In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

b) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 131)
Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata 2)

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Supp. n. 1 al B.U. 12 gennaio 1999, n. 3.
2)
Per l'intera L.P. 17 dicembre 1998, n. 13, bisogna considerare l'art. 8 della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.

Art. 97 (Requisiti per l'assegnazione di abitazioni in locazione)      delibera sentenza

(1) Per l'assegnazione in locazione delle abitazioni di edilizia sociale di cui all'articolo 94, comma 1, i richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. devono avere da almeno 5 anni la residenza o il posto di lavoro in provincia e da almeno due anni nel comune in cui sono situate le abitazioni;
  2. non possono essere titolari del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio adeguato al fabbisogno della famiglia, nè aver ceduto negli ultimi cinque anni prima della presentazione della domanda un tale diritto; lo stesso vale per il coniuge non separato;
  3. non possono essere componenti di una famiglia ammessa ad un contributo pubblico per la costruzione, l'acquisto o il recupero di un'abitazione adeguata al fabbisogno della famiglia, salvo che venga costituita una nuova famiglia;
  4. non possono superare il “valore della situazione economica” (VSE) di 2,36; 230)
  5. non deve essere stata disposta nei loro confronti la revoca dell'assegnazione di un alloggio negli ultimi cinque anni, eccezion fatta per le revoche di assegnazione di alloggi disposte ai sensi del comma 5 dell'articolo 22;
  6. non può essere stato pronunciato nei loro confronti da parte dell'IPES nei precedenti cinque anni lo sfratto per morosità;
  7. nei loro confronti non deve sussistere la causa di esclusione di cui all'articolo 46, comma 2;231)
  8. non possono essere già assegnatari di alloggi IPES adeguati, salvo che non si tratti di richiesta di cambio alloggio di cui all’articolo 104.232)

(1.1) La Giunta provinciale, per particolari e motivate ragioni, può apportare i necessari adeguamenti al VSE previsto alla lettera d) del comma 1. 233)

(1/bis) Per il calcolo della durata minima della residenza in provincia ai sensi del comma 1, lettera a), è considerata la residenza storica prevista all'articolo 45.234) 

(1/ter) Fino a quando i richiedenti non avranno conseguito la durata minima della residenza o del posto di lavoro prevista nel comma 1, lettera a), per l'assegnazione di un'abitazione, possono richiedere l'assegnazione in locazione di un'abitazione nel comune di provenienza.235) 

(2) Qualora le abitazioni su cui il richiedente o il coniuge non legalmente separato possiedono i diritti di cui al comma 1, lettera b), si trovino fuori provincia, il richiedente è escluso dall'assegnazione di abitazioni in locazione soltanto se il valore convenzionale di tali abitazioni, accertato in base alle rispettive disposizioni regionali, corrisponda al valore convenzionale di un'abitazione adeguata alla famiglia del richiedente in base alle disposizioni di legge provinciali.

(3) Le cause di esclusione di cui al comma 1, lettere b) e c), non trovano applicazione nei casi di cui agli articoli 29 e 39.

(4) Qualora il richiedente sia proprietario di un'abitazione non adeguata in un comune della provincia, ovvero abbia il diritto di usufrutto di una tale abitazione, può ottenere in assegnazione un'abitazione in locazione soltanto se offre in locazione la propria abitazione all'IPES.236) 

(5) Per l'applicazione dei commi 1, 2 e 3 vale per il concetto di famiglia l'articolo 44.

(6) Per il concetto di abitazione adeguata vale l'articolo 43, comma 1.

(7) Per il calcolo del reddito familiare complessivo vale l'articolo 58. Nel calcolo del reddito familiare complessivo viene contato anche il reddito della persona convivente "more uxorio" con il richiedente.

(8) I requisiti per l'assegnazione di abitazioni in locazione devono essere posseduti dal richiedente e dai componenti della sua famiglia al momento della presentazione della domanda e fino al momento dell'assegnazione dell'abitazione in locazione.

(9) In deroga a quanto previsto dal comma 1, lettera a), gli emigrati all'estero, già residenti prima dell'emigrazione per almeno cinque anni in provincia e che si obbligano a ristabilire la loro residenza in provincia, possono presentare la domanda di assegnazione di un alloggio in quel comune nel quale avevano l'ultima residenza o nel quale è dimostrato che possano esercitare la loro professione o il loro lavoro.

(10) Qualora nel capoluogo della provincia o nelle località centrali stabilite dal piano provinciale di sviluppo e di coordinamento territoriale siano previsti programmi abitativi straordinari, la Giunta provinciale può disporre in deroga alla disposizione di cui al comma 1, lettera a), che possano richiedere l'assegnazione di queste abitazioni anche richiedenti che hanno la loro residenza o il loro posto di lavoro in un comune dell'ambito di integrazione.

(11) 237) 

massimeDelibera 12 giugno 2018, n. 552 - Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata - adeguamento del valore della situazione economica (VSE)
massimeDelibera 12 dicembre 2017, n. 1366 - Edilizia abitativa agevolata: Adeguamento dei limiti di reddito e delle quote di detrazione relativi ai redditi dell’anno 2017
massimeDelibera 20 dicembre 2016, n. 1415 - Edilizia abitativa agevolata: Articoli 58 e 97 della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, e successive modifiche, Ordinamento dell’edilizia abitativa agevolata - adeguamento dei limiti di reddito e delle quote di detrazione relativi ai redditi dell’anno 2016
massimeVerwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 229 vom 30.08.1996 - Effektive Besetzung einer Volkswohnung seitens des Förderungsempfängers
230)
La lettera d), dell'art. 97, comma 1, è stata così sostituita dall'art. 1, comma 14, della L.P. 17 settembre 2013, n. 14.  Vedi anche la deliberazione della Giunta provinciale 12.12.2017, n. 1366. La lettera d) dell'art. 97, comma 1, è stata successivamente modificata dalla deliberazione della Giunta provinciale 12 giugno 2018, n. 552.
231)
La lettera g) è stata aggiunta dall'art. 27 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8.
232)
La lettera h) dell'art. 97, comma 1, è stata aggiunta dall'art. 1, comma 27, della L.P. 22 gennaio 2010, n. 1.
233)
L'art. 97, comma 1.1, è stato inserito dall'art. 1, comma 8, della L.P. 22 dicembre 2016, n. 27.
234)
Il comma 1/bis è stato inserito dall'art. 27 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8.
235)
Il comma 1/ter è stato inserito dall'art. 27 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8.
236)
Il comma 4 è stato sostituito dall'art. 27 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8.
237)
L'art. 97, comma 11, è stato abrogato dall'art. 1, comma 15, della L.P. 17 settembre 2013, n. 14.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionA
ActionActiona) Legge provinciale 20 dicembre 1993, n. 27
ActionActionb) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13
ActionActionNorme generali
ActionActionCommissione provinciale di vigilanza sull'edilizia abitativa agevolata    
ActionActionIstituto per l'edilizia sociale
ActionActionInterventi di emergenza in caso di calamità naturali
ActionActionProvvedimenti per casi sociali d'emergenza
ActionActionContributi per costruzione, acqcuisto e recupero di abitazioni per fabbisogno abitativo primario
ActionActionAgevolazioni per il recupero convenzionato
ActionActionAcquisizione, assegnazione e finanziamento delle aree destinate all'edilizia abitativa agevolata
ActionActionContributi a fondo perduto per la costruzione di abitazioni popolari
ActionActionSussidio casa
ActionActionContributi per la realizzazione di opere finalizzate al superamento di barriere architettoniche e all'adeguamento dell'abitazione alla persona in situazione di handicap
ActionActionContributi alle cooperative di garanzia
ActionActionAssegnazione in locazione di alloggi di edilizia sociale
ActionActionArt. 94 (Abitazioni soggette all'assegnazione)
ActionActionArt. 95 (Controlli)
ActionActionArt. 96 (Commissione di assegnazione)
ActionActionArt. 97 (Requisiti per l'assegnazione di abitazioni in locazione)     
ActionActionArt. 98 (Criteri di preferenza)
ActionActionArt. 99 (Presentazione delle domande)
ActionActionArt. 100 (Formazione della graduatoria)
ActionActionArt. 101 (Assegnazione ed occupazione delle abitazioni)  
ActionActionArt. 102 (Priorità nell'assegnazione di alloggi)
ActionActionArt. 103 (Ammissione alle case-albergo)     
ActionActionArt. 103/bis (Case albergo per lavoratori convenzionate)
ActionActionArt. 103/ter (Assegnazione di abitazioni nei progetti dell'edilizia sperimentale)
ActionActionArt. 104 (Cambio di alloggi)
ActionActionArt. 105 (Elenco dei locatari)
ActionActionArt. 106 (Successione nella domanda)
ActionActionArt. 107 (Successione nell'assegnazione dell'alloggio) 
ActionActionArt. 108 (Modifica dell'assegnazione e voltura del contratto di locazione in caso di separazione personale, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio)
ActionActionArt. 109 (Annullamento dell'assegnazione dell'abitazione)
ActionActionArt. 110 (Revoca dell'assegnazione dell'alloggio)     
ActionActionArt. 111 (Rilascio di alloggi occupati illegittimamente)
ActionActionArt. 112 (Disciplina del canone)      
ActionActionArt. 113 (Maggiorazione del canone per sottoutilizzazione)
ActionActionArt. 114 (Rimborso delle spese per servizi)
ActionActionArt. 114/bis (Persone fiduciarie)
ActionActionArt. 115 (Contratto di locazione con canone provinciale)
ActionActionArt. 115/bis 
ActionActionArt. 116 (Amministrazione autonoma degli alloggi in locazione)
ActionActionArt. 117 (Assegnazione di abitazioni di proprietà dei comuni)  
ActionActionArt. 118 (Assegnazione delle abitazioni degli enti pubblici previdenziali)
ActionActionAssegnazione di abitazioni a senza tetto
ActionActionCessione in proprietà di abitazioni dell'IPES
ActionActionDisposizioni varie
ActionActionNorme transitorie e finali
ActionActionc) Legge provinciale 17 settembre 2013, n. 14
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico