In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 14 giugno 2016, n. 631
Criteri per l’assegnazione di alloggi al personale dell’amministrazione penitenziaria della Casa Circondariale di Bolzano

Allegato A

Criteri per l’assegnazione di alloggi al personale dell’amministrazione penitenziaria della Casa Circondariale di Bolzano

Art. 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano, ai sensi dell’articolo 103 della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, l’ammissione delle persone di cui all’articolo 2, comma 1, nelle case-albergo per lavoratori, di seguito denominate alloggi per il personale.

2. Per l’assegnazione e il rilascio degli alloggi per il personale si applica la procedura semplificata di cui ai presenti criteri.

Art. 2
Aventi diritto

1. Hanno diritto all’assegnazione di un alloggio per il personale le persone che soddisfano i seguenti requisiti minimi:

a) appartengono al personale del Corpo di Polizia Penitenziaria o del Comparto Ministeri, in servizio presso la Casa Circondariale di Bolzano;

b) sono titolari di un reddito familiare che non superi la seconda fascia ai sensi dell’articolo 58, comma 1, lettera b), della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, e successive modifiche;

c) non sono proprietarie o titolari del diritto di usufrutto, uso o abitazione di un alloggio adeguato al fabbisogno della famiglia e facilmente raggiungibile dal proprio posto di lavoro, né hanno ceduto nei cinque anni antecedenti la presentazione della domanda la proprietà o il diritto di usufrutto, uso o abitazione di un tale alloggio.

2. Se per l’anno precedente alla presentazione della domanda non si possono dimostrare redditi familiari, la capacità economica è determinata applicando i seguenti parametri:

a) per la persona richiedente e i suoi familiari che, al momento della presentazione della domanda, esercitano un’attività di lavoro dipendente, si considera il reddito risultante dall’applicazione del contratto collettivo vigente per la rispettiva categoria o, se più alto, dalla busta paga;

b) per i familiari della persona richiedente che, al momento della presentazione della domanda, esercitano un’attività di lavoro autonomo, si calcola in ogni caso un reddito che non può essere inferiore a quello risultante dall’applicazione del contratto collettivo vigente per la rispettiva categoria.

Art. 3
Bandi

1. L’IPES assegna tramite bandi gli alloggi per il personale che si rendano disponibili a qualunque titolo.

2. Le domande, corredate della documentazione comprovante la sussistenza dei requisiti di cui all’articolo 2, possono essere presentate all’IPES entro il termine previsto dal relativo bando. Tale termine non può essere superiore a 60 giorni.

3. Nella domanda dovrà essere indicato – a pena di irricevibilità – l’indirizzo per le notificazioni da eseguirsi al richiedente. Qualora tale indirizzo dovesse cambiare, la persona richiedente dovrà informare l’IPES entro 30 giorni a pena della cancellazione dall’elenco di cui all’articolo 4.

Art. 4
Procedura per l’ammissione nell’elenco degli aventi diritto

1. L’esame delle domande avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione.

2. Le persone in possesso dei requisiti di cui all’articolo 2 sono provvisoriamente inserite in un elenco progressivo gestito dall’IPES, formato secondo i seguenti criteri di precedenza:

a) numero dei componenti del nucleo familiare considerato per l’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale;

b) minor reddito familiare complessivo;

c) in caso di parità, si procede a sorteggio pubblico.

3. L’elenco di cui al comma 2 e tutte le domande rigettate sono sottoposti al Presidente dell’IPES, che dispone l’inserimento dei richiedenti nell’elenco definitivo o l’esclusione dallo stesso.

4. L’elenco definitivo degli aventi diritto è pubblicato mediante affissione all’albo pretorio dell’IPES.

5. Contro i decreti del Presidente dell’IPES è ammesso ricorso entro 30 giorni al Comitato per l’edilizia residenziale di cui all’articolo 9 della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, e successive modifiche.

Art. 5
Assegnazione e consegna dell’alloggio

1. Il Presidente dell’IPES o un suo incaricato assegna gli alloggi disponibili sulla base della posizione occupata dagli aventi diritto nell’elenco definitivo.

2. L’alloggio deve essere accettato entro 15 giorni dal ricevimento dalla comunicazione di assegnazione dell’IPES, secondo le modalità ivi indicate.

3. Prima della consegna dell’alloggio, l’assegnatario sottoscrive la convenzione di locazione nonché il regolamento delle affittanze e consegna all’IPES la ricevuta di versamento della cauzione, pari a tre mensilità del canone di locazione di cui all’articolo 6.

4. L’IPES comunica alla direzione della Casa Circondariale di Bolzano i nominativi degli assegnatari.

Art. 6
Canone di locazione

1. Il canone di locazione dovuto per l’alloggio per il personale corrisponde al canone provinciale.

2. In aggiunta al canone di locazione sono dovute le spese per i servizi di cui all'articolo 114 della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, e successive modifiche.

Art. 7
Decadenza dall’assegnazione dell’alloggio

1. Le seguenti circostanze determinano la decadenza dall’assegnazione dell’alloggio e la conseguente cancellazione dall’elenco definitivo di cui all’articolo 4:

a) la mancata accettazione entro il termine di cui all’articolo 5, comma 2;

b) l’inadempimento degli obblighi connessi all’assegnazione o alla consegna dell’alloggio.

2. Chi decade dall’assegnazione dell’alloggio per mancata accettazione dello stesso può ripresentare la domanda decorsi 3 anni dalla data del decreto di decadenza.

Art. 8
Diritto alla permanenza nell’alloggio

1. L’alloggio per il personale può essere occupato fino alla cessazione del rapporto di lavoro di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a), o al trasferimento dell’assegnatario ad altra sede.

2. Hanno diritto a occupare l’alloggio insieme all’assegnatario le seguenti persone, purché da questi indicate nella domanda:

a) i componenti del nucleo familiare considerato per l’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale;

b) in ogni caso, i figli.

Art. 9
Revoca dell’assegnazione e rilascio dell’alloggio

1. Nei seguenti casi è avviata la procedura per la revoca dell’assegnazione dell’alloggio:

a) reiterata violazione del regolamento delle affittanze, nonostante diffida ripetuta per tre volte;

b) morosità accertata nel pagamento all’IPES di due mensilità del canone di locazione;

c) cessazione del rapporto di lavoro di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a), o trasferimento dell’assegnatario ad altra sede;

d) mancata abitazione stabile ed effettiva nell’alloggio per un periodo superiore a tre mesi, fatta salva l’autorizzazione dell’IPES per gravi motivi;

e) cessione dell’alloggio a terzi;

f) uso dell’alloggio per scopi illeciti e immorali;

g) abuso nel godimento dell’alloggio;

h) accoglienza non autorizzata di altre persone nell’alloggio rispetto a quelle indicate nella domanda di assegnazione;

i) è stato accertato che la persona assegnataria ha la proprietà o il diritto di usufrutto, uso o abitazione di un'abitazione adeguata al fabbisogno della famiglia e facilmente raggiungibile dal proprio posto di lavoro, o ha ceduto negli ultimi cinque anni la proprietà di una tale abitazione o di tale diritto;

j) l’alloggio o l’edificio ha subito danni rilevanti che eccedono la normale usura;

k) nonostante diffida ripetuta per tre volte, ai tecnici IPES è stato impedito l’accesso all’alloggio per dare corso a riparazioni che non possono essere differite per non compromettere la sicurezza dell’immobile e l’incolumità delle persone che vi risiedono o di terzi.

2. In caso di comprovata presenza di un motivo di rilascio ai sensi del comma 1, il Presidente dell’IPES o la persona da lui incaricata revoca l’assegnazione dell’alloggio e intima all’assegnatario di lasciare libero l’alloggio entro il termine massimo di trenta giorni.

3. In caso di decesso dell’assegnatario, l’alloggio deve essere rilasciato dagli altri occupanti entro un anno dalla data del decesso.

4. In caso di separazione personale dell’assegnatario o di cessazione della convivenza more uxorio, l’alloggio deve essere rilasciato dalle persone non più conviventi con l’assegnatario stesso rispettivamente:

a) entro un anno dalla domanda di separazione o dall’avvio della procedura di negoziazione assistita;

b) entro un anno dal cambio di residenza dell’assegnatario.

5. In ogni caso di mancato rilascio volontario dell’alloggio si procede al rilascio forzoso.

6. La revoca comporta l’esclusione dall’assegnazione dell’alloggio per il personale per un periodo di cinque anni decorrenti dalla data del provvedimento.

Art. 10
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, sono effettuati controlli a campione su almeno il sei per cento delle iniziative agevolate.

2. Sono inoltre sottoposti a controllo tutti i casi ritenuti dubbi.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction Delibera 26 gennaio 2016, n. 62
ActionAction Delibera 19 gennaio 2016, n. 42
ActionAction Delibera 2 febbraio 2016, n. 95
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 104
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 126
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 143
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 167
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 187
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 211
ActionAction Delibera 8 marzo 2016, n. 270
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 292
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 294
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 301
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 310
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 349
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 354
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 362
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 364
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 376
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 398
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 420
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 421
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 437
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 438
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 441
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 442
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 448
ActionAction Delibera 3 maggio 2016, n. 470
ActionAction Delibera 10 maggio 2016, n. 497
ActionAction Delibera 17 maggio 2016, n. 535
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 542
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 545
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 562
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 566
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 570
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 583
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 597
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 612
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 614
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 615
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 629
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 631
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 633
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 678
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 681
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 706
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 738
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 739
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 740
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 760
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 764
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 777
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 778
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 789
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 805
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 811
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 816
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 817
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 819
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 832
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 846
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 868
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 872
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 886
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 893
ActionAction Delibera 23 agosto 2016, n. 923
ActionAction Delibera 30 agosto 2016, n. 948
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 989
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 990
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 993
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1008
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1018
ActionAction Delibera 27 settembre 2016, n. 1036
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1051
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1072
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1079
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1098
ActionAction Delibera 18 ottobre 2016, n. 1127
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1164
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1176
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1187
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1188
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1197
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1198
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1223
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1227
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1236
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1241
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1245
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1294
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1296
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1322
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1323
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1331
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1350
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1359
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1362
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1365
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1366
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1367
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1368
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1375
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1376
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1386
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1404
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1407
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1415
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1436
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1439
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1447
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1462
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1457
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1458
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1475
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1477
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1478
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1493
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1512
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 667
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico