In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

k) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 4 dicembre 1996, n. 471)
Regolamento per la disciplina della costituzione e del funzionamento della scuola superiore di sanità

1)

Pubblicato nel Suppl. n. 1 al B.U. 22 aprile 1997, n. 19.

Art. 1 (Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso)

(1) È costituita la Scuola provinciale superiore di Sanità, di seguito denominata Scuola, ai sensi della legge provinciale 26 ottobre 1993, n. 18, nell'ambito della quale sono istituiti i seguenti corsi di diploma:

  • a)  dietista;
  • b)  fisioterapista;
  • c)  igienista dentale;
  • d)  infermiere/a;
  • e)  logopedista;
  • f)  ortottista - assistente in oftalmologia;
  • g)  ostetrico/a; 2)
  • h)  podologo/a;
  • i)  tecnico audiometrista;
  • j)  tecnico audioprotesista;
  • k)  tecnico sanitario di laboratorio biomedico;
  • l)  tecnico di neurofisiopatologia;
  • m)  tecnico ortopedico;
  • n)  tecnico sanitario di radiologia medica; 3)
  • o)  terapista occupazionale;
  • p)  assistente sanitario;
  • q)  infermiere pediatrico;
  • r)  tecnico della prevenzione nell' ambiente e nei luoghi di lavoro. 4)

(2) La formazione deve garantire, oltre ad un'adeguata preparazione teorica, un congruo addestramento professionale tecnico clinico, nella misura eventualmente stabilita dalla normativa nazionale e dell'Unione Europea. I corsi hanno durata triennale, e si concludono con un esame finale. Tale esame finale abilita all'iscrizione nei corrispondenti albi professionali ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 1995, n. 236.

(3) Durante il corso lo studente deve conseguire gli obiettivi didattici teorici, pratici e di tirocinio stabiliti nei singoli ordinamenti; deve altresì acquisire la capacità di aggiornarsi, di valutare i propri comportamenti e di svolgere attività di ricerca.

(4) I corsi sono attivati, in conformità ai protocolli d'intesa eventualmente stipulati con le università e si svolgono in sede ospedaliera o presso altre strutture del servizio sanitario provinciale, nonché presso istituzioni private accreditate.

(5) Nel corso di diploma sono riconoscibili crediti di frequenza di studi di livello universitario, sostenuti in Italia o all'estero, relativamente a corsi con contenuti teorici e pratici ritenuti equivalenti ai sensi dell'articolo 11 della legge 19 novembre 1990, n. 341. Il riconoscimento può avvenire anche in base alle convenzioni eventualmente stipulate con università italiane e estere ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge provinciale 26 ottobre 1993, n. 18.

(6) Sulla base delle indicazioni contenute nel piano provinciale della formazione il numero effettivo degli iscritti a ciascun corso di diploma è determinato con decreto dell'Assessore provinciale alla sanità, emanato entro il 30 aprile di ciascun anno.

(7) Sono ammessi alle prove per ottenere l'iscrizione al primo anno i diplomati degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale. L'accesso alla Scuola è subordinato al superamento di un esame scritto, per il quale può essere riconosciuto fino ad un massimo del 70 per cento del punteggio globale; per il voto finale di maturità può essere riconosciuto fino ad un massimo del 30 per cento del punteggio complessivo. Prima dell'ammissione definitiva i candidati sono sottoposti ad un accertamento medico specialistico. 5)

(8) La titolarità degli insegnamenti teorico scientifici è riservata a docenti di università italiane o estere o di istituti equiparati. I docenti non universitari del servizio sanitario provinciale, nazionale o estero sono nominati annualmente dal direttore della Scuola su proposta del consiglio del corso di diploma, previo nulla osta della struttura di appartenenza. Per gli insegnamenti delle materie non mediche, il consiglio del corso di diploma può altresì proporre soggetti particolarmente qualificati che non appartengano al servizio sanitario.

(9) L'amministrazione della Scuola è affidata ad un direttore che ne è il legale rappresentante e che provvede anche alla gestione finanziaria e del personale.

(10) Il direttore della Scuola è nominato dalla Giunta provinciale se la Scuola è gestita direttamente dalla Provincia, o dall'ente gestore se la gestione della Scuola viene affidata con apposita convenzione a soggetti pubblici o privati particolarmente idonei; la convenzione disciplina anche le modalità di finanziamento.

(11) Sono organi del corso di diploma:

  • a)  il consiglio di corso di diploma, costituito da tutti i docenti del corso e un rappresentante degli studenti, che provvede al coordinamento degli insegnamenti teorico-scientifici; 6)
  • b)  il coordinatore degli insegnamenti teorico-scientifici, che sovraintende le attività didattiche;
  • c)  il coordinatore degli insegnamenti tecnico-pratici.

(12) Il coordinatore degli insegnamenti tecnico-pratici è nominato su proposta del consiglio di corso di diploma, sulla base del curriculum che indica il livello di formazione nell'ambito dello specifico profilo professionale, corrispondente al corso. Il coordinatore degli insegnamenti tecnico-pratici dura in carica tre anni, è responsabile degli insegnamenti tecnico-pratici e del loro coordinamento con gli insegnamenti teorico-scientifici, organizza le attività complementari, assegna i tutori e ne supervede l'attività, garantisce l'accesso degli studenti alle strutture qualificate come sede di insegnamenti tecnico-pratici.

(13) Il coordinatore degli insegnamenti teorico-scientifici è nominato su proposta del consiglio del corso e dura tre anni. 7)

(14) Il rappresentante degli studenti in seno al consiglio di corso viene votato annualmente all'inizio dell'anno accademico dagli studenti del corso di diploma. Riveste una funzione consultativa e non ha diritto di voto. 8)

2)

Con l'art. 1 del D.P.G.P. 21 agosto 1998, n. 22, in ogni parte del regolamento la denominazione "Geburtshelfer/in" è stata sostituita con la denominazione "Hebamme/Entbindungshelfer/in".

3)

Il testo tedesco della lettera n) è stato sostituito dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 maggio 1997, n. 18; con l'art. 1 del D.P.G.P. 12 settembre 1997, n. 30, la dizione "medizinisch-röntgentechnischer Assistent" è stata sostituita con "medizinisch-technischer Radiologieassistent".

4)

Le lettere o), p), q) e r) sono state aggiunte dall'art. 1 del D.P.G.P. 6 luglio 1999, n. 36.

5)

Il comma 7 è stato modificato dall'art. 1 del D.P.P. 10 agosto 2007, n. 44.

6)

La lettera a) è stata integrata dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 agosto 1998, n. 22.

7)

Il comma 13 è stato integrato dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 maggio 1997, n. 18.

8)

Il comma 14 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 agosto 1998, n. 22.

Art. 2 (Organizzazione didattica - verifiche di profitto - esame finale)

(1) La frequenza alle lezioni, alle esercitazioni pratiche e ai tirocini è obbligatoria e deve essere documentata con rilevazione delle presenze e valutazione di merito in itinere.

(2) È altresì obbligatorio assegnare gli studenti a tutori che ne coordinano la formazione tecnico-pratica.

(3) Per essere ammesso all'esame finale di diploma, lo studente deve aver regolarmente frequentato per il monte ore complessivo previsto ed aver frequentato i singoli corsi integrati per un monte ore non inferiore al 75% di quello previsto, superato tutti gli esami previsti ed effettuato, con positiva valutazione, i tirocini prescritti.

(4) Gli insegnamenti sono svolti in lingua italiana o tedesca a seconda della lingua del docente, lo studente può frequentare i corsi di seconda lingua tedesca e italiana.

(5) Lo studente è tenuto altresì a frequentare un corso di inglese scientifico allo scopo di acquisire la capacità di aggiornarsi nella letteratura scientifica.

(6) In caso di interruzione della frequenza per oltre due anni accademici, il consiglio del corso di diploma può prescrivere la ripetizione di parte del tirocinio già effettuato. Ciò è obbligatorio ove l'interruzione sia superiore a tre anni.

(7) Lo studente che non supera tutti gli esami e non ottiene positiva valutazione nei tirocini può ripetere l'anno per non più di una volta; egli è iscritto fuori corso e viene collocato in soprannumero.

(8) Il consiglio del corso può predisporre piani di studio alternativi, con diversa distribuzione dei corsi integrati nei semestri, nonché approvare piani individuali proposti dallo studente, a condizione che il peso relativo dell'area e del singolo corso integrato non si discosti in aumento o in diminuzione per oltre il 20% da quello tabellare. L'impegno orario che deriva dalla sottrazione eventuale dai singoli corsi integrati può essere utilizzato per approfondimenti nell'area ove viene preparata la tesi di diploma.

(9) Le attività didattiche sono ordinate in aree, che definiscono gli obiettivi generali, culturali e professionalizzanti. Le aree comprendono i corsi integrati, che definiscono l'articolazione dell'insegnamento nei diversi semestri e corrispondono agli esami che debbono essere sostenuti; ai corsi integrati afferiscono i settori scientifico-disciplinari, che indicano le competenze scientifico-professionali, mentre le discipline concernono le titolarità dei docenti dei singoli settori.

(10) Il peso relativo di ciascuna area è definito dal numero dei crediti, ciascuno dei quali corrisponde mediamente a 50 ore, con una parte teorica, che non può eccedere il 50% delle suddette ore.

(11) Nei corsi integrati previsti dall'ordinamento sono attivabili le discipline ricomprese nei settori scientifico-disciplinari afferenti al corso integrato (Tabella A di ciascun ordinamento). Le discipline attengono unicamente la titolarità dei docenti e non danno comunque luogo a verifiche di profitto autonome. Esse sono attivate con atto programmatorio del consiglio del corso.

(12) Lo studente deve sostenere in ciascun semestre gli esami per i corsi integrati compresi nell'ordinamento. Gli esami possono essere scritti, orali, oppure scritti e orali. Gli esami sono sostenuti al termine di ciascun semestre nei periodi di sospensione delle lezioni dinnanzi ai singoli docenti. Le date degli esami vengono fissate dal direttore della Scuola.

(13) Il mancato superamento di un esame nelle materie teoriche non ha alcuna influenza sul proseguimento della formazione. Solo dopo la seconda valutazione negativa di un esame lo studente è escluso e può proseguire la formazione l'anno successivo, anche in soprannumero. In caso di ripetizione di un semestre per il mancato superamento degli esami, gli esami superati hanno una validità di tre anni.

(14) Se uno studente desidera migliorare la propria valutazione in alcune materie, può ripetere il relativo esame una seconda volta.

(15) L'assenza ingiustificata di uno studente ad un esame prefissato viene valutata come „esame non superato".

(16) La valutazione dei tre blocchi di tirocinio pratico previsti durante l'anno accademico avviene al termine del terzo blocco, e viene data dal consiglio del corso.

(17) La base per la valutazione è costituita dalle relazioni stese dai tutori, che hanno seguito gli studenti nei vari turni di tirocinio. Se lo studente riporta una valutazione negativa nel tirocinio pratico di un anno accademico, può proseguire la formazione solo dopo aver ripetuto l'intero tirocinio dell'anno e riportato una valutazione positiva.

(18) Le attività di tutorato sono disciplinate dal consiglio di corso. Il tutore è responsabile delle attività a lui affidate; egli contribuisce alla valutazione di ciascun periodo di tirocinio, nonché alla formulazione del giudizio finale.

(19) L'esame finale, abilitante alla professione ai sensi dell'articolo 1, comma 2, è organizzato in due sessioni e comprende:

  • a)  una prova scritta, svolta in forma anonima, anche con domande a risposta multipla;
  • b)  la presentazione di una dissertazione scritta (tesi), di natura teorico-applicativa sperimentale, discussa davanti alla commissione d' esame di diploma;
  • c)  una prova pratica, che consiste nel dimostrare la capacità di gestire una situazione proposta, sotto l' aspetto proprio della professione; la prova riguarda, secondo l'area, una situazione di tipo assistenziale, riabilitativo, tecnico-diagnostico oppure preventivo socio-sanitario.

(20) La commissione per l'esame finale è composta da non meno di cinque membri nominati dal direttore della scuola su proposta del consiglio di corso di diploma, che indica almeno un membro in rappresentanza del collegio professionale, ove esistente.

Art. 3 (Ordinamenti tabellari)

(1) Le tabelle A e B, che definiscono gli standards per ogni tipologia di corso di diploma (sugli obiettivi formativi e relativi ai settori scientifico-disciplinari di pertinenza e sull'attività minima, pratica e di tirocinio, perché lo studente possa essere ammesso all'esame finale) accluse al presente decreto sono aggiornate dal direttore della Scuola su proposta del consiglio di corso di diploma.

Art. 4 (Disposizioni transitorie)

(1) In sede di prima applicazione il personale docente e i coordinatori sono individuati tra soggetti in possesso dei requisiti di cui all'articolo 1 dalla Giunta provinciale o dall'ente cui la gestione della Scuola è affidata secondo le modalità dell'articolo 1.

Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

ALLEGATO 1 9)
CORSO DI DIPLOMA PER INFERMIERE

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il Corso di Diploma per infermiere ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Infermiere" (responsabile dell'assistenza generale infermieristica).

(2) Il Corso di Diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari con le conoscenze necessarie a svolgere la professione di infermiere responsabile dell'assistenza generale, ai sensi del D.M. 14 settembre 1994, n. 739.

Ordinamento didattico

(1) Il Corso di Diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche , studio guidato correlato ad attività cliniche , attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutorali, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento. Ogni semestre comprende ore di insegnamento, di approfondimento personale, di studio clinico guidato e di tirocinio. È possibile organizzare all'interno del Corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo. L'attività didattica programmata è pari a 1600 ore complessive; quella pratica è di 3000 ore, dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori. Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A. Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e patologici, le basi culturali di fisiopatologia necessarie per seguire gli atti medici, anche nelle loro applicazioni pratiche, nonché le conoscenze teoriche del nursing; lo studente deve saper applicare , anche attraverso il tirocinio, le conoscenze relative alla propria pratica professionale secondo lo specifico profilo e saper partecipare alla identificazione dei bisogni di salute ed alla identificazione, pianificazione, erogazione e valutazione dell'assistenza infermieristica globalmente richiesta riguardo a singole persone ed alla collettività, nella garanzia di una corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche; deve conoscere i principi bioetici-generali, quelli deontologici, giuridici e medico-legali della professione; deve infine sapersi orientare per ulteriori approfondimenti specialistici.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di Diploma: Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia Umana, E07X Farmacologia, E09A Anatomia Umana, E13X Biologia Applicata, F01X Statistica Medica, F02X Storia della Medicina, F03X Genetica Medica, F05X Microbiologia Medica e Clinica, F04A Patologia Generale, F04B Patologia Clinica, F04C Oncologia Medica, F07A Medicina Interna, F07B Malattie dell'apparato respiratorio, F07C Malattia dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07E Endocrinologia, F07F Nefrologia, F07H Reumatologia, F07I Malattie Infettive, F08A Chirurgia Generale, F11B Neurologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F19A Pediatria Generale e Specialistica, F22A Igiene Generale ed Applicata, F22B Medicina Legale, F23A Scienze Infermieristiche Generali e Cliniche, M05X Discipline Demoetnoantropologiche, M11E Psicologia Clinica, Q05A Sociologia Generale.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le cognizioni necessarie per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici, le conoscenze di base sulla ereditarietà e sui fenomeni fisiologici, anche in correlazione con l'individualità psicologica e le realtà sociali ed ambientali; deve apprendere i principi culturali e professionali di base, che orientano il processo, la concettualità, l'agire infermieristico nei confronti della persona assistita e della collettività; lo studente deve infine iniziare ad applicare questi principi in strutture sanitarie assistenziali accreditate.

  • A.1  Corso integrato di Fisica medica, Statistica ed Informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di Chimica medica e Biochimica
    Settori: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Biologia e genetica
    Settori: E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.4  Corso integrato di Anatomia umana e Istologia (crediti 1.4)
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.5  Corso integrato di Infermieristica generale e teoria del nursing
    Settori: F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche, M11E Psicologia clinica, Q05A Sociologia generale
  • A.6  Corso di inglese scientifico (crediti 0.7)
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi in strutture assistenziali e servizi di sanità pubblica (700 ore nell' intero anno).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Fisiopatologica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve conoscere i principali meccanismi di funzionamento e regolazione di organi ed apparati; deve conoscere le principali malattie su base eziopatogenica, nonché i fondamenti della fisiopatologia applicabili alle diverse situazioni cliniche, anche in relazione a parametri diagnostici; deve inoltre confrontare le conoscenze acquisite con la pratica del nursing, in particolare rivolgendosi ad identificare il livello di autonomia presentato dalla persona assistita, dei suoi bisogni manifesti, delle sue capacità, anche in relazione alle sue caratteristiche fisiche, psichiche e sociali.

  • B.1  Corso integrato di Fisiologia e scienza dell' alimentazione:
    Settori: E06A Fisiologia umana, E06B Scienze dell'alimentazione, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • B.2  Corso integrato di Microbiologia e Microbiologia clinica
    Settore: F05X Microbiologia e Microbiologia clinica
  • B.3  Corso integrato di Patologia e Fisiopatologia generale
    Settore: F04A Patologia generale
  • B.4  Corso integrato di immunologia, Immunoematologia e Patologia diagnostica clinica
    Settori: F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • B.5  Corso integrato di Metodologia infermieristica applicata
    Settore: F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • B.6  Attività di tirocinio guidato da effettuare in strutture assistenziali, rivolto all' apprendimento di attività infermieristiche di base (700 ore nell'intero anno)

II° Anno

Area C - Medicina clinica (crediti 11.0)
Obiettivo: lo studente deve saper valutare le manifestazioni cliniche connesse al decorso delle principali malattie, al trattamento, alle abitudini di vita, alle reazioni alla malattia, all'ospedalizzazione, agli interventi assistenziali nelle varie età della vita e nelle più comuni situazioni cliniche, ivi comprese quelle materno-infantili; deve acquisire le capacità di rispondere alle esigenze dei malati acquisendo le conoscenze necessarie a pianificare, fornire, valutare un'assistenza infermieristica globale per individui, famiglie, gruppi; deve approfondire le conoscenze relative alle problematiche etico-deontologiche nella cura e nella assistenza alle persone; deve acquisire le conoscenze necessarie per utilizzare in modo appropriato le metodologie orientate all'informazione, all'istruzione, all'educazione sanitaria. Nel corso del tirocinio lo studente deve dimostrare di essere in grado di applicare, analizzare, sintetizzare le conoscenze relative alla pianificazione, erogazione, valutazione dell'assistenza infermieristica preventiva, curativa, palliativa, riabilitativa per malati affetti dalle diverse patologie, nonché agli aspetti informativi, educativi, di sostegno in relazione ai percorsi diagnostico-terapeutici medico-chirurgici messi in atto.

I° Semestre

  • C.1  Corso integrato di Medicina clinica (Medicina interna, Chirurgia generale e principi di farmacologia generale ed applicata)
    Settori: E07X Farmacologia, F07A Medicina interna, F08A Chirurgia generale
  • C.2  Corso integrato di Igiene, Epidemiologia e Statistica medica
    Settori: F01X Statistica medica, F22A Igiene generale ed applicata, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • C.3  Corso integrato di Infermieristica clinica I (applicata alla Medicina interna ed alla chirurgia generale)
    Settori: F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • C.4  Corso integrato di Scienze umane fondamentali (Antropologia, Psicologia generale e Pedagogia)
    Settori: M05X Discipline demoetnoantropologiche, M09A Pedagogia generale, M10A Psicologia generale, M11E Psicologia clinica
  • C.5  Attività di tirocinio professionale guidato in strutture assistenziali ospedaliere o territoriali (1000 ore nell' intero anno)

II° Semestre

  • C.6  Corso integrato di Medicina materno-infantile, compresa la puericultura
    Settori: F19A Pediatria generale e specialistica, F20X Ginecologia ed Ostetricia, F23B Scienze infermieristiche pediatriche, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • C.7  Corso integrato di Tecniche infermieristiche applicate alla Medicina clinica-specialistica (crediti 2.3)
    Settori: F04C Oncologia medica, F07B Malattie dell'apparato respiratorio, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07E Endocrinologia, F07F Nefrologia, F07G Malattie del sangue, F07H Reumatologia, F07I Malattie infettive, F08A Chirurgia generale, F08D Chirurgia toracica, F10X Urologia, F11B Neurologia, F15A Otorinolaringoiatria, F13B Malattie odontostomatologiche, F14X Malattie apparato visivo, F17X Malattie cutanee e veneree, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • C.8  Corso integrato di Elementi di chirurgia e di tecniche infermieristiche applicate alla chirurgia
    Settori: F08A Chirurgia generale, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • C.9  Corso integrato di Infermieristica clinica II (in relazione ai C.i. C7-9)
    Settore : F23E Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • C.10  Attività di tirocinio professionale guidato in strutture assistenziali ospedaliere o territoriali (1000 ore nell' intero anno)

III° Anno - I° Semestre

Area D - Organizzativa e Infermieristica applicata (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i fondamenti delle dinamiche relazionali nei diversi ambiti comunitari, deve conoscere i principi d'igiene generale, personale, dell'alimentazione, degli ambienti; deve conoscere principi e norme relativi all'igiene ospedaliera, alla prevenzione ed al controllo delle infezioni ospedaliere e comunitarie

  • D.1  Corso integrato di Psicologia, Sociologia ed Igiene mentale (crediti 0.6)
    Settori: F11A Psichiatria, M11E Psicologia clinica, Q05A Sociologia generale
  • D.2  Corso integrato di Economia sanitaria (crediti 0.8)
    Settori: F22A Igiene generale e specialistica, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche, P01B Economia sanitaria
  • D.3  Corso integrato di Medicina clinica e delle disabilità (Geriatria, Ortopedia, Medicina fisica e riabilitativa - crediti 1.0)
    Settori: F07A Medicina interna, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa
  • D.4  Corso integrato di Psichiatria ed igiene mentale
    Settori: F11A Psichiatria, M11E Psicologia clinica, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • D.5  Corso integrato di Infermieristica clinica III (relativo al c.i. D.3)
    Settore: F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • D.6  Attività tutoriali e di tirocinio guidato da effettuare in strutture assistenziali ospedaliere e territoriali (1300 ore nell' intero anno)

III° Anno - II° Semestre

Area E - Medicina clinica d'emergenza ed infermieristica comportamentale (crediti 3.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire conoscenze teoriche e principi comportamentali relativi alle attività infermieristiche, comprese quelle proprie delle situazioni d'urgenza, per le quali deve essere in grado di applicare, analizzare e sintetizzare le conoscenze relative alla pianificazione, erogazione e valutazione dell'assistenza infermieristica per malati dell'area critica secondo percorsi diagnostico-terapeutici medico-chirurgici prestabiliti; deve conoscere i principi etici che costituiscono le basi del consenso informato e delle valutazioni di pertinenza dei Comitati di bioetica; lo studente deve inoltre essere in grado di valutare l'andamento del servizio infermieristico con particolare riferimento ai diversi ambiti sociali ed ai principi generali che egli ha appreso riguardo al costo dell'assistenza, nonché ai principi di medicina legale, deontologia generale e professionale e diritto sanitario.

  • E.1  Corso integrato di Medicina e Chirurgia d' urgenza e Terapia intensiva
    Settori: F07A Medicina interna, F08A Chirurgia generale, F21X Anestesiologia
  • E.2  Corso integrato di Scienze umane, Storia e Filosofia della medicina
    Settori: F02X Storia della medicina, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • E.3  Corso integrato di Diritto sanitario, Deontologia generale e Bioetica applicata
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • E.4  Corso integrato di Infermieristica clinica IV (relativo al c.i. E.1 ed alla Deontologia professionale)
    Settore: F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • E.5  Attività tutoriali e di tirocinio guidato da effettuare in strutture assistenziali ospedaliere e territoriali (1300 ore nell' intero anno)

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

Il tirocinio professionale ha lo scopo di far conseguire capacità professionali rivolte alla individuazione, pianificazione, erogazione e valutazione dell'assistenza infermieristica globale richiesta dagli obiettivi formativi, sulla base delle conoscenze e capacità acquisite. La responsabilità della pianificazione e del coordinamento del tirocinio professionale è affidata a docenti di area infermieristica. Lo studente svolge il tirocinio sotto la guida di infermieri qualificati.

Lo studente alla fine del primo anno di corso deve:

  • a)  aver svolto 700 ore di tirocinio nei seguenti settori:
    • 1)  reparti di Medicina e Chirurgia generale ore 300;
    • 2)  servizi di Sanità pubblica (preventivi, distrettuali, di tutela materno-infantile, per anziani, di salute mentale) ore 160;
    • 3)  240 ore utilizzabili dallo studente per percorsi opzionali di tirocinio rivolto ad approfondire aspetti assistenziali specifici.
  • b)  essere in grado di:
    • 1)  saper identificare bisogni fisici, psicologici e sociali della persona nelle diverse età della vita integrando le conoscenze teoriche con quelle pratiche;
    • 2)  saper agire in modo coerente con la concettualità infermieristica e con i principi della professione nelle situazioni assistenziali previste dal progetto formativo ed in relazione alle responsabilità richieste dal suo livello formativo;
    • 3)  dimostrare capacità di stabilire e mantenere relazioni efficaci con la persona assistita, con la sua famiglia e/o con le persone che si interessano di quella persona;
    • 4)  dimostrare di possedere i fondamenti delle capacità organizzative, tecniche ed investigative nel pianificare ed applicare gli interventi assistenziali di base alla persona e/o a gruppi;
    • 5)  riconoscere e rispettare il ruolo e le competenze proprie e quelle dei membri dell' equipe assistenziale, stabilendo relazioni, partecipando alle attività ed apportando contributi costruttivi;
    • 6)  comprendere le finalità dei servizi sanitari territoriali e saper valutare la risposta di tali servizi ai principali bisogni del cittadino. Lo studente alla fine del secondo anno deve:
  • a)  avere effettuato 1000 ore di tirocinio nei seguenti settori:
    • 1)  assistenza infermieristica di base in medicina generale e specialistica, e chirurgia generale e specialistica con riguardo anche a metodologie e problemi inerenti particolari aspetti clinici e la medicina tecnologica (cardiovascolare, nutrizione clinica, monitoraggio del paziente clinico, ecc.) (500 ore).
    • 2)  assistenza infermieristica specialistica in ostetricia e ginecologia, neonatologia e pediatria (200 ore)
    • 3)  300 ore in aree opzionali, anche su indicazione dello studente, tra assistenza infermieristica di comunità, servizi di assistenza domiciliare, servizi ambulatoriali, distrettuali e semiresidenziali di tutela della salute, prevenzione, diagnosi, terapia, riabilitazione di condizioni morbose, inabilità disagio;
  • b)  essere in grado di:
    • 1)  identificare le necessità di aiuto fisiche, psicologiche e sociali delle persone nelle varie età della vita, nei vari ambiti sociali e rispondere ad esse nel contesto di un' azione multiprofessionale;
    • 2)  fornire prestazioni tecniche corrette ed efficaci in applicazione e nel rispetto dei principi scientifici fondamentali della professione ed adattare tali prestazioni alla persona assistita, in relazione alle diverse patologie, ai differenti settori operativi e nelle diverse età;
    • 3)  deve promuovere efficaci rapporti educativi finalizzati alla prevenzione della malattia, al mantenimento ed al recupero di un soddisfacente stato di salute.

Lo studente alla fine del III° anno di corso deve:

  • a)  aver effettuato almeno 900 ore di tirocinio nei seguenti settori:
    • -  servizi di medicina generale e specialistica, compresa la geriatria;
    • -  servizi di chirurgia specialistica;
    • -  psichiatria;
    • -  area critica;
    • -  assistenza domiciliare;
    • -  servizi di tutela della salute dei luoghi di lavoro;
    • -  servizi ambulatoriali, distrettuali e semiresidenziali;
  • b)  aver effettuato almeno 400 ore in settori scelti dallo studente;
  • c)  essere in grado di:
    • 1)  identificare i problemi e i bisogni individuali che richiedono assistenza infermieristica in settori altamente specialistici;
    • 2)  pianificare e fornire l' assistenza per risolvere i problemi e soddisfare i bisogni;
    • 3)  pianificare, fornire, valutare l' assistenza infermieristica rivolta a persone sane e malate, sia in ospedale che nella comunità, promuovendo stili di vita positivi per la salute e incoraggiando la partecipazione, l'autofiducia, l'autodeterminazione, l'autoassistenza dell'individuo e della collettività in ogni campo correlato con la salute;
    • 4)  contribuire ad organizzare l' assistenza infermieristica globale attraverso un utilizzo appropriato delle risorse a disposizione, assicurando un progressivo miglioramento della qualità assistenziale;
    • 5)  analizzare i risultati di ricerche svolte individuandone le possibilità applicative; ricercare e sistematizzare dati nelle realtà operative;
    • 6)  valutare la qualità dell' assistenza infermieristica attraverso l'utilizzo di strumenti e metodologie di VRQ;
    • 7)  collaborare alla realizzazione di interventi finalizzati alla prevenzione ed educazione alla salute nei luoghi di lavoro;
    • 8)  interagire e collaborare attivamente con équipe intra e interprofessionali al fine di programmare e gestire interventi infermieristici-multidimensionali;
    • 9)  dimostrare capacità didattiche orientate all' informazione, istruzione ed educazione degli utenti, dei loro familiari, della collettività, del personale collaborante;
    • 10)  dimostrare di aver compreso e di essere in grado di applicare, analizzare, sintetizzare le conoscenze relative a valutazione della organizzazione, pianificazione e della attività infermieristica, valutazione delle azioni in termini deontologici ed in relazione ai criteri bioetici.
9)

L'allegato 1 è stato modificato dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 maggio 1997, n. 18.

ALLEGATO 2 10)
CORSO DI DIPLOMA PER TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per tecnico sanitario di radiologia medica ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Tecnico sanitario di radiologia medica".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari con le conoscenze necessarie a svolgere la professione di tecnico sanitario di radiologia medica, ai sensi del D.M. 26 settembre 1994, n. 746.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche , studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriali, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento. È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo. L'attività didattica programmata è pari a 1600 ore complessive; quella pratica è di 3000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato alla applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori. Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A. Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza dei fenomeni fisici, biologici e fisiopatologici, le conoscenze dei principi di funzionamento delle strumentazioni diagnostiche e collaborare con il medico radiodiagnosta, il medico nucleare, con il medico radioterapista e con il fisico sanitario agli atti diagnostici e terapeutci utilizzando le fonti radianti ed altre energie, nonché per effettuare interventi relativi alla protezione fisica e dosimetrica.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di diploma Universitario:

Settori: A02A Analisi matematica, B01A Fisica generale, B01B Fisica, B04X Fisica nucleare e subnucleare, C03X Chimica generale ed inorganica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia, E09A Anatomia umana, E10X Biofisica medica, E13X Biologia applicata, F04A Patologia generale, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F22C Medicina del lavoro, K10X Misure elettriche ed elettroniche, K05B Informatica, K06X Bioingegneria elettronica.

(4) Lo standard formativo-pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve essere in grado di applicare il metodo sperimentale allo studio dei fenomeni umani e tecnologici rilevanti per la professione, dimostrando di saper utilizzare allo scopo i principi fondamentali della fisica, della biofisica e dell'informatica applicati ai problemi tecnologici della diagnostica per immagini; lo studente deve altresì conoscere il ruolo anatomo-funzionale delle diverse strutture biologiche nell'organizzazione della cellula e dell'organismo umano.

  • A.1  Corso integrato di Matematica, Fisica, Statistica ed Informatica
    Settori: A02A Analisi matematica, B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di Fisica generale
    Settori: B01A Fisica generale, B01B Fisica
  • A.3  Corso integrato di Chimica generale organica ed inorganica
    Settori: B03X Struttura della materia, C03X Chimica generale ed inorganica, C05X Chimica organica
  • A.4  Corso integrato di Anatomia umana sistematica e topografica
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.5  Corso integrato di Biologia e Radiobiologia
    Settore: E13X Biologia applicata
  • A.6  Corso integrato di Anatomo-fisiologia umana
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana
  • A.7  Corso di inglese scientifico (crediti 0.7)
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.8  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi servizi ospedalieri (complessive 665 ore annue)

I° Anno - II° Semestre

Area B - Patologia generale, principi di tecnologie radiodiagnostiche ed organizzazione della professione (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve essere in grado di conoscere le principali patologie con riferimento agli aspetti pertinenti, agli effetti delle radiazioni ed alle tecniche e metodologie nonché alle tecniche di trattamento radioterapiche.

  • B.1  Corso integrato di Patologia generale
    Settore: F04A Patologia generale
  • B.2  Corso integrato di Tecniche di diagnostica per immagini I
    Settori: E09A Anatomia umana, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • B.3  Corso integrato di Apparecchiature dell' area radiologica
    Settori: B01A Fisica generale, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, K06X Bioingegneria elettronica
  • B.4  Corso integrato di Misure elettriche ed Elettronica
    Settori: I17X Elettrotecnica, K10X Misure elettriche ed Elettronica
  • B.5  Corso integrato di Igiene ed Organizzazione sanitaria
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata
  • B.6  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi sanitari ospedalieri (665 ore nell' intero anno).

II° Anno - I° Semestre

Area C - Tecniche di diagnostica per immagini e radioterapia (crediti 6.0)

Obiettivi: lo studente deve essere in grado di realizzare le principali incidenze e proiezioni radiografiche e conoscere le diverse tecniche procedurali di diagnostica per immagini; deve conoscere i principi generali dell'informatica e delle applicazioni informatiche nell'area radiologica, con riferimento all'archiviazione di immagini, di referti e di dati di interesse clinico-sanitario; deve conoscere le modalità di uso diagnostico e terapeutico di radiazioni e traccianti radioattivi, nonché applicare le principali norme di radioprotezione.

  • C.1  Corso integrato di Tecniche di diagnostica per immagini II
    Settori: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, B01B Fisica, K06X Bioingegneria elettronica
  • C.2  Corso integrato di Informatica ed archiviazione
    Settori: K05B Informatica, K05C Cibernetica, K06X Bioingegneria elettronica
  • C.3  Corso integrato di Igiene ambientale e Medicina del lavoro
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F22C Medicina del lavoro
  • C.4  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri (1000 ore nell' intero anno)

II° Anno - II° Semestre

Area D - Fisica e strumentazione, principi di Radiobiologia e Radioprotezione (crediti 5.0)

Obiettivi: Lo studente deve apprendere conoscenze sulle sorgenti di radiazioni ionizzanti e di altre energie impiegate nella diagnostica e/o nella radioterapia; deve conoscere le relative unità di misura, e deve essere reso edotto sulle caratteristiche principali di struttura e funzionamento delle apparecchiature utilizzate; deve inoltre essere in grado di scegliere ed utilizzare appropriate tecnologie e materiali al fine di produrre immagini radiologiche e terapie radianti. Lo studente inoltre deve apprendere i principi generali dell'interazione delle radiazioni con i sistemi viventi; deve apprendere le procedure di radioprotezione, decontaminazione ambientale, uso dei radionuclidi e marcatura dei radiocomposti.

  • D.1  Corso integrato di Fisica applicata alla strumentazione radiodiagnostica e radioterapia
    Settori: B04X Fisica nucleare e subnucleare, B01A Fisica generale, K06X Bioingegneria elettronica
  • D.2  Corso integrato di Radiobiologia e Radioprotezione
    Settori: B01B Fisica, E10X Biofisica medica
  • D.3  Corso integrato di Radiofarmaci
    Settori: C03X Chimica generale ed inorganica, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • D.4  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso strutture ospedaliere (1000 ore nell' intero anno)

III° Anno - I° Semestre

Area E - Produzione e trattamento delle immagini diagnostiche (crediti 4.0)

Obiettivi: Lo studente deve conoscere tecnologie e materiali al fine di produrre immagini e terapie radianti; deve conoscere i parametri che caratterizzano le energie utilizzate per l'estrazione delle immagini; deve inoltre acquisire la conoscenza dei sistemi di rilevazione, archiviazione e trasmissione a distanza delle immagini; deve acquisire le conoscenze tecniche per l'esecuzione di indagini radiologiche, di ecografia, di tomografia computerizzata e Risonanza Magnetica Nucleare (R.M.N.); infine, deve conoscere le problematiche etiche e deontologiche connesse con la professione e più in generale nel rapporto con i pazienti.

  • E.1  Corso integrato di Tecniche di diagnostica per immagini III
    Settore: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • E.2  Corso integrato di Produzione e trattamento delle immagini diagnostiche
    Settori: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, K03X Telecomunicazioni
  • E.3  Corso integrato di Tecniche in diagnostica per immagini IV (R.M.N.)
    Settore: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • E.4  Corso integrato di Bioetica, deontologia ed etica professionale
    Settori: F02X Storia della medicina, F22B Medicina legale
  • E.5  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri (per un totale di 1300 ore annue)

III° Anno - II° Semestre

Area F - Tecniche di Medicina nucleare e radioterapia (crediti 3.0)

Obiettivi: lo studente deve conoscere le tecniche di indagini di Medicina nucleare, sia statiche che dinamiche; deve acquisire la conoscenza per l'assistenza tecnica di trattamenti radioterapici; la preparazione e l'impiego di schermature e di sistemi di contenzione del paziente; deve essere informato sui principi generali della terapia medico-nucleare (radiometabolica ecc.) e acquisire la conoscenza per la preparazione delle dosi, per l'esecuzione di misure di ritenzione sul paziente, per l'eliminazione dei rifiuti organici, per i provvedimenti di decontaminazione.

  • F.1  Corso integrato di Tecniche in radioterapia
    Settore: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • F.2  Corso integrato di Tecniche in medicina nucleare
    Settori: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • F.3  Corso integrato di Tecniche di terapia medico-nucleare
    Settore: E07X Farmacologia, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • F.4  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri (1300 ore nell' intero anno)

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente per essere ammesso all'esame finale deve aver partecipato o compiuto con autonomia tecnico-professionale, in collaborazione diretta con il medico radiodiagnosta, il medico nucleare, il medico radioterapista e con il fisico sanitario, i seguenti atti (D.M. 746/94):

  • a)  Servizio di radiodiagnostica - Frequenza a rotazione con partecipazione all' esecuzione tecnica di almeno:
  • -  300 esami rx dello scheletro;
  • -  300 esami rx del torace;
  • -  200 esami rx dell' apparato gastrointestinale;
  • -  200 esami rx di radiologia d' urgenza;
  • -  200 mammografie;
  • -  150 esami di radiologia del capo, del collo ed odontostomatologica;
  • -  300 esami di radiologia pediatrica;
  • -  100 esami di radiologia cardiovascolare ed interventistica;
  • -  100 esami T.C.;
  • -  100 esami R.M.;
  • -  200 esami ecografici;
  • -  utilizzare in forma appropriata le apparecchiature radiologiche e di camera oscura;
  • -  adottare in ogni situazione metodiche atte a garantire il massimo di radioprotezione (A.L.A.R.A.);
  • b)  Servizio di Medicina nucleare - Frequenza a rotazione con partecipazione all' esecuzione tecnica di:
  • -  50 esami dell' apparato scheletrico;
  • -  50 esami del S.N.C.;
  • -  50 esami dell' apparato cardiocircolatorio;
  • -  50 esami dell' apparato respiratorio;
  • -  50 esami della tiroide e delle paratiroidi;
  • -  50 esami dei surreni;
  • -  30 esami dell' apparato emopoietico;
  • -  30 esami dell' apparato digerente;
  • -  30 esami dell' apparato urinario;
  • -  40 esami con indicatori positivi;
  • -  tarare e predisporre le apparecchiature per l' esecuzione di esami di Medicina nucleare;
  • -  approntare dosi semplici di radiofarmaci;
  • -  manipolare materiale radioattivo;
  • -  controllare la contaminazione personale ed ambientale;
  • c)  Servizio di Radioterapia - Frequenza a rotazione con partecipazione alle funzioni di competenza su:
  • -  15 pazienti trattati con radioterapia da fasci esterni;
  • -  5 pazienti studiati con il simulatore universale;
  • -  5 pazienti con volume di irradiazione definiti su documento TC o RM;
  • -  5 studi di calcolatore di piani di trattamento individuale;
  • -  5 modelli di schermatura sagomata personalizzata;
  • -  5 controlli dosimetrici di un fascio di radiazioni da sorgente esterna;
  • d)  Servizio di Fisica sanitaria - Frequenza di 2 mesi.
10)

L'allegato 2 è stato modificato dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 maggio 1997, n. 18, e dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 agosto 1998, n. 22.

ALLEGATO 3 11)
CORSO DI DIPLOMA PER TECNICO SANITARIO DI LABORATORIO BIOMEDICO

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per tecnico sanitario di laboratorio biomedico ha la durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120 convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236 ed il rilascio del titolo di "Tecnico sanitario di laboratorio biomedico".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori in grado di svolgere, nell'ambito degli atti di propria competenza, attività di laboratorio relativa ad analisi biochimiche e biotecnologiche, microbiologiche, virologiche, di farmacotossicologia, di immunologia, di patologia clinica, di ematologia, di genetica, di immunometria, ivi comprese le tecniche radioimmunologiche, di citopatologia e di anatomia patologica e istopatologia, con responsabilità relativa all'ambito tecnico delle prestazioni, ai sensi del D.M. 26 settembre 1994, n. 745.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di Diploma prevede attività di natura teorica con esami relativi ai corsi di ciascun semestre ed attività didattica di natura pratica di tirocinio con esami annuali pari all'orario complessivo stabilito. Il corso è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche ed attività pratiche comprendenti attività tutorate di tirocinio, di studio guidato, esercitazioni, seminari, di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento. Ogni semestre comprende ore di insegnamento, di approfondimento personale, di studio clinico guidato e di tirocinio. È possibile organizzare all'interno del Corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della formazione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte-ore complessivo. L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate ad apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni, ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori. Il Consiglio della Scuola può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A. Obiettivo didattico del Corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza dei fenomeni biologici e patologici, l'apprendimento dei principi di funzionamento della strumentazione analitica, le basi metodologiche del processo analitico per le analisi chimico-cliniche, microbiologiche e di galenica farmaceutica, biotecnologiche, immunoematologiche, immunometriche con metodo radioimmunologico, genetiche e di anatomo-cito-istopatologie e sala settoria, i principi di sicurezza di laboratorio e di radioprotezione. Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di D.U.: Settori: B01B Fisica, C03X Chimica generale ed inorganica, C05X Chimica organica, E04B Biologia molecolare, E05A Biochimica, E05B Biochimica clinica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia, E08X Biologia farmaceutica, E09A Anatomia umana, E09B Istologia, E10X Biofisica medica, E13X Biologia applicata, F01X Statistica medica, F03X Genetica medica, F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F06A Anatomia patologica, F06C Tecniche di anatomoistopatologia, F22A Igiene generale ed applicata, K10X Misure elettriche ed elettroniche, V32B Parassitologia e malattie parassitarie degli animali domestici.

(3) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificatore e relativi settori scientifico disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti: 7.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici.

  • A.1  Corso integrato di Fisica, statistica e informatica
    Settori: A01D Matematiche complementari, B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica, K10X Misure elettriche ed elettroniche
  • A.2  Corso integrato di Chimica e propedeutica biochimica
    Settore: C03X Chimica generale ed inorganica, C05X Chimica organica, E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Biologia e genetica
    Settori: E04B Biologia molecolare, E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.4  Corso integrato di Anatomia umana ed istologia
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.5  Inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.6  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori universitari, servizi ospedalieri ed extra ospedalieri (700 ore nell' intero anno)

I° Anno - II° Semestre

Area B - Biochimica, microbiologia (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i principi di funzionamento biochimico-fisiologici di procarioti, eucarioti ed organismi; apprendere i principi di valutazione dei parametri relativi.

  • B.1  Corso integrato di Chimica biologica e biochimica clinica
    Settore: E05A Biochimica, E05B Biochimica clinica
  • B.2  Corso integrato di Microbiologia e microbiologia clinica
    Settore: F05X Microbiologia e microbiologia clinica
  • B.3  Corso integrato di Fisiologia umana
    Settori: E06A Fisiologia umana, E10X Biofisica medica
  • B.4  Corso integrato di Organizzazione di laboratorio biomedico ed economia sanitaria
    Settori: E05B Biochimica clinica, F04B Patologia clinica, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, P02A Economia aziendale, Q05C Sociologia dei processi economici e del lavoro
  • B.5  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori universitari, servizi ospedalieri ed extraospedalieri finalizzata all' apprendimento dei fondamenti delle analisi di laboratorio e dell'organizzazione di laboratorio biomedico (700 ore nell'intero anno).

II° Anno - I° Semestre

Area C - Fisiopatologia generale (crediti 6.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i fondamenti dei meccanismi eziologici in patologia umana, compresi quelli indotti da microorganismi, nonché i principi di loro valutazione tramite metodologia di laboratorio.

  • C.1  Corso integrato di Patologia generale
    Settore: F04A Patologia generale
  • C.2  Corso integrato di Microbiologia clinica
    Settore: F05X Microbiologia e microbiologia clinica
  • C.3  Corso integrato di Fisiopatologia generale
    Settore: F04A Patologia generale
  • C.4  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori universitari, servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.000 ore nell' intero anno)

II° Anno - II° Semestre

Area D - Patologia clinica, citopatologia ed istopatologia (crediti 5.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i fondamenti delle metodologie di laboratorio utilizzabili in patologia umana, comprese quelle radioimmuno-logiche, nonché principi di igiene e sicurezza, organizzazione sanitaria e controllo di qualità, deontologia ed etica professionale.

  • D.1  Corso integrato di Patologia clinica e citopatologia
    Settore: F04B Patologia clinica
  • D.2  Corso integrato di Immunologia ed immunoematologia
    Settore: F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • D.3  Corso integrato di Istopatologia
    Settori: F06A Anatomia patologica, F06C Tecniche di anatomo-istopatologia
  • D.4  Corso integrato di Bioetica, deontologia ed etica professionale
    Settori: F02X Storia della medicina
  • D.5  Corso integrato di Igiene generale ed applicata, medicina legale e norme di sicurezza e radioprotezione
    Settore: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F22C Medicina del lavoro
  • D.6  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori universitari, servizi ospedalieri ed extraospedalieri accreditati (1.000 ore nell' intero anno)

III° Anno - I° Semestre

Area E (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le metodiche di analisi in patologia clinica, biochimica clinica e microbiologia clinica, anatomia patologica e cito-istopatologia comprese le tecniche settorie, nonché le metodiche di analisi in genetica e di tossicologia e galenica farmaceutica.

  • E.1  Corso integrato di Tecniche diagnostiche di patologia clinica e immunoematologia
    Settori: F04B Patologia clinica, F04A Patologia generale
  • E.2  Corso integrato di Tecniche diagnostiche di Microbiologia, virologia, micologia e parassitologia
    Settore: F05X Microbiologia e microbiologia clinica, V32B Parassitologia e malattie parassitarie degli animali domestici
  • E.3  Corso integrato di Tecniche diagnostiche di biochimica clinica
    Settore: E05B Biochimica clinica
  • E.4  Corso integrato di Tecniche diagnostiche di anatomia patologica
    Settori: F06A Anatomia patologica, F06C Tecniche di anatomo-istopatologia

III° Anno - II° Semestre

  • E.5  Corso integrato di Tecniche diagnostiche di citopatologia ed istopatologia
    Settori: F04B Patologia clinica, F06A Anatomia patologica, F06C Tecniche di anatomo-istopatologia
  • E.6  Corso integrato di Farmocotossicologia e galenica farmaceutica
    Settori: E05B Biochimica clinica, E07X Farmacologia, E08X Biologia farmaceutica
  • E.7  Corso integrato di Citogenetica e genetica medica
    Settori: E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • E.8  Corso integrato di Patologia clinica e patologia molecolare
    Settori: F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • E.9  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori universitari, servizi ospedalieri ed extraospedalieri accreditati, compresa la sala settoria (nell' anno: 1.300 ore)

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

Lo studente per essere ammesso all'esame finale, deve aver partecipato e compiuto, per quanto di sua competenza, i seguenti atti, in diretta collaborazione con il personale di laboratorio (D.M. 745/1994), nella misura minima sottoindicata:

  • 1.  300 procedure preanalitiche su materiali biologici
  • 2.  300 procedure analitiche di materiali biologici, sia manuali che semiautomatiche nei diversi settori di laboratorio
  • 3.  300 preparazioni ematologiche
  • 4.  100 determinazioni emocromocito-metriche al contatore automatico
  • 5.  100 preparazioni di sedimenti urinari
  • 6.  50 preparazioni di esami delle feci compresa la ricerca di parassiti
  • 7.  100 procedure per dosaggi EIA, ELISA, etc.
  • 8.  100 procedure per dosaggi radio-immunologici (RIA)
  • 9.  100 ore di pratica con analizzatore automatico multicanale
  • 10.  120 procedure per separazione e identificazione elettroforetica di proteine e di isoenzimi e fattori della coagulazione
  • 11.  100 preparazioni citologiche ottenute sia per citologia esfoliativa che per agoaspiranti
  • 12.  100 procedure di tipizzazione batterica e virale
  • 13.  partecipazione all' allestimento di 2 nuove metodiche analitiche
  • 14.  20 preparazioni di emocomponenti, concentrati eritrocitari e piastrinici
  • 15.  partecipazione alle procedure di sicurezza e qualità
  • 16.  partecipazione alla esecuzione di analisi di urgenza di laboratorio
  • 17.  20 procedure di preparazione all' esecuzione del riscontro diagnostico autoptico
  • 18.  100 preparati istopatologici (allestimento, taglio, colorazioni di routine)
  • 19.  100 preparati di citologia
  • 20.  100 preparati di colposcopia (colorazioni)
  • 21.  100 preparati isto-citopatologici colorati con tecniche istochimiche ed immunoistochimiche
  • 22.  100 preparati per indagini citogenetiche
  • 23.  30 procedure per estrazione di DNA e/o RNA
  • 24.  30 procedure di preparazione per Southern Blot e P.C.R.
  • 25.  procedure per allestimento di 50 colture cellulari
  • 26.  20 preparazioni di sacche per nutrizione parenterale rispettivamente con tecnica manuale e computer-guidata
  • 27.  20 preparazioni di mescolanze rispettivamente di antiblastici e farmaci per via infusionale
  • 28.  10 preparazioni di galenici e magistrali rispettivamente di forme solide, liquide, semisolide, ad uso orale, dermatologico e rettale
  • 29.  20 preparazioni di soluzione ad uso disinfettante
  • 30.  50 procedure analitiche cromatografiche. 60.
11)

Gli allegati 3 e 4 sono stati aggiunti dall'art. 1 del D.P.G.P. 12 settembre 1997, n. 30.

ALLEGATO 4 11)
CORSO DI DIPLOMA PER OSTETRICO/A

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per ostetrico/a ha la durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120 convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236 ed il rilascio del titolo di "Ostetrico/a".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori con conoscenze scientifiche e tecniche necessarie a svolgere le funzioni di Ostetrica/o, ai sensi del D.M. 14. settembre 1994 n. 740.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento. È possibile organizzare all'interno del Corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10 % del monte-ore complessivo. L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.800 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate ad apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori. Il Consiglio della Scuola può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i Corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascun indicati, sono riportati nella Tabella A. Obiettivo didattico del Corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza dei fenomeni biologici e patologici legati alla fisiopatologia della riproduzione umana e dello sviluppo embrionale, alla fisiopatologia della gravidanza e del parto; lo studente deve acquisire nozioni fondamentali di anatomia, fisiologia e patologia; deve saper svolgere tutte le funzioni proprie di ostetrica/o secondo gli standards definiti dalla Unione Europea, saper collaborare con lo specialista nelle urgenze e nelle emergenze, valutare in autonomia le situazioni di patologie sia della gravidanza che del parto ed essere capace di assistere il neonato. Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di D.U.: Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia, E09A Anatomia umana, E09B Istologia, E10X Biofisica medica, E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica, F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F06A Anatomia patologica, F19A Pediatria generale e specialistica, F20X Ginecologia ed ostetricia, F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F23C Scienze infermieristiche ostetricio-ginecologiche, N10X Diritto amministrativo.

(3) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente un'adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari.

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le conoscenze di base per comprendere i principi di funzionamento dei vari organi, la qualità e la valutazione quantitativa dei fenomeni biologici, i principi della fisiologia umana e della fisiologia applicata alla riproduzione umana ed allo sviluppo embrionale e le nozioni di base dell'assistenza ostetrica secondo i principi del nursing.

  • A.1  Corso integrato di Fisica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Stastica medica
  • A.2  Corso integrato di Chimica medica e biochimica
    Settore: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Biologia e genetica
    Settori: E11B Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.4  Corso integrato di Istologia ed anatomia umana
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.5  Corso integrato di Ostetricia generale
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • A.6  Inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.100 ore nell' anno)

I° Anno - II° Semestre

Area B - Fisiologia applicata all'ostetricia (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire gli elementi conoscitivi per l'osservazione e l'analisi dei vari fenomeni fisiologici e fisiopatologici connessi con la valutazione dei parametri relativi; deve acquisire altresì le conoscenze relative a psicologia e pedagogia ed approfondire le nozioni teorico-pratiche di cura ed assistenza ostetrica secondo i principi del nursing.

  • B.1  Corso integrato di Microbiologia, immunologia, immunoematologia
    Settori: F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • B.2  Corso integrato di Fisiologia umana
    Settori: E06A Fisiologia umana, B10X Biofisica medica, E06B Alimentazione e nutrizione umana
  • B.3  Corso integrato di Ostetricia
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, F22A Igiene generale ed applicata, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • B.4  Corso integrato di Scienze umane fondamentali (antropologia, psicologia generale, pedagogia e scienze delle comunicazioni)
    Settori: F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche, M05X Discipline demoetnoantropologiche, N09A Pedagogia generale, M10A Psicologia generale, M11E Psicologia clinica.
  • B.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.100 ore nell' anno).

II° Anno - I° Semestre

Area C - Fisiopatologia applicata e della riproduzione umana (crediti 6.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i principi generali di patologia e fisiopatologia, i principali parametri di valutazione e le relative metodiche di analisi più comuni; deve saper identificare le caratteristiche fisiologiche e patologiche connesse con il processo riproduttivo ed i risvolti psicologici legati ad esse.

  • C.1  Corso integrato di Patologia e fisiopatologia generale
    Settori: F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • C.2  Corso integrato di Fisiopatologia e metodologia clinica della riproduzione umana e principi di dietetica in gravidanza
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, E06B Alimentazione e nutrizione umana
  • C.3  Corso integrato di Patologia della riproduzione umana, medicina prenatale e perinatale, neonatologia
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, F19A Pediatria generale e specialistica
  • C.4  Corso integrato di Assistenza al parto
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, E23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche, F08A Chirurgia generale
  • C.5  Corso integrato di Puerperio, biologia e clinica della lattazione, norme di igiene
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, F19A Pediatria generale e specialistica, F22A Igiene generale ed applicata
  • C.6  Attività di Tirocinio guidato da effettuarsi presso cliniche universitarie, servizi ospedalieri ed extraospedalieri, estese a tutti i turni. Pratica clinica sui diversi aspetti dell' assistenza prenatale, intranatale e postnatale
    (1.250 ore nell'anno).

II° Anno - II° Semestre

Area D - Medicina preventiva preconcezionale e dell'età evolutiva (crediti 5.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire conoscenze teoriche ed applicate per acquisire progressivamente una consapevole e responsabile autonomia professionale, una capacità di collaborazione con il medico specialista sul piano generale e delle esecuzioni di terapie; deve acquisire altresì le conoscenze per svolgere una funzione educativa finalizzata alla prevenzione ed alla promozione della salute.

  • D.1  Corso integrato di Medicina preventiva ed educazione sanitaria
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F07I Malattie infettive, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • D.2  Corso integrato di Igiene e di puericultura
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F19A pediatria generale e specialistica
  • D.3  Corso integrato di Anestesia e rianimazione e principi di farmacologia applicati all' ostetricia
    Settori: E07X Farmacologia, F08A Chirurgia generale, F21X Anestesiologia
  • D.4  Corso integrato di Metodologia scientifica applicata, storia dell' ostetricia, sociologia, deontologia e legislazione sanitaria
    Settori: F02X Storia della medicina, F22B Medicina Legale, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • D.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso le cliniche ostetriche e nei servizi territoriali; pratica sui diversi aspetti dell' assistenza ostetrica prenatale, intranatale e postnatale; tirocinio notturno (1.250 ore nell'anno).

III° Anno - I° Semestre

Area E - Patologia della gravidanza e del parto e settori correlati (sessuologia, ginecologia e senologia) (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve completare la formazione per l'esercizio autonomo della professione di ostetrico, con l'acquisizione delle conoscenze atte a determinare la necessità dell'intrevento medico; deve apprendere i principi generali della ginecologia, della senologia, della sessuologia e della pediatria preventiva e sociale, sapendoli applicare in relazione a principi di efficienza/efficacia.

  • E.1  Corso integrato di Patologia ostetrica, medicina perinatale e pediatria preventiva e sociale
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, F19A Pediatria generale e specialistica
  • E.2  Corso integrato di Ginecologia, oncologia, nursing in ginecologia ed ostetricia
    Settori: F20X Ginecologia ed ostetricia, F04C Oncologia medica, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • E.3  Corso integrato di Senologia, sessuologia ed endocrinologia
    Settori: F04C Oncologia medica, F20X Ginecologia ed ostetricia, F07E Endocrinologia
  • E.4  Corso integrato di Etica ed economia sanitaria
    Settori: F22A Igiene generale e specialistica, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche, P01B Economia sanitaria
  • E.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso le cliniche ostetriche e nei servizi territoriali; pratica clinica sui diversi aspetti dell' assistenza ostetrica prenatale, intranatale e postnatale con turni notturni ed assunzione progressiva di responsabilità (1.450 ore nell'anno).

III° Anno - II° Semestre

Area F - Comunicazione, principi di organizzazione e pianificazione del lavoro (crediti 3.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le conoscenze sull'importanza della comunicazione nel processo assistenziale tra membri dell'organizzazione e tra questi e l'utenza; deve acquisire principi conoscitivi storico-medici e bioetici generali.

  • F.1  Corso integrato di Organizzazione sanitaria
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F22C Medicina del lavoro, F23C Scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche
  • F.2  Corso integrato di Scienze umane
    Settori: F02X Storia della Medicina, F23A Scienze infermieristiche generali e cliniche
  • F.3  Corso integrato di Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • F.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso le cliniche ostetriche e nei servizi territoriali; pratica clinica sui diversi aspetti dell' assistenza ostetrica prenatale, intranatale e postnatale con turni notturni ed assunzione progressiva di responsabilità (1.450 ore nell'anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

Lo studente, per accedere all'esame finale, deve aver partecipato od eseguito, sotto opportuna sorveglianza, i seguenti atti (D.M. 14 settembre 1994 n. 740):

  • 1.  visite a gestanti con almeno 100 esami prenatali
  • 2.  sorveglianza e cura di almeno 40 partorienti
  • 3.  aver svolto parte attiva in almeno 40 parti o in almeno 30, a condizione che partecipi ad altri 20 parti
  • 4.  aver partecipato attivamente ad almeno 2 parti podalici, o, in assenza di casi, aver svolto opportune esercitazioni in forma simulata
  • 5.  aver partecipato attivamente ad almeno 5 parti con pratica di episiotomia e di sutura, o, in assenza di casi, aver svolto opportune esercitazioni in forma simulata
  • 6.  aver partecipato attivamente alla sorveglianza di almeno 40 gestanti, partorienti o puerpere in gravidanze patologiche o parti difficili
  • 7.  aver partecipato attivamente all' esame di almeno 100 puerpere e neonati senza rilevanti patologie
  • 8.  aver partecipato attivamente, durante il tirocinio, all' assistenza e cura di puerpere e neonati, compresi quelli pre- e post-termine, di peso inferiore alla norma o con patologie varie
  • 9.  aver partecipato attivamente, durante il tirocinio, all' assistenza e cura, in ambito ginecologico-ostetrico, di neonati e lattanti, anche avviando i casi patologici in reparti di medicina o chirurgia.
11)

Gli allegati 3 e 4 sono stati aggiunti dall'art. 1 del D.P.G.P. 12 settembre 1997, n. 30.

ALLEGATO 5 12)
CORSO DI DIPLOMA PER FISIOTERAPISTI

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per fisioterapista ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120 convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236 ed il rilascio del titolo di "Fisioterapista".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado, nell'ambito degli atti di propria competenza, di svolgere in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita, ai sensi del D.M. 14.09.1994, n. 741.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche , studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriali, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento personale. È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo. L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori. Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A. Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza dei fenomeni biologici e patologici e le basi di fisiopatologia necessarie per procedere al recupero funzionale nelle diverse situazioni cliniche suscettibili di recupero funzionale neuromotorio e delle funzioni viscerali; deve inoltre acquisire le attitudini ed i comportamenti per potere, secondo la diagnosi e le prescrizioni del medico, compiere le attività proprie della figura professionale.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di diploma Universitario:

Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia, E09A Anatomia umana, E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica, F04A Patologia generale, F05X Microbiologia medica e clinica, F07A Medicina interna, F07B Malattie dell'apparato respiratorio, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07F Nefrologia, F07H Reumatologia, F11B Neurologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F19B Neuropsichiatria infantile, F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F22C Medicina del lavoro, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica, M11E Psicologia clinica.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e fisiologici.

  • A.1  Corso integrato di fisica medica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di chimica medica e biochimica
    Settori: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Biologia, genetica e microbiologia
    Settori: E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica, F05X Microbiologia medica e clinica
  • A.4  Corso integrato di Anatomia umana e istologia
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.5  Corso integrato di Fisiologia umana e metodologia generale della riabilitazione
    Settori: E06A Fisiologia umana F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • A.6  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri (complessive 700 ore annue).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Anatomofisiologia del sistema nervoso e riabilitazione generale (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i principi dell'anatomia e del funzionamento del sistema nervoso, le nozioni di base di neurofisiologia, di elettronica, delle indagini neurofisiologiche; deve inoltre apprendere le nozioni di base di psicologia e pedagogia.

  • B.1  Corso integrato di Anatomofisiologia speciale del sistema nervoso
    Settori: E09A Anatomia umana; E06A Fisiologia umana, B10X Biofisica medica
  • B.2  Corso integrato di Chinesiologia e metodi di riabilitazione generale
    Settori: F16B medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • B.3  Corso integrato di Psicologia e Pedagogia
    Settori: M09A Pedagogia generale, M10A Psicologia generale, M11E Psicologia clinica
  • B.4  Corso integrato di Metodologia della riabilitazione
    Settori: F16B medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • B.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso strutture ospedaliere e extraospedaliere relativamente ai corsi integrati del semestre (700 ore nell' intero anno).

II° Anno - I° Semestre

Area C - Fisiopatologia generale, principi della riabilitazione e propedeutica alla riabilitazione motoria (crediti 6.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere le basi di fisiopatologia applicabili alle diverse situazioni cliniche, conoscere le basi dei principi farmacologici attivi sul sistema neuromuscolare; deve infine conoscere i principi e le metodologie di valutazione e recupero nelle principali affezioni suscettibili di riabilitazione.

  • C.1  Corso integrato di Patologia generale e farmacologia
    Settori: E07X Farmacologia, F04A Patologia generale
  • C.2  Corso integrato di Neurologia
    Settori: F11B Neurologia, F12B Neurochirurgia, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • C.3  Corso integrato di Patologia dell' apparato locomotore
    Settori: F07H Reumatologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa
  • C.4  Corso integrato di Metodologia generale della riabilitazione motoria e fisioterapia strumentale
    Settori: F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • C.5  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere (1.000 ore nell' intero anno).

II° Anno - II° Semestre

Area D - Medicina interna e specialità mediche e disabilità delle funzioni viscerali (crediti 6.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere la fisiopatologia, applicabile alle situazioni cliniche, riguardo alle diverse affezioni di organi ed apparati che possono richiedere procedure riabilitative.

  • D.1  Corso integrato di Metodologia generale e tecniche della riabilitazione neuromotoria
    Settori: F11B Neurologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • D.2  Corso integrato di Medicina generale e specialistica
    Settori: F04C Oncologia medica, F07A Medicina interna, F07B Malattie dell'apparato respiratorio, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07F Nefrologia
  • D.3  Corso integrato di Geriatria
    Settori: F07A Medicina interna, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • D.4  Corso integrato di Psichiatria
    Settori: F11A Psichiatria, F19B Neuropsichiatria infantile
  • D.5  Corso integrato di Neuropsicologia e neurolinguistica
    Settori: F11B Neurologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F19B Neuropsichiatria infantile, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica, M11E Psicologia clinica.
  • D.6  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso strutture ospedaliere ed extraospedaliere (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° Semestre

Area E - Metodi e tecniche della riabilitazione (crediti 4.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere principi e modalità di intervento integrato in riabilitazione e metodologie e tecniche di riabilitazione in età evolutiva; deve saper analizzare le proprie azioni, anche sotto il profilo dell'organizzazione sanitaria e dell'economia sanitaria.

  • E.1  Corso integrato di Metodologia e tecniche della riabilitazione motoria speciale (chinesiologia, cinesiterapia, terapia occupazionale, protesiologia e ortesiologia, massoterapia speciale ed ergonomia)
    Settori: F11B Neurologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • E.2  Corso integrato di Metodologia e tecniche della riabilitazione in neuropsichiatria infantile
    Settori: F19B Neuropsichiatria infantile, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • E.3  Corso integrato di Medicina materno-fetale
    Settori: F19A Pediatria, F20X Ginecologia ed ostetricia, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • E.4  Corso integrato di Economia sanitaria
    Settori: F22A Igiene generale e specialistica, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica, P01B Politica economica
  • E.5  Attività di Tirocinio pratico da effettuarsi presso strutture specialistiche ospedaliere ed extraospedaliere di recupero e rieducazione funzionale; il tirocinio comporta una progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno)

III° Anno - II° Semestre

Area F - Metodi e tecniche della riabilitazione speciale (crediti 3.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i principi e le metodologie di riabilitazione neuropsicologica, di intervento riabilitativo nelle disabilità viscerali, nonché le nozioni fondamentali di medicina sociale, legislazione ed organizzazione sanitaria.

  • F.1  Corso integrato di Metodologia e tecniche della riabilitazione neuropsicologica
    Settore: F11B Neurologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica, M11E Psicologia clinica
  • F.2  Corso integrato di Riabilitazione delle disabilità viscerali e delle disabilità speciali
    Settori: F04C Oncologia medica, F07A Medicina interna, F07B Malattie dell'apparato respiratorio, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07F Nefrologia, F07H Reumatologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica
  • F.3  Corso integrato di Igiene generale e speciale, medicina sociale e medicina del lavoro
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F22C Medicina del lavoro, Q05A Sociologia generale
  • F.4  Corso integrato di Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica applicata
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • F.5  Attività di Tirocinio pratico da effettuarsi presso strutture specialistiche ospedaliere ed extraospedaliere con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente per essere ammesso all'esame finale deve aver compiuto in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie i seguenti interventi di prevenzione, cura e riabilitazione (D.M. 14.9.1994 n. 741):

  • -  definizione di 10 casi del programma di riabilitazione;
  • -  relazione scritta su almeno tre soggetti sani in età evolutiva;
  • -  relazione scritta su almeno tre soggetti sani in età adulta;
  • -  osservazione del trattamento riabilitativo di almeno 20 soggetti (o per almeno 150 ore) in età evolutiva e di almeno 20 soggetti (o per almeno 150 ore) in età adulta e geriatrica;
  • -  trattamento riabilitativo (comprensivo di valutazione e verifica) effettuato sotto la guida del fisioterapista di almeno 50 soggetti (o per almeno 250 ore) in età evolutiva e di almeno 100 soggetti (o per almeno 600 ore) in età adulta e geriatrica;
  • -  trattamento riabilitativo (comprensivo di valutazione e verifica) effettuato autonomamente in almeno 40 soggetti (o per almeno 300 ore) in età evolutiva e in 100 soggetti (o per almeno 1.000 ore) in età adulta e/o geriatrica;
  • -  relazione scritta ed esposizione di 8 casi clinici completi di valutazione e programmazione del piano di trattamento;
  • -  compilazione di 10 cartelle cliniche riabilitative;
  • -  effettuazione di 4 consegne scritte;
  • -  effettuazione di almeno 100 delle seguenti procedure: valutazione funzionale, chinesiologia e neurologia, tests muscolari ed articolari, massoterapia muscolare e connettivale, linfodrenaggio manuale, terapia strumentale e idroterapia, chinesiterapia, terapia manuale, rieducazione neuromotoria, neuropsicologica e psicomotoria, rieducazione respiratoria, rieducazione cardiologica, rieducazione viscerale, terapia occupazionale ed ergonomia;
  • -  frequenza, a rotazione e per almeno un mese ciascuno, delle seguenti strutture cliniche: chirurgia generale, chirurgie specialistiche, geriatria, medicina generale, medicina specialistica, medicina materno-infantile, neurologia, neuropsichiatria, ortopedia, recupero e rieducazione funzionale, reumatologia.
12)

L'allegato 5 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 21 agosto 1998, n. 22.

ALLEGATO 6 13)
CORSO DI DIPLOMA PER DIETISTI

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per dietista ha la durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120 convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236 ed il rilascio del titolo di "Dietista".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori con conoscenze scientifiche e tecniche necessarie a svolgere con responsabilità proprie le funzioni di tecnico di dietologia e dietetica applicata nell'ambito epidemiologico, tecnologico e clinico, ai sensi del D.M. 14.09.1994, n. 744.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività didattiche programmate sono articolate in lezioni teoriche, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriali, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento personale. È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo.
L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.
Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A.
Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la conoscenza dei fenomeni biologici e patologici, con particolare riguardo alla fisiologia della nutrizione ed al metabolismo. Lo studente deve acquisire capacità di organizzare e coordinare le attività specifiche relative all'alimentazione in generale ed alla dietetica in particolare; di collaborare con gli organi preposti alla tutela degli aspetti igienico-sanitari dell'alimentazione; di elaborare le diete prescritte dal medico e controllarne l'accettabilità da parte del paziente; di collaborare con le altre figure professionali al trattamento multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare; di elaborare la composizione di razioni alimentari atte a soddisfare i bisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e pianificare l'organizzazione dei servizi di alimentazione di comunità; di svolgere attività didattico-educativa e di informazione finalizzate alla diffusione di principi di corretta alimentazione.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di diploma universitario:

Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E06B Alimentazione e nutrizione umana, E09A Anatomia umana, E13X Biologia applicata, F01X Statistica medica, F03X Genetica medica, F05X Microbiologia medica e clinica, F04A Patologia generale, F04C Oncologia medica, F07A Medicina interna, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07D Gastroenterologia, F07E Endocrinologia, F07F Nefrologia, F08A Chirurgia generale, F11B Neurologia, F19A Pediatria generale e specialistica, F20X Ginecologia ed Ostetricia, F22A Igiene generale ed applicata, F22B Medicina legale, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate, M11E Psicologia clinica.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e fisiologici.

  • A.1  Corso integrato di fisica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di chimica medica e biochimica
    Settori: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Anatomia ed istologia
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.4  Corso integrato di Biologia
    Settori: E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.5  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.6  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi e laboratori ospedalieri ed extraospedalieri (complessive 700 ore annue).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Chimico-tecnologica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i principi fondamentali della chimica, fisiologia, microbiologia e relative tecniche di laboratorio applicate agli alimenti e all'alimentazione.

  • B.1  Corso integrato di Biochimica e fisiologia
    Settore: C09X Chimica Bromatologica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana
  • B.2  Corso integrato di Microbiologia ed igiene
    Settori: F05X Microbiologia e Microbiologia clinica, F22A Igiene generale ed applicata, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • B.3  Corso integrato di Tecnologia alimentare e merceologia
    Settori: C01B Merceologia, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate, G08A Scienza e tecnologia dei prodotti agro-alimentari
  • B.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi e laboratori ospedalieri ed extraospedalieri (700 ore nell' intero anno).

II° Anno - I° Semestre

Area C - Fisiopatologia (crediti 6.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere le basi di fisiologia e della patologia generale, della nutrizione e del ricambio.

  • C.1  Corso integrato di Biochimica della nutrizione e del ricambio
    Settori: E05A Biochimica
  • C.2  Corso integrato di Fisiologia della nutrizione
    Settori: E06A Fisiologia umana, E06B Alimentazione e nutrizione umana
  • C.3  Corso integrato di Patologia generale e fisiopatologia della nutrizione
    Settori: F04A Patologia generale, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • C.4  Attività di tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso i servizi e laboratori ospedalieri ed extraospedalieri (1.000 ore nell' intero anno).

II° Anno - II° Semestre

Area D - Legislazione ed organizzazione del servizio di alimentazione, dietologia e dietoterapia generale (crediti: 5.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i principi fondamentali della legislazione sanitaria, dell'organizzazione della ristorazione collettiva, della dietologia e dietoterapia generale.

  • D.1  Corso integrato di Legislazione sanitaria ed alimentare
    Settori: F22B Medicina legale, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate, N09X Istituzioni di diritto pubblico
  • D.2  Corso integrato di Nutrizione nelle collettività e nella ristorazione collettiva e di massa
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • D.3  Corso integrato di Psicologia generale e speciale dell' alimentazione e sociologia
    Settori: F23E Scienze tecniche dietetiche applicate, M11B Psicologia sociale, M11E Psicologia clinica, Q05A Sociologia generale
  • D.4  Corso integrato di Dietologia, dietetica e dietoterapia generale
    Settori: E06B Alimentazione e nutrizione umana, F07A Medicina interna, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • D.5  Attività di Tirocinio pratico guidato da effettuarsi presso laboratori e servizi ospedalieri e strutture di ristorazione (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° Semestre

Area E - Educazione alimentare, politiche alimentari e trattamento dei disturbi alimentari, dietoterapia (crediti: 4.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i principi della prevenzione del trattamento dei disturbi alimentari e dell'applicazione della terapia dietetica.

  • E.1  Corso integrato di Educazione sanitaria ed educazione alimentare
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • E.2  Corso integrato di Geografia economica e politiche alimentari
    Settori: M06B Geografia economico-politica, P01A Economia politica
  • E.3  Corso integrato di Psicopatologia alimentare
    Settori: E06B Alimentazione e nutrizione umana, F07A Medicina interna, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate, M11E Psicologia clinica
  • E.4  Corso integrato di Nutrizione artificiale
    Settori: F07A Medicina interna, F08A Chirurgia generale, F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • E.5  Attività di Tirocinio pratico da effettuarsi presso servizi, ambulatori, consultori e comunità ospedaliere ed extraospedaliere (1.300 ore nell' intero anno)

III° Anno - II° Semestre

Area F - Nutrizione clinica e dietoterapia (crediti 3.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i principi di terapia dietetica nelle varie patologie.

  • F.1  Corso integrato di Malattie dell' apparato digerente
    Settore: F07D Gastroenterologia
  • F.2  Corso integrato di Malattie del metabolismo e della nutrizione, alimentazione del malato chirurgico e nutrizione clinica
    Settori: F07A Medicina interna, F07E Endocrinologia, F08A Chirurgia generale
  • F.3  Corso integrato di Malattie dell' apparato cardiovascolare e renale
    Settori: F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07F Nefrologia
  • F.4  Corso integrato di Patologie dell' età evolutiva, della gravidanza e dell'età geriatrica
    Settori: F07A Medicina interna, F19B Pediatria generale ed applicata, F20X Ginecologia ed ostetricia
  • F.5  Corso integrato di Dietetica applicata e deontologia professionale
    Settori: F23E Scienze tecniche dietetiche applicate
  • F.6  Attività di Tirocinio pratico da effettuarsi presso servizi, ambulatori, consultori e comunità ospedaliere ed extraospedaliere (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente, per accedere all'esame finale (esame di Stato con valore abilitante), deve aver compiuto in prima persona, in riferimento alle specifiche competenze nel campo dell'alimentazione e nutrizione, le seguenti esperienze ed atti (Decreto Ministeriale 14 settembre 1994, n. 744):

  • 1)  aver acquisito la capacità di utilizzo di sistemi informativi per: raccolta ed archiviazione dati; elaborazione di tabelle dietetiche e menus; raccolta e selezione di materiale bibliografico; creazione grafici e videoscrittura; gestione flussi informativi sull' attività di un Servizio;
  • 2)  saper riconoscere e valutare i caratteri bromatologici ed organolettici degli alimenti crudi e loro trasformazioni conseguenti alla conservazione e cottura;
  • 3)  saper valutare visivamente pesi e volumi degli alimenti;
  • 4)  aver visitato un laboratorio specialistico di analisi quali-quantitative degli alimenti;
  • 5)  aver presa visione di un capitolato di appalto per la fornitura di derrate alimentari e per servizi di ristorazione per sani e/o malati;
  • 6)  aver visitato una struttura modello del settore della ristorazione ospedaliera e collettiva;
  • 7)  5 relazioni valutative su strutture di ristorazione;
  • 8)  frequenza di almeno n. 80 ore in una cucina ospedaliera, seguendo tutte le fasi di preparazione del vitto e delle diete speciali;
  • 9)  50 prelievi di campionatura per il controllo batteriologico degli alimenti e discussione dei risultati degli esami;
  • 10)  formulazione n. 10 tabelle di composizione degli alimenti;
  • 11)  compilazione n. 10 liste di equivalenti di nutrienti;
  • 12)  calcolo del fabbisogno nutrizionale per fasce di età in almeno 200 casi;
  • 13)  elaborazione di razioni alimentari per fasce di età in almeno 200 casi;
  • 14)  elaborazione di almeno n. 10 questionari per la rilevazione delle abitudini e dei consumi alimentari;
  • 15)  effettuazione di almeno 10 interviste (5 familiari, 5 individuali);
  • 16)  svolgimento di una relazione comprendente l' elaborazione e la valutazione dei dati raccolti;
  • 17)  simulazione di n. 5 interventi a carattere informativo rivolto a campioni di popolazione;
  • 18)  partecipazione ad un programma di indagine epidemiologica nutrizionale;
  • 19)  partecipazione all' elaborazione di un progetto di educazione alla salute comprensivo di: analisi della situazione, definizione degli obiettivi, programmazione, attuazione, valutazione dei risultati;
  • 20)  esecuzione di n. 10 plicometrie e n. 10 impedenziometrie;
  • 21)  effettuazione di n. 50 bilanci idrosalini;
  • 22)  esecuzione di almeno n. 50 anamnesi alimentari comprensive della rilevazione dell' apporto energetico globale e per singolo nutriente;
  • 23)  calcolo e formulazione di almeno n. 50 diete per soggetti affetti da patologie;
  • 24)  aver sostenuto almeno n. 30 colloqui di esplicazione della dieta al paziente (dieta simulata e/o role playing);
  • 25)  esecuzione dell' impostazione di almeno n. 50 casi d'intervento nutrizionale distinti per patologie, comprensivo di: descrizione e valutazione del caso, definizione degli obiettivi, scelta delle modalità operative, criteri di verifica;
  • 26)  aver seguito almeno n. 20 casi di pazienti in nutrizione artificiale;
  • 27)  aver seguito almeno n. 50 iter di valutazione nutrizionale;
  • 28)  aver eseguito almeno n. 10 training per pazienti in nutrizione artificiale a domicilio;
  • 29)  aver seguito almeno n. 5 casi di anoressia e n. 5 casi di bulimia/BED in diverse fasi di trattamento;
  • 30)  impostazione del piano di trattamento di almeno 10 casi individuali e/o di gruppo (comprensivi delle tipologie) insieme alla equipe terapeutica, comprendente: la definizione degli obiettivi, criteri di verifica degli stessi, esercitazioni con simulazioni e/o role playing.
13)

L'allegato 6 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 6 luglio 1999, n. 36.

ALLEGATO 7 14)
CORSO DI DIPLOMA PER LOGOPEDISTI

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma per logopedista ha la durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto- legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito con la legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Logopedista"

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori con le conoscenze e competenze necessarie a svolgere la propria attività nella prevenzione e nel trattamento riabilitativo del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica, ai sensi del D.M. 14.09.1994, n. 742.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività didattiche programmate sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento.
È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, rivolte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo.
L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.
Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella Tabella A.
Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente:

  • a)  le basi per la conoscenza dei fenomeni biologici fondamentali e di quelli fisiopatologici del linguaggio e della comunicazione;
  • b)  le basi teoriche e le conoscenze pratiche finalizzate alla prevenzione ed al trattamento riabilitativo dei disturbi del linguaggio e della comunicazione d' origine centrale o periferica, organica o funzionale nell'età evolutiva, adulta e geriatrica.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del Corso di diploma universitario:

Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, E09B Istologia, E10X Biofisica medica, E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica, F04A Patologia generale, F11A Psichiatria, F11B Neurologia, F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F19B Neuropsichiatria infantile, F23D Scienze infermieristiche e tecniche della riabilitazione neuropsichiatrica, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia, L09A Glottologia e linguistica, M09A Pedagogia generale, M10A Psicologia generale, M10B Psicobiologia e psicologia fisiologica, M11E Psicologia clinica, Q05B Sociologia dei processi culturali e comunicativi.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella Tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le basi per comprendere i principi di funzionamento dei vari organi, la qualità e la valutazione quantitativa dei fenomeni biologici, i principi generali di linguistica (fonetica, fonologia, morfosintassi, semantica e pragmatica).

  • A.1  Corso integrato di fisica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di chimica medica e biochimica
    Settori: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Anatomia ed istologia
    Settori: E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.4  Corso integrato di Biologia e Genetica
    Settori: E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.5  Corso integrato di Linguistica I
    Settori: L09A Glottologia e linguistica, M11E Psicologia clinica, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia, M07E Filosofia del linguaggio
  • A.6  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (complessive 700 ore annue).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Anatomo-fisiologia e scienze della comunicazione applicate alla logopedia (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire gli elementi fondamentali dell'anatomo-fisiologia degli organi di senso e della fonazione, nonché i principi della comunicazione umana con riguardo all'afferenza sensoriale ed a quella espressiva, alle modalità d'elaborazione centrale e di relazione interindividuale.

  • B.1  Corso integrato di Anatomo-fisiologia
    Settore: E09A Anatomia umana, E06A Fisiologia umana, B10X Biofisica medica, M10B Psicobiologia e psicologia fisiologica
  • B.2  Corso integrato di Psicologia
    Settori: M10A Psicologia generale, M11A Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
  • B.3  Corso integrato di Scienza della comunicazione
    Settori: E06A Fisiologia umana, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia, M11A Psicologia dello sviluppo
  • B.4  Corso integrato di Linguistica II
    Settori: L09A Glottologia e linguistica, M10B Psicobiologia e psicologia fisiologica, M07E Filosofia del linguaggio
  • B.5  Corso integrato di Logopedia generale
    Settori: F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • B.6  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (complessive 700 ore annue).

II° Anno

Area C - Fisiopatologia e semeiotica della comunicazione e logopedia generale (crediti 11.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i principi di fisiopatologia della comunicazione, nonché delle specifiche correlazioni cliniche, comprese quelle con organi, sistemi ed apparati connessi con la funzione comunicativa; deve iniziare altresí ad apprendere le tecniche logopediche e riabilitative specifiche.

I° Semestre

  • C.1  Corso integrato di Fisiopatologia generale
    Settori: F04A Patologia generale, F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia
  • C.2  Corso integrato di Patologia e clinica della comunicazione
    Settori: F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia
  • C.3  Corso integrato di Semeiotica generale
    Settori: F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • C.4  Corso integrato di Medicina specialistica
    Settori: F11B Neurologia, F13B Malattie odontostomatologiche, F13C Chirurgia maxillofacciale, F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F19B Neuropsichiatria infantile
  • C.5  Corso integrato di Neurolinguistica
    Settori: F11B Neurologia, L09A Glottologia e linguistica
  • C.6  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.000 ore nell' intero anno).

II° Semestre

  • C.7  Corso integrato di Semeiotica speciale
    Settori: F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • C.8  Corso integrato di Neuroscienze applicate
    Settori: F11A Psichiatria, F11B Neurologia, F19B Neuropsichiatria infantile
  • C.9  Corso integrato di Logopedia I
    Settori: F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • C.10  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno

Area D - Logopedia professionale (crediti: 7.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere i fondamenti delle patologie funzionali della riabilitazione logopedica, nonché acquisire le tecniche logopediche e di riabilitazione specifica, comprese quelle relative alla psicomotricità.

I° Semestre

  • D.1  Corso integrato di Patologia e clinica della comunicazione
    Settori: F11B Neurologia, F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • D.2  Corso integrato di Logopedia II
    Settori: F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • D.3  Corso integrato di Fonologopedia
    Settori: F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • D.4  Corso integrato di Scienze umane e medicina sociale
    Settori: F02X Storia della medicina, F22B Medicina legale, M09A Pedagogia generale, M11B Psicologia sociale
  • D.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno).

II° Semestre

  • D.6  Corso integrato di Logopedia e riabilitazione logopedica
    Settore: F15A Otorinolaringoiatria, F15B Audiologia, F23F Scienze di riabilitazione in logopedia
  • D.7  Corso integrato di Riabilitazione psicomotoria
    Settori: F11A Psichiatria, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F19B Neuropsichiatria infantile, F23F Scienze di riabilitazione audiometriche, audioprotesiche e logopediche, L26A Discipline dello spettacolo
  • D.8  Corso integrato di Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica applicata
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • D.9  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente, per accedere all'esame finale deve aver partecipato con autonomia tecnico-professionale nell'ambito delle proprie competenze (Decreto Ministeriale 14 settembre 1994, n. 742), con il continuo monitoraggio del tutore, ai seguenti atti:

  • 1)  eseguito valutazioni logopediche finalizzate alla impostazione del trattamento riabilitativo su almeno: 20 pazienti in età evolutiva, 20 in età adulta e 20 in età involutiva;
  • 2)  eseguito personalmente almeno i seguenti trattamenti (costituiti da almeno 15 sedute ciascuno) su:
    • -  2 pazienti affetti da disfonia;
    • -  2 pazienti con deficit del linguaggio da ipoacusia grave o profonda in età evolutiva;
    • -  2 pazienti con deficit del linguaggio da ipoacusia grave o profonda in età adulta;
    • -  1 paziente affetto da disfonie successive a chirurgia della laringe;
    • -  1 paziente affetto da disturbi della parola da causa organica periferica;
    • -  1 paziente affetto da disturbi della deglutizione;
    • -  2 pazienti affetti da ritardo del linguaggio specifici in età evolutiva;
    • -  2 pazienti affetti da ritardo del linguaggio secondario in età evolutiva;
    • -  2 pazienti affetti da afasia e disartria;
    • -  2 pazienti affetti da disturbi della lettura, della scrittura o dell' apprendimento in età evolutiva;
    • -  2 pazienti con disturbi della fluenza verbale;
  • 3)  partecipato alla stesura di almeno due diagnosi funzionali previste per la certificazione dell' handicap (legge 104).
14)

L'allegato 7 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 6 luglio 1999, n. 36.

ALLEGATO 8 (articolo 1, lettera c) 15)
CORSO DI DIPLOMA DI IGIENISTA DENTALE

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma di igienista dentale ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito nella legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Igienista dentale".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado di svolgere compiti di prevenzione delle affezioni orodentali alle dipendenze degli odontoiatri e medici-chirurghi legittimati, ai sensi del decreto ministeriale 15 marzo 1999, n. 137.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività didattiche programmate sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento. Ogni semestre comprende ore di insegnamento, di approfondimento personale, di studio clinico guidato e di tirocinio.

È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, volte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10 per cento del monte ore complessivo.

L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.

Il Consiglio del corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti, a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella tabella A.

Obiettivo didattico del corso è quello di far acquisire allo studente i fondamenti qualitativi e quantitativi dei fenomeni biologici, le basi di anatomo-fisiologia e di patologia in generale ed in particolare del cavo orale ed i principi di educazione sanitaria dentale; lo studente deve apprendere inoltre le basi teoriche e pratiche di odontostomatologia sufficienti a poter collaborare alla compilazione della cartella odontostomatologica ed alla raccolta di dati tecnico-statistici; deve infine acquisire capacità di ablazione del tartaro, di levigatura delle radici, di utilizzo delle metodiche di igiene orale e di quelle atte a mettere in evidenza placca batterica e patina dentale.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del corso di diploma universitario: Settori: B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia, E09A Anatomia umana, F04A Patologia generale, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F07I Malattie infettive, F13A Materiali dentari, F13B Malattie odontostomatologiche, F21X Anestesiologia, F22A Igiene generale e applicata, F22B Medicina legale, M11E Psicologia clinica.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è volto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e fisiologici, nonché essere introdotto alla conoscenza delle nozioni di base delle cure e dell'assistenza secondo principi pedagogici.

  • A.1  Corso integrato di fisica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di chimica medica e propedeutica biochimica
    Settore: E05A Biochimica
  • A.3  Corso integrato di Anatomo-fisiologia ed istologia
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, E09B Istologia, E13X Biologia applicata
  • A.4  Corso integrato di Microbiologia ed elementi di patologia generale
    Settori: F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F04A Patologia generale
  • A.5  Corso integrato di Psicologia e pedagogia
    Settori: M09A Pedagogia generale, M10A Psicologia generale, M11E Psicologia clinica
  • A.6  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Lingua inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in servizi ospedalieri (complessive 700 ore annue).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Didattico-organizzativa della fisiopatologia medica e speciale odontostomatologica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i fondamenti della patologia umana integrati con le singole patologie del cavo orale sotto l'aspetto preventivo e diagnostico; deve apprendere i primi elementi teorici ed applicati di igiene del cavo orale.

  • B.1  Corso integrato di Patologia e fisiopatologia generale
    Settore: F04A Patologia generale
  • B.2  Corso integrato di Igiene, medicina preventiva ed educazione sanitaria
    Settori: F07I Malattie infettive, F22A Igiene generale e applicata, F23I Scienze e tecniche di igiene dentale
  • B.3  Corso integrato di Patologia e diagnostica per immagini odontoiatriche
    Settori: F13B Malattie odontostomatologiche, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia
  • B.4  Corso integrato di Elementi di igiene dentale
    Settori: F13B Malattie odontostomatologiche, F23I Scienze e tecniche di igiene dentale
  • B.5  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in servizi ospedalieri (complessive 700 ore annue).

II° Anno - I° semestre

Area C - Principi e metodologia dell'educazione sanitaria, odontostomatologia preventiva, farmacologia e materiali dentari (crediti 6.0)

Obiettivi: lo studente deve acquisire strumenti idonei per un'attività di collaborazione finalizzata alla prevenzione ed alla promozione della salute del cavo orale.

  • C.1  Corso integrato di Odontoiatria sociale
    Settori: F22B Medicina legale, Q05A Sociologia generale, F02X Storia della medicina
  • C.2  Corso integrato di Principi di farmacologia e anestesiologia
    Settori: E07X Farmacologia, F21X Anestesiologia
  • C.3  Corso integrato di Ortognatodonzia, disfunzioni cranio-mandibolari ed odontoiatria infantile
    Settori: F13B Malattie odontostomatologiche, F19A Pediatria generale e specialistica, F13C Chirurgia maxillofacciale
  • C.4  Corso integrato di Odontostomatologia preventiva
    Settori: F13B Malattie odontostomatologiche, F23I Scienze e tecniche di igiene dentale
  • C.5  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.000 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area D - Metodi e tecniche degli interventi riabilitativi ed integrativi applicabili alle situazioni cliniche (crediti 5.0)

Obiettivo: lo studente deve completare la formazione per l'esercizio autonomo della professione di igienista dentale con l'acquisizione delle conoscenze atte a determinare l'intervento medico, nonché apprendere i principi generali della parodontologia, della protesi e dell'odontoiatria restaurativa.

  • D.1  Corso integrato di Parodontologia ed implantologia
    Settore: F13B Malattie odontostomatologiche
  • D.2  Corso integrato di Protesi e riabilitazione
    Settori: F13A Materiali dentari, F13B Malattie odontostomatologiche
  • D.3  Corso integrato di Odontoiatria restaurativa
    Settore: F13B Malattie odontostomatologiche
  • D.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° semestre

Area E - Esplorazione funzionale dell'apparato stomatognatico, educazione sanitaria (crediti 4.0).

Obiettivi: lo studente deve conseguire esperienze cliniche in igiene dentale con tecniche di spazzolamento e filo interdentale, apprendendo le procedure cliniche di igiene orale su pazienti adulti e bambini.

  • E.1  Corso integrato di Scienze e tecniche di igiene dentale
    Settori: F13B Malattie odontostomatologiche, F23I Scienze e tecniche di igiene dentale
  • E.2  Corso di materiali dentari
    Settore: F13A Materiali dentari
  • E.3  Corso integrato di Metodologia epidemiologica ed igiene
    Settore: F22A Igiene generale ed applicata
  • E.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.300 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area F - Tecniche di approccio con il paziente parodontopatico e non, conoscenze di base per l'acquisizione e l'analisi di elaborati computerizzati (crediti 3.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le tecniche di approccio con il paziente parodontopatico e non, le conoscenze di base per la gestione di dati e banche dati, nel rispetto delle norme amministrative ed etiche.

  • F.1  Corso integrato di Igiene applicata
    Settore: F23I Scienze e tecniche di igiene dentale
  • F.2  Corso integrato di Psicologia applicata
    Settore: M11 Psicologia applicata
  • F.3  Corso integrato di Diritto sanitario, medicina legale e bioetica applicata
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • F.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente, per accedere all'esame finale, deve aver compiuto in prima persona, in diretta dipendenza degli odontoiatri e dei medici chirurghi legittimati all'esercizio della odontoiatria (decreto ministeriale 15 marzo 1999, n. 137), le seguenti esperienze ed attività:

  • 1)  aver definito in almeno 10 casi un programma di educazione sanitaria che comprende una adeguata motivazione all' autocontrollo, alle visite periodiche, all'igiene domiciliare sia orale che alimentare;
  • 2)  aver effettuato almeno 10 valutazioni del risultato dell' igiene orale domiciliare e professionale con verifiche obiettive degli indici OHI, di placca, CPTIN, ecc.;
  • 3)  aver completato il trattamento di igiene orale in almeno 10 soggetti in età pediatrica, 10 soggetti in età adulta, 10 soggetti in età geriatrica;
  • 4)  aver compilato almeno 50 cartelle cliniche;
  • 5)  aver eseguito almeno 5 lucidature di restauri odontoiatrici, 10 ablazioni manuali di tartaro, 10 ablazioni di tartaro con ultrasuoni, 5 applicazioni di sigillanti;
  • 6)  aver effettuato 10 levigature di radici a cielo coperto-chiuso;
  • 7)  conoscere i principi della sterilizzazione, della prevenzione delle infezioni crociate e di quelle di pazienti a rischio;
  • 8)  aver seguito a rotazione le seguenti attività:
    • -  parodontologia per almeno 100 ore,
    • -  odontoiatria infantile per almeno 50 ore,
    • -  ortodonzia per almeno 50 ore,
    • -  odontoiatria restaurativa per almeno 50 ore,
    • -  protesi almeno per 50 ore;
    • -  aver frequentato a rotazione i reparti di chirurgia orale, chirurgia pediatrica, chirurgia generale, medicina generale e geriatria.
15)

L'allegato 8 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 14 novembre 2000, n. 41.

ALLEGATO 9 (articolo 1, lettera m) 16)
CORSO DI DIPLOMA DI TECNICO ORTOPEDICO

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma di tecnico ortopedico ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito nella legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Tecnico ortopedico".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado di effettuare in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, su prescrizione medica e successivo collaudo, la costruzione, l'adattamento e l'applicazione di protesi, ortesi e di ausilii sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano l'energia esterna o energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto sul paziente di misure e modelli, ai sensi del decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 665.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento.

Ogni semestre comprende ore di insegnamento, di apprendimento personale, di studio clinico guidato e di tirocinio.

È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, volte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10 per cento del monte ore complessivo.

L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.

Il Consiglio del Corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i moduli, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti, a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella tabella A.

Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per operare autonomamente nell'ambito della tecnologia ortopedica effettuando la costruzione, l'adattamento e l'applicazione di protesi, ortesi e di ausilii sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano energia esterna o energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto sul paziente di misure e modelli.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del corso di diploma: Settori: A02A Analisi matematica, B01B Fisica, E05A Biochimica, E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, B10X Biofisica, E13X Biologia applicata, F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica, F08A Chirurgia generale, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, I07X Meccanica applicata alle macchine, I08A Progettazione meccanica e costruzione di macchine, I09X Disegno e metodi dell'ingegneria industriale, I10X Tecnologia e sistemi di lavorazione, I14A Scienza e tecnologia dei materiali, I26B Bioingegneria chimica, I26A Bioingegneria meccanica, M11E Psicologia clinica.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è volto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire in particolare le conoscenze di base di matematica, fisica, chimica e biologia, propedeutiche agli studi successivi.

  • A.1  Corso integrato di analisi matematica
    Settore: A02A Analisi matematica
  • A.2  Corso integrato di Geometria e di statistica matematica
    Settori: A01C Geometria, A02B Probabilità e statistica matematica, F01X Statistica medica
  • A.3  Corso integrato di Fondamenti di informatica
    Settore: K05A Sistemi di elaborazione delle informazioni
  • A.4  Corso integrato di Fisica generale
    Settori: B01A Fisica generale, B01B Fisica, E10X Biofisica medica
  • A.5  Corso integrato di Chimica, biochimica e biologia
    Settori: C03X Chimica generale, C06X Chimica, E05A Biochimica, E13X Biologia applicata
  • A.6  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Lingua inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in laboratori e in centri di informatica (complessive 700 ore annue).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Anatomo-fisiologia dell'organismo umano, fisiopatologia, meccanica e materiali (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le conoscenze di base in campo meccanico e dei materiali, nozioni di fisiopatologia, nonché le conoscenze della costituzione e del funzionamento dell'organismo umano.

  • B.1  Corso integrato di Tecnologia dei materiali
    Settore: I14A Scienza e tecnologia dei materiali
  • B.2  Corso integrato di Meccanica e sistemi meccanici
    Settore: I07X Meccanica applicata alle macchine
  • B.3  Corso integrato di Disegno assistito dal calcolatore
    Settore: I09X Disegno e metodi dell'ingegneria industriale
  • B.4  Corso integrato di Anatomia umana
    Settori: E09A Anatomia umana, E09E Istologia
  • B.5  Corso integrato di fisiologia generale e del movimento
    Settore: E06A Fisiologia umana
  • B.6  Corso integrato di Fisiopatologia e biocompatibilità
    Settori: F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • B.7  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere, in laboratori e in officine ortopediche (complessive 700 ore annue).

II° Anno - I° semestre

Area C - Elettrotecnica ed elettronica, misure e strumentazione, progettazione meccanica, malattie dell'apparato locomotore, medicina fisica e riabilitativa (crediti: 6.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le conoscenze di base in campo elettrico ed elettronico, apprendere i principi della progettazione meccanica, nonché nozioni elementari di gestione medica del disabile.

  • C.1  Corso integrato di Elementi di elettrotecnica, elettronica e di macchine elettriche
    Settori: I17X Elettrotecnica, I18X Convertitori, macchine ed azionamenti elettrici, K01X Elettronica
  • C.2  Corso integrato di Principi e metodologie della progettazione meccanica
    Settore: I08A Progettazione meccanica e costruzione di macchine
  • C.3  Corso integrato di Misure meccaniche e strumentazione
    Settori: I06X Misure meccaniche e termiche, I08B Meccanica sperimentale, I26A Bioingegneria meccanica
  • C.4  Corso integrato di Fisiopatologia neurologica dell' apparato locomotore
    Settori: F11B Neurologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore
  • C.5  Corso integrato di Medicina fisica e riabilitativa
    Settore: F16B Medicina fisica e riabilitativa
  • C.6  Attività di tirocinio pratico da svolgersi in strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere, in laboratori e in officine ortopediche (1.000 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area D - Tecnologie di lavorazione, diagnostica per immagini, chirurgia generale e specialistica, riabilitazione neuromotoria (crediti 5.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere conoscenze ed abilità tecniche per la prescrizione ed utilizzazione di organi artificiali, protesi e ortesi, compresa la loro lavorazione; lo studente deve essere in grado di rilevare e comprendere il significato delle alterazioni dei reperti fisici e funzionali dell'uomo.

  • D.1  Corso integrato di Tecnologie e sistemi di lavorazione
    Settore: I10X Tecnologie e sistemi di lavorazione
  • D.2  Corso integrato di Organi artificiali, protesi e ortesi e loro costruzione
    Settore: I26A Bioingegneria meccanica
  • D.3  Corso integrato di Diagnostica per immagini
    Settori: F18X Diagnostica per immagini e radioterapia, K06X Bioingegneria elettronica
  • D.4  Corso integrato di Chirurgia generale e specialistica
    Settori: F08A Chirurgia generale, F08B Chirurgia plastica, F12B Neurochirurgia
  • D.5  Corso integrato di Riabilitazione neuromotoria
    Settori: F06B Neuropatologia, F16B Medicina fisica e riabilitativa, M10A Psicologia
  • D.6  Attività di tirocinio pratico da svolgersi in strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere, in laboratori e in officine ortopediche (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° semestre

Area E - Biomeccanica, psicologia ed epidemiologia (crediti 4.0)

Obiettivi: lo studente deve approfondire l'aspetto biomeccanico del comportamento del tronco, degli arti superiore e inferiore e della loro protesizzazione; deve altresì conseguire nozioni di psicologia clinica e di statistica medica.

  • E.1  Corso integrato di Anatomo-fisiologia e biomeccanica del tronco
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, F11B Neurologia, I26A Bioingegneria meccanica
  • E.2  Corso integrato di Anatomo-fisiologia, biomeccanica e protesi dell' arto superiore
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, F16A Malattie dell'apparato locomotore, I26A Bioingegneria meccanica
  • E.3  Corso integrato di Anatomo-fisiologia, biomeccanica e protesi dell' arto inferiore
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, F16A Malattie dell'apparato locomotore, I26A Bioingegneria meccanica
  • E.4  Corso integrato di Psicologia, epidemiologia ed educazione sanitaria
    Settori: F01X Statistica medica, F22A Igiene generale ed applicata, M11E Psicologia clinica, Q05A Sociologia
  • E.5  Attività di tirocinio pratico da svolgersi in strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere, in laboratori e in officine ortopediche (1.300 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area F - Diritto, organizzazione aziendale, igiene, misurazione del piede e del passo (crediti 3.0)

Obiettivi: lo studente deve approfondire l'aspetto biomeccanico del comportamento del piede e le basi culturali e applicative per lo svolgimento della professione di tecnico ortopedico, arricchendole di elementi di economia e legislazione che lo preparino a svolgere anche funzioni gestionali.

  • F.1  Corso integrato di Elementi di diritto e di elementi di organizzazione aziendale
    Settori: I27X Ingegneria economico-gestionale, N10X Diritto amministrativo
  • F.2  Corso integrato di Anatomo-fisiologia e biomeccanica del piede
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, F16A Malattie dell'apparato locomotore, I26A Bioingegneria meccanica
  • F.3  Corso integrato di Misurazione del piede e del passo
    Settori: E06A Fisiologia umana, F16A Malattie dell'apparato locomotore, I06X Misure meccaniche e termiche, I26A Bioingegneria meccanica
  • F.4  Attività di tirocinio pratico da svolgersi in strutture sanitarie ospedaliere ed extraospedaliere, in laboratori e in officine ortopediche (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente, per accedere all'esame finale, deve aver compiuto in prima persona, in relazione alle competenze proprie del suo profilo (decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 665), sotto la guida di un tecnico ortopedico, le seguenti esperienze:

1) analisi della prescrizione medica;

2) lettura e comprensione degli esami clinici;

3) progettazione dell'apparecchio;

4) rilevamento delle misure mediante calco gessato negativo;

5) stilizzazione del modello positivo;

6) costruzione del presidio;

7) prove di congruenza sul paziente;

8) finizione, applicazione, consegna e addestramento all'uso.

Debbono inoltre essere seguite nel tirocinio le seguenti attività:

I° anno

Tirocinio con i seguenti vincoli minimi:

  • -  150 ore per almeno 10 casi di protesi per amputazione di arto superiore, inferiore, della mano e del piede;
  • -  100 ore per almeno 10 casi di ortesi di tronco (deformità e patologie vertebrali o cervicali);
  • -  100 ore per almeno 10 casi di ortesi di arto superiore e inferiore;
  • -  50 ore per almeno 10 casi di ortesi del piede (calzature ortopediche, plantari, ecc.)

II° anno

Tirocinio con i seguenti vincoli minimi:

  • -  250 ore per almeno 15 casi di protesi per amputazione di arto superiore, inferiore, della mano e del piede;
  • -  150 ore per almeno 15 casi di ortesi di tronco;
  • -  100 ore per almeno 15 casi di ortesi di arto superiore e inferiore;
  • -  100 ore per almeno 10 casi di ortesi del piede

III° anno

Tirocinio con i seguenti vincoli minimi:

  • -  300 ore per almeno 20 casi di protesi per amputazione di arto superiore, inferiore, della mano e del piede;
  • -  150 ore per almeno 15 casi di ortesi di tronco;
  • -  150 ore per almeno 15 casi di ortesi di arto superiore e inferiore;
  • -  100 ore per almeno 10 casi di ortesi del piede;
  • -  100 ore dedicate alla conoscenza e all' uso di ausilii per disabili, per almeno 20 casi (carrozzine, ausilii per deambulazione, sistemi di postura personalizzati e non, sistemi antidecubito, ausilii per stomizzati, ecc.).
16)

L'allegato 9 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 14 novembre 2000, n. 41.

ALLEGATO 10 (articolo 1, lettera h) 17)
CORSO DI DIPLOMA DI PODOLOGO

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma di podologo ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito nella legge 21 giugno 1995, n. 236, ed il rilascio del titolo di "Podologo".

(2) Il corso di diploma ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado di trattare direttamente, nel rispetto della normativa vigente, le patologie del piede, ai sensi del decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 666.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento.

È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, volte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10 per cento del monte ore complessivo.

L'attività didattica programmata è pari a 1.600 ore complessive; quella pratica è di 3.000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.

Il Consiglio del corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti, a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella tabella A.

Obiettivo didattico del corso è quello di far conseguire allo studente le basi per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e di quelli patologici e le basi di fisiopatologia necessarie a comprendere le principali patologie del piede e ad attuare in autonomia i trattamenti diretti di pertinenza del proprio profilo professionale, nonché su prescrizione medica, le medicazioni di lesioni superficiali ulcerative, ed a svolgere opera di educazione sanitaria in generale ed in soggetti a rischio di patologie posturali.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del corso di diploma: Settori: B01B Fisica, E06A Fisiologia umana, E07X Farmacologia E09A Anatomia umana, E13X Biologia applicata, F04A Patologia generale, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F07A Medicina interna, F07E Endocrinologia, F07H Reumatologia, F08A Chirurgia generale, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F17X Malattie cutanee e veneree, F19A Pediatria generale e specialistica, F22A Igiene generale e applicata, F22B Medicina legale, M11E Psicologia clinica.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è volto a far acquisire allo studente una adeguata preparazione professionale ed è specificato nella tabella B.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 7.0)

Obiettivo: fornire le cognizioni per la comprensione qualitativa e quantitativa dei fenomeni biologici e fisiologici; introdurre lo studente alla conoscenza delle nozioni di base delle cure e dell'assistenza secondo principi pedagogici.

  • A.1  Corso integrato di Fisica, statistica ed informatica
    Settori: B01B Fisica, F01X Statistica medica, K05B Informatica
  • A.2  Corso integrato di Biologia, chimica medica e biochimica
    Settori: E05A Biochimica, E13X Biologia applicata, F03X Genetica medica
  • A.3  Corso integrato di Anatomo-fisiologia
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, E09B Istologia
  • A.4  Corso integrato di Microbiologia clinica e patologia generale
    Settori: F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F04A Patologia generale
  • A.5  Corso integrato di Psicologia e pedagogia
    Settori: M09A Pedagogia generale, M11E Psicologia clinica
  • A.6  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Lingua inglese
  • A.7  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in servizi ospedalieri o idonee strutture convenzionate (700 ore nell' intero anno).

I° Anno - II° Semestre

Area B - Fisiopatologia generale e speciale podologica (crediti 7.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere i fondamenti della fisiopatologia umana integrati con le patologie del piede, ivi comprese quelle di origine vascolare, con riferimento anche a problemi d'interesse geriatrico.

  • B.1  Corso integrato di Fisiopatologia generale
    Settori: E06B Alimentazione e nutrizione umana, F04A Patologia generale, F04B Patologia clinica
  • B.2  Corso integrato di Fisiopatologia del piede
    Settori: E06A Fisiologia umana, E09A Anatomia umana, F04A Patologia generale
  • B.3  Corso integrato di Igiene, medicina preventiva ed educazione sanitaria
    Settori F07I Malattie infettive F22A Igiene generale e applicata
  • B.4  Corso integrato di Podologia speciale I
    Settori: F07A Medicina interna, F07C Malattie dell'apparato cardiovascolare, F07H Reumatologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore
  • B.5  Attività di tirocinio guidato da svolgersi in servizi ospedalieri o idonee strutture convenzionate (700 ore nell' intero anno).

II° Anno - I° semestre

Area C - Principi e metodologia di terapia podologica (crediti: 6.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire la capacità di programmare ed attuare gli interventi non cruenti sul piede (compresi quelli in età pediatrica) e sull'apparato ungueale.

  • C.1  Corso integrato di Podologia speciale II
    Settori: F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa, F19A Pediatria generale e specialistica
  • C.2  Corso integrato di Principi di farmacologia e anestesiologia
    Settore: E07X Farmacologia, F21X Anestesiologia
  • C.3  Corso integrato di Fisioterapia podologica
    Settori: F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa
  • C.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri o idonee strutture convenzionate, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.000 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area D - Metodi e tecniche degli interventi riabilitativi ed integrativi applicabili a situazioni cliniche (crediti 5.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le conoscenze teoriche e pratiche per poter intervenire nelle patologie complicate del piede, compreso l'apparato ungueale, nonché nelle situazioni d'urgenza; deve anche avere nozioni di biocompatibilità, comprese quelle sulle reazioni avverse tessutali e quelle sulla utilizzazione di materiali biocompatibili.

  • D.1  Corso integrato di Podologia speciale III
    Settori: F11B Neurologia, F16A Malattie dell'apparato locomotore, F16B Medicina fisica e riabilitativa
  • D.2  Corso integrato di Podologia d' urgenza
    Settore: F16A Malattie dell'apparato locomotore
  • D.3  Corso integrato di Materiali biocompatibili
    Settori: F04A Patologia generale, I26A Bioingegneria meccanica
  • D.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri o idonee strutture convenzionate, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° semestre

Area E - Area geriatrica e di sanità pubblica (crediti 4.0)

Obiettivi: lo studente deve acquisire le nozioni teoriche e quelle applicative relative ai problemi dell'invecchiamento fisiologico e patologico, con i connessi aspetti sociali e culturali.

  • E.1  Corso integrato di Geriatria e gerontologia
    Settore: F07A Medicina interna
  • E.2  Corso integrato di Dermatologia e patologia infettiva podologica
    Settore: F17X Malattie cutanee e veneree
  • E.3  Corso integrato di Organizzazione professionale, amministrazione sanitaria, economia sanitaria e principi del management in campo sanitario
    Settori: F22A Igiene generale e applicata, N10X Diritto amministrativo
  • E.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri o idonee strutture convenzionate, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno).

II° Semestre

Area H - Area di Medicina legale, medicina del lavoro e deontologia professionale (crediti 3.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire cognizioni sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali; deve acquisire le nozioni teoriche e applicative relative alle problematiche giuridiche ed organizzative delle strutture sanitarie, nonché le nozioni giuridiche, deontologiche ed etiche attinenti alla pratica professionale.

  • H.1  Corso integrato di Igiene e medicina preventiva del lavoro e assistenza agli handicaps
    Settori: F16B Medicina fisica e riabilitativa, F22C Medicina del lavoro
  • H.2  Corso integrato di Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica
    Settori: F22B Medicina legale, N10X Diritto amministrativo
  • H.3  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso servizi ospedalieri ed extraospedalieri o idonee strutture convenzionate, con progressiva assunzione di responsabilità professionale (1.300 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente, per accedere all'esame finale, deve aver compiuto in prima persona, secondo le competenze proprie del suo profilo professionale (decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 666), le seguenti esperienze ed attività:

  • -  aver definito in almeno 10 casi un programma di educazione sanitaria che comprende un' adeguata motivazione alla verifica della correttezza posturale podologica, di gruppi oppure a visite periodiche;
  • -  aver trattato almeno 10 soggetti in età pediatrica, 10 soggetti in età adulta, 10 soggetti in età geriatrica con vizi posturali podologici;
  • -  aver eseguito almeno 10 interventi su unghie ipertrofiche e 10 interventi su unghie incarnite;
  • -  aver eseguito almeno 40 interventi su callosità anche con trattamento ortesico;
  • -  aver collaborato, facendo parte dell' équipe diagnostico-terapeutica, alla diagnosi e prescrizione di casi di piede doloroso;
  • -  aver eseguito, con la supervisione di un istruttore podologico, la medicazione di ulcerazioni diabetiche;
  • -  aver frequentato a rotazione i seguenti reparti specialistici:
    • a)  reumatologia 30 ore
    • b)  geriatria 30 ore
    • c)  dermatologia 20 ore
    • d)  medicina fisica 30 ore
    • e)  ortopedia e traumatologia 40 ore
    • f)  60 ore in servizi di podologia ove esistenti
    • g)  30 ore in servizi o reparti di diabetologia
    • h)  pediatria 40 ore;
  • -  aver eseguito 20 trattamenti ortesici finalizzati alla terapia podologica a portatori di handicap congenito o acquisito;
  • -  aver eseguito 5 trattamenti incruenti per verruche plantari;
  • -  10 casi in età pediatrica con trattamento ortesico plantare;
  • -  10 casi in età pediatrica con trattamento ortesico digitale;
  • -  10 casi in età adulta e 10 in età geriatrica con trattamenti ortesici;
  • -  aver eseguito 20 esami baropodometrici.

I trattamenti sopra elencati devono essere documentati anche con referto fotografico.

17)

L'allegato 10 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 14 novembre 2000, n. 41.

ALLEGATO 11 (articolo 1, lettera r) 18)
CORSO DI DIPLOMA DI TECNICO SANITARIO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO

Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso

(1) Il corso di diploma di tecnico sanitario della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro ha durata di tre anni e si conclude con un esame finale con valore abilitante ai sensi dell'articolo 11/ter del decreto legge 21 aprile 1995, n. 120, convertito nella legge 21 giugno 1995, n. 236, e da diritto al rilascio del titolo di tecnico sanitario della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.

(2) Il corso ha lo scopo di preparare operatori sanitari in grado di risolvere tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene e di sanità pubblica veterinaria, ai sensi del decreto ministeriale n. 58 del 17 gennaio 1997.

Ordinamento didattico

(1) Il corso di diploma prevede attività didattiche e di tirocinio pari all'orario complessivo stabilito dalla normativa comunitaria ed è suddiviso in cicli convenzionali (semestri); le attività sono articolate in lezioni teoriche, studio clinico guidato, attività seminariali, esercitazioni, attività di tirocinio, attività tutoriale, attività di autoapprendimento, autovalutazione ed approfondimento.

È possibile organizzare all'interno del corso, a partire dal II° anno, percorsi didattici con finalità professionalizzanti elettive, volte a far acquisire esperienze in particolari settori della professione; tali percorsi non possono eccedere il 10% del monte ore complessivo.

L'attività didattica programmata è pari a 2200 ore complessive; quella pratica è di 3000 ore, delle quali non oltre 600 dedicate ad attività seminariali, e le rimanenti dedicate all'apprendimento individuale o di gruppo, mediante simulazioni, esercitazioni ed attività di tirocinio ordinario finalizzato all'applicazione delle conoscenze teoriche nei singoli settori.

Il Consiglio del corso può aumentare l'attività didattica programmata per ulteriori 200 ore, diminuendo in pari misura le ore dedicate ad attività seminariali.

(2) Le aree didattico-organizzative con gli obiettivi didattici, i corsi integrati ed i relativi settori scientifico-disciplinari e gli specifici crediti, a fianco di ciascuno indicati, sono riportati nella tabella A.

Obiettivo didattico del corso è quello di far acquisire allo studente i fondamenti strutturali e funzionali dei fenomeni biologici ed ambientali in genere, le basi di anatomia, fisiologia e patologia umana e delle altre principali forme di vita, i principali fattori fisici, chimici e biologici ambientali che sono alla base dei rapporti tra uomo e ambiente di vita e lavoro, i principi e le metodologie della prevenzione e l'organizzazione dei servizi che ne consentono l'attuazione, le principali tecnologie ed i criteri organizzativi nei settori produttivi e nei servizi, le nozioni essenziali della nutrizione e della prevenzione dei rischi per l'uomo che ne derivano, apprendere i principi fondamentali della normativa in materia che regola la tutela della salute nell'ambiente di vita e di lavoro per l'applicazione e per apprezzare i dati tecnici nell'esercizio della professione.

(3) Sono settori costitutivi non rinunciabili del corso di diploma: Settori: B01B Fisica, E05A Chimica e biochimica, E13X Biologia applicata, F05A Microbiologia e microbiologia clinica, F01X Statistica medica, E07X Farmacologia, E03A Ecologia, F22A Igiene generale ed applicata, F22C Medicina del lavoro, I15C Impianti chimici, P02D Organizzazione aziendale, N01X Diritto privato, N17X Diritto penale, N16X Diritto processuale penale, N09X Istituzioni di diritto pubblico e N10X Diritto amministrativo.

(4) Lo standard formativo pratico, comprensivo del tirocinio, è rivolto a far acquisire allo studente un'adeguata preparazione professione ed è specificato nella tabella B.

L'attività di tirocinio guidato è da effettuarsi presso laboratori universitari, strutture pubbliche o private dotate di attrezzature idonee. Una parte del tirocinio deve essere effettuata presso i servizi ispettivi dei Dipartimenti di prevenzione delle A.S.L., presidi multizonali di prevenzione, istituende ARPA/APPA o altre strutture simili.

TABELLA A
Obiettivi didattici, aree didattiche, piano di studio esemplificativo e relativi settori scientifico-disciplinari

I° Anno - I° Semestre

Area A - Propedeutica (crediti 5.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le basi per la comprensione dei fenomeni biologici e chimicofisici inerenti l'uomo e gli ecosistemi e avere conoscenza delle nozioni fondamentali del diritto.

  • A.1  Corso integrato di matematica e fisica
    Settori: A01D Matematiche complementari, B01B Fisica
  • A.2  Corso integrato di chimica e propedeutica biochimica
    Settori: C03X Chimica generale ed inorganica, C05X Chimica organica, E05A Biochimica, C11X Chimica dell'ambiente e dei beni culturali.
  • A.3  Corso integrato di biologia
    Settori: E13X Biologia applicata, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, E12X Microbiologia generale
  • A.4  Corso integrato di statistica e metodiche epidemiologiche
    Settori: F01X Statistica medica, F22A Igiene generale e applicata
  • A.5  Corso integrato di scienze giuridiche e legislazione sanitaria
    Settori: N01X Diritto privato (disposizioni sulla legge in generale: delle fonti del diritto, dell'applicazione della legge in generale), N09X Istituzioni di diritto pubblico, N14X Diritto internazionale (rif. diritto comunitario europeo), F22A Igiene generale e applicata (organizzazione e legislazione sanitaria)

Area B - Scienze umane (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve conoscere l'organizzazione strutturale e funzionale dell'organismo umano e delle principali altre forme di vita ed i meccanismi eziopatogenetici degli effetti e delle patologie indotte da agenti tossici.

  • B.1  Corso integrato di anatomia e fisiologia
    Settori: E09A Anatomia umana, E06A Fisiologia umana
  • B.2  Corso integrato di tossicologia e patologia
    Settori: E07X Farmacologia, F04A Patologia generale, F22C Medicina del lavoro
  • B.3  Corso integrato di scienze psicosociali
    Settori: M10A Psicologia generale, F22B Medicina legale
  • B.4  Corso di inglese scientifico
    Settore: L18C Linguistica inglese

I° Anno - II° Semestre

Area C - Scienze ambientali (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve conoscere i principali fattori fisici, chimici e biologici che sono alla base del rapporto tra uomo e ambiente ed apprendere e saper applicare i principi e le principali norme della legislazione sanitaria, di tutela ambientale e dell'organizzazione del lavoro.

  • C.1  Corso integrato di ecologia ed igiene ambientale
    Settori: E03A Ecologia, F22A Igiene generale e applicata, D02B Geologia applicata, H11X Disegno
  • C.2  Corso integrato di scienze giuridiche e legislazione sanitaria
    Settore: N09X Istituzioni di diritto pubblico, N10X Diritto amministrativo, F22A Igiene generale e applicata, N17X Diritto penale, N16X Diritto processuale penale, N07X Diritto del lavoro.

Area D - Tecniche di prelievo ed analisi (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere e dimostrare di saper applicare le metodologie fondamentali di prelievo, le prime analisi e valutazione dei principali parametri ed inquinanti ambientali, deve conoscere la normativa che regola le modalità di prelievo.

  • D.1  Corso integrato di tecniche di prelievo ed analisi fisiche e chimiche
    Settori: B01B Fisica, C01A Chimica analitica, C03X Chimica generale ed inorganica, C05X Chimica organica, I05B Fisica tecnica ambientale, F22A Igiene generale e applicata (legislazione cogente sulle modalità di prelievo)
  • D.2  Corso integrato di tecniche di prelievo ed analisi biologiche
    Settori: E12X Microbiologia generale, F05X Microbiologia e microbiologia clinica, F22A Igiene generale e applicata (legislazione cogente sulle modalità di prelievo di matrici alimentari ed ambientali destinate alle analisi microbiologiche)
  • D.3  Corso integrato di informatica
    Settori: K05B Informatica, K05A Sistemi di elaborazione delle informazioni
  • D.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori, strutture pubbliche o private dotate di attrezzature idonee. Una parte del tirocinio deve essere effettuata presso i servizi ispettivi dei dipartimenti di prevenzione delle A.S.L. convenzionate, presidi multizonali di prevenzione, istituende ARPA/APPA o altre strutture simili (1000 ore nell' intero anno).

II° Anno - I° Semestre

Area E - Sanità pubblica (crediti 4.0)

Obiettivi: lo studente deve apprendere e dimostrare di saper applicare i principi e le metodologie della prevenzione umana e l'organizzazione dei servizi che ne consentono l'attuazione.

  • E.1  Corso integrato di igiene e sanità pubblica
    Settore: F22A Igiene generale ed applicata
  • E.2  Corso integrato di igiene applicata
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F22A Igiene generale ed applicata (legislazione ambientale).

Area F - Scienze psicosociali, tecnologia e organizzazione del lavoro (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere e dimostrare di saper applicare i principi teorici ed applicativi delle scienze psicosociali applicate ai settori produttivi e dei servizi, le principali tecnologie ed i criteri organizzativi utilizzati nei settori produttivi e nei servizi.

  • F.1  Corso integrato di psicologia e sociologia del lavoro
    Settori: M11B Psicologia sociale, M11C Psicologia del lavoro ed applicata, Q05C Sociologia dei processi economici e del lavoro, F22C Medicina del lavoro
  • F.2  Corso integrato di tecnologia del lavoro
    Settori: F22C Medicina del lavoro, I15E Chimica industriale e tecnologia
  • F.3  Corso integrato di organizzazione del lavoro
    Settori: P02D Organizzazione aziendale, M11C Psicologia del lavoro e applicata.

II° Anno - II° Semestre

Area G - Igiene degli alimenti e della nutrizione (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire le nozioni essenziali della nutrizione umana e dei rischi ad essa connessi. Deve apprendere e dimostrare di saper applicare le tecniche di sorveglianza igienica degli alimenti nelle loro diverse fasi di produzione, conservazione, trasporto, commercio e consumo e deve conoscere la legislazione in materia.

  • G.1  Corso integrato di igiene degli alimenti e della nutrizione
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, V31B Ispezione degli alimenti di origine animale, C01B Merceologia
  • G.2  Corso integrato di tecnologie analitiche e produttive
    Settori: C09X Chimica bromatologica, G08B Microbiologia agroalimentare ed ambientale, G08A Scienza e tecnologia dei prodotti agroalimentari
  • G.3  Corso integrato di legislazione sugli alimenti
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata (normativa igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande - Normativa generale e speciale), F22A Igiene generale ed applicata (controllo ufficiale ed autocontrollo sull'igiene degli alimenti: coordinamento e sanzioni).

Area H: Prevenzione sanitaria delle malattie professionali ed ambientali (crediti 4.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire la conoscenza dei principali fattori di rischio fisico, chimico e biologico presenti negli ambienti di lavoro. Deve apprendere e mostrare di sapere interpretare il significato dei principali indicatori biologici di esposizione, suscettibilità ed effetto. Deve conoscere la legislazione in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.

  • H.1  Corso integrato di igiene industriale
    Settore: F22C Medicina del lavoro
  • H.2  Corso integrato di tossicologia industriale ed ambientale
    Settori: F22C Medicina del lavoro, E03A Ecologia, C08X Farmaceutico tecnologico applicativo (controllo dei prodotti cosmetici)
  • H.3  Corso integrato di medicina del lavoro e deontologia professionale e legislazione igiene e sicurezza del lavoro
    Settori: F22C Medicina del lavoro, F22B Medicina legale, F22C Medicina del lavoro (legislazione igiene e sicurezza del lavoro)
  • H.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori, strutture pubbliche o private dotate di attrezzature idonee. Una parte del tirocinio deve essere effettuata presso i servizi ispettivi dei dipartimenti di prevenzione delle A.S.L., presidi multizonali di prevenzione, istituende ARPA/APPA o altre strutture simili (1000 ore nell' intero anno).

III° Anno - I° Semestre

Area I - Igiene ambientale e del territorio (crediti 6.0)

Obiettivo: lo studente deve acquisire la conoscenza dell'ambiente naturale di vita nelle sue principali componenti, dei fattori di rischio in esso presenti, delle tecniche e della normativa che regolano la tutela ed il controllo.

  • I.1  Corso integrato di igiene ambientale e del territorio
    Settori: F22A Igiene generale ed applicata, F22C Medicina del lavoro, F22A Igiene generale ed applicata (legislazione ambientale), F22C Medicina del lavoro (legislazione igiene e sicurezza del lavoro)
  • I.2  Corso integrato di tecniche di tutela ambientale
    Settori: H02X Ingegneria sanitaria ambientale, C11X Chimica dell'ambiente e dei beni culturali.

III° Anno - II° Semestre

Area L: Prevenzione tecnica e sicurezza sul lavoro (crediti 6.0)

Obiettivo: lo studente deve apprendere le principali tecniche di prevenzione sanitaria e degli infortuni nell'industria, nell'agricoltura e nei servizi, e dimostrare di saper applicare i più comuni interventi di bonifica ambientale. Deve conoscere la normativa che ne regola la tutela ed il controllo.

  • L.1  Corso integrato di prevenzione tecnica
    Settori: I11X Impianti industriali meccanici, H02X Ingegneria sanitaria ambientale, I15E Chimica industriale e tecnologica
  • L.2  Corso integrato di prevenzione e sicurezza sul lavoro
    Settori: F22C Medicina del lavoro, I15E Chimica industriale e tecnologica, I15C Impianti chimici, F22C Medicina del lavoro (legislazione igiene e sicurezza del lavoro)
  • L.3  Corso integrato di informatica e gestione dei risultati
    Settori: F01X Statistica medica, K05A Sistemi di elaborazione delle informazioni
  • L.4  Attività di tirocinio guidato da effettuarsi presso laboratori, strutture pubbliche o private dotate di attrezzature idonee. Una parte del tirocinio deve essere effettuata presso i servizi ispettivi dei dipartimenti di prevenzione delle A.S.L., presidi multizonali di prevenzione, istituende ARPA/APPA o altre strutture simili (1000 ore nell' intero anno).

TABELLA B
Standard formativo pratico e di tirocinio

(1) Lo studente per accedere all'esame finale deve aver compiuto, con autonomia tecnicoprofessionale nell'ambito delle proprie competenze (decreto ministeriale n. 58 del 17 gennaio 1997) e con il continuo monitoraggio del tutore, le seguenti esperienze ed attività nella misura minima sottoindicata:

  • -  50 procedure preanalitiche (campionamento e preparazione campioni di analisi) di matrici ambientali (aria, acqua, suolo);
  • -  50 procedure di prelevamento, conservazione e trasporto di campioni biologici e alimentari;
  • -  100 procedure analitiche di campioni ambientali (acqua, aria, suolo, rifiuti liquidi e solidi) sia in automatico che manuale con l' impiego di diverse apparecchiature di laboratorio;
  • -  100 procedure analitiche sia chimicofisiche che microbiologiche di campioni biologici ed alimentari;
  • -  20 procedure in materia di controllo, sorveglianza ed individuazione dei punti critici nei processi di produzione, trasformazione, commercio ed utilizzazione di alimenti e bevande;
  • -  50 rilevamenti e valutazioni degli indici microclimatici e di benessere negli ambienti di lavoro confinati;
  • -  100 rilevamenti ed analisi di fattori e/o composti chimici, fisici e biologici in ambienti di lavoro confinati e non;
  • -  100 pareri su quesiti relativi all' applicazione della normativa vigente su: alimenti e bevande; questioni ambientali e d'igiene e sicurezza sul lavoro;
  • -  partecipazione a sopralluoghi ed accertamenti presso impianti di approvvigionamento idrico, di trattamento delle acque per consumo umano, di trattamento dei reflui urbani ed industriali;
  • -  partecipazione a sopralluoghi ed ispezioni in ambienti di lavoro di diversi insediamenti industriali, artigianali e commerciali;
  • -  partecipazione a sopralluoghi ed ispezioni presso stabilimenti produttivi ed esercizi commerciali nel settore alimentare.
18)

L'allegato 11 è stato aggiunto dall'art. 1 del D.P.G.P. 14 novembre 2000, n. 41.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionA Ordinamento della formazione professionale
ActionActionB Formazione nel settore sanitario
ActionActiona) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 21 settembre 1978, n. 17
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 22 dicembre 1978, n. 28
ActionActionc) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 4 settembre 1979, n. 36
ActionActiond) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 16 marzo 1981, n. 8
ActionActione) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 20 ottobre 1986, n. 21
ActionActionf) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 ottobre 1986, n. 22
ActionActiong) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 9 marzo 1989, n. 5
ActionActionh) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 17 giugno 1992, n. 22
ActionActioni) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 4 marzo 1993, n. 8
ActionActionj) Legge provinciale 26 ottobre 1993, n. 18
ActionActionk) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 4 dicembre 1996, n. 47
ActionActionArt. 1 (Finalità, organizzazione, requisiti d'accesso)
ActionActionArt. 2 (Organizzazione didattica - verifiche di profitto - esame finale)
ActionActionArt. 3 (Ordinamenti tabellari)
ActionActionArt. 4 (Disposizioni transitorie)
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER INFERMIERE
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER TECNICO SANITARIO DI LABORATORIO BIOMEDICO
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER OSTETRICO/A
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER FISIOTERAPISTI
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER DIETISTI
ActionActionCORSO DI DIPLOMA PER LOGOPEDISTI
ActionActionCORSO DI DIPLOMA DI IGIENISTA DENTALE
ActionActionCORSO DI DIPLOMA DI TECNICO ORTOPEDICO
ActionActionCORSO DI DIPLOMA DI PODOLOGO
ActionActionCORSO DI DIPLOMA DI TECNICO SANITARIO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO
ActionActionl) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 7 luglio 1999, n. 37
ActionActionm) Legge provinciale 15 novembre 2002, n. 14
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 20 ottobre 2003, n. 46
ActionActiono) Decreto del Presidente della Provincia 7 gennaio 2008, n. 4 —
ActionActionC Corsi di diploma nel settore sociale
ActionActionD Riconoscimento delle qualifiche professionali
ActionActionE Provvidenze per la formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico