In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) LEGGE PROVINCIALE 5 gennaio 1958, n. 11)
Concessione di contributi di studio a studenti universitari e di scuole medie, premi e sussidi per studi di perfezionamento e di specializzazione

1)

Pubblicata nel B.U. 14 gennaio 1958, n. 2.

Art. 1

(1) Allo scopo di permettere ai bisognosi, purché meritevoli, di raggiungere i gradi più elevati degli studi, la Provincia concede contributi di studio a studenti le cui famiglie abbiano la residenza stabile in un comune della provincia, e ad altri cittadini, purché residenti stabilmente nella provincia stessa.

(2) Gli interventi finanziari della Provincia si effettueranno su apposito stanziamento:

  • a)  in forma di borse di studio e contributi fino ad un importo massimo di lire 500.000 a favore: - di studenti di scuole superiori statali o private, nazionali od estere;
    • -  di studenti di scuole statali o private di istruzione media;
    • -  di studenti di scuole medie d' obbligo statali o private, che per la distanza dalla sede scolastica o dalla linea dei mezzi pubblici di trasporto o da quelli autorizzati al trasporto dei frequentanti la scuola media d'obbligo, non sono in grado di assolvere l'obbligo scolastico della scuola media d'obbligo e che di conseguenza, per raggiungere tale fine, devono essere ospitati in convitti o presso privati nell'ambito del comune oppure in zona contermine, in cui esiste una scuola media d'obbligo;
  • b)  in forma di premi e sussidi fino all' ammontare massimo di lire 2.000.000 a cittadini italiani che frequentano scuole di grado superiore nazionale od estere, nonché corsi nazionali od esteri a scopo di perfezionamento o di specializzazione, di cui la Provincia ravvisi l'opportunità. 2)
2)

L'art. 1 è stato modificato dall'art. 1 della L.P. 21 giugno 1971, n. 7.

Art. 2

(1) La Giunta provinciale può stabilire annualmente la quantità e la misura delle provvidenze di cui all'articolo precedente secondo le lettere a) e b) e specificare la quantità da assegnare a ciascun grado, tipo e classe di scuola. 3)

(2) Almeno due terzi delle borse di studio destinate agli studenti di scuole di istruzione media saranno assegnati a quelli che devono alloggiare fuori famiglia per ragioni di studio.

(3) Nel regolamento per la esecuzione della presente legge o in mancanza di questo nei bandi di concorso, la Giunta provinciale può stabilire i requisiti per la concessione delle provvidenze di cui all'articolo primo, fissando un punteggio massimo uguale per il bisogno accertato in base al reddito e per il merito scolastico, nonché un punteggio suppletivo per speciali situazioni di bisogno che comunque non può superare la metà del punteggio massimo previsto per il bisogno accertato in base al reddito.

(4) Nell'assegnazione delle provvidenze di cui all'articolo 1, lettera a) a favore di studenti di scuole medie d'obbligo statali o private, che per la distanza dalla sede scolastica o dalla linea dei mezzi pubblici di trasporto o da quelli autorizzati al trasporto dei frequentanti la scuola media d'obbligo, non sono in grado di assolvere l'obbligo scolastico della scuola media d'obbligo e che di conseguenza per raggiungere tale fine devono essere ospitati in convitti o presso privati nell'ambito del Comune oppure nell'ambito di zona contermine in cui esiste una scuola media d'obbligo, in deroga a quanto previsto nel terzo comma del presente articolo, si prescinde dall'attribuzione di un punteggio per il merito scolastico. 4)

3)

Il comma 1 è stato sostituito dall'art. 2 della L.P. 21 giugno 1971, n. 7.

4)

Il comma 4 è stato aggiunto dall'art. 3 della L.P. 21 giugno 1971, n. 7.

Art. 3

(1) Le provvidenze di cui alla lettera a) dell'articolo 1 della presente legge devono essere erogate entro il 30 marzo di ogni anno e possono essere liquidate in più rate. 5)

5)

L'art. 3 è stato sostituito dall'art. 4 della L.P. 21 giugno 1971, n. 7.

Art. 4

(1) Per l'anno scolastico 1957/58 si prescinde dai termini di cui all'articolo 3.

Art. 5

(1) La legge provinciale 27 ottobre 1955, n. 4 è abrogata.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Provincia.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionA Programmi e orari di insegnamento
ActionActionB Personale insegnante
ActionActionC Organi collegiali
ActionActionD Assistenza scolastica e universitaria
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 5 gennaio 1958, n. 1
ActionActionArt. 1
ActionActionArt. 2
ActionActionArt. 3
ActionActionArt. 4
ActionActionArt. 5
ActionActionb) Legge provinciale 31 agosto 1974, n. 7
ActionActionc) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 4 ottobre 1978, n. 18
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 14 gennaio 1993, n. 1
ActionActione) Legge provinciale30 novembre 2004, n. 9
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 17 giugno 2019, n. 14
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 12 luglio 2019, n. 18
ActionActionE Edilizia scolastica
ActionActionF Disposizioni varie
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico