In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 21 giugno 2016, n. 678
Criteri per la concessione di contributi per la realizzazione di reti fognarie e dei relativi impianti di depurazione e per interventi a tutela delle acque

Allegato A

Criteri per la concessione di contributi per la realizzazione di reti fognarie e dei relativi impianti di depurazione e per interventi a tutela delle acque

Art. 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano, ai sensi dell’articolo 54, commi 1 e 2, della legge provinciale 18 giugno 2002, n. 8, e successive modifiche, di seguito denominata legge, la concessione di contributi in conto capitale per:

a) la progettazione, la realizzazione e la ristrutturazione degli impianti di depurazione e delle reti fognarie principali di cui all’articolo 3, comma 1, dei presenti criteri;

b) la progettazione e la realizzazione degli interventi di risanamento e rinaturalizzazione di corpi idrici superficiali e acque sotterranee di cui all’articolo 3, comma 2, dei presenti criteri.

Art. 2
Beneficiari

1. Possono beneficiare dei contributi:

a) i comuni e i loro consorzi;

b) le comunità comprensoriali;

c) le aziende speciali;

d) le società di capitali a prevalente partecipazione pubblica.

Art. 3
Interventi agevolabili

1. Ai sensi dell’articolo 54, comma 1, della legge, possono essere concessi contributi per la progettazione, la realizzazione e la ristrutturazione di:

a) impianti di depurazione destinati al trattamento delle acque reflue urbane, compreso il trattamento dei fanghi di depurazione;

b) reti fognarie principali che allacciano le località agli impianti di depurazione. Con riferimento alle zone con case sparse, per rete fognaria principale si intende quel tratto di canalizzazione a cui sono collegati complessivamente almeno 50 a.e. (abitanti equivalenti), come definiti dall’articolo 2, comma 1, lettera o), della legge. Sono in ogni caso esclusi gli allacciamenti di edifici singoli;

c) reti fognarie principali per le acque meteoriche e relativi impianti.

2. Ai sensi dell’articolo 54, comma 2, della legge, possono essere concessi contributi per la progettazione e la realizzazione di interventi di risanamento e rinaturalizzazione di corpi idrici superficiali e acque sotterranee, incluse le relative fasce di protezione, in conformità al Piano di tutela delle acque. Sono esclusi gli interventi di risanamento e le misure di compensazione prescritti per legge.

Art. 4
Presentazione della domanda

1. Le domande possono essere presentate in qualsiasi momento all’Ufficio amministrativo dell’ambiente della Provincia autonoma di Bolzano. Esse devono essere corredate della seguente documentazione:

a) deliberazione dell’ente o della società che presenta la domanda;

b) stima dettagliata dei costi;

c) dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza dei pareri e delle autorizzazioni previsti dalle disposizioni vigenti.

2. Se la realizzazione di opere e impianti o di spese per investimenti in conto capitale avviene in un arco temporale pluriennale, il beneficiario deve indicare nella domanda anche una data di inizio dei lavori e trasmettere un cronoprogramma delle attività con i relativi costi.

3. Non sono ammesse domande di contributo che prevedono una spesa inferiore a 10.000,00 euro.

Art. 5
Procedura amministrativa e priorità

1. L'Ufficio amministrativo dell’ambiente esamina la correttezza formale della domanda.

2. La valutazione tecnica degli interventi di cui all’articolo 54, comma 1, della legge è effettuata dall'Ufficio provinciale Tutela acque secondo criteri di necessità, urgenza, congruità delle spese e disponibilità di bilancio osservando le seguenti priorità:

a) interventi urgenti in rapporto allo stato di qualità del corpo idrico;

b) interventi urgenti per garantire il corretto funzionamento degli impianti di depurazione e delle reti fognarie principali esistenti;

c) nuova realizzazione o ampliamento di impianti di depurazione e nuova realizzazione di reti fognarie principali;

d) adeguamento a nuove disposizioni di impianti di depurazione esistenti;

e) interventi di risanamento o manutenzione straordinaria di impianti di depurazione e di reti fognarie principali esistenti;

f) interventi di ottimizzazione di impianti di depurazione esistenti; nuova realizzazione o risanamento di reti fognarie principali per le acque meteoriche, inclusi i relativi impianti.

3. La valutazione tecnica degli interventi di cui all’articolo 54, comma 2, della legge è effettuata dall’Ufficio provinciale Tutela acque o dal Laboratorio biologico provinciale secondo criteri di necessità, urgenza, congruità delle spese e disponibilità di bilancio osservando le seguenti priorità:

a) interventi urgenti in rapporto allo stato di qualità del corpo idrico;

b) interventi di risanamento e rinaturalizzazione di corpi idrici superficiali, incluse le relative fasce di protezione, e di acque sotterranee.

4. Nel caso di interventi con lo stesso grado di priorità, si dà la precedenza a quelli con un bilancio costi-benefici migliore in rapporto alla tutela delle acque.

Art. 6
Misura del contributo

1. Nei seguenti casi può essere concesso un contributo del 90 % dei costi riconosciuti ammissibili dall'Ufficio Tutela acque o dal Laboratorio biologico provinciale:

a) interventi urgenti in rapporto allo stato di qualità del corpo idrico;

b) nuovi impianti di depurazione;

c) ampliamento di impianti di depurazione esistenti;

d) interventi per l'adeguamento e l’ottimizzazione di impianti di depurazione esistenti;

e) nuove reti fognarie principali;

f) nuove reti fognarie principali per le acque meteoriche e relativi impianti;

g) interventi di risanamento e rinaturalizzazione di corpi idrici superficiali, incluse le relative fasce di protezione, e di acque sotterranee.

2. Nei seguenti casi può essere concesso un contributo del 70 % dei costi riconosciuti ammissibili dall'Ufficio Tutela acque:

a) manutenzione straordinaria o sostituzione di opere elettromeccaniche, attrezzature, macchinari e rivestimenti di vasche, serbatoi e canalette con un’età minima di 10 anni relativi agli impianti di depurazione e alle reti fognarie principali di cui all’articolo 3, comma 1. Se l’intervento viene effettuato prima di questo termine, sono applicate le seguenti percentuali in relazione all’età:

1) 9 anni: 60 %;

2) 8 anni: 50 %;

3) 7 anni: 40 %;

4) 6 anni: 30 %;

5) 5 anni o meno: 0 %;

b) manutenzione straordinaria o risanamento di opere edili con un’età minima di 25 anni relative agli impianti di depurazione e alle reti fognarie principali di cui all’articolo 3, comma 1. Se l’intervento viene effettuato prima di questo termine, vengono applicate le seguenti percentuali in relazione all’età:

1) 23-24 anni: 60 %;

2) 21-22 anni: 50 %;

3) 18-20 anni: 40 %;

4) 15-17 anni: 30 %;

5) 14 anni o meno: 0 %.

3. Qualora la depurazione delle acque e la costruzione dei relativi impianti vengano affidate con un unico appalto, potrà essere concesso un contributo del 60 % limitatamente ai costi per la costruzione degli impianti riconosciuti ammissibili dal Comitato tecnico provinciale.

Art. 7
Casi particolari

1. Per le reti fognarie principali e le relative fognature interne può essere elaborato un progetto unico; in tal caso nella stima dettagliata dei costi i rispettivi costi devono restare ben distinti e vanno tenute due contabilità separate.

2. In caso di presentazione di varianti di progetto o progetti integrativi è concessa la percentuale di contributo applicata al progetto originario.

3. Per gli interventi di cui all’articolo 6, in caso di comprovata indisponibilità di ricambi è concesso il contributo massimo ammissibile indipendentemente dall’età.

Art. 8
Cumulabilità dei contributi

1. I contributi di cui ai presenti criteri sono cumulabili con quelli concessi dallo Stato o con altre provvidenze provinciali nella misura massima di cui all’articolo 6.

Art. 9
Termini per la rendicontazione

1. Le spese devono essere rendicontate dal beneficiario entro la fine dell’anno successivo al provvedimento di concessione o di imputazione della spesa, se diverso. Trascorso tale termine senza che abbia avuto luogo la rendicontazione della spesa per causa riconducibile al beneficiario, è disposta la revoca del contributo. Per gravi e motivate ragioni, può essere concessa una proroga fino a un ulteriore anno; trascorso inutilmente tale termine il contributo è automaticamente revocato.

2. In caso di opere e impianti o spese per investimenti in conto capitale la cui realizzazione avviene in un arco temporale pluriennale, il beneficiario deve rendicontare la spesa sostenuta entro la fine dell’anno successivo riferito alle singole attività previste nel cronoprogramma di cui all’articolo 4, comma 2. Per la rendicontazione si applica quanto previsto al comma 1, fatta salva la facoltà del beneficiario di proporre, a seguito della revoca del contributo, istanza di concessione di un nuovo contributo, al fine di completare l’opera o l’investimento.

Art. 10
Liquidazione

1. La liquidazione avviene previa presentazione della documentazione delle spese sostenute. I documenti di spesa devono riportare gli estremi dell’intervento agevolato.

2. Le spese rendicontate sono liquidate nella stessa percentuale del contributo concesso.

3. All’ultima richiesta di liquidazione delle spese sostenute deve essere allegato il certificato di collaudo dei lavori o, quando questo non è richiesto, il certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore/dalla direttrice dei lavori.

4. La data di esecuzione del collaudo da parte del tecnico incaricato va preventivamente comunicata all'Ufficio Tutela acque ai fini di coordinamento con la procedura di collaudo e autorizzazione ai sensi dell’articolo 39 della legge.

Art. 11
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, sono effettuati controlli a campione su almeno il sei per cento degli interventi agevolati.

2. Sono inoltre sottoposti a controllo tutti i casi ritenuti dubbi dall’ufficio provinciale competente.

Art. 12
Validità

1. I presenti criteri trovano applicazione per tutte le domande presentate dopo la data di approvazione degli stessi nonché per le domande giacenti e non ancora approvate a tale data.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction Delibera 26 gennaio 2016, n. 62
ActionAction Delibera 19 gennaio 2016, n. 42
ActionAction Delibera 2 febbraio 2016, n. 95
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 104
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 126
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 143
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 167
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 187
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 211
ActionAction Delibera 8 marzo 2016, n. 270
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 292
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 294
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 301
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 310
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 349
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 354
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 364
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 376
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 398
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 420
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 421
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 437
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 438
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 441
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 442
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 448
ActionAction Delibera 3 maggio 2016, n. 470
ActionAction Delibera 10 maggio 2016, n. 497
ActionAction Delibera 17 maggio 2016, n. 535
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 542
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 545
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 562
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 566
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 570
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 583
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 597
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 612
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 614
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 615
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 629
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 631
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 633
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 678
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 681
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 706
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 738
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 739
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 760
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 764
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 777
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 778
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 789
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 805
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 811
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 816
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 817
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 819
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 832
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 846
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 868
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 872
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 886
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 893
ActionAction Delibera 23 agosto 2016, n. 923
ActionAction Delibera 30 agosto 2016, n. 948
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 989
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 990
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 993
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1008
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1018
ActionAction Delibera 27 settembre 2016, n. 1036
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1051
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1072
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1079
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1098
ActionAction Delibera 18 ottobre 2016, n. 1127
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1164
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1176
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1187
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1188
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1197
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1198
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1223
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1227
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1236
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1241
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1245
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1294
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1296
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1322
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1323
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1331
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1350
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1359
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1362
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1365
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1366
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1367
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1368
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1375
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1376
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1386
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1404
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1407
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1415
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1436
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1439
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1447
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1462
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1457
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1458
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1475
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1477
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1478
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1493
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1512
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 667
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico