In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 2 settembre 2013, n. 1301
Approvazione dell'accordo sulle misure di contenimento delle spese correnti della Provincia, degli enti strumentali della stessa e dei comuni ai sensi dell'articolo 10, comma 1, della L.P. n. 22 del 2012 (Legge finanziaria 2013)

L’articolo 10, comma 1, della legge finanziaria provinciale per l’anno 2013 ( L.P. n. 22 del 2012) prevede misure per la riduzione dei costi atti a garantire, a regime, risparmi di spesa fino ad un massimo dello 0,5 % delle spese correnti del bilancio provinciale del 2013.

Tali misure riguardano la Provincia, gli enti dipendenti dalla stessa, comprese le comunità comprensoriali, nonché i comuni. Le relative misure devono essere concordate con il Consiglio dei Comuni, ove interessato, nonché con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative entro il 31 maggio 2013. Entro tale termine non era possibile raggiungere un accordo. Ciò non comporta che tale accordo non possa essere raggiunto anche successivamente.

L’allegato accordo è stato raggiunto con il consenso del Consiglio dei Comuni e delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative in data 28.8.2013 e comprende prime misure per la riduzione delle spese correnti. Ai sensi della succitata disposizione del comma 1 dell’articolo 10 il risparmio dello 0,5 % delle spese correnti del bilancio provinciale deve essere raggiunto solo in sede d’applicazione delle misure relative a regime. Tale obiettivo non deve essere pertanto raggiunto ai sensi della predetta disposizione nel corso dell’attuale esercizio finanziario ma solamente in sede di piena applicazione delle misure stesse. In tale obiettivo di risparmio sono compresi anche i risparmi che saranno raggiunti dai comuni, e le comunità comprensoriali e dagli enti strumentali della Provincia.

Nell’accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali è stato preso atto del fatto che la Pubblica Amministrazione ha già raggiunto un sensibile contenimento delle spese correnti in virtù del mancato rinnovo del contratto collettivo intercompartimentale per effetto della legge provinciale 23.12.2010, n. 15, e che, pertanto, altre misure di contenimento delle spese correnti vadano individuate prevalentemente al di fuori della spesa per stipendi.

Al riguardo viene considerato necessario che nelle ulteriori misure di contenimento delle spese correnti saranno presi in considerazione fin dall’inizio della contrattazione relativa anche le spese correnti degli enti strumentali e delle società in-house della Provincia.

Sulla base delle suesposte considerazioni viene ritenuto opportuno e necessario, di approvare l’accordo raggiunto d’intesa c on il Consiglio dei comuni, con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative in data 28.8.2013, e di stabilire le relative prime misure per la riduzione delle spese correnti.

Tutto ciò premesso la Giunta provinciale ad unanimità di voti legalmente espressi

Delibera:

1. E’ approvato l’allegato accordo riguardante misure di contenimento delle spese correnti della Provincia, degli enti strumentali e dei comuni.

2. Di c oncordare, d’intesa c on il Consiglio dei Comuni, in quanto interessato, nonché con le organizzazioni sindacali altre misure di contenimento delle spese correnti della Provincia, degli enti strumentali, dei comuni comprese le comunità comprensoriali, e delle società in-house della Provincia.

3. Sulla base dell’accordo di cui al punto 1 vengono stabilite le seguenti misure di riduzione dei costi:

3.1. Riduzione temporanea del compenso per lavoro straordinario:

Per il periodo dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2014 la disciplina di cui al comma 3 dell’articolo 90 del contratto collettivo intercompartimentale 12 febbraio 2008 e del comma 1 dell’articolo 13 del contratto collettivo intercompartimentale per il personale dirigenziale 17 settembre 2003 è sostituita dalla seguente:

“La misura del normale compenso orario è determinata mediante la divisione dello stipendio mensile maturato per classe e non oltre il decimo scatto del livello retributivo di inquadramento, compresa l’indennità integrativa speciale, per il coefficiente 160.

Ai fini della determinazione della misura del normale compenso orario di cui all’articolo 90, comma 3, del contratto collettivo intercompartimentale del 12 febbraio 2008 si tiene conto anche dell’indennità di funzione attribuita con l’incarico dirigenziale, salvo il rispetto dei seguenti limiti:

a) compenso orario massimo spettante per livello retributivo: fino a 10 scatti;

b) coefficiente massimo dell’indennità di funzione calcolabile ai fini della misura complessiva del compenso orario normale: 1,7.”

3.2. Riduzione temporanea del rimborso delle spese di vitto e dell’indennità chilometrica per uso del proprio automezzo in missione:

Per il periodo dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2014 gli importi di 25,00 e 50,00 € di cui all’articolo 5, comma 1, dell’allegato 1 al contratto collettivo intercompartimentale 12 febbraio 2008, come sostituito con il contratto collettivo intercompartimentale 9 aprile 2008, nonché di cui all’articolo 5, comma 1, dell’allegato 3 al testo unico dei contratti collettivi provinciali per il personale docente ed educativo delle scuole elementari e secondarie di primo e secondo grado del 23 aprile 2003, come sostituito dall’articolo 2, comma 1, dell’allegato 3 del contratto collettivo del personale medesimo 8 ottobre 2008, sono ridotti a rispettivamente 20,00 € e 40,00 €.

2. Per lo stesso periodo la disciplina di cui ai commi 2, 3 e 4 dell’articolo 6 degli allegati indicati al comma 1 è sostituita dalla seguente:

“2. Premesso che a parità di prestazioni deve essere privilegiato l’uso dei mezzi di cui al comma 1, in caso di uso del proprio automezzo compete per ogni chilometro effettivamente percorso dell’itinerario autorizzato la seguente indennità chilometrica, arrotondata ad un cent e da adeguarsi semestralmente ai sensi delle disposizioni di cui al comma 4:

a) per autovetture: il ventisette per cento del prezzo di consumo della benzina senza piombo;

b) per motocicli: il dodici per cento del prezzo di consumo della benzina senza piombo.

3. Per i percorsi su strade non asfaltate l’indennità chilometrica per uso del proprio autoveicolo è raddoppiata.

4. Ai fini dell’adeguamento di cui al comma 2 viene preso in considerazione il prezzo di consumo medio mensile accertato dal Ministero dello Sviluppo Economico per il mese immediatamente precedente alla decorrenza del rispettivo semestre. In caso di riduzione del prezzo di consumo medio sotto 1,70 € o d’aumento sopra 1,90 € si provvede all’adeguamento in aumento o in diminuzione della percentuale del ventisette per cento rispettivamente del dodici per cento per la determinazione dell’indennità chilometrica di cui al comma 2 nella misura dell’uno per cento per ogni 5 centesimi di variazione.“

3.3. Riduzione fondo per lavoro straordinario:

Il fondo per il lavoro straordinario del personale dell’Amministrazione provinciale è ridotto a decorrere dall’anno 2013 di 1,6 milioni.

Gli enti e le società indicate all’articolo 1, comma 3, dell’accordo di cui al punto 1 provvedono, a decorrere dall’anno 2014, a ridurre i fondi per lavoro straordinario del proprio personale nella misura non inferiore del trenta percento dei fondi impiegati nell’esercizio 2012.

3.4. Altre misure di risparmio:

Altre misure di contenimento delle spese correnti ed i relativi risparmi per l’anno 2013 sono individuati e stimati nell’allegata tabella ai numeri 4 a 8, compresi gli effetti per l’anno 2014.

4. La presente deliberazione entra in vigore il giorno della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Allegato

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction Delibera 14 gennaio 2013, n. 46
ActionAction Delibera 14 gennaio 2013, n. 32
ActionAction Delibera 14 gennaio 2013, n. 58
ActionAction Delibera 21 gennaio 2013, n. 103
ActionAction Delibera 28 gennaio 2013, n. 112
ActionAction Delibera 28 gennaio 2013, n. 134
ActionAction Delibera 4 febbraio 2013, n. 186
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 195
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 210
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 236
ActionAction Delibera 18 febbraio 2013, n. 249
ActionAction Delibera 18 febbraio 2013, n. 254
ActionAction Delibera 25 febbraio 2013, n. 290
ActionAction Delibera 25 febbraio 2013, n. 303
ActionAction Delibera 4 marzo 2013, n. 362
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 378
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 379
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 384
ActionAction Delibera 18 marzo 2013, n. 397
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 445
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 450
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 453
ActionAction Delibera 2 aprile 2013, n. 499
ActionAction Delibera 15 aprile 2013, n. 554
ActionAction Delibera 15 aprile 2013, n. 557
ActionAction Delibera 15 aprile 2013, n. 573
ActionAction Delibera 22 aprile 2013, n. 612
ActionAction Delibera 6 maggio 2013, n. 640
ActionAction Delibera 13 maggio 2013, n. 696
ActionAction Delibera 21 maggio 2013, n. 745
ActionAction Delibera 10 giugno 2013, n. 873
ActionAction Delibera 10 giugno 2013, n. 875
ActionAction Delibera 17 giugno 2013, n. 913
ActionAction Delibera 17 giugno 2013, n. 935
ActionAction Delibera 24 giugno 2013, n. 949
ActionAction Delibera 24 giugno 2013, n. 954
ActionAction Delibera 1 luglio 2013, n. 976
ActionAction Delibera 8 luglio 2013, n. 1034
ActionAction Delibera 8 luglio 2013, n. 1049
ActionAction Delibera 15 luglio 2013, n. 1050
ActionAction Delibera 15 luglio 2013, n. 1064
ActionAction Delibera 22 luglio 2013, n. 1090
ActionAction Delibera 22 luglio 2013, n. 1094
ActionAction Delibera 22 luglio 2013, n. 1116
ActionAction Delibera 29 luglio 2013, n. 1171
ActionAction Delibera 26 agosto 2013, n. 1190
ActionAction Delibera 26 agosto 2013, n. 1191
ActionAction Delibera 2 settembre 2013, n. 1301
ActionAction Delibera 9 settembre 2013, n. 1322
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1406
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1414
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1415
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1416
ActionAction Delibera 7 ottobre 2013, n. 1456
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1519
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1524
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1529
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1596
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1597
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1603
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1606
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1628
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1644
ActionAction Delibera 28 ottobre 2013, n. 1651
ActionAction Delibera 4 novembre 2013, n. 1686
ActionAction Delibera 25 novembre 2013, n. 1807
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1853
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1860
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1866
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1868
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1895
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 1966
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 1988
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 2025
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 2035
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico