In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 31 maggio 2016, n. 583
Indicazioni per il riconoscimento delle offerte formative extrascolastiche da parte delle scuole in lingua italiana

ALLEGATO A

Indicazioni per il riconoscimento dell’offerta formativa extrascolastica dell’Area musicale, delle scuole di musica e del Conservatorio di musica da parte delle scuole in lingua italiana ai sensi dell’art. 1/quater della legge provinciale 16 luglio 2008, n. 5;

1. La richiesta di riconoscimento delle attività formative extrascolastiche, di cui all’art. 1/quater della legge provinciale 16 luglio 2008, n. 5, deve essere presentata alla scuola di appartenenza dagli esercenti la responsabilità genitoriale o dalle studentesse/dagli studenti maggiorenni, contestualmente all’iscrizione alle suddette attività e comunque non oltre il 20 agosto di ogni anno scolastico.

2. La scuola, come previsto dall’art. 1/quater della citata legge provinciale, può conseguentemente riconoscere l’attività per la quale è stata fatta richiesta.
Il riconoscimento da parte della scuola avverrà con riferimento alle Indicazioni provinciali e al curricolo di Istituto, previa delibera del Collegio dei docenti che stabilisce i criteri di qualità e le disposizioni dettagliate per il riconoscimento e la collaborazione con l’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica, inserendoli nel piano dell’offerta formativa.
I tempi e l’organizzazione dell’esonero potranno essere modulari e comunque dovranno essere concordati con l’Istituzione scolastica.

3. La scuola dà comunicazione agli esercenti la potestà genitoriale e alle studentesse o agli studenti maggiorenni della decisione in merito alla richiesta di riconoscimento.

4. L’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica prevedono all’interno del piano formativo le attività destinate agli/alle alunni/e delle scuole del 1° e 2° ciclo di istruzione.
Tali attività saranno coerenti con le attività previste dal piano formativo dell’Istituzione scolastica.

5. L’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica individuano le modalità e i criteri di valutazione degli/delle alunni/e.

6. Conseguentemente l’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica formulano per ogni alunno/a, sulla base di una griglia di valutazione degli apprendimenti, un giudizio sulle competenze acquisite da esprimersi con voti in cifre nella scala decimale (dal cinque al dieci nella scuola primaria, dal 4 al 10 nella scuola secondaria di I° grado); tale valutazione dovrà essere inviata all’Istituzione scolastica presso la quale l’alunno/a è iscritto.
L’invio dovrà avvenire almeno dieci giorni prima delle valutazioni intermedie e finali del Consiglio di classe.
La valutazione fa riferimento alle Indicazioni provinciali vigenti e alle delibere provinciali n. 2485 del 12 ottobre 2009 e n. 1020 del 4 luglio 2011, che definiscono i criteri generali per la valutazione delle alunne e degli alunni.

7. L’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica comunicheranno almeno dieci giorni prima delle valutazioni intermedie e finali del Consiglio di classe le assenze dei/delle singoli/e alunni/e all’Istituzione scolastica di pertinenza, al fine della verifica della validità dell’anno scolastico.
In caso di assenze frequenti e ripetute la segnalazione alle scuole dovrà avvenire con tempestività a prescindere dalle scadenze precedentemente indicate.

8. In ottemperanza alla normativa riguardante la certificazione delle competenze, l’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica - per le proprie attività - formuleranno e invieranno all’istituzione scolastica, unitamente alla valutazione di cui al punto 6, la certificazione delle competenze.

9. L’offerta formativa dell’Area musicale, delle scuole di musica e del Conservatorio di musica sarà compatibile con il piano orario dell’istituzione scolastica e si articolerà in unità orarie coerenti con le stesse dell’Istituzione scolastica presso la quale l’alunno/a è iscritto/a.
L’esonero dall’attività curricolare non può determinare obblighi di vigilanza da parte dell’Istituzione scolastica.
L’uscita da scuola degli/delle studenti/studentesse è regolata dalle stesse disposizioni previste per le lezioni ordinarie.

ALLEGATO B

Indicazioni per il riconoscimento dell’offerta formativa extrascolastica diversa da quella svolta presso l’Area musicale, le scuole di musica e il Conservatorio di musica da parte delle scuole in lingua italiana, ai sensi dell’art. 1/quater della legge provinciale 16 luglio 2008, n. 5.

1. La richiesta del riconoscimento delle attività formative extrascolastiche, di cui all’art. 1/quater della legge provinciale 16 luglio 2008, n. 5, deve essere presentata, corredata di tutta la documentazione utile alla valutazione dei successivi punti 4 e 5, alla scuola di appartenenza dagli esercenti la responsabilità genitoriale o dalle studentesse/dagli studenti maggiorenni, contestualmente all’iscrizione alle suddette attività e comunque non oltre il 31 luglio di ogni anno scolastico.

2. Le scuole determinano i criteri di qualità, la possibilità e la misura concreta dell’esonero, nonché le condizioni per la revoca.
I moduli e le condizioni per la presentazione della domanda sono inseriti nei siti delle Istituzioni scolastiche.
La scuola comunica ai richiedenti la decisione in merito alla richiesta di riconoscimento.

3. Il riconoscimento dell’offerta formativa extrascolastica, effettuato con riferimento alle Indicazioni provinciali e al curricolo di Istituto, può riguardare anche solo una parte di una o più discipline e comunque non superare il limite massimo stabilito dalla normativa vigente.
Qualora il riconoscimento riguardi una parte dell’orario complessivo della disciplina, i tempi e l’organizzazione dell’esonero potranno essere modulari e comunque dovranno essere concordati con l’Istituzione scolastica.

4. Le scuole invieranno all’Intendenza scolastica la comunicazione relativa alle richieste pervenute, corredata di tutta la documentazione presentata, entro 10 agosto.
Una commissione istituita presso l’Intendenza scolastica valuterà l’offerta formativa dell’istituzione extrascolastica relativamente ai seguenti indicatori:

a. chiarezza e trasparenza dell’istituzione extrascolastica ed eventuale appartenenza della stessa a una organizzazione maggiore;

b. attività pluriennale ed esperienza nell’attività con i giovani nel rispettivo ambito formativo;

c. trasparenza sulle/sui responsabili delle attività formative extrascolastiche e loro qualificazione professionale.

Gli esiti saranno comunicati alle scuole entro il 25 agosto.
La commissione istituita presso l’Intendenza scolastica è composta di due Dirigenti scolastiche/ci e da un ispettore/ispettrice dell’Intendenza stessa.

5. Preso atto di quanto comunicato dalla commissione le scuole stabiliscono, con delibera del collegio docenti, i criteri di qualità sulla base dei seguenti indicatori:

a. conformità dell’attività formativa con la funzione educativa del ciclo di istruzione frequentato, delle Indicazioni provinciali e del curricolo d’Istituto;

b. disponibilità a concordare i criteri di osservazione e valutazione in coerenza con i principi enunciati nel Piano dell’offerta formativa.

6. Il totale delle ore frequentate presso le istituzioni extrascolastiche deve essere almeno pari alla misura dell’esonero concesso. La relativa attestazione è a carico dell’istituzione extrascolastica stessa.

Le scuole stabiliscono periodi e modalità per la comunicazione da parte dell’istituzione extrascolastica della frequenza alle iniziative formative.

La frequenza di attività formative extrascolastiche, riconosciute nell’ambito dell’esonero dalle attività d’insegnamento obbligatorie, è parte integrante dell’orario annuale personalizzato, è pertanto fatto obbligo di regolare frequenza da parte delle alunne e degli alunni. In caso di mancato rispetto di questa disposizione, la scuola è autorizzata a revocare in ogni momento l’esonero e a reinserire le alunne e gli alunni già esonerati nelle attività scolastiche ordinarie. In caso di frequenze irregolari o interruzioni di queste attività, i responsabili delle istituzioni extrascolastiche ne danno immediata comunicazione scritta alla scuola.

Le studentesse/gli studenti esonerati parzialmente dalla frequenza di una o più discipline sono tenuti, per la parte frequentata presso l’Istituzione scolastica, a sottoporsi alle verifiche e valutazioni previste.

Le attività formative extrascolastiche concorrono al riconoscimento della validità dell’anno scolastico.

Le istituzioni extrascolastiche, le cui attività saranno coerenti con quelle previste dal piano formativo dell’Istituzione scolastica, individuano le modalità e i criteri di valutazione degli/delle alunni/e.

La valutazione fa riferimento alle Indicazioni provinciali e alla normativa sulla valutazione delle alunne e degli alunni del primo e secondo ciclo.

7. Le istituzioni extrascolastiche esprimono per ogni alunno/a, sulla base della griglia di valutazione degli apprendimenti concordata con l’Istituzione scolastica, un giudizio sul raggiungimento degli obiettivi previsti. Tale valutazione dovrà essere inviata all’Istituto presso il quale l’alunno/a è iscritto/a.

L’invio dovrà avvenire almeno dieci giorni prima delle valutazioni intermedie e finali del Consiglio di classe.

In caso di esonero parziale la valutazione esterna concorre alla formulazione del voto. Nel caso di esonero per l’intero monte ore disciplinare la scuola acquisisce la valutazione esterna e la inserisce nel documento di valutazione.

8. L’offerta formativa delle istituzioni extrascolastiche deve essere compatibile con il piano orario dell’Istituzione scolastica.

L’esonero dall’attività curricolare non può determinare obblighi di vigilanza da parte dell’Istituzione scolastica.

Le alunne/gli alunni che fruiscono dell’esonero dall’insegnamento scolastico per la frequenza delle attività formative riconosciute e la cui giornata scolastica di conseguenza inizia più tardi o finisce in anticipo, entrano nella scuola e ne escono secondo le stesse disposizioni previste per le lezioni ordinarie.

 

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction Delibera 26 gennaio 2016, n. 62
ActionAction Delibera 19 gennaio 2016, n. 42
ActionAction Delibera 2 febbraio 2016, n. 95
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 104
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 126
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 143
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 167
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 187
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 211
ActionAction Delibera 8 marzo 2016, n. 270
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 292
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 294
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 301
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 310
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 349
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 354
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 362
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 364
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 376
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 398
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 420
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 421
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 437
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 438
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 441
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 442
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 448
ActionAction Delibera 3 maggio 2016, n. 470
ActionAction Delibera 10 maggio 2016, n. 497
ActionAction Delibera 17 maggio 2016, n. 535
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 542
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 545
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 562
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 566
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 570
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 583
ActionActionALLEGATO A
ActionActionALLEGATO B
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 597
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 612
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 614
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 615
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 629
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 631
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 633
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 678
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 681
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 706
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 738
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 739
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 740
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 760
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 764
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 777
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 778
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 789
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 805
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 811
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 816
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 817
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 819
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 832
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 846
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 868
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 872
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 886
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 893
ActionAction Delibera 23 agosto 2016, n. 923
ActionAction Delibera 30 agosto 2016, n. 948
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 989
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 990
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 993
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1008
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1018
ActionAction Delibera 27 settembre 2016, n. 1036
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1051
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1072
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1079
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1098
ActionAction Delibera 18 ottobre 2016, n. 1127
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1164
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1176
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1187
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1188
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1197
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1198
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1223
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1227
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1236
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1241
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1245
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1294
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1296
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1322
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1323
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1331
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1350
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1359
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1362
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1365
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1366
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1367
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1368
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1375
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1376
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1386
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1404
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1407
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1415
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1436
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1439
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1447
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1462
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1457
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1458
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1475
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1477
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1478
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1493
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1512
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 667
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico