In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 335 del 06.02.2006
Nuovo orientamento delle scuole professionali di economia domestica e introduzione del 4° anno scolastico

…omissis…

 

-     di introdurre, a partire dal terzo anno scolastico, i due indirizzi “alimentare” e di “economia domestica.

-     di offrire un quarto anno scolastico facoltativo sia per l’indirizzo alimentare che per l’indirizzo di economia domestica.

-     di conferire agli alunni/alle alunne dopo il superamento dell’esame finale della terza classe la qualifica professionale di primo grado “operatore/operatrice agroalimentare” e rispettivamente “operatore/operatrice per servizi di economia domestica”

di conferire agli alunni/alle alunne dopo il superamento dell’esame di diploma dopo la quarta classe la qualifica professionale di secondo grado e dunque il titolo “esperto/a per l’alimentazione e le tecniche alimentari” e rispettivamente “imprenditore/imprenditrice di economia domestica”
 
Allegato
 

Nuovo orientamento per le scuole professionali per l’alimentazione ed i servizi di economia domestica

 

I. Rilevazione del fabbisogno formativo e professionale nel settore dell’economia domestica e dell’alimentazione

Per rilevare il fabbisogno professionale e formativo nell’ambito dell’economia domestica è stata svolta un’indagine relativa a questo settore. Nell’ambito di questo studio sono state intervistate ca. 200 imprese pubbliche e private operanti nel settore dell’economia domestica e dell’alimentazione circa il fabbisogno di forze lavoro. Da questa intervista è risultato che in questo settore il mercato del lavoro è molto stabile e che in futuro il fabbisogno di forze lavoro aumenterà. Accanto al settore dell’economia domestica è emerso quello dell’alimentazione, nel quale esistono molti posti di lavoro, i quali però non sono coperti dall’attuale offerta formativa.

 

II. L’offerta formativa delle scuole professionali per l’alimentazione ed i servizi di economia domestica

Dai risultati emersi dallo studio svolto scaturisce la seguente ipotesi di offerta formativa:

3 anni formazione professionale per l’alimentazione e servizi di economia domestica composta da:

- 2 anni di formazione trasversale nell’ambito dell’alimentazione e dell’economia domestica  per tutti/e gli/le alunni/e e successivamente

- 1 anno nell’indirizzo dell’alimentazione

oppure

- 1 anno nell’indirizzo di economia domestica.

 

Alla conclusione della formazione professionale triennale sono previste due qualifiche di base:

1.     figura professionale: operatore/operatrice agroalimentare

2.     figura professionale: operatore/operatrice di servizi di economia domestica

 

Dopo la conclusione della formazione professionale triennale è prevista la possibilità di frequentare un quarto anno formativo o nell’ambito dell’economia domestica oppure in quello dell’alimentazione.

 

Al termine del quarto anno sono previste le seguenti qualifiche specifiche:

3. figura professionale: esperto/a per l’alimentazione e le tecniche alimentari

4. figura professionale: imprenditore/imprenditrice di economia domestica.

 

Ciò premesso si propone che le scuole professionali per l’alimentazione ed i servizi di economia domestica offrano la suesposta formazione professionale per le seguenti figure professionali nell’ambito di una formazione triennale e quadriennale:

 

Scuole professionali per l’alimentazione e per servizi di economia domestica

 

1. classe

Formazione trasversale

2. classe

Formazione trasversale

3. classe

Indirizzo alimentare

Indirizzo di economia domestica

Figura professionale:

Operatore/operatrice agroalimentare

Figura professionale:

Operatore/operatrice per servizi di economia domestica

4. classe

Figura professionale:

Esperto/a per l’alimentazione e le tecniche alimentari

Figura professionale:

Imprenditore/imprenditrice di economia domestica


III. Figure professionali e mercato del lavoro della scuola professionale triennale

 

1. figura professionale:operatore/operatrice agroalimentare

Produzione: Svolge e gestisce le diverse fasi del processo produttivo agroalimentare, garantendo il rispetto degli standard igienici e di qualità.

Consumo: Provvede alla preparazione e somministrazione di pasti e vivande

Approvvigionamento: Svolge attività nell’acquisto, vendita, stoccaggio di generi alimentari e la loro conservazione. È impegnato/a nella consulenza di clienti.

Situazione sul mercato del lavoro:

Dallo studio emerge che si tratta di una figura professionale la quale è già presente sul mercato del lavoro. Esiste però un elevato fabbisogno formativo e di sviluppo di questa figura date le attuali difficoltà a reperire forze lavoro con queste competenze. La domanda di forze lavoro nei prossimi anni rimarrà stabile.

Possibilità di impiego:

Aziende di produzione, consumo ed approvvigionamento agroalimentare, catering, partyservice

 

2. figura professionale: operatore/operatrice per servizi di economia domestica

Svolge attività operative volte a  garantire il benessere di nuclei familiari, di  comunità e di persone di tutte le età, fornendo supporto nelle attività quotidiane e garantendo il mantenimento dell’igiene, della vivibilità e della pulizia di spazi abitativi privati e collettivi.

Situazione sul mercato del lavoro:

La figura professionale è presente sul mercato del lavoro alto-atesino. Il fabbisogno rimarrà stabile nei prossimi anni ed aumenterà quando sarà garantito l’accesso di questa figura al pubblico impiego. C è un forte fabbisogno formativo e di sviluppo della figura professionale in questione.

Possibilità di impiego:

Convitti, case di riposo, alberghi, asili nido, scuole materne, ospedali, imprese agricole, famiglie, imprese.

 

IV. Figure professionali e mercato del lavoro della scuola professionale quadriennale

 

3. figura professionale: Esperto/a per l’alimentazione e le tecniche alimentari

Produzione: Opera nel processo di lavorazione dei prodotti alimentari sovrintendendo alle attività di trasformazione degli alimenti, garantendo il buon funzionamento degli impianti e il rispetto degli standard igienico-sanitari e di qualità e gestendo le attività, le mansioni e le turnazioni degli operatori di produzione.

Consumo:  Provvede all’elaborazione dei menu e della lista delle vivande e bevande tenendo conto dei principi dietetico-nutrizionali e se necessario prepara i pasti. Opera nel settore dell’economia culinaria, nella programmazione della composizione dei pasti ed anche di piani dietetici
Approvvigionamento: Provvede all’approvvigionamento dei prodotti alimentari ed al loro stoccaggio. Svolge attività di consulenza nell’approvvigionamento e nella vendita di prodotti alimentari.

Possibilità di impiego:

Aziende di produzione, consumo ed approvvigionamento agroalimentare, catering, partyservice, consulenza alimentare.

 

4. figura professionale: imprenditore/imprenditrice di economia domestica

-     È impegnato/a nella gestione dell’economia domestica di complesse strutture organizzative come convitti, case di riposo, asili nido, scuole materne, mense, ospedali, ristoranti, alberghi, hotels, aziende agricole, nuclei familiari. Queste funzioni si riferiscono ai servizi di lavanderia, alla pulizia ed arredo dei locali, alla preparazione dei pasti, ai lavori necessari nel giardinaggio e la cura di piante.

-     Istruisce e guida i collaboratori e coordina la loro attività e controlla l’esecuzione

-     Determina il fabbisogno di prodotti alimentari, materiali di pulizia e di consumo nonché di beni materiali in generale e provvede al loro acquisto.

-     Controlla le merci arrivate e provvede alla loro corretta conservazione

-     Pianifica e organizza le attività di mantenimento della pulizia e igiene di strutture ricettive e comunitarie (case di riposo, convitti, asili nido, scuole materne) e la gestione degli spazi, coordinando ed istruendo i collaboratori, elaborando piani di pulizia, innovando gli arredi e gli stili delle stanze e provvedendo al benessere generale dei clienti secondo i principi del management di qualità

Situazione sul mercato del lavoro:

Imprenditori/imprenditrici di economia domestica sono presenti sul mercato alto-atesino e la domanda di questa figura professionale rimarrà stabile. Risulta però difficile reperire forze lavoro che abbiano le competenze previste per questa figura. Il fabbisogno formativo e di sviluppo di questa figura professionale è molto elevato. Per poter operare come imprenditore/imprenditrice di economia domestica sono indispensabili alcuni anni di esperienza pratica, i quali sono da concordare con le imprese e con le rispettive associazioni. Il quarto anno può essere frequentato anche da alunni/e che hanno conseguito il diploma della scuola professionale di economia domestica triennale durante gli ultimi 10 anni.

Possibilità di impiego:

Convitti, case di riposo, alberghi, asili nido, scuole materne, ospedali, imprese agricole, famiglie, imprese, catering, partyservice.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction Delibera N. 217 del 30.01.2006
ActionAction Delibera N. 307 del 06.02.2006
ActionAction Delibera N. 324 del 06.02.2006
ActionAction Delibera N. 335 del 06.02.2006
ActionAction Delibera N. 428 del 13.02.2006
ActionAction Delibera N. 477 del 13.02.2006
ActionAction Delibera N. 675 del 27.02.2006
ActionAction Delibera 13 marzo 2006, n. 794
ActionAction Delibera N. 801 del 13.03.2006
ActionAction Delibera N. 858 del 13.03.2006
ActionAction Delibera 27 marzo 2006, n. 901
ActionAction Delibera 27 marzo 2006, n. 902
ActionAction Delibera 27 marzo 2006, n. 1022
ActionAction Delibera N. 1107 del 03.04.2006
ActionAction Delibera N. 1148 del 03.04.2006
ActionAction Delibera N. 1193 del 10.04.2006
ActionAction Delibera N. 1262 del 10.04.2006
ActionAction Delibera N. 1271 del 10.04.2006
ActionAction Delibera 18 aprile 2006, n. 1347
ActionAction Delibera N. 1354 del 18.04.2006
ActionAction Delibera N. 1485 del 02.05.2006
ActionAction Delibera N. 1749 del 22.05.2006
ActionAction Delibera N. 1868 del 29.05.2006
ActionAction Delibera N. 1986 del 06.06.2006
ActionAction Delibera N. 1998 del 06.06.2006
ActionAction Delibera N. 2033 del 06.06.2006
ActionAction Delibera 19 giugno 2006, n. 2215
ActionAction Delibera N. 2352 del 26.06.2006
ActionAction Delibera N. 2441 del 03.07.2006
ActionAction Delibera N. 2591 del 17.07.2006
ActionAction Delibera N. 2673 del 24.07.2006
ActionAction Delibera N. 2723 del 24.07.2006
ActionAction Delibera N. 2742 del 24.07.2006
ActionAction Delibera N. 2858 del 11.08.2006
ActionAction Delibera N. 2985 del 28.08.2006
ActionAction Delibera N. 3461 del 25.09.2006
ActionAction Delibera N. 3922 del 30.10.2006
ActionAction Delibera N. 4047 del 06.11.2006
ActionAction Delibera N. 4054 del 06.11.2006
ActionAction Delibera 27 novembre 2006, n. 4274
ActionAction Delibera N. 4394 del 27.11.2006
ActionAction Delibera N. 4520 del 04.12.2006
ActionAction Delibera N. 4830 del 18.12.2006
ActionAction Delibera N. 5071 del 29.12.2006
ActionAction Delibera N. 5072 del 29.12.2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico