In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 331 del 09.02.2009
Criteri e modalità per la concessione di aiuti per la copertura assicurativa nel settore zootecnico

Allegato

Criteri e modalità per la concessione di aiuti per la copertura assicurativa nel settore zootecnico

 

1. Finalitá

I presenti criteri e modalità determinano ai sensi dell'articolo 4, lettera k) della legge provinciale 14 dicembre 1998, n. 11 e successive modifiche, disposizioni per la concessione di contributi per la copertura assicurativa da parte di piccole e medie imprese, la cui impresa agricola si trova sul territorio della provincia autonoma di Bolzano. Essi sono redatti in conformità alle disposizioni contenute nel capitolo V.B.5 degli orientamenti comunitari per gli aiuti di stato nel settore agricolo e forestale 2007-2013.
Dal presente aiuto sono escluse le grandi imprese agricole nonché le imprese che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, di cui all'allegato 1 del trattato degli orientamenti sopraccitato.
 

2. Definizioni

Ai fini del presente regime d'aiuti sì intende per:

“Anno assicurativo”: anno solare dal 1° gennaio fino il 31 dicembre.

“Polizza assicurativa”: documento che prova la copertura assicurativa.

“Premio assicurativo”: somma dovuta del contraente assicurato per la copertura assicurativa.

“Abbattimento”: uccisione di un animale  in caso di una malattia incurabile o di un infortunio, per ordine dell'Autorità Sanitaria.

 

3. Beneficiari

Beneficiari dei presenti aiuti sono:

a) gli imprenditori agricoli;

b) i consorzi di cui all'articolo 11 del D.Lgs. n. 102/2004;

c) le compagnie di assicurazione e di brokeraggio di assicurazione;

d) le associazioni di mutua assicurazione del bestiame di cui alla legge provinciale 11 novembre 1974  n. 20.

 
4. Tipologie di perdite assicurabili
Gli aiuti sono concessi per il pagamento di premi assicurativi per la copertura di perdite di bovini, equini ed ovi caprini dovute a malattia e ad infortunio, a seguito di epizoozie o infestazioni parassitarie o di avversità atmosferiche assimilabili alle calamità naturali e altre condizioni atmosferiche avverse.
 
5. Tipologia e ammontare dell'aiuto
L'aiuto è concesso in forma di contributo in conto capitale fino al 50 per cento delle spese ammissibili per il pagamento dei premi assicurativi di un anno assicurativo.
 

6. Spesa ammissibile

I premi assicurativi finanziabili si possono riferire ad un valore di stima massimo pari a 2.000,00 € per i bovini ed equini, e a 400,00 € per gli ovini e caprini.
Le spese ammissibili all'aiuto sono:

a)  per gli imprenditori agricoli, i consorzi, le compagnie di assicurazione e per il brokeraggio di assicurazione, quelle dovute al pagamento di premi assicurativi dell'anno assicurativo per la copertura delle perdite di cui al punto 4;

b)  per le associazioni di mutua assicurazione del bestiame, quelle riconducibili ai premi assicurativi calcolati in base agli indennizzi liquidati per i danni di cui al punto 4, ed eventuali spese di amministrazione.

 

7. Presentazione della domanda e documentazione

La domanda d'aiuto deve essere presentata alla Ripartizione provinciale agricoltura tra il 1° gennaio e il 15 febbraio dell'anno successivo all'anno assicurativo.
Alla domanda deve essere allegata:

-dai singoli imprenditori agricoli, copia della polizza assicurativa e la documentazione attestante il pagamento del premio entro il 31 dicembre dell'anno assicurativo di riferimento.

-dai consorzi, dalle compagnie di assicurazione e di brokeraggio, un elenco riassuntivo contenente i nomi degli imprenditori agricoli assicurati, gli animali assicurati ed un elenco riassuntivo dei premi da pagare dagli assicurati con l'indicazione dei premi pagati.

-dalle associazioni di mutua assicurazione del bestiame, un elenco riassuntivo dei danni sofferti nell'anno assicurativo, di cui al punto 4, i bonifici bancari per il pagamento dei danni ai soci nonché le eventuali spese di amministrazione dell'associazione.

 

8.  Istruttoria

L'ufficio provinciale zootecnia della Ripartizione agricoltura procede alla verifica dell'ammissibilità della domanda d'aiuto nonché alla congruità dei premi assicurativi.
 
9. Revoca dell'aiuto
Se nel corso dell'istruttoria della domanda d'aiuto viene accertata la mancanza dei presupposti per la concessione dell'aiuto o la presenza di dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda di concessione dell'aiuto o in qualsiasi altro atto o documento presentato per ottenere gli aiuti, il beneficiario decade dall'aiuto e, qualora già erogato, deve restituirlo maggiorato degli interessi legali.
 
10. Controlli
Ai sensi dell'art. 2, comma 3 della Legge Provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, i controlli a campione vengono eseguiti annualmente nella misura minima del 6 per cento delle domande di aiuto presentate.
La scelta delle iniziative da sottoporre a controllo avviene annualmente mediante un'estrazione a sorte effettuata da parte di una commissione composta dal direttore della ripartizione provinciale agricoltura, o dal suo delegato, dal direttore dell'ufficio zootecnia e dal funzionario addetto. In ordine all'estrazione e al rispettivo esito viene redatto apposito verbale.
I controlli amministrativi, ed i sopralluoghi vengono eseguiti dal personale della Ripartizione agricoltura, e sono convalidati mediante un verbale di accertamento.
In caso di accertate irregolarità, verranno applicate le sanzioni previste dalla vigente legislazione.
 
11. Divieto di cumulo
Gli aiuti previsti dal presente provvedimento non sono cumulabili con altri aiuti di Stato, né con altre misure di sostegno comunitario riguardo agli stessi costi ammissibili, se tale cumulo dà luogo ad un'intensità d'aiuto superiore, a quella fissata al punto 5.
 
12. Efficacia
Il presente si applica fino al 31 dicembre 2013.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction Delibera N. 2 del 12.01.2009
ActionAction Delibera N. 74 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 135 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 189 del 26.01.2009
ActionAction Delibera N. 243 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 278 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 331 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 333 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 478 del 16.02.2009
ActionAction Delibera N. 625 del 09.03.2009
ActionAction Delibera N. 755 del 16.03.2009
ActionAction Delibera N. 829 del 23.03.2009
ActionAction Delibera N. 922 del 30.03.2009
ActionAction Delibera N. 1150 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1185 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 27 aprile 2009, n. 1181
ActionAction Delibera N. 1195 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1196 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1257
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1264
ActionAction Delibera N. 1273 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1274 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1438 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1440 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1508 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1510 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1526 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1544 del 08.06.2009
ActionAction Delibera 8 giugno 2009, n. 1572
ActionAction Delibera 15 giugno 2009, n. 1600
ActionAction Delibera N. 1588 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1605 del 15.06.2009
ActionAction Delibera N. 1665 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1703 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1816 del 06.07.2009
ActionAction Delibera N. 1853 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1829 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1931 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1958 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1977 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2049 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 2201 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 24 agosto 2009, n. 2077
ActionAction Delibera N. 2209 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 14 settembre 2009, n. 2264
ActionAction Delibera N. 2321 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2325 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2398 del 28.09.2009
ActionAction Delibera 28 settembre 2009, n. 2406
ActionAction Delibera N. 2510 del 19.10.2009
ActionAction Delibera N. 2717 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2740 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2756 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2780 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2789 del 16.11.2009
ActionAction Delibera Nr. 2800 vom 23.11.2009
ActionAction Delibera 23 novembre 2009, n. 2813
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2911
ActionAction Beschluss N. 2913 del 14.12.2009
ActionAction Delibera N. 2916 del 14.12.2009
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2978
ActionAction Delibera N. 3088 del 21.12.2009
ActionAction Delibera N. 3167 del 30.12.2009
ActionAction Delibera N. 3197 del 30.12.2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico