In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 7 marzo 1980, n. 81)
Regolamento di esecuzione concernente l'esercizio del diritto di scelta della sede da parte del personale delle scuole materne provinciali, vincitore del concorso

1)

Pubblicato nel B.U. 29 aprile 1980, n. 22.

Art. 1 (Convocazione)

(1) Il personale nominato in prova viene convocato a cura dell'ufficio del personale in data, luogo ed ora da stabilirsi nella lettera di convocazione.

(2) Se necessario la convocazione può avvenire anche per gruppi; tali gruppi sono formati secondo l'ordine di graduatoria.

(3) La convocazione va fatta con lettera raccomandata con avviso di ricevimento non meno di 10 giorni prima della data della convocazione stessa.

(4) La persona convocata - nel caso di impedimento od assenza - può farsi rappresentare per mezzo di delega. La firma del delegante dev'essere autenticata secondo le modalità di cui all'articolo 20 della legge 4 dicembre 1968, n. 15, pena l'inefficacia della delega.

Art. 2 (Scelta della sede)

(1) La scelta delle sedi da parte del personale nominato in prova avviene secondo l'ordine di graduatoria.

(2) La conferma della scelta viene resa innanzi ad un funzionario dell'ufficio personale, mediante sottoscrizione di apposita dichiarazione. Eventuali condizioni apposte alla scelta della sede sono prive di efficacia.

(3) Effettuata la scelta della sede l'ufficio del personale invia a ciascun interessato copia del decreto dell'assessore al personale di assegnazione della sede. Tale decreto deve contenere: l'indicazione della decorrenza dell'assegnazione, della sede assegnata e del giorno stabilito per l'assunzione del servizio, nonché l'avviso che l'interessato che, pur avendo accettata la nomina in prova, non assume il servizio senza giustificato motivo entro il termine prefisso decade dalla nomina.

(4) Agli interessati assenti che non si siano fatti rappresentare per mezzo di valida delega, oppure che non si siano fatti rappresentare, nonché agli interessati che non hanno voluto far uso del loro diritto di scelta viene assegnata d'ufficio una delle sedi rimaste vacanti dopo la scelta da parte di tutti gli altri aventi diritto. Dell'assegnazione d'ufficio viene steso un decreto analogo a quello di cui al precedente comma.

Art. 3 (Ricorso)

(1) Contro i decreti di assegnazione della sede è ammesso ricorso alla Giunta provinciale.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionA Struttura dirigenziale
ActionActionB Disposizioni speciali concernenti servizi di settore
ActionActionC Assunzione in servizio e profili professionali
ActionActiona) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 7 marzo 1980, n. 8
ActionActionArt. 1 (Convocazione)
ActionActionArt. 2 (Scelta della sede)
ActionActionArt. 3 (Ricorso)
ActionActionb) Decreto del Presidente della Provincia 2 settembre 2013, n. 22
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 30 marzo 2017, n. 10
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 30 marzo 2017, n. 11
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 14 dicembre 2018, n. 37
ActionActionD Disposizioni generali sullo stato giuridico dei dipendenti provinciali
ActionActionE Contratti collettivi
ActionActionF Dotazioni organiche e ruoli
ActionActionG Divise di servizio
ActionActionH Cessazione dal servizio e relative provvidenze
ActionActionI Trasferimento di personale di altri enti
ActionActionJ Giunta provinciale
ActionActionK Consiglio provinciale
ActionActionL Procedimento amministrativo
ActionActionM Referendum ed elezione del Consiglio provinciale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico