In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) Legge provinciale 29 giugno 2000, n. 121)
Autonomia delle scuole

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Suppl. n. 2 al B.U. 11 luglio 2000, n. 29.

Art. 15/bis (Organici delle istituzioni scolastiche)      delibera sentenza

(1)  La Giunta provinciale disciplina la definizione degli organici del personale ispettivo, dirigente e docente delle scuole, sulla base di quanto previsto nei commi 2, 3 e 4. Al fine di garantire la continuità didattica del personale docente, la Giunta provinciale prevede la durata pluriennale dei provvedimenti relativi agli esoneri, utilizzi, distacchi e al lavoro a tempo parziale e l’assegnazione definitiva delle sedi. La Giunta provinciale stabilisce anche i termini per la presentazione delle domande per la fruizione di assenze di durata annuale. 26)

(2) Per il sostegno e l'integrazione di alunne e alunni disabili è riconosciuta una dotazione di docenti di sostegno nella misura di un docente ogni 100 alunne e alunni. La Giunta provinciale stabilisce le condizioni e i limiti per le assunzioni con contratto a tempo determinato di docenti di sostegno, anche in deroga al rapporto fra docenti e alunne e alunni previsto dal presente comma, nel caso in cui, nel corso dell'anno scolastico, si verifichi la necessità di sostenere alunne e alunni con bisogni educativi speciali.

(3) La Giunta provinciale definisce le modalità e i criteri volti all'assegnazione di una dotazione di docenti formati per facilitare l'inserimento nei percorsi del sistema formativo e per agevolare l'apprendimento della lingua tedesca, italiana o ladina da parte di alunne e alunni con sfondo migratorio, con particolare riferimento a quelli con necessità di alfabetizzazione.

(4)  Nell'ambito degli organici delle istituzioni scolastiche può essere impiegato, oltre al personale con specifica abilitazione all’insegnamento, anche personale docente in possesso di abilitazione all’insegnamento per altri gradi di scuola, purché lo stesso disponga di idonee competenze disciplinari e didattiche per l’insegnamento da impartire. Tale servizio viene riconosciuto ai fini della carriera. Il personale docente a tempo indeterminato mantiene il proprio inquadramento stipendiale. La Giunta provinciale definisce le linee guida per il riconoscimento delle competenze e per l’istituzione di cattedre verticali. Nell’assegnazione del personale docente alle classi della scuola primaria, la dirigente scolastica o il dirigente scolastico, al fine di garantire un approccio formativo globale, mantiene limitato il numero di docenti nel consiglio di classe. 27) 

(5)  Il personale risultato inidoneo all’insegnamento in seguito ad accertamento medico-legale o della medicina del lavoro viene utilizzato in compiti amministrativi nell’ambito dell’amministrazione scolastica, conformemente al bisogno organizzativo dell’Amministrazione e alle indicazioni di residua idoneità lavorativa. L’utilizzo avviene mediante trasferimento in un apposito contingente separato dalla dotazione organica complessiva della Provincia, da determinarsi con deliberazione della Giunta provinciale. 28)

(6) In aggiunta al personale assegnato, le istituzioni scolastiche provinciali, utilizzando risorse del proprio bilancio, possono stipulare, per periodi determinati, contratti di prestazioni d'opera con esperti in discipline e insegnamenti non obbligatori, in relazione all'introduzione o alla sperimentazione di nuove discipline di studio o di metodologie innovative, all'ampliamento e alla qualificazione dell'offerta formativa o ad esigenze connesse a particolari difficoltà anche attinenti all'inserimento di alunne e alunni appartenenti a famiglie di recente immigrazione, fatte salve le disposizioni di cui all'articolo 17/ter della legge provinciale 31 agosto 1974, n. 7, e successive modifiche.29)

massimeDelibera 13 giugno 2017, n. 637 - Formazione delle classi e dotazioni organiche nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado per gli anni scolastici 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020
massimeDelibera 29 novembre 2016, n. 1323 - Direttive per la definizione degli organici delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado in lingua tedesca
massimeDelibera 27 gennaio 2015, n. 94 - Modifiche degli organici delle scuole secondarie di primo e secondo grado in lingua tedesca in seguito della riforma del secondo ciclo d'istruzione
26)
L'art. 15/bis, comma 1, è stato così sostituito dall'art. 2, comma 1, della L.P. 26 gennaio 2015, n. 1.
27)
L'art. 15/bis, comma 4, è stato così sostituito dall'art. 1, comma 3, della L.P. 20 giugno 2016, n. 14.
28)
L'art. 15/bis, comma 5, è stato così sostituito dall'art. 9, comma 1, della L.P. 22 dicembre 2016, n. 27.
29)
L'art. 15/bis è stato inserito dall'art. 3, comma 1, della L.P. 14 marzo 2008, n. 2.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionA Programmi e orari di insegnamento
ActionActionB Personale insegnante
ActionActionC Organi collegiali
ActionActionD Assistenza scolastica e universitaria
ActionActionE Edilizia scolastica
ActionActionF Disposizioni varie
ActionActiona) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 19 ottobre 1988, n. 27
ActionActionb) Legge provinciale 28 ottobre 1994, n. 9 —
ActionActionc) Legge provinciale 29 giugno 2000, n. 12
ActionAction Art. 1 (Ambito di applicazione)
ActionAction Art. 2 (Autonomia delle istituzioni scolastiche)
ActionAction Art. 3 (Dimensioni delle istituzioni scolastiche)     
ActionAction Art. 4 ( Piano triennale dell’offerta formativa )  
ActionAction Art. 5 (Definizione dei curricoli)
ActionAction Art. 6 (Autonomia didattica)  
ActionAction Art. 7 (Autonomia organizzativa)
ActionAction Art. 8 (Autonomia di ricerca, sviluppo e sperimentazione)
ActionAction Art. 9 (Reti di scuole)  
ActionAction Art. 10 (Ampliamento dell'offerta formativa)
ActionActionArt. 11 (Autonomia amministrativa)    
ActionAction Art. 12 (Autonomia finanziaria)   
ActionAction Art. 12/bis (Assunzione di servizi delle scuole)
ActionAction Art. 13 (Qualifica e competenze del dirigente scolastico e della dirigente scolastica)
ActionActionArt. 13/bis (Valutazione del lavoro dei dirigenti scolastici e delle dirigenti scolastiche)  
ActionAction Art. 14 (Coordinamento delle competenze)
ActionAction Art. 15 (Dotazioni organiche)   
ActionAction Art. 15/bis (Organici delle istituzioni scolastiche)     
ActionAction Art. 16 (Sistema di valutazione)
ActionAction Art. 17 (Comitato provinciale di valutazione per la qualità del sistema scolastico)
ActionAction Art. 18 (Diplomi e attestati)
ActionAction Art. 19
ActionAction Art. 20 (Innovazione degli ordinamenti degli studi)
ActionAction Art. 20/bis (Scuole dell'infanzia ed istituzioni scolastiche paritarie)   
ActionActionArt. 20/ter  
ActionAction Art. 21 (Norme finali)
ActionAction Art. 22
ActionAction Art. 23 (Abrogazione e modifica di disposizioni legislative)
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 16 novembre 2001, n. 74
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 7 maggio 2007, n. 27
ActionActionf) Legge provinciale 16 luglio 2008, n. 5
ActionActiong) Legge provinciale24 settembre 2010 , n. 11
ActionActionh) Legge provinciale 13 luglio 2012, n. 13
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 5 novembre 2012, n. 39
ActionActionj) Legge provinciale 20 giugno 2016, n. 14
ActionActionk) Decreto del Presidente della Provincia 13 ottobre 2017, n. 38
ActionActionl) Decreto del Presidente della Provincia 15 dicembre 2017, n. 45
ActionActionm) Decreto del Presidente della Provincia 27 aprile 2018, n. 13
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 16 luglio 2018, n. 20
ActionActiono) Decreto del Presidente della Provincia 30 luglio 2019, n. 20
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico