In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

b) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 131)
Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata 2)

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Supp. n. 1 al B.U. 12 gennaio 1999, n. 3.
2)
Per l'intera L.P. 17 dicembre 1998, n. 13, bisogna considerare l'art. 8 della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.

Art. 71 (Agevolazioni generali per il recupero convenzionato di abitazioni)

(1)  Per il recupero del patrimonio edilizio esistente viene concesso ai proprietari un contributo a fondo perduto per ciascuna abitazione popolare od economica recuperata e convenzionata per la durata di 20 anni ai sensi dell'articolo 39 della legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, e successive modifiche.  Il contributo a fondo perduto viene commisurato al costo di costruzione convenzionale di un'abitazione di 120 metri quadrati di superficie convenzionale e non può superare il 30 per cento della spesa riconosciuta ammissibile nè il 20 per cento del costo convenzionale di costruzione. 173)

(2) 174)

(3)  Le agevolazioni di cui al comma 1 possono essere concesse esclusivamente per il recupero di abitazioni destinate al fabbisogno abitativo del richiedente stesso e della sua famiglia o dei suoi parenti in linea retta. In deroga all'articolo 39 della legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, e successive modifiche, nella convenzione o nell'atto unilaterale d'obbligo devono quindi essere inserite le seguenti disposizioni speciali: 175)

  1. il beneficiario stesso può occupare l’abitazione convenzionata assieme alla sua famiglia solamente se non è proprietario di abitazioni adeguate alle esigenze della sua famiglia in nessun altro edificio diverso da quello oggetto dell’agevolazione e se il suo reddito familiare complessivo non sia superiore a quello della quarta fascia di reddito di cui all’articolo 58, comma 1, lettera d); 176)
  2. i parenti in linea retta del beneficiario possono occupare l'abitazione convenzionata solamente se sono in possesso dei requisiti generali per essere ammessi alle agevolazioni edilizie provinciali;
  3. l'abitazione convenzionata nel primo decennio della durata del vincolo può essere alienata solamente a parenti in linea retta del beneficiario.177)

(4) In deroga a quanto disposto dal comma 3, lettera c), nel primo decennio della durata del vincolo l'abitazione convenzionata può essere alienata o data in locazione, previa autorizzazione del direttore della Ripartizione provinciale Edilizia abitativa, nei casi previsti dall'articolo 63, comma 1.178) 

(5) Qualora l'abitazione convenzionata si renda libera nel primo decennio della durata del vincolo, essa deve essere data in locazione all'IPES o a un locatario nominato dal comune. Qualora l'IPES non prenda in locazione l'abitazione o qualora il comune non provveda alla nomina di un locatario, l'abitazione può essere data in locazione a persone in possesso dei requisiti generali per essere ammesse alle agevolazioni edilizie provinciali.179) 

(6)  Nel secondo decennio della durata del vincolo 180) l'abitazione, previa autorizzazione del direttore della Ripartizione provinciale Edilizia abitativa, può essere locata o alienata a persone in possesso dei requisiti generali per essere ammesse alle agevolazioni edilizie provinciali.181) 

(7) 182) 

(8)  Per le maggiori spese dovute all'osservanza di vincoli imposti ai sensi delle norme per la tutela e la conservazione del patrimonio storico, artistico e popolare, nonché di quelle sulla tutela del paesaggio e del carattere ambientale della zona, l'importo del contributo è aumentato fino al 50 per cento. Le maggiori spese vanno accertate di volta in volta, a seconda della competenza, dalla ripartizione Beni culturali della Provincia autonoma di Bolzano o dal Comitato per la cultura edilizia e il paesaggio. 183)

(8/bis) Limitatamente all'abitazione, che soddisfa il fabbisogno abitativo primario del proprietario, per le maggiori spese dovute all'osservanza di vincoli imposti ai sensi delle norme per la tutela e la conservazione del patrimonio storico, artistico e popolare, nonché di quelle sulla tutela del paesaggio e del carattere ambientale della zona, l'importo del contributo è aumentato fino al 50 per cento. Le maggiori spese vanno accertate di volta in volta, a seconda della competenza, dalla ripartizione Beni culturali della Provincia autonoma di Bolzano o dal Comitato per la cultura edilizia e il paesaggio. 184)

(9) 182) 

(10)  Il beneficiario può in ogni momento ottenere la liberazione dal vincolo sociale. Nel primo decennio di durata del vincolo deve essere restituito l'intero contributo a fondo perduto. Nel secondo decennio deve essere restituito per ogni anno mancante al compimento del ventesimo anno di durata del vincolo un decimo del contributo a fondo perduto. In caso di contributi per interessi su mutui agevolati in base alle disposizioni vigenti prima dell'entrata in vigore della presente legge deve essere corrisposto un importo pari ai contributi per interessi erogati, ma in ogni caso non più alto della somma dei contributi per interessi per cinque anni. Negli ultimi quattro anni di durata del vincolo diminuisce l'importo indennitario per ogni anno di un quinto dell'importo predetto. 185) 186)

(11)  Le agevolazioni di cui al comma 1 possono essere concesse per edifici residenziali espropriati ai sensi dell'articolo 17, comma 4, della legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, e successive modifiche, ricostruiti in altra posizione del territorio comunale. 187)

(12) 182) 

(13)(14)(15) 188) 

173)
L'art. 71, comma 1, è stato così modificato dall'art. 28, comma 8, della L.P. 19 agosto 2020, n. 9.
174)
L'art. 71, comma 2, è stato abrogato dall'art. 12, comma 4, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.
175)
L'alinea dell'art. 71, comma 3, è stata così modificata dall'art. 28, comma 9, della L.P. 19 agosto 2020, n. 9.
176)
La lettera a) dell'art. 71, comma 3, è stata prima sostituita dall'art. 1, comma 18, della L.P. 22 gennaio 2010, n. 1, e successivamente così modificata dall'art. 10, comma 1, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5. Vedi anche l'art. 14, comma 1, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.
177)
Il comma 3 è stato sostituito dall'art. 38 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
178)
Il comma 4 è stato sostituito dall'art. 38 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
179)
Il comma 5 è stato sostituito dall'art. 38 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
180)
Nell'art. 71, comma 6, la disposizione concernente il secondo decennio di durata del vincolo è stata abrogata ai sensi dell'art. 8, comma 2, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.
181)
Il comma 6 è stato sostituito dall'art. 38 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
182)
Abrogato dall'art. 44 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
183)
L'art. 71, comma 8, è stato così sostituito dall'art. 23, comma 2, della L.P. 17 gennaio 2011, n. 1.
184)
L'art. 71, comma 8/bis, è stato inserito dall'art. 23, comma 3, della L.P. 17 gennaio 2011, n. 1.
185)
Vedi anche l'art. 8, comma 1, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.
186)
Vedi anche l'art. 8, comma 2, della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.
187)
L'art. 71, comma 11, è stato così modificato dall'art. 28, comma 10, della L.P. 19 agosto 2020, n. 9.
188)
I commi 13, 14 e 15 sono stati aggiunti dall'art. 20 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8, e successivamente abrogati dall'art. 44 della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1.
Vedi anche l' art. 21 della L.P. 13 marzo 1995, n. 5, e l' art. 3 della L.P. 9 giugno 1995, n. 14:

Art. 21 (Disposizioni in materia di recupero convenzionato di abitazioni)

(1) Le agevolazioni per il recupero convenzionato di abitazioni previste dalla lettera G) del comma 1 dell'articolo 2 della legge provinciale 20 agosto 1972, n. 15, e successive modifiche, e dall'articolo 24 della legge provinciale 25 novembre 1978, n. 52, e successive modifiche, a partire dall'entrata in vigore della presente legge potranno essere concesse solamente per il recupero di abitazioni destinate alla locazione per uso abitativo primario a famiglie in possesso dei requisiti generali per essere ammesse alle agevolazioni edilizie provinciali o all'Istituto per l'edilizia abitativa agevolata mediante contratto di locazione, che deve essere stipulato per un periodo non inferiore ad anni 8 e ad esso si applicano i commi 4, 5, 6, 7 e 8 dell'articolo 8 della legge 17 febbraio 1992, n. 179. I relativi obblighi devono essere recepiti nella convenzione o nell'atto unilaterale d'obbligo di cui all'articolo 7 della legge provinciale 3 gennaio 1978, n. 1, sostituito dall'articolo 6 della legge provinciale 23 giugno 1992, n. 21.

Art. 3 (Norma transitoria all'articolo 21 della legge provinciale 13 marzo 1995, n. 5 )

(1) La nuova disciplina per il recupero convenzionato di abitazioni di cui all'articolo 21 della legge provinciale 13 marzo 1995, n. 5, si applica a tutte le domande di contributo presentate a partire dal 29 marzo 1995. Per le domande presentate prima di tale data si continua ad applicare la disciplina previgente.

Vedi anche l'art. 38, comma 7, della L.P. 9 gennaio 2003, n. 1:

(7) Per le abitazioni per le quali è stata presentata prima del 2 settembre 2002 la domanda per l'ammissione all'agevolazione edilizia di cui all'articolo 2, comma 1, lettera G), della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, si continuano ad applicare le norme di cui agli articoli 71, 72 e 73 della citata legge provinciale, così come erano in vigore fino all'entrata in vigore della presente legge, fino alla decadenza del vincolo ventennale.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionA
ActionActiona) Legge provinciale 20 dicembre 1993, n. 27
ActionActionb) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13
ActionActionNorme generali
ActionActionCommissione provinciale di vigilanza sull'edilizia abitativa agevolata    
ActionActionIstituto per l'edilizia sociale
ActionActionInterventi di emergenza in caso di calamità naturali
ActionActionProvvedimenti per casi sociali d'emergenza
ActionActionContributi per costruzione, acqcuisto e recupero di abitazioni per fabbisogno abitativo primario
ActionActionAgevolazioni per il recupero convenzionato
ActionActionArt. 71 (Agevolazioni generali per il recupero convenzionato di abitazioni)
ActionActionArt. 71/bis (Recupero di abitazioni)  
ActionActionArt. 71/ter (Acquisto e recupero di abitazioni nei centri edificati)
ActionActionArt. 72-73 
ActionActionArt. 74 (Finanziamento del recupero di edifici con destinazione particolare)
ActionActionArt. 74/bis (Finanziamento del recupero di edifici adibiti a convitto per lavoratori e studenti)
ActionActionArt. 75 (Applicazione dell'articolo 74 sull'intero territorio provinciale)
ActionActionArt. 76 (Contributi ai comuni)
ActionActionArt. 77 (Recupero di edifici di proprietà comunale tramite l'IPES)
ActionActionArt. 78 (Modalità di erogazione)
ActionActionArt. 78/bis (Atto unilaterale d’obbligo)
ActionActionArt. 78/ter (Agevolazioni sulla base dell’importo teorico delle detrazioni fiscali)
ActionActionAcquisizione, assegnazione e finanziamento delle aree destinate all'edilizia abitativa agevolata
ActionActionContributi a fondo perduto per la costruzione di abitazioni popolari
ActionActionSussidio casa
ActionActionContributi per la realizzazione di opere finalizzate al superamento di barriere architettoniche e all'adeguamento dell'abitazione alla persona in situazione di handicap
ActionActionContributi alle cooperative di garanzia
ActionActionAssegnazione in locazione di alloggi di edilizia sociale
ActionActionAssegnazione di abitazioni a senza tetto
ActionActionCessione in proprietà di abitazioni dell'IPES
ActionActionDisposizioni varie
ActionActionNorme transitorie e finali
ActionActionc) Legge provinciale 17 settembre 2013, n. 14
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico