In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) Legge provinciale 28 novembre 2001, n. 171)
Legge sui masi chiusi

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Suppl. n. 1 al B.U. 11 dicembre 2001, n. 51.

Art. 32 (Assunzione del maso di comune accordo e ricorso per il rilascio del certificato di eredità)

(1)  In qualunque momento del procedimento per la determinazione dell'assuntore o dell'assuntrice e del prezzo di assunzione del maso, gli eredi o le eredi, purché vi sia unanimità, possono dichiarare di essersi accordati/e circa l'erede cui spetti il diritto di assunzione, circa l'ammontare del prezzo, le modalità di pagamento, le prestazioni e gli altri oneri e diritti inerenti alla successione. Di tale accordo viene fatta menzione nel ricorso per il rilascio del certificato di eredità; in tale caso il/la giudice deve verificare l'accordo raggiunto in conformità all'articolo 16 della legge tavolare emanata con regio decreto 28 marzo 1929, n. 499, e darne conferma nel certificato da rilasciare conformemente.

(2)  Se il/la giudice ha determinato il valore del maso a norma dell'articolo 20, la relativa sentenza è allegata al ricorso per il rilascio del certificato di eredità. Nel certificato di eredità il/la giudice assegna il maso all'assuntore o all'assuntrice, dichiarandolo debitore o dichiarandola debitrice della massa ereditaria per l'ammontare del valore del maso. Nel contempo il/la giudice, sentite le parti, fissa con equo apprezzamento l'importo massimo per il quale deve essere iscritta, assieme all'intavolazione del diritto di proprietà a nome dell'assuntore o dell'assuntrice del maso, l'ipoteca cauzionale per le quote di ogni singolo coerede o di ogni singola coerede, fatta salva la facoltà dell'assuntore o dell'assuntrice del maso di dimostrare al giudice tavolare il raggiungimento di un accordo con i coeredi o le coeredi, ovvero l'avvenuto pagamento delle loro quote ereditarie.

(3)  Qualora l'eredità comprendente il maso chiuso sia devoluta anche a discendenti minorenni, su richiesta del/della rappresentante legale dei minorenni o delle minorenni, l'assunzione del maso può essere rinviata dal/dalla giudice fino al raggiungimento della maggiore età del/della coerede più giovane, senza tuttavia andare oltre il raggiungimento del 31 anno di età dell'avente diritto all'assunzione. In tale caso il/la giudice indica il termine dell'assunzione nel certificato di eredità, decretandone anche l'annotazione nel libro fondiario.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionA Masi chiusi
ActionActiona) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 19 luglio 1960, n. 42
ActionActionb) LEGGE PROVINCIALE 26 marzo 1982, n. 10 —
ActionActionc) Legge provinciale 28 novembre 2001, n. 17
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionLimitazioni della facoltà di disporre del proprietario o della proprietaria del maso chiuso
ActionActionDiritto di prelazione sul maso chiuso
ActionActionDisposizioni particolari concernenti la divisione del patrimonio ereditario
ActionActionArt. 11 (Indivisibilità del maso)  
ActionActionArt. 12 (Pertinenze del maso)
ActionActionArt. 13 (Ammissibilità delle domande)  
ActionActionArt. 14 (Determinazione dell'assuntore o dell'assuntrice del maso in caso di successione legittima)    
ActionActionArt. 15 (Assegnazione del maso all'assuntore o all'assuntrice)
ActionActionArt. 16 (Determinazione dell'assuntore o dell'assuntrice con disposizione di ultima volontà)
ActionActionArt. 17 (Legatario/legataria o assuntore/assuntrice con atto tra vivi)
ActionActionArt. 18 (Più persone eredi chiamate alla successione senza designazione dell’assuntore o dell’assuntrice del maso)  
ActionActionArt. 19 (Esclusione dei legittimari e delle legittimarie del defunto o della defunta dall’assunzione del maso)  
ActionActionArt. 20 (Determinazione dell’assuntore o dell’assuntrice e del valore di assunzione del maso)
ActionActionArt. 21 (Tentativo di conciliazione)  
ActionActionArt. 22 (Procedimento giudiziario)  
ActionActionArt. 23 (Consulenti ed elenco provinciale dei/delle consulenti)
ActionActionArt. 24 (Sentenza sul prezzo d'assunzione)
ActionActionArt. 25 (Procedimento d'appello)
ActionActionArt. 26 (Pagamento del prezzo di assunzione agli/alle eredi)
ActionActionArt. 27 (Dilazione di pagamento del prezzo di assunzione)
ActionActionArt. 28 (Disciplina ereditaria nel caso di più masi chiusi)
ActionActionArt. 29 (Divisione ereditaria suppletoria)   
ActionActionArt. 30 (Assunzione di una quota di comproprietà di un maso chiuso)
ActionActionArt. 31 (Diritto all'integrazione della quota spettante)
ActionActionArt. 32 (Assunzione del maso di comune accordo e ricorso per il rilascio del certificato di eredità)
ActionActionArt. 33 (Rilascio del certificato di eredità e revoca dello stesso)
ActionActionArt. 34 (Diritti del o della coniuge superstite)   
ActionActionArt. 34/bis (Interpretazione autentica)  
ActionActionArt. 35 (Mantenimento dei/delle discendenti del defunto o della defunta viventi nel maso)
ActionActionSvincolo del maso chiuso
ActionActionDisposizioni particolari
ActionActionOrgani e procedure
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 3 maggio 2006, n. 19
ActionActione) Legge provinciale 19 aprile 2018, n. 5
ActionActionB Interventi a favore dell' agricoltura
ActionActionC Bonifica e ricomposizione fondiaria
ActionActionD Agenzia Demanio provinciale, Centro di sperimentazione Laimburg e servizio fitopatologico
ActionActionE Zootecnia
ActionActionF Igiene dei prodotti alimentari
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico