In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 2921 del 03.09.2007
Delibera per il Consorzio dell'osservatorio ambientale e per la sicurezza del lavoro per i lavori afferenti il cunicolo Pilota per la Galleria di Base del Brennerto

STATUTO

 

del

 

CONSORZIO

OSSERVATORIO AMBIENTALE E PER LA SICUREZZA DEL LAVORO PER I LAVORI AFFERENTI IL CUNICOLO PILOTA PER LA GALLERIA DI BASE DEL BRENNERO

 
 

Articolo 1

Costituzione

 

Tra

BBT SE

e la

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

 

è costituito il Consorzio denominato

 

OSSERVATORIO AMBIENTALE E PER LA SICUREZZA DEL LAVORO PER I LAVORI AFFERENTI IL CUNICOLO PILOTA PER LA GALLERIA DI BASE DEL BRENNERO”

 

in breve denominato

 

“CONSORZIO AMBIENTE E SICUREZZA”

 
Esso è retto dal presente statuto e dalle vigenti norme di legge in materia.
 

Articolo 2

Sede

Il Consorzio ha sede in
Comune di Fortezza
Piazza Municipio n. 1
39045 Fortezza (BZ)
 

Articolo 3

Carattere del Consorzio

Il Consorzio ha carattere volontario e non ha scopi di lucro.
I consorziati sono tenuti ad un comportamento corretto collaborativo sia nelle relazioni interne con gli altri consorziati che con terzi nonché all'accettazione delle norme del presente statuto.
 

Articolo 4

Durata

La durata del Consorzio è stabilita sino al 31.12.2030 e potrà essere prorogata nei modi e termini di legge.
 

Articolo 5

Premessa

In data 26/03/2007 è stato istituito l'Osservatorio Ambientale e per la Sicurezza del Lavoro per la gestione e la misurazione dello stato ambientale del territorio interessato dalla realizzazione del cunicolo esplorativo propedeutico alla realizzazione del tunnel ferroviario del Brennero - lato italiano.
A detto Osservatorio competono inoltre il controllo e la vigilanza sugli impatti ambientali legati alla realizzazione dell'opera summenzionata, nonché la vigilanza sul rispetto delle disposizioni riguardanti la tutela della sicurezza e dell'igiene sui luoghi di lavoro nei cantieri allestiti per la realizzazione dell'opera stessa.
 

Articolo 6

Oggetto

Il Consorzio è finalizzato al supporto operativo, dal punto di vista finanziario, contabile ed amministrativo, delle attività dell'Osservatorio ed è a servizio del Comitato di Gestione dell'Osservatorio stesso.
Il Consorzio deve mettere in atto le disposizioni e le direttive impartite dal Comitato di Gestione del Osservatorio Ambientale e per la Sicurezza del Lavoro e deve ottemperare alle deliberazione emesse dall'Osservatorio stesso.
 

Articolo 7

Fondo consortile

Il fondo consortile iniziale è di Euro 400.000,00 ed è sottoscritto come segue:

Euro 200.000,00. pari al 50.% del fondo consortile, da Provincia Autonoma di Bolzano;(aggiungere dati fiscali)

Euro 200.000,00 pari al 50.% del fondo consortile, da Galleria di Base del Brennero BBT SE.

L'assemblea potrà deliberare contributi periodici o straordinari al fondo consortile, dovuti da tutti i consorziati, qualora il fondo divenga insufficiente per la realizzazione degli scopi previsti nel presente statuto.
Possono confluire al fondo contributi di altri enti, inclusi quelli componenti e partecipanti all'Osservatorio Ambientale e per la Sicurezza del Lavoro in particolare in relazione a progetti specifici deliberati dal Comitato di Gestione dell'Osservatorio.
 

Articolo 8

Organi

Gli organi del Consorzio sono:

1.     l'Assemblea dei Consorziati è composta da 4 membri;

2.     l'Amministratore Unico

 

Articolo 9

Assemblea

Tutti i consorziati sono rappresentati in Assemblea.
Ogni consorziato ha diritto ad un voto per ogni Euro di quota, equamente divisi fra i due rappresentanti di ogni consorziato.
Per quanto non disciplinato dal presente articolo, all'assemblea si applicano, per quanto compatibili, le norme del Codice Civile che disciplinano l'assemblea delle società per azioni.
 
All'assemblea spettano i seguenti compiti:
in sede ordinaria:

a)     deliberare la nomina dell'Amministratore Unico;

b)     deliberare su ogni argomento sottoposto alla sua approvazione dall'Amministratore Unico e che sia stato approvato del Comitato di Gestione dell'Osservatorio, ivi compreso il bilancio consuntivo;

in sede straordinaria:

c)     deliberare sullo scioglimento del Consorzio

d)     deliberare sulle proposte di modifica dello statuto

e)     deliberare sull'ammissione di nuovi consorziati e sull'esclusione.

 

Articolo 10

L'Amministratore Unico

L'assemblea nomina l'Amministratore Unico individuandolo all'interno dei suoi membri.

L'Assemblea si riunisce almeno due volte l'anno, per l'approvazione del bilancio e l'esame della gestione del Consorzio.
 
Qualora nessun candidato ottenga la maggioranza assoluta dei voti, si deve procedere ad un ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto più voti.

L'Amministratore Unico dura in carica tre anni ed è rieleggibile.

L'Amministratore Unico presiede il Consorzio e l'assemblea e rappresenta il Consorzio nei confronti dei terzi e nei confronti dell'Osservatorio; convoca le riunioni dell'assemblea e ne dirige i lavori, vigila sull'attività e assicura l'esecuzione delle delibere dell'assemblea.
Qualora l'Amministratore Unico receda durante il periodo della carica o venga a cessare dalla carica, l'assemblea procede immediatamente alla sostituzione. Eventuali dimissioni sono presentate all'assemblea ed hanno effetto dalla data di accettazione.
 

Articolo 11

Struttura organizzativa

Il Consorzio potrà dotarsi di una struttura organizzativa al fine di gestire tutte le attività del Consorzio stessole attività dell'Osservatorio, la cui gestione amministrativa spetta al Consorzio come per esempio la segereteria dell'Osservatorio.
 

Articolo 12

Anno finanziario e bilancio

L'anno finanziario ha inizio con il 1 gennaio e termina con il 31 dicembre di ogni anno. Alla fine di ogni anno finanziario l'Amministratore Unico redige il bilancio consuntivo dell'anno trascorso e lo sottopone all'esame dell'assemblea.
 

Articolo 13

Scioglimento

Il Consorzio si scioglie per le cause previste dall'art. 2611 del Codice Civile o su volontà del Comitato di Gestione dell'Osservatorio.

In caso di scioglimento l'Assemblea nominerà un Liquidatore determinandone i poteri.

Le attività residuate dopo l'estinzione di tutte le passività saranno divise tra i consorziati in proporzione alle rispettive quote di partecipazione al fondo consortile.
 

Articolo 14

Clausola arbitrale

Le controversie tra gli organi del Consorzio e il Consorzio stesso oppure tra i singoli consorziati concernenti l'interpretazione o l'applicazione dello statuto, delle deliberazioni della assemblea o del comitato di gestione dell'Osservatorio e comunque tutte le controversie riguardanti il Consorzio, anche quando una delle parti non faccia parte dello stesso, vengono sottoposte al giudizio di una commissione d'arbitrato.
Tale commissione d'arbitrato è composta da tre giudici arbitrali eletti dall'assemblea. Essi eleggono tra loro un presidente.
La commissione d'arbitrato decide secondo criteri di giustizia ed equità e le sue decisioni sono vincolanti e incontestabili.
 

Articolo 15

Obbligo di segretezza

I membri del Consorzio devono mantenere la riservatezza con riferimento a tutte le notizie di cui vengono a conoscenza, in particolare, questioni di carattere aziendale, segreti aziendali, negozi e operazioni aziendali.
 

Articolo 16

Norme sull'uso delle lingue

Tutte le dichiarazioni e i verbali del Consorzio devono essere obbligatoriamente redatti sia in lingua italiana che in lingua tedesca.
 

Articolo 17

Rinvio

Per tutto quanto non è previsto dal presente statuto si fa rinvio alle norme di legge ed ai principi generali del Codice Civile in materia di consorzi.
indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction Delibera N. 294 del 05.02.2007
ActionAction Delibera N. 298 del 05.02.2007
ActionAction Delibera N. 433 del 12.02.2007
ActionAction Delibera N. 466 del 19.02.2007
ActionAction Delibera N. 728 del 12.03.2007
ActionAction Delibera N. 921 del 19.03.2007
ActionAction Delibera N. 953 del 26.03.2007
ActionAction Delibera N. 1021 del 26.03.2007
ActionAction Delibera N. 1459 del 02.05.2007
ActionAction Delibera N. 1482 del 07.05.2007
ActionAction Delibera N. 1494 del 07.05.2007
ActionAction Delibera N. 1737 del 29.05.2007
ActionAction Delibera N. 1996 del 11.06.2007
ActionAction Delibera 11 giugno 2007, n. 1998
ActionAction Delibera N. 2181 del 25.06.2007
ActionAction Delibera N. 2273 del 02.07.2007
ActionAction Delibera N. 2309 del 09.07.2007
ActionAction Delibera N. 2326 del 09.07.2007
ActionAction Delibera N. 2596 del 30.07.2007
ActionAction Delibera N. 2849 del 27.08.2007
ActionAction Delibera N. 2921 del 03.09.2007
ActionAction Delibera N. 2923 del 03.09.2007
ActionAction Delibera N. 3022 del 10.09.2007
ActionAction Delibera N. 3025 del 10.09.2007
ActionAction Delibera N. 3247 del 01.10.2007
ActionAction Delibera N. 3315 del 08.10.2007
ActionAction Delibera N. 3406 del 08.10.2007
ActionAction Delibera N. 3538 del 22.10.2007
ActionAction Delibera N. 3857 del 19.11.2007
ActionAction Delibera N. 3963 del 26.11.2007
ActionAction Delibera N. 4008 del 26.11.2007
ActionAction Delibera 3 dicembre 2007, n. 4120
ActionAction Delibera N. 4150 del 03.12.2007
ActionAction Delibera N. 4415 del 17.12.2007
ActionAction Delibera N. 4483 del 17.12.2007
ActionAction Delibera 28 dicembre 2007, n. 4546
ActionAction Delibera N. 4568 del 28.12.2007
ActionAction Delibera N. 4618 del 28.12.2007
ActionAction Delibera N. 4739 del 28.12.2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico