In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

b) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 131)
Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata 2)

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Supp. n. 1 al B.U. 12 gennaio 1999, n. 3.
2)
Per l'intera L.P. 17 dicembre 1998, n. 13, bisogna considerare l'art. 8 della L.P. 18 marzo 2016, n. 5.

Art. 2 (Categorie di interventi)                           delibera sentenza

(1) Gli interventi di edilizia abitativa agevolata hanno per oggetto:

  • A) La concessione di contributi in conto capitale all'Istituto per l'edilizia sociale, in seguito denominato "IPES", per l'attuazione dei programmi di costruzione di cui all'articolo 22 e per l’esecuzione della manutenzione straordinaria e il recupero di abitazioni di proprietà dell’IPES o ad esso affidate in gestione. 4)
  • B) La concessione di contributi pluriennali costanti all’IPES per l'ammortamento di mutui da esso stipulati, su autorizzazione della Giunta provinciale, per l'attuazione dei programmi di costruzione e per l’esecuzione della manutenzione straordinaria e il recupero di abitazioni di proprietà dell’IPES o ad esso affidate in gestione. 5)
  • C) La concessione di contributi in conto capitale all'IPES:
    • 1) per l'acquisto di abitazioni nei casi previsti dagli articoli 29 e 39;
    • 2) per l'esercizio del diritto di prelazione su alloggi ceduti in proprietà nei casi previsti da leggi provinciali e statali.
  • D) Gli aiuti in casi straordinari che richiedono interventi immediati per esigenze particolari nei seguenti casi:
    • 1) interventi di emergenza, quando questa è determinata da calamità naturali, estesi all'emergenza determinata da catastrofi;
    • 2) interventi di emergenza per gravi casi sociali;
    • 3) interventi di emergenza per la rimozione e lo smaltimento di amianto dagli edifici esistenti ad uso abitativo in proprietà di privati, esclusi gli edifici aziendali. 6)
  • E1) La concessione a richiedenti singoli o associati in cooperative di mutui quindicennali o ventennali dal fondo di rotazione per l'edilizia abitativa agevolata per la costruzione o l'acquisto di abitazioni popolari per il fabbisogno abitativo primario.
  • E2) La concessione di contributi costanti per interessi su mutui ipotecari stipulati con istituti di credito da richiedenti singoli o associati in cooperative per la costruzione o l'acquisto di abitazioni popolari per il fabbisogno abitativo primario.
  • E3) La concessione di contributi decennali costanti a richiedenti singoli o associati in cooperative per la costruzione o l'acquisto di abitazioni popolari per il fabbisogno abitativo primario.
  • E4) La concessione di contributi a fondo perduto in alternativa ai mutui, contributi per interessi e contributi decennali costanti previsti alle lettere E1), E2) ed E3).
  • F1) La concessione a richiedenti singoli di mutui quindicennali o ventennali dal fondo di rotazione per l'edilizia abitativa agevolata per il recupero di abitazioni popolari o economiche per il fabbisogno abitativo primario.
  • F2) La concessione di contributi costanti per interessi su mutui ipotecari stipulati da richiedenti singoli per il recupero di abitazioni popolari o economiche per il fabbisogno abitativo primario.
  • F3) La concessione di contributi decennali costanti a richiedenti signoli per il recupero di abitazioni popolari o economiche per il fabbisogno abitativo primario.
  • F4) La concessione di contributi a fondo perduto a richiedenti singoli per il recupero di abitazioni popolari o economiche per il fabbisogno abitativo primario.
  • G) Interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente mediante la concessione di:
    • 1) contributi a fondo perduto a richiedenti che assumano per le abitazioni recuperate gli obblighi di edilizia convenzionata;
    • 2) contributi a fondo perduto ai comuni;
    • 3) contributi a richiedenti che assumano per le abitazioni acquistate e recuperate gli obblighi di edilizia convenzionata.7)
  • H) Ilfinanziamento dell'acquisizione e dell'urbanizzazione di aree per l'edilizia abitativa agevolata mediante:
    • 1) l'assunzione diretta a carico della Provincia del 50 per cento delle indennità di esproprio dovute per le aree per l'edilizia abitativa agevolata;
    • 2) la concessione di finanziamenti e contributi in conto capitale ai comuni, all’IPES ed a società senza scopo di lucro; 8)
    • 3) la concessione di contributi "una tantum" a persone in possesso dei requisiti per essere assegnatari di aree per l'edilizia abitativa agevolata.
  • I) La concessione di contributi a fondo perduto a favore di comuni, dell'IPES o di società o enti costituiti con lo scopo di costruire o acquistare senza finalità di lucro abitazioni popolari da assegnare in locazione anche con patto di futura vendita, oppure in vendita, oppure costruire case-albergo per lavoratori e studenti. I contributi possono essere concessi anche per la realizzazione di abitazioni mediante il recupero di edifici esistenti.9)
  • K) La concessione a conduttori meno abbienti di contributi mensili (sussidio casa) per l'integrazione del canone di locazione. Per la concessione del sussidio casa l'amministrazione provinciale può avvalersi dell'IPES o delle comunità comprensoriali.10)
  • L) La concessione di contributi a fondo perduto fino alla misura massima dell'80 per cento della spesa riconosciuta ammissibile per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento o all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, anche se adibiti a centri o istituti residenziali per l'assistenza alle persone in situazione di handicap, nonché per l'adeguamento di abitazioni alle esigenze della persona in situazione di handicap.
  • M) La promozione di iniziative per divulgare la conoscenza delle leggi in materia di edilizia abitativa sovvenzionata, agevolata e convenzionata, per favorire l'accesso dei cittadini ad un'abitazione adeguata, il finanziamento di studi, ricerche e convegni in materia di edilizia residenziale pubblica e la concessione di contributi ad enti ed organizzazioni che per compito istituzionale si propongono tali finalità.
  • N) La concessione di contributi alle cooperative di garanzia di cui alla legge provinciale 30 dicembre 1982, n. 40.
  • O) Il finanziamento di progetti pilota realizzati tramite l'IPES, aventi in particolare ad oggetto il risparmio energetico nell'edilizia abitativa.
  • P) La concessione di contributi ad enti pubblici o privati che mediante convenzione con l'amministrazione provinciale si impegnano a mettere a disposizione alloggi privati, di cui abbiano la disponibilità, da destinare ad abitazione di lavoratori soggiornanti regolarmente nel territorio provinciale. A tal fine la Giunta provinciale approva un programma nel quale vengono determinati il numero degli alloggi per i quali viene concesso un contributo e le categorie di lavoratori ai quali gli alloggi possono essere dati in locazione. Il contributo non può essere superiore al 30 per cento del canone provinciale delle abitazioni messe a disposizione, determinato ai sensi dell'articolo 7. 11)
  • Q1) La concessione di fondi destinati a sostenere la proprietà abitativa secondo il modello del risparmio edilizio. Il modello del risparmio edilizio è volto a incentivare il risparmio privato per la costruzione, l’acquisto e il recupero della prima casa mediante l’adesione ad un programma pluriennale gestito da soggetti pubblici o privati convenzionati con la Provincia; 12)
  • Q2) Misure di sostegno aggiuntive per il finanziamento della proprietà abitativa sul modello del risparmio edilizio;13)
  • R) La concessione di agevolazioni sulla base dell’importo teorico totale delle detrazioni fiscali per interventi di recupero edilizio privato. 14)
  • S) La promozione e la realizzazione di modelli abitativi innovativi di co-housing e co-working, anche in collaborazione con soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro. I relativi criteri sono stabiliti dalla Giunta provinciale. 15)

(2)  Qualora il responsabile del procedimento per l'istruzione della domanda di concessione delle agevolazioni edilizie rilevi che per il richiedente sussista un altro tipo di agevolazione più favorevole a quella richiesta, propone al richiedente la trasformazione della domanda. Il richiedente può chiedere la trasformazione della domanda entro 30 giorni dal ricevimento della proposta. Qualora la domanda di trasformazione non venga presentata, rimane ferma l'originaria domanda.

massimeDelibera 28 dicembre 2021, n. 1131 - Covid-19 - Proroga del termine per la rendicontazione dei contributi per la rimozione e lo smaltimento di amianto dagli edifici ad uso abitativo di un ulteriore anno
massimeDelibera 2 marzo 2021, n. 189 - Criteri per la concessione di contributi a enti e organizzazioni per iniziative in materia di edilizia abitativa sovvenzionata, agevolata e convenzionata - Revoca della deliberazione n. 496 del 22 marzo 2010
massimeDelibera 29 dicembre 2020, n. 1085 - COVID-19 - Ulteriori misure nel settore dell'edilizia abitativa
massimeDelibera 15 dicembre 2020, n. 989 - Covid-19 - Proroga del termine per la rendicontazione dei contributi per la rimozione e lo smaltimento di amianto dagli edifici ad uso abitativo
massimeDelibera 25 agosto 2020, n. 618 - Edilizia abitativa - Proroga Progetto Cohousing "Mi impegno e prendo casa" Convitto Rosenbach
massimeDelibera 7 aprile 2020, n. 248 - COVID-19 - Misure nel settore dell'edilizia abitativa
massimeDelibera 16 luglio 2019, n. 605 - Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di contributo per la rimozione e lo smaltimento di amianto dagli edifici a uso abitativo
massimeDelibera 2 aprile 2019, n. 233 - Modello Risparmio casa – proroga del termine per la presentazione delle domande e modifica della delibera n. 1210 del 20.11.2018
massimeDelibera 29 gennaio 2019, n. 31 - Modello risparmio casa – modifica della delibera n. 1210 del 20.11.2018
massimeDelibera 20 novembre 2018, n. 1210 - Modello risparmio casa (modificata con delibera n. 31 del 29.01.2019 e delibera n. 233 del 02.04.2019) (vedi anche delibera n. 233 del 02.04.2019)
massimeDelibera 9 ottobre 2018, n. 1015 - Edilizia abitativa – Progetto pilota per alloggi a canone provinciale denominato “Mi impegno&Prendo casa II”
massimeDelibera 15 maggio 2018, n. 431 - Criteri per la concessione di contributi per la rimozione o lo smaltimento di amianto dagli edifici a uso abitativo (vedi anche delibera n. 605 del 16.07.2019, delibera n. 989 del 15.12.2020 e delibera n. 1131 del 28.12.2021)
massimeDelibera 18 aprile 2017, n. 447 - Edilizia abitativa - Approvazione del Progetto di co-housing “Mi impegno&Prendo casa”
massimeDelibera 11 aprile 2017, n. 433 - Edilizia Abitativa - Criteri generali per la concessione di finanziamenti per la promozione e la realizzazione di modelli abitativi innovativi
massimeDelibera 16 giugno 2015, n. 714 - Edilizia abitativa agevolata – Ottimizzazione delle risorse e semplificazione burocratica nell’ambito delle agevolazioni edilizie dall'1.09.2015
massimeDelibera 16 giugno 2015, n. 713 - Edilizia abitativa agevolata – Modifica della delibera n. 423 del 14.04.2015 – Ulteriori modalità e criteri per la presentazione e concessione di domande di agevolazioni edilizie per l’acquisto e la nuova costruzione
massimeDelibera 14 aprile 2015, n. 423 - Edilizia abitativa agevolata – Ulteriori modalità e criteri per la presentazione e concessione di domande di agevolazioni edilizie per l’acquisto e la nuova costruzione a partire dall’1.05.2015 (vedi anche delibera n. 713 del 16.06.2013)
massimeDelibera N. 4732 del 15.12.2008 - Edilizia abitativa agevolata: lettera I) del comma 1 dell’articolo 2 della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, e successive modifiche, - approvazione di un programma di costruzione per 1.000 abitazioni in locazione al canone provinciale (modificata con delibera n. 542 del 29.03.2010)
massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 388 del 27.10.2006 - Edilizia abitativa agevolata - mutui agevolati - credito della banca mutuante nei confronti dell'ente pubblico - controversie: giudice ordinario
massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 387 del 27.10.2006 - Edilizia abitativa agevolata - credito agevolato - procedimento complesso - concessione amministrativa e rapporto negoziale privatistico - rinegoziazione tassi di interesse ex D.M. 24 marzo 2000 n. 110 - impossibilità di disapplicazione da parte del giudice - controversie: giudice ordinario
massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 353 del 05.09.2006 - Edilizia abitativa agevolata - valutazione del reddito - quota societaria fiscalmente detraibile non costituisce reddito ai fini di contributi edilizi
massimeDelibera N. 1107 del 03.04.2006 - Edilizia abitativa agevolata: Categorie di interventi di cui all'articolo 2, comma 1, lettere E3), F1) e F3), della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13, ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata - sospensione della presentazione di domande a partire dall'01.05.2006
massimeDelibera N. 1884 del 30.05.2005 - Edilizia abitativa agevolata: contributi ai sensi dell'art. 2 comma 1, lettera P) della legge provinciale del 27.12.1998, n. 13n nel testo vigente.Modifica del programma riguardante il numero di alloggi e delle categorie di lavoratori ai quali possono essere dati in affitto nonché della convenzione tipo approvata con deliberazione n. 4005 del 4.11.2002
4)
La lettera A) dell'art. 2, comma 1, è stata cosi sostituita dall'art. 21, comma 1, della L.P. 10 gennaio 2022, n. 1.
5)
La lettera B) dell'art. 2, comma 1, è stata cosi sostituita dall'art. 21, comma 1, della L.P. 10 gennaio 2022, n. 1.
6)
Il punto 3) della lettera D), dell'art. 2, comma 1, è stato aggiunto dall'art. 1, comma 1, della L.P. 22 dicembre 2016, n. 27.
7)
Il punto 3) della lettera G), dell'art. 2, comma 1, è stato aggiunto dall'art. 1, comma 1, del D.P.P. 17 settembre 2013, n. 14.
8)
Il numero 2) della lettera H), comma 1, è stato così sostituito dall'art. 15, comma 1, della L.P. 25 settembre 2015, n. 11.
9)
La lettera I), dell'art. 2, comma 1, è stata così sostituita dall' art. 1, comma 1, della L.P. 13 ottobre 2008, n. 9.
10)
La lettera K) dell'art. 2, comma 1, è stata così sostituita dall'art. 1, comma 2, della L.P. 13 ottobre 2008. n. 9.
11)
La lettera P) è stata aggiunta dall'art. 1 della L.P. 10 agosto 2001, n. 8.
12)
La lettera Q1) dell'art. 2, comma 1, è stata aggiunta dall'art. 1, comma 2, della L.P. 17 settembre 2013, n. 14.
13)
La lettera Q2) dell'art. 2, comma 1, è stata aggiunta dall'art. 1, comma 2, della L.P. 17 settembre 2013, n. 14.
14)
La lettera R) dell'art. 2, comma 1, è stata aggiunta dall'art. 1, comma 2, della L.P. 17 settembre 2013, n. 14.
15)
La lettera S) dell'art. 2, comma 1, è stata aggiunta dall'art. 1, comma 2, della L.P. 22 dicembre 2016, n. 27.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionA
ActionActiona) Legge provinciale 20 dicembre 1993, n. 27
ActionActionb) Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13
ActionActionNorme generali
ActionActionArt. 1 (Finalità della legge) 
ActionActionArt. 2 (Categorie di interventi)                          
ActionActionArt. 3 (Divieto di cumulo)
ActionActionArt. 4 (Riserva per emigrati all'estero) 
ActionActionArt. 5 (Proporzione tra consistenza e fabbisogno dei gruppi linguistici)   
ActionActionArt. 6 (Programma degli interventi)
ActionActionArt. 7 (Costi convenzionali)   
ActionActionArt. 8 (Deliberazione degli interventi)   
ActionActionArt. 9 (Comitato per l'edilizia residenziale)      
ActionActionCommissione provinciale di vigilanza sull'edilizia abitativa agevolata    
ActionActionIstituto per l'edilizia sociale
ActionActionInterventi di emergenza in caso di calamità naturali
ActionActionProvvedimenti per casi sociali d'emergenza
ActionActionContributi per costruzione, acqcuisto e recupero di abitazioni per fabbisogno abitativo primario
ActionActionAgevolazioni per il recupero convenzionato
ActionActionAcquisizione, assegnazione e finanziamento delle aree destinate all'edilizia abitativa agevolata
ActionActionContributi a fondo perduto per la costruzione di abitazioni popolari
ActionActionSussidio casa
ActionActionContributi per la realizzazione di opere finalizzate al superamento di barriere architettoniche e all'adeguamento dell'abitazione alla persona in situazione di handicap
ActionActionContributi alle cooperative di garanzia
ActionActionAssegnazione in locazione di alloggi di edilizia sociale
ActionActionAssegnazione di abitazioni a senza tetto
ActionActionCessione in proprietà di abitazioni dell'IPES
ActionActionDisposizioni varie
ActionActionNorme transitorie e finali
ActionActionc) Legge provinciale 17 settembre 2013, n. 14
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico