In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

Ultima edizione

e) Legge provinciale 18 ottobre 1988, n. 401)
Ripartizione dei posti nell'impiego pubblico e composizione degli organi collegiali degli enti pubblici in provincia di Bolzano secondo la consistenza dei gruppi linguistici in base ai dati del censimento generale della popolazione

1)
Pubblicata nel B.U. 2 novembre 1988, n. 49.

Art. 1

(1) I posti dei ruoli o degli organici comunque denominati del personale della Provincia e degli enti pubblici da essa dipendenti o il cui ordinamento rientra nella competenza legislativa propria o delegata, e relative aziende anche ad ordinamento autonomo, considerati per gruppi di qualifiche funzionali o per categorie o incarichi dirigenziali, secondo il titolo di studio prescritto per accedervi, sono riservati ai cittadini appartenenti a ciascuno dei tre gruppi linguistici in rapporto alla consistenza dei gruppi stessi quale risulta dalle dichiarazioni di appartenenza rese nell'ultimo censimento ufficiale della popolazione, con riferimento all'ambito territoriale in cui l'ente esplica la propria attività. Sono fatte salve le vigenti norme disciplinanti l'applicazione della proporzionale al personale delle istituzioni culturali i cui organi collegiali sono costituiti in modo distinto per gruppi linguistici.

(2) Limitatamente alle assunzioni a posti per l'accesso ai quali è prescritto il possesso della licenza di scuola elementare o del diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado, si può prescindere dall'osservanza della gradualità del rapporto proporzionale linguistico, purché le assunzioni stesse non superino il numero massimo di posti spettanti a ciascun gruppo linguistico.

Art. 2

(1) I posti di cui all'articolo 1, vacanti alla data di entrata in vigore della presente legge, e quelli che, per qualsiasi causa, si sono resi o si rendano vacanti dopo tale data, sono coperti con l'osservanza delle disposizioni contenute nel medesimo articolo.

Art. 3  

(1) La composizione di tutti gli organi collegiali istituiti in seno alla Provincia e agli enti pubblici da essa dipendenti o il cui ordinamento rientra nella competenza legislativa propria o delegata, deve adeguarsi alla consistenza dei tre gruppi linguistici quale risulta dall'ultimo censimento ufficiale della popolazione, con riferimento all'ambito territoriale in cui l'ente esplica la propria attività.

(2) Sono fatte salve le vigenti norme provinciali disciplinanti la composizione degli organi collegiali di cui al primo comma, che sono costituiti in modo distinto per ciascun gruppo linguistico.

(3) Alla nomina o elezione dei nuovi componenti, ai sensi del comma 4, si deve procedere entro 3 mesi dalla data in cui i componenti sostituendi siano decaduti per qualsiasi causa dalla carica o abbiano dato le dimissioni. In difetto, l'organo non può validamente deliberare.

(4) Le rappresentanze in seno agli organi collegiali di cui al comma 1, vanno assegnate ai tre gruppi linguistici in base ai quozienti interi o al maggior resto conseguiti da ciascuno di essi in relazione alla loro consistenza. A parità di resto viene preferito il gruppo linguistico con il minor numero di rappresentanti conseguiti; in caso di ulteriore parità, decide la sorte.

(5) In deroga al comma 4, il gruppo linguistico di maggiore consistenza può ridurre la propria rappresentanza in favore del gruppo ladino che, in ragione della propria consistenza, sarebbe altrimenti escluso dalla rappresentanza nell’organo collegiale. Resta fermo l’obbligo della puntuale assegnazione delle rappresentanze secondo la consistenza dei gruppi linguistici, quale risulta dall’ultimo censimento generale della popolazione, per aree di intervento o per categorie di organi collegiali, come definite dalla Giunta provinciale. 2)

2)
L'art. 3, comma 5, è stato aggiunto dall'art. 7, comma 1, della L.P. 6 luglio 2017, n. 8.

Art. 4

(1) Le quote di riserva in favore dei tre gruppi linguistici, di cui all'articolo 1, comma 1, devono essere raggiunte entro tre anni dalla data d'entrata in vigore della presente legge.

Art. 53)

3)
Reca modifiche agli artt. 29 e 30 della L.P. 3 luglio 1959, n. 6.

Art. 6

(1) I posti messi a concorso sono riservati agli appartenenti a ciascuno dei gruppi linguistici tedesco, italiano e ladino, ovunque residenti, in rapporto all'ultimo censimento ufficiale della popolazione e attribuiti secondo l'ordine di graduatoria degli idonei fino a concorrenza della quota spettante a ciascun gruppo. Qualora il riparto così effettuato non assegni ad un gruppo linguistico un posto, delle frazioni inferiori all'unità, si tiene conto nei riparti dei successivi concorsi.

(2) I posti riservati ad uno dei gruppi linguistici, che restassero vacanti, o per mancanza di concorrenti o perché i concorrenti non fossero stati dichiarati idonei, sono coperti da aspiranti appartenenti agli altri gruppi linguistici, che siano risultati idonei, purché non venga superato il numero massimo dei posti spettanti a ciascun gruppo linguistico.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Provincia.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionA Struttura dirigenziale
ActionActionB Disposizioni speciali concernenti servizi di settore
ActionActionC Assunzione in servizio e profili professionali
ActionActionD Disposizioni generali sullo stato giuridico dei dipendenti provinciali
ActionActionE Contratti collettivi
ActionActionF Dotazioni organiche e ruoli
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 31 luglio 1970, n. 17 —
ActionActionb) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 27 ottobre 1970, n. 37
ActionActionc) LEGGE PROVINCIALE 7 settembre 1973, n. 33
ActionActiond) LEGGE PROVINCIALE 24 novembre 1977, n. 37
ActionActione) Legge provinciale 18 ottobre 1988, n. 40
ActionActionArt. 1
ActionActionArt. 2
ActionActionArt. 3  
ActionActionArt. 4
ActionActionArt. 5
ActionActionArt. 6
ActionActionf) LEGGE PROVINCIALE 15 aprile 1991, n. 11
ActionActiong) Legge provinciale 16 gennaio 1992, n. 5
ActionActionh) Legge provinciale 8 aprile 2004, n. 1
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 23 dicembre 2004, n. 10 —
ActionActionj) Legge provinciale 22 luglio 2005, n. 5
ActionActionk) LEGGE PROVINCIALE 23 dicembre 2005, n. 13 —
ActionActionG Divise di servizio
ActionActionH Cessazione dal servizio e relative provvidenze
ActionActionI Trasferimento di personale di altri enti
ActionActionJ Giunta provinciale
ActionActionK Consiglio provinciale
ActionActionL Procedimento amministrativo
ActionActionM Referendum ed elezione del Consiglio provinciale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico