In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

Ultima edizione

Delibera N. 1254 del 23.04.2001
Direttive di attuazione per talune misure del piano di sviluppo rurale provinciale per il periodo 2000-2006

....omissis....

le seguenti direttive di attuazione per le misure 1, 2, 5 e 8 del piano di sviluppo rurale provinciale 2000-2006:
 

Misura 1: Investimenti nelle aziende agricole

Oggetto del finanziamento
Obiettivi delle sottomisure 1  e 2  della misura 1 sono tra l'altro il sostegno agli investimenti per la costruzione, il risanamento o l'ampliamento, nonchè l'acquisto di fabbricati aziendali per l'allevamento di animali con annessi in aziende zootechniche.
Fermo restando i presupposti previsti nel piano ai fini del rispettivo finanziamento, ricadono nell'ambito di applicazione del piano di sviluppo rurale unicamente iniziative che hanno per oggetto i seguenti interventi:

costruzione o acquisto di fabbricati aziendali con una capienza di minimo quindici unità bovine adulte (UBA);

risanamento di fabbricati aziendali con una capienza minima di 15 UBA, semprechè l'ammontare dei rispettivi costi sia pari ai costi per una nuova costruzione con una capienza minima di quindici UBA;

ampliamento di fabbbricati aziendali, qualora attraverso l'ampliamento la capienza venga aumentata di almeno quindici UBA.

 

Misura 2: Insediamento dei giovani agricoltori

Consegna della domanda: presupposto
La richiesta per la concessione del premio di  primo insediamento va presentata da parte di soggetti che non hanno ancora compiuto il 40° anno di vita prima della stipulazione del relativo contratto d'acquisto, di donazione o di affitto, nonchè prima dell'emissione del certificato di eredità.
 
Concessione premi
La condizione dell'età inferiore ai 40 anni deve essere soddisfatta oltre che al momento della consegna della domanda altresì al momento in cui viene presa la decisione individuale di concedere il sostegno.
 
Una regolamentazione transitoria è prevista  per le domande presentate per la prima volta nel corso dell'anno 2000 da parte di soggetti che non avevano ancora compiuto 40 anni; tali richiedenti non devono soddisfare la condizione dell'età inferiore ai 40 anni al momento in cui verrà presa la decisione individuale di concedere il sostegno.
 

Misura 5, sottomisura IA: Investimenti nell'agriturismo

Obiettivi della sottomisura è il sostegno agli investimenti aventi per oggetto la costruzione, il risanamento ed ampliamento delle strutture dedite all'agriturismo.
 
Misura del contributo
Per i predetti investimenti i costi ammessi a finanziamento non possono superare gli 80.000 euro per beneficiario e per quinquennio.
 
Per investimenti relativi a fabbricati soggetti a vincolo di tutela da parte della Sovrintendenza ai Beni Culturali o di rilevante interessse paesaggistico i costi ammessi a finanziamento non possono superare gli 100.000 euro per beneficiario e per quinquennio.
Le spese massime per metroquadrato ammesse a contributo non possono essere superiori alle spese di costruzione applicabili all'edilizia abitativa agevolata al momento dell'adozione della presente deliberazione.
 
Presupposto
La concessione del contributo avviene a favore di titolari di aziende agricole iscritti provvisoriamente o definitivamente nell'elenco provinciale degli operatori agrituristici qualora essi stessi o familiari che collaborano nell'azienda dimostrino di possedere un'adeguata formazione professionale.
Il requisito dell'adeguata formazione professionale è comprovato dalla frequenza con esito positivo di:

una scuola o istituto superiore o università in campo agricolo, turistico o economico;

un corso triennale presso le scuole professionali per l'agricoltura ed economia domestica;

un corso triennale presso l'istituto professionale per i servizi economici-aziendali;

una formazione professionale specifica nell'ambito di un corso della durata di almeno 50 ore, organizzato dalle Scuole professionali per l'agricoltura ed economia domestica oppure da organizzazioni che operano nel settore della formazione appositamente incaricate dall'Assessorato all'agricoltura e patrimonio.

Il predetto corso formativo comprende le seguenti materie, per ognuna della quali sono riconosciute al massimo dieci ore d'insegnamento:

agricoltura ed economia domestica;

corrispondenza, informatica;

cognizioni fondamentali in economia aziendale, di diritto e diritto tributario, contabilità;

marketing, management;

nozioni fondamentali di diritto sanitario  per la somministrazione di cibi e bevande;

rapporti con l'ospite;

tutela del lavoro, sicurezza sul luogo di lavoro e nell'azienda agricola, protezione antincendio.

Nel rispetto delle materie e ore di insegnamento sopra indicate ai fini della formazione professionale specifica può essere riconosciuta la frequenza di singoli corsi. La rispettiva attestazione dovrà essere rilasciata dalle scuole professionali o organizzazione incaricate dell'organizzazione del corso di cui sopra.
 
Soggetti esclusi dall'intervento
Sono esclusi dalla concessione delle agevolazioni agli investimenti:

titolari di aziende agricole con una superficie frutticola o viticola superiore a sei ettari oppure con un patrimonio di bestiame superiore a 60 unità bovine adulte;

titolari di aziende agricole che svolgono attività libero-professionale o dirigenziale o che conducono contemporaneamente aziende non agricole con lavoratori dipendenti;

richiedenti, che non coltivano direttamente ed abitualmente un ettaro di superificie coltivabile agricola.

 

Misura 8:Formazione

Corsi di formazione
Le unità didattiche offerte nell'ambito dei corsi previsti per la misura formazione sono organizzate direttamente dall'Assessorato all'agricoltura e al patrimonio oppure, previo incarico affidato nel rispetto delle disposizioni in materia di appalti di pubblici servizi dal predetto Assessorato, da organizzazioni esterne che operano nel settore della formazione.
 
La presente delibera è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige.
indice