stipulata dalla provincia per le alunne e gli alunni presso l'Istituto Nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (I.N.A.I.L.) copre inoltre infortuni delle alunne e degli alunni accorsi nell'uso di attrezzi elettrici, durante esercitazioni pratiche e pratiche professionali. Nel caso di infortunio l'azienda o l'istituzione presso la quale viene svolto il progetto, è tenuta ad informare tempestivamente l'istituzione scolastica in modo che le relative comunicazioni possano essere effettuate in tempo utile alla società assicurativa della provincia risp. all'Istituto Nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (I.N.A.I.L.). Per i danni causati a terzi da parte delle alunne e degli alunni durante il progetto, l'amministrazione provinciale si assume i relativi oneri e si riserva il diritto di avvalersi contro l'alunna o l'alunno risp. i suoi genitori.

i) Le visite aziendali plurigiornaliere e gli stages orientativi non danno diritto a compensi, in quanto essi fanno parte delle attività curricolari o rientrano nell'ambito dei progetti scolastici.

j) L'ambito di attività nel quale sono svolte le visite aziendali plurigiornaliere o gli stages orientativi deve essere coerente con le indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli o i piani di studio e contribuire al raggiungimento delle competenze della rispettiva classe o del relativo grado di scuola.

k) Di norma le visite aziendali plurigiornaliere e gli stages orientativi hanno luogo durante l'orario d'insegnamento e in caso di bisogno possono essere svolti anche durante le ferie semestrali o estive a condizione di un adeguato accompagnamento della tutrice o del tutore della scuola.

l) A conclusione delle visite aziendali plurigiornaliere o dello stages orientativo la scuola richiede dall'azienda o istituzione un attestato relativo alle singole alunne e ai singoli alunni.

4. L'organizzazione delle visite aziendali plurigiornaliere e degli stages orientativi nel rispetto dei criteri esposti al punto 3 e la relativa valutazione delle competenze così acquisite competono alle scuole nell'ambito della loro autonomia didattica e organizzativa.
5. L'Intendenza scolastica tedesca o l'Intendenza scolastica ladina può stipulare convenzioni quadro con le associazioni di categoria per lo svolgimento delle visite aziendali plurigiornaliere e degli stages orientativi.
6. È revocata la propria deliberazione 31 luglio 2000, n. 2844.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction Delibera N. 2 del 12.01.2009
ActionAction Delibera N. 74 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 135 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 189 del 26.01.2009
ActionAction Delibera N. 243 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 278 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 331 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 333 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 478 del 16.02.2009
ActionAction Delibera N. 625 del 09.03.2009
ActionAction Delibera N. 755 del 16.03.2009
ActionAction Delibera N. 829 del 23.03.2009
ActionAction Delibera N. 922 del 30.03.2009
ActionAction Delibera N. 1150 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1185 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 27 aprile 2009, n. 1181
ActionAction Delibera N. 1195 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1196 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1257
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1264
ActionAction Delibera N. 1273 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1274 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1438 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1440 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1508 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1510 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1526 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1544 del 08.06.2009
ActionAction Delibera 8 giugno 2009, n. 1572
ActionAction Delibera 15 giugno 2009, n. 1600
ActionAction Delibera N. 1588 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1605 del 15.06.2009
ActionAction Delibera N. 1665 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1703 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1816 del 06.07.2009
ActionAction Delibera N. 1853 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1829 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1931 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1958 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1977 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2049 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2201 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 24 agosto 2009, n. 2077
ActionAction Delibera N. 2209 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 14 settembre 2009, n. 2264
ActionAction Delibera N. 2321 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2325 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2398 del 28.09.2009
ActionAction Delibera 28 settembre 2009, n. 2406
ActionAction Delibera N. 2510 del 19.10.2009
ActionAction Delibera N. 2717 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2740 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2756 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2780 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2789 del 16.11.2009
ActionAction Delibera Nr. 2800 vom 23.11.2009
ActionAction Delibera 23 novembre 2009, n. 2813
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2911
ActionAction Beschluss N. 2913 del 14.12.2009
ActionAction Delibera N. 2916 del 14.12.2009
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2978
ActionAction Delibera N. 3088 del 21.12.2009
ActionAction Delibera N. 3167 del 30.12.2009
ActionAction Delibera N. 3197 del 30.12.2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico