In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 3213 del 09.09.2002
Criteri e modalità per l’assegnazione di un rimborso una tantum al personale insegnante delle scuole professionali provinciali per l’acquisto di hardware e software ai sensi del articolo 8 comma 5 della legge provinciale del 12 novembre 1992, n. 40, in vigore

Allegato

Criteri e modalità per la concessione di un rimborso spese una tantum per l’acquisto di hardware e software per il personale insegnante delle scuole professionali provinciali, ai sensi dell’articolo 5 della legge provinciale 28 dicembre 2001, n.19.

 

Articolo 1

Ambito di applicazione

1.La concessione di un rimborso una tantum al personale insegnante delle scuole professionali provinciali per l'acquisto di attrezzature hardware e software ha lo scopo di incentivare l'introduzione delle nuove tecnologie nell'attività didattica, nella programmazione e nell'attività amministrativa ed è parte integrante del piano di sviluppo delle nuove tecnologie volto anche a favorire l’innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche.

 

2.La possibilità di fruire del rimborso di cui al comma 1 è prevista per una durata di tre anni.

 

3.Con l’iniziativa di cui al comma 1, si intendono raggiungere i seguenti obiettivi:

utilizzo competente delle nuove tecnologie nell’attività didattica,

attivazione di progetti didattici "on-line",

 

4.Il rimborso ammonta al 40% delle spese ammesse. Tale agevolazione non può superare comunque i 520,00 €.

 

Articolo 2

Finanziamento

1.Per l'acquisto di attrezzature hardware e software è previsto solo un rimborso spese.

 

3.Il rimborso spese è relativo agli acquisti di attrezzature hardware e software effettuati dal richiedente o dalla richiedente prima della presentazione della richiesta e non anteriormente al 9 gennaio 2002.

 

Articolo 3

Aventi diritto

1.Hanno diritto a richiedere il rimborso :

personale insegnante delle scuole professionali provinciali in servizio con contratto a tempo indeterminato;

personale insegnante incaricato inserito nelle graduatorie e che al suo attivo abbia più di tre anni di insegnamento con almeno 180 gironi di servizio per anno scolastico;

 

2.Il richiedente o la richiedente consegna unitamente alla domanda una dichiarazione con la quale si impegna ad usare le nuove tecnologie nel contesto della propria attività di insegnamento e a tenersi adeguatamente aggiornato.

 

Articolo 4

Spese ammissibili

1.Sono ammesse al rimborso ai sensi dell’art. 2 le spese per l’acquisto delle attrezzature hardware e software previste all’allegato 1.

 

Articolo 5

Modalità per la richiesta e

entità del rimborso

1.La domanda, redatta sulla base del modello allegato e sottoscritta dal richiedente o dalla richiedente, deve essere inoltrata, a cura dell’interessato o dell’interessata, alla rispettiva ripartizione alla formazione professionale che provvederà al controllo e all’evasione della stessa.

 

Articolo 6

Priorità nella concessione dei rimborsi

1. La precedenza nell’erogazione dei rimborsi avverrà sulla base dei titoli dimostrabili, elencati nell’allegato 2).

Quale ulteriore graduatoria, verrà presa in considerazione la data di consegna della domanda.

Nel caso in cui i mezzi del relativo anno finanziario non fossero sufficienti all’evasione di tutte le richieste e le domande fossero inoltrate per la medesima data, dovrà essere predisposta una graduatoria sulla base dei seguenti:

precedenza in base alla funzione:

personale insegnante in servizio con contratto a tempo indeterminato

Personale insegnante inserito nelle graduatorie e che al suo attivo abbia più di tre anni di insegnamento con almeno 180 gironi di servizio per anno scolastico;

 

2.Le domande che per mancanza di disponibilità finanziaria non vengono prese in considerazione entro l’anno, rimangono valide anche per l’anno successivo.

 

3.La concessione dei rimborso è approvata con decreto del direttore di ripartizione competente.

 

Articolo 7

Liquidazione

1.La liquidazione del rimborso è effettuata dopo la sua approvazione in un’unica soluzione in base alla documentazione di spesa in originale dell’acquisto.

 

2. Tutti i documenti di spesa dovranno essere conformi alle vigenti disposizioni di legge, regolarmente quietanzati, intestati al beneficiario o alla beneficiaria.

 

3. Dalla documentazione di spesa deve essere riconoscibile la tipologia di hardware o software acquistato. Se sulla stessa documentazione sono indicate anche altre attrezzature, si prenderanno in considerazione solo gli importi relativi agli articoli ammessi a finanziamento.

 

Articolo 8

Controlli successivi

1.Ai sensi del comma 3, articolo 2 della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, l’ufficio competente può effettuare controlli a campione in misura di almeno 6% delle domande approvate.

 

2.I controlli a campione vengono di regola effettuati da esperti interni.

 

3.Entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello della liquidazione del rimborso, le domande da sottoporre a controllo vengono estratte a sorte.

 

4.Il sorteggio verrà effettuato da una commissione composta dal direttore di ripartizione, e da due impiegati della ripartizione di cui uno in qualità di segretario.

 

5.Nei controlli verranno esaminati le autocertificazioni presentate dal richiedente o dalla richiedente e se le spese per le quali è stato il rimborso sono state effettivamente effettuate.

 

6.Oltre alla verifica delle domande e delle dichiarazioni verrà effettuata una rilevazione ed una valutazione sull'impiego delle nuove tecnologie.

 
 

Allegato 1

ELENCO DELLE ATTREZZATURE HARD- SOFTWARE

L’importo totale può derivare dalla somma di più fatture, emesse da fonti differenti (sia nazionali che estere), anche di date diverse (comunque non antecedenti al termine fissato). Nelle fatture devono essere chiaramente indicate le singole voci relative all’Hardware e/o Software acquistato. Nelle fatture possono essere indicate anche voci non comprese nell’elenco di seguito riportato; verranno tuttavia conteggiati solo gli importi degli articoli autorizzati.

 

HARDWARE

Personal Computer sia come postazione fissa che come attrezzatura portatile (Notebook, Laptop), escluse le consolle di gioco;

qualsiasi tipo di periferica collegabile al PC: monitor, stampanti e scanner;

periferiche per l’input dati: tastiere, mouse, tavolette grafiche;

lettori e/o masterizzatori di CD e DVD, escluse le apparecchiature stand-alone esterne per la riproduzione e/o masterizzazione;

memorizzazione dati - espansioni di memoria, dischi rigidi interni o esterni, schede di espansione - espansioni interne o esterne:

ogni tipo di interfaccia o cavo per il collegamento di periferiche o hardware per la trasmissione dati: SCSI, USB, Firewire, schede di rete, modem, adattatori ISDN o xDSL.

 

SOFTWARE

Ogni tipo di software standard sia su CD che DVD, esclusi videogame, come

pacchetti Office;

produzioni multimediali nonché qualsiasi software didattico su CD e DVD.;

 

Allegato 2

Titoli di precedenza

A

Corsi di specializzazione o masters sull’uso didattico delle nuove tecnologie o sulla multimedialità, organizzati dall’Università, anche se frequentati on line, purché sia stato conseguito il diploma finale.

B

Corsi di formazione sull’uso delle nuove tecnologie didattiche, della durata di almeno 100 ore annue, che prevedano una certificazione finale;

oppure corso ”Procopius” sulla cooperazione educativa in rete.

Viene solo riconosciuto se è stato frequentato almeno il 75% del corso.

C

Corso INTEL frequentato con successo (40 ore).

Corso di alfabetizzazione organizzati dalla Sovrintendenza (40 ore).

Partecipazione positiva alla serie di corsi (40 ore) per coordinatori e responsabili dell’informatica nelle scuole ladine.

D

Certificato ECDL (oppure equivalenti), almeno tre moduli

E

Certificazioni Microsoft oppure certificazioni tecniche equivalenti

F

Promozione e coordinamento di progetti con le nuove tecnologie didattiche realizzati con gli studenti che abbiano ottenuto riconoscimenti provinciali, nazionali o internazionali in concorsi; di almeno 3 progetti

G

Attività di relatore in corsi di formazione o aggiornamento per insegnanti nell’ambito delle nuove tecnologie didattiche per almeno 10 ore

H

Collaborazione in gruppi di lavoro per le nuove tecnologie didattiche nelle scuole, per l’allestimento e l’aggiornamento delle pagine web della scuola o collaborazione in gruppi di lavoro nuove tecnologie didattiche presso l’Intendenza o l’Istituto pedagogico; per almeno un anno

I

Attività di referente per le nuove tecnologie didattiche nella Istituzione scolastica per almeno un anno

J

Comando con esonero totale o parziale dall’insegnamento per o utilizzo su progetto inerente alle nuove tecnologie nella didattica, anche ad orario parziale, per almeno un anno

K

Insegnante di materie comprendenti utilizzo delle nuove tecnologie come parte integrante nella prassi didattica disciplinare, perché previsto dallo specifico curricolo disciplinare

L

uso regolare delle nuove tecnologie didattiche nell’insegnamento didattica o in progetti per almeno due anni


Domanda ....omissis....

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction Delibera N. 120 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 131 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 717 del 04.03.2002
ActionAction Delibera N. 747 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 799 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 853 del 18.03.2002
ActionAction Delibera N. 1111 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1134 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1136 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1270 del 15.04.2002
ActionAction Delibera N. 1857 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1862 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1863 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 2053 del 10.06.2002
ActionAction Delibera N. 2197 del 17.06.2002
ActionAction Delibera N. 2303 del 24.06.2002
ActionAction Delibera N. 2399 del 08.07.2002
ActionAction Delibera 8 luglio 2002, n. 2403
ActionAction Delibera N. 2637 del 22.07.2002
ActionAction Delibera 29 luglio 2002, n. 2732
ActionAction Delibera N. 2836 del 13.08.2002
ActionAction Delibera N. 3013 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3055 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3213 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3257 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3268 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3283 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3296 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3260 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3655 del 14.10.2002
ActionAction Delibera N. 3767 del 21.10.2002
ActionAction Delibera N. 4006 del 04.11.2002
ActionAction Delibera N. 4020 del 04.11.2002
ActionAction Delibera Nr. 4202 vom 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4224 del 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4326 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4332 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4396 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4511 del 02.12.2002
ActionAction Delibera 9 dicembre 2002, n. 4567
ActionAction Delibera N. 4790 del 16.12.2002
ActionAction Delibera N. 4591 del 09.12.2002
ActionAction Delibera N. 4892 del 23.12.2002
ActionAction Delibera N. 4923 del 23.12.2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico