In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) Legge provinciale 17 febbraio 2000, n. 61)
Modifiche alla legge provinciale 6 dicembre 1983, n. 48, 2) concernente "programmi, orari di insegnamento e prove di esame per la scuola media della provincia di Bolzano" ed altre disposizioni in materia di ordinamento scolastico

1)
Pubblicata nel Suppl. n. 1 al B.U. 29 febbraio 2000, n. 9.
2)
Abrogata dall'art. 26, comma 2, lettera b), della L.P. 16 luglio 2008, n. 5.

Art. 1 (Modifiche agli allegati della legge provinciale 6 dicembre 1983, n. 48,2) concernente "Programmi, orari di insegnamento e prove di esame per la scuola media della provincia di Bolzano")

(1) L'allegato A dell'articolo 1, comma 1, della legge provinciale 6 dicembre 1983, n. 48,2) è integrato con il programma di insegnamento per la materia inglese di cui all'allegato 1.

(2) L'allegato C dell'articolo 1, comma 1, della legge provinciale 6 dicembre 1983, n. 48,2) è integrato con il programma di esame per la materia inglese di cui all'allegato 2.

(3) L'allegato F dell'articolo 1, comma 1, della legge provinciale 6 dicembre 1983, n. 48,2) è sostituito con l'orario settimanale delle lezioni di cui al nuovo allegato F.

(4) Le modifiche di cui ai commi 1, 2 e 3 vengono applicate facoltativamente nell'anno scolastico 1999/2000 ed obbligatoriamente dall'anno scolastico 2000/2001.

2)
Abrogata dall'art. 26, comma 2, lettera b), della L.P. 16 luglio 2008, n. 5.

Art. 2 (Stato giuridico del personale ispettivo, direttivo e docente)

(1) Ai fini della realizzazione del principio dell'insegnamento nella madrelingua di cui all'articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1972, n. 670, per l'accesso ai ruoli provinciali del personale ispettivo, direttivo e docente della scuola in lingua tedesca e della scuola in lingua italiana, ad eccezione dei ruoli per l'insegnamento della seconda lingua, è richiesta l'abilitazione nella lingua di insegnamento della rispettiva scuola. Il personale che non sia in possesso dell'abilitazione conseguita nella lingua di insegnamento della rispettiva scuola, deve superare un apposito esame sulla conoscenza della rispettiva lingua di insegnamento. Il contenuto dell'esame, che si riferisce alle particolari esigenze didattico-metodologiche, è stabilito dal competente Ufficio scolastico provinciale.

(2) Le disposizioni di cui al comma 1 trovano applicazione anche per gli aspiranti ad un incarico a tempo determinato. Gli aspiranti senza abilitazione devono sostenere il predetto esame se non hanno conseguito l'esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado nella lingua di insegnamento della scuola nella quale svolgeranno la loro attività.

(2/bis)I docenti di seconda lingua, qualora non abbiano conseguito l’abilitazione nella lingua da insegnare oppure non abbiano conseguito l’esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado in una scuola, la cui lingua di insegnamento corrisponde alla lingua da insegnare, devono superare un apposito esame sulla conoscenza della lingua da insegnare. 3)

(3) Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 12, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 1983, n. 89, e successive modifiche.

(4) Ai ruoli provinciali del personale docente di lingua straniera nelle scuole di ogni ordine e grado possono accedere anche gli aspiranti provenienti da altri Stati membri dell'Unione Europea di madrelingua corrispondente alla lingua straniera da insegnare, purché dimostrino adeguata conoscenza della lingua di insegnamento della scuola di destinazione, da accertarsi davanti ad apposita commissione istituita presso gli Uffici scolastici provinciali. Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 12, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 1983, n. 89, e successive modifiche.

(5) Il personale docente di seconda lingua, tedesca rispettivamente italiana, della scuola elementare e secondaria è ammesso a partecipare ai concorsi per il personale ispettivo e direttivo delle scuole, rispettivamente, in lingua tedesca o italiana.

(6)4)

3)
L'art. 2, comma 2/bis, è stato inserito dall'art. 5, comma 1, della L.P. 20 giugno 2016, n. 14.
4)
Modifica l'art. 48 della L.P. 11 agosto 1998, n. 9.

Art. 3 (Mensa scolastica)

(1) Se l'orario settimanale supera le 33 ore, deve essere istituito un servizio di mensa scolastica ai sensi dell'articolo 11 della legge provinciale 31 agosto 1974, n. 7, e successive modifiche.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Provincia.

Allegato 15)

5)
Integra l'allegato A della L.P. 6 dicembre 1983, n. 48, che è stata abrogata dall'art. 26, comma 2, lettera b), della L.P. 16 luglio 2008, n. 5.

Allegato 26)

6)
Integra l'allegato C della L.P. 6 dicembre 1983, n. 48, che è stata abrogata dall'art. 26, comma 2, lettera b), della L.P. 16 luglio 2008, n. 5.

Allegato F7)

7)
Sostituisce l'allegato F della L.P. 6 dicembre 1983, n. 48, che è stata abrogata dall'art. 26, comma 2, lettera b), della L.P. 16 luglio 2008, n. 5.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionA Programmi e orari di insegnamento
ActionActionB Personale insegnante
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 11 agosto 1998, n. 9 —
ActionActionb) Legge provinciale 14 dicembre 1998, n. 12
ActionActionc) Legge provinciale 17 febbraio 2000, n. 6
ActionActionArt. 1 (Modifiche agli allegati della , concernente "Programmi, orari di insegnamento e prove di esame per la scuola media della provincia di Bolzano")
ActionActionArt. 2 (Stato giuridico del personale ispettivo, direttivo e docente)
ActionActionArt. 3 (Mensa scolastica)
ActionActionAllegato 1
ActionActionAllegato 2
ActionActionAllegato F
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 28 novembre 2006, n. 68
ActionActionC Organi collegiali
ActionActionD Assistenza scolastica e universitaria
ActionActionE Edilizia scolastica
ActionActionF Disposizioni varie
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico