In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

Ultima edizione

T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 244 del 29.05.2006
Giustizia amministrativa - proposizione di motivi aggiunti - posizione del controinteressato - categoria destinataria di una deliberazione della Giunta provinciale del provvedimento - non è controinteressata - legittimazione attiva di associazioni di categoria e ordini professionali - fondamento - servizio sanitario di emergenza - personale volontario di soccorso - abilitazione a svolgere mansioni tipiche degli infermieri professionali - illegittimità

Sentenza del 29 maggio 2006, n. 244, Pres. Demattio, Est. Pantozzi Lerjefors
In via generale, la proposizione di motivi aggiunti avverso gli atti già impugnati con il ricorso introduttivo è consentita quando il ricorrente sia venuto a conoscenza di nuovi atti o documenti, nel rispetto del termine perentorio di sessanta giorni dalla piena conoscenza dei medesimi atti o documenti.
La posizione di controinteressato nel processo amministrativo si configura in base all'elemento sostanziale, costituito dalla titolarità di una posizione giuridica di vantaggio scaturente dall'atto impugnato, ed a quello formale, rappresentato dalla menzione o individuazione in base all'atto stesso. In particolare, non è sufficiente che l'interesse vantato dal controinteressato sia di segno uguale e contrario a quello del ricorrente, ma è necessario che tale posizione di vantaggio sia suscettibile di tutela in quanto giuridicamente qualificata, e non sia cioè semplicemente qualificabile di mero fatto. Inoltre, sotto il profilo formale, la figura di controinteressato ricorre soltanto nel caso in cui l'atto impugnato si riferisca direttamente ed immediatamente a soggetti singolarmente individuabili, i quali, per effetto dell'atto, abbiano già acquisito una posizione giuridica di vantaggio e, nell'ipotesi di atto generale (come nella specie), ove l'impugnazione sopravvenga allorché l'atto abbia già avuto applicazione (cfr. CS sez. VI 22 gennaio 2004 n. 173).
Nel procedimento di impugnazione della deliberazione della Giunta provinciale n. 3775 del 18 ottobre 2004 – che ha approvato il programma e gli obiettivi di apprendimento della formazione di livello “C” degli autisti soccorritori e dei soccorritori volontari – non può considerarsi controinteressata la categoria di tale personale operante nell'ambito dell'assistenza sanitaria di emergenza, trattandosi di soggetti non direttamente individuati nè facilmente individuabili, atteso che, quali volontari, non appartengono ad alcun ordine professionale. Analoga considerazione va fatta nei confronti delle associazioni di soccorso (nella specie, della “Croce Bianca”) che non possono vantare un interesse qualificato, bensì di mero fatto, tale da legittimare esclusivamente un intervento ad opponendum.
Sussiste la legittimazione delle associazioni di categoria, così come degli ordini professionali, a difendere in sede giurisdizionale gli interessi generali della categoria di soggetti di cui hanno la rappresentanza istituzionale contro atti suscettibili di comprimere la sfera delle attribuzioni professionali dei loro componenti, o comunque di incidere negativamente su di essa.
È illegittima la deliberazione della Giunta Provinciale di Bolzano 18 ottobre 2004 n. 3775, in quanto la Provincia stessa, avvalendosi della propria competenza legislativa e amministrativa in materia di formazione del personale operante nell'emergenza sanitaria, non può “abilitare” gli autisti soccorritori ed i soccorritori volontari a svolgere interventi che rientrano nelle attribuzioni tipiche della “professione sanitaria” infermieristica. Invero, la citata delibera si pone in contrasto con i principi stabiliti dalla riforma delle professioni sanitarie ( L. 26 febbraio 1999 n.42), con le disposizioni che disciplinano la professione sanitaria infermieristica, e con le linee guida di cui all'atto d'intesa tra Stato, Regioni e Province autonome del 22 maggio 2003, in quanto, con la formazione di livello “C”, l'Amministrazione provinciale, da un lato dichiara di “abilitare” i soccorritori (dei quali non esiste peraltro un profilo professionale) a svolgere, in via ordinaria, una funzione di supporto del medico d'urgenza tipica dell'infermiere professionale e, dall'altro, elenca tutta una serie di conoscenze e abilità, tra le quali rientrano competenze specifiche degli infermieri professionali, il cui percorso formativo, di livello universitario, è molto più qualificato rispetto a quello dei soccorritori. Va altresì sottolineato che non è comunque consentito alla Provincia autonoma creare nuove professioni sanitarie in base alla competenza concorrente, sia in materia di professioni di cui all'art. 117 co. 3 della Costituzione (come sostituito dall'art. 3 L. cost. 18 ottobre 2001 n. 3), dovendo attenersi ai principi fondamentali della legislazione statale in vigore, tra cui quello che riserva l'individuazione delle figure professionali, con i relativi profili, allo Stato (cfr. Corte cost. 12 dicembre 2003 n. 353), sia in materia di assistenza sanitaria prevista dall'art. 9 n. 10 dello Statuto, tenuto conto che le attribuzioni degli organi statali in tale materia sono fatte salve dall'art. 3 n. 9 delle norme di attuazione di cui al DPR 28 marzo 1975 n. 474.
indice
ActionActionVerfassungsrechtliche Bestimmungen
ActionActionLandesgesetzgebung
ActionActionBeschlüsse der Landesregierung
ActionActionUrteile Verfassungsgerichtshof
ActionActionUrteile Verwaltungsgericht
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 1 del 02.01.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 4 vom 09.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 21 del 17.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 23 del 19.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 25 del 26.01.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 26 vom 26.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 28 del 26.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 34 del 27.01.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 41 vom 27.01.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 50 del 06.02.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 61 del 09.02.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 80 del 27.02.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 82 del 27.02.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 83 del 27.02.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 94 vom 03.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 102 del 08.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 108 del 14.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 115 del 23.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 117 del 23.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 135 del 29.03.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 136 del 29.03.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 166 vom 10.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 172 del 19.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 173 del 19.04.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 174 vom 19.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 174 del 19.04.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 175 vom 19.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 178 del 20.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 179 del 20.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 181 del 20.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 188 del 27.04.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 213 del 11.05.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 223 vom 12.05.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 243 vom 29.05.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 244 del 29.05.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 245 del 29.05.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 250 del 08.06.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 254 vom 08.06.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 254 del 08.06.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 272 del 20.06.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 275 del 21.06.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 280 del 22.06.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 289 del 04.07.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 299 del 17.07.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 320 del 26.07.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 327 del 28.07.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 337 vom 07.08.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 352 del 05.09.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 353 del 05.09.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 355 del 12.09.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 360 del 25.09.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 370 del 27.09.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 4 del 09.10.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 387 del 27.10.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 388 del 27.10.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 391 del 27.10.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 414 del 17.11.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 416 del 20.11.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 418 del 22.11.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 419 del 22.11.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 427 vom 28.11.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 430 del 04.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 433 del 06.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 436 del 07.12.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 438 vom 13.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 446 del 13.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 448 del 14.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 449 del 14.12.2006
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 469 vom 21.12.2006
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 481 del 29.12.2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1989
ActionActionChronologisches inhaltsverzeichnis