In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
Definizione dei criteri per la concessione di contributi per interventi di musealizzazione e fruizione pubblica di beni archeologici di particolare valore storico-archeologico

Anlage

Criteri per la concessione di contributi per interventi di musealizzazione e fruizione pubblica di beni archeologici di particolare valore storico-archeologico

Art. 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano – ai sensi dell’articolo 6/bis, comma 5, della legge provinciale 12 giugno 1975 n. 26, e successive modifiche – le modalità di concessione di contributi per spese sostenute da privati per interventi di musealizzazione e fruizione pubblica di beni archeologici di particolare valore storico-archeologico, rinvenuti in fondi di proprietà privata.

Art. 2
Definizioni

1. Ai fini dei presenti criteri valgono le seguenti definizioni:

a) “edifici e fondi privati con destinazione di pubblica utilità”: edifici e fondi di proprietà privata destinati a soddisfare interessi di natura pubblica e sociale (ad es. case di riposo, associazioni non profit, onlus, ecc.);

b) “edifici e fondi privati con destinazione a scopo di lucro”: edifici e fondi di proprietà privata destinati esclusivamente alla realizzazione di un guadagno per il proprietario (ad es. fabbriche, negozi, ecc.);

c) “spese di gestione”: spese per il personale, spese di pulizia e per le utenze (riscaldamento, climatizzazione, energia elettrica) e assicurazioni;

d) “spese di manutenzione ordinaria”: spese finalizzate a conservare in buono stato gli immobili, mantenendoli idonei all’uso cui essi sono adibiti, con esclusione di ogni modifica sia alla destinazione d’uso che allo stato dei locali;

e) “spese di manutenzione straordinaria”: spese per la realizzazione di opere e modifiche per rinnovare o sostituire parti anche strutturali dell’edificio esistente, previa autorizzazione da parte dell’Ufficio provinciale Beni archeologici;

f) “regolare apertura al pubblico”: la struttura museale è aperta al pubblico per almeno 150 giorni all’anno;

g) “occasionale apertura al pubblico”: la struttura museale è aperta al pubblico solo occasionalmente; la collettività viene informata sugli orari di apertura;

h) “fruizione pubblica”: possibilità per il pubblico di accedere a strutture che sono state musealizzate nel rispetto delle esigenze di conservazione e tutela dei beni culturali.

Art. 3
Interventi ammessi e beneficiari

1. Sono ammessi a contributo unicamente le spese sostenute da committenti privati per interventi edili di musealizzazione e fruizione pubblica di beni archeologici di particolare valore storico-archeologico, rinvenuti in fondi di loro proprietà, nonché per interventi edili di ottimizzazione della struttura museale.

Art. 4
Condizioni di ammissibilità

1. Per accedere al contributo devono essere rispettate le seguenti condizioni di ammissibilità:

a) vincolo di tutela storico-artistica del bene culturale ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), e successive modifiche, e dell’articolo 5/bis della legge provinciale 12 giugno 1975, n. 26, e successive modifiche;

b) autorizzazione da parte dell’Ufficio provinciale Beni archeologici agli interventi edili di musealizzazione o di ottimizzazione della struttura museale;

c) stipula di una convenzione di musealizzazione tra la Provincia autonoma di Bolzano ed il committente privato, attraverso la quale è garantita e disciplinata la fruizione pubblica della struttura museale; la convenzione deve essere approvata dalla Giunta provinciale; la convenzione funge anche da base per la definizione del calcolo del contributo;

d) i privati devono assumersi in toto le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture museali, nonché le spese di gestione delle stesse.

2. Gli interventi possono essere realizzati dopo il rilascio dell’autorizzazione di cui al comma 1, lettera b).

Art. 5
Percentuali dei contributi

1. I contributi sono erogati, nel limite dei mezzi finanziari disponibili, nelle seguenti percentuali:

a) destinazione dell’edificio e del fondo:

1) edifici e fondi privati con destinazione di pubblica utilità: 50 per cento delle spese sostenute e ammesse a contributo;

2) edifici e fondi privati con destinazione a scopo di lucro: 30 per cento delle spese sostenute e ammesse a contributo;

b) accessibilità al pubblico:

1) regolare apertura al pubblico: 20 per cento;

2) occasionale apertura al pubblico: 10 per cento;

c) introiti:

1) visita gratuita: 30 per cento;

2) visita a pagamento a favore del committente privato: 0 per cento.

2. Per il calcolo dell’ammontare del contributo si fa riferimento alla convenzione stipulata fra la Provincia autonoma di Bolzano e il committente].

3. Qualora i mezzi finanziari a disposizione non siano sufficienti, nel caso di diversi richiedenti aventi i medesimi diritti, i mezzi stessi verranno suddivisi in parti uguali.

4. In caso di esaurimento dei mezzi finanziari sul relativo capitolo di bilancio per l’esercizio finanziario di riferimento, le domande che non sono state prese in considerazione non verranno evase né nell’anno corrente né in quelli successivi.

Art. 6
Istruttoria delle domande

1. La domanda di concessione del contributo deve essere presentata dal/dalla committente o dal/dalla legale rappresentante alla Ripartizione provinciale Beni culturali – Ufficio Beni archeologici, via Armando Diaz 8, 39100 Bolzano, provvista di marca da bollo, entro il 30 settembre dell’anno di riferimento. Per l’anno 2016 le domande di contributo potranno essere presentate entro 01. dicembre.

La domanda di contributo deve contenere le seguenti informazioni:

1. La domanda di concessione del contributo deve essere presentata dal/dalla committente o dal/dalla legale rappresentante alla Ripartizione provinciale Beni culturali – Ufficio Beni archeologici, via Armando Diaz 8, 39100 Bolzano, provvista di marca da bollo, entro il 20 novembre dell’anno di riferimento; la domanda di contributo deve contenere le seguenti informazioni:

a) estremi dell’autorizzazione ai lavori edili rilasciata dall’Ufficio provinciale Beni archeologici;

b) nominativo della persona responsabile dell’esecuzione a regola d’arte dei lavori.

2. Nella domanda di contributo la persona richiedente deve dichiarare:

a) che per gli stessi lavori non è stato richiesto o concesso nessun altro contributo provinciale;

b) di essere a conoscenza delle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi vigenti in caso di dichiarazioni false;

c) di essere stata informata – ai sensi del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) – dei propri diritti in merito al trattamento dei dati personali da parte della Provincia autonoma di Bolzano.

3. Alla domanda vanno allegate la documentazione di progetto relativa alla musealizzazione.

4. In caso di domande incomplete, l’Ufficio provinciale Beni archeologici richiede per iscritto i documenti o dati mancanti. Il/La richiedente deve perfezionare la domanda entro il termine di 15 giorni dalla relativa richiesta. Se la domanda non viene perfezionata entro questo termine, viene archiviata d’ufficio.

Art. 7
Liquidazione del contributo

1. Il contributo viene concesso con decreto della Direttrice/del Direttore della Ripartizione provinciale Beni culturali.

2. La liquidazione avviene su presentazione di apposita domanda, provvista di marca da bollo, corredata delle fatture originali quietanzate relative agli interventi edili di musealizzazione, previa verifica della congruità dei costi e della regolare esecuzione dei lavori.

3. La verifica della congruità dei costi degli interventi edili e della loro regolare esecuzione viene effettuata dalla Ripartizione provinciale Edilizia e servizio tecnico.

4. La verifica della corretta esecuzione degli interventi ai fini della tutela dei beni archeologici viene effettuata dall’Ufficio provinciale Beni archeologici.

5. Il contributo concesso può essere decurtato nei seguenti casi:

a) nel caso in cui la qualità dei lavori eseguiti o dei materiali impiegati sia inferiore a quanto prescritto;

b) nel caso in cui i costi per i singoli lavori siano troppo elevati;

c) nel caso in cui non siano state rispettate del tutto le prescrizioni in materia di tutela dei beni culturali.

Art. 8
Revoca

1. Se in sede di liquidazione o dopo la liquidazione del contributo si accertasse che i lavori non corrispondono alle prescrizioni in materia di tutela dei beni culturali o in materia edilizia o che sono state rese dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda di concessione del contributo o in qualsiasi altro atto o documento presentato per ottenerlo, alla persona beneficiaria viene revocato l’intero contributo; qualora il contributo fosse già stato erogato, essa dovrà restituirlo maggiorato degli interessi legali decorrenti dalla data dell’erogazione.

Art. 9
Controlli

1. L’Ufficio provinciale Beni archeologici effettua annualmente controlli a campione su almeno il 6 per cento degli interventi agevolati.

2. Nel caso in cui siano accertate irregolarità, si procede ai sensi dell’articolo 8 e si applicano le sanzioni previste dalla normativa vigente.

Art. 10
Validità

1. I presenti criteri trovano applicazione per le domande presentate a partire dal giorno successivo alla loro approvazione da parte della Giunta provinciale.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction Delibera 26 gennaio 2016, n. 62
ActionAction Delibera 19 gennaio 2016, n. 42
ActionAction Delibera 2 febbraio 2016, n. 95
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 104
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 126
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 143
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 167
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 187
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 211
ActionAction Delibera 8 marzo 2016, n. 270
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 292
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 294
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 301
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 310
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 349
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 354
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 362
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 364
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 376
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 398
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 420
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 421
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 437
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 438
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 441
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 442
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 448
ActionAction Delibera 3 maggio 2016, n. 470
ActionAction Delibera 10 maggio 2016, n. 497
ActionAction Delibera 17 maggio 2016, n. 535
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 542
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 545
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 562
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 566
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 570
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 583
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 597
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 612
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 614
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 615
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 629
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 631
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 633
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 678
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 681
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 706
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 738
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 739
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 740
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 760
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 764
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 777
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 778
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 789
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 805
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 811
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 816
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 817
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 819
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 832
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 846
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 868
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 872
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 886
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 893
ActionAction Delibera 23 agosto 2016, n. 923
ActionAction Delibera 30 agosto 2016, n. 948
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 989
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 990
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 993
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1008
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1018
ActionAction Delibera 27 settembre 2016, n. 1036
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1051
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1072
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1079
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1098
ActionAction Delibera 18 ottobre 2016, n. 1127
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1164
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1176
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1187
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1188
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1197
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1198
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1223
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1227
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1236
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1241
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1245
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
ActionActionAnlage
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1294
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1296
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1322
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1323
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1331
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1350
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1359
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1362
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1365
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1366
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1367
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1368
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1375
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1376
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1386
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1404
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1407
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1415
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1436
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1439
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1447
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1462
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1457
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1458
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1475
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1477
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1478
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1493
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1512
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 667
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico