In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) Legge provinciale 11 agosto 1997, n. 131)2)
Legge urbanistica provinciale

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel Suppl. n. 1 al B.U. 16 settembre 1997, n. 44.
2)
Vedi anche l'art. 3, comma 1, del D.P.P. 18 settembre 2012, n. 31.

Art. 128 (Ampliamento degli esercizi alberghieri esistenti)         delibera sentenza

(1) Allo scopo di recuperare i posti letto degli esercizi ricettivi disattivati è ammesso l´ampliamento quantitativo degli esercizi ricettivi classificati in data 1° gennaio 1988 ai sensi della legge provinciale 18 giugno 1981, n. 15. Egualmente è ammesso l´ampliamento quantitativo degli edifici che il giorno 1° gennaio 1988 avevano la licenza per l'affitto di camere o appartamenti ammobiliati per ferie o esercitavano un´attività ricettiva con i presupposti per la classificazione nella regolamentazione di esercizi pubblici e che al più tardi entro il 1° gennaio 2000 sono classificati quale esercizio ricettivo ai sensi della legge provinciale 14 dicembre 1988, n. 58. L'ampliamento è consentito entro il numero complessivo di letti esistenti alla data del 1 gennaio 1985. Tale ampliamento non è consentito nelle zone sottoposte a divieto assoluto di costruzione per motivi paesaggistici.271) 

(2) Le zone vengono divise, oltre che in zone economicamente depresse, in zone turistiche sviluppate ed in zone fortemente sviluppate, secondo il regolamento di esecuzione alla presente legge. Il regolamento di esecuzione deve tener conto in particolare del rapporto letti/abitanti e abitanti più letti/territorio comunale.

(3) 272) 

(4) 273) 

(5) Per l'ampliamento quantitativo di esercizi ricettivi esistenti in zone edificabili, nel regolamento di esecuzione della presente legge può essere previsto di derogare agli indici di edificazione stabiliti dal piano urbanistico comunale.

(6) Nel verde agricolo, comprese le zone sottoposte a divieto di edificazione per la tutela del paesaggio, nel verde alpino e nel bosco volumi di più esercizi ricettivi possono essere uniti ad un'unica unità ricettiva. L'abbattimento completo del volume da trasferire è da garantire prima dell'emissione della licenza d'uso per l'unità ricettiva unita.

(7) Nel caso di ampliamento della superficie lorda di piano per l'ampiamento quantitativo di pubblici esercizi è necessario il rilascio della concessione edilizia che è condizionata alla presentazione di un atto unilaterale d'obbligo, con il quale il sindaco viene autorizzato ad annotare nel libro fondiario il vincolo che la costruzione è destinata a pubblico esercizio. Il vincolo ha durata ventennale. L'atto d'obbligo vale anche per i progetti di variante non essenziale ai sensi dell'articolo 82, comma 2, e per i quali la concessione edilizia viene rilasciata entro tre anni dalla sottoscrizione dell'atto unilaterale d'obbligo. Decorso tale termine, il sindaco rilascia il nulla osta per la cancellazione del vincolo nel libro fondiario.274) 

(7/bis)  L'annotazione tavolare della destinazione a pubblico esercizio o a esercizio ricettivo significa che gli edifici aziendali, compresa l'area di pertinenza, formano un compendio immobiliare indivisibile, a tempo indeterminato e a prescindere dalla data dell'annotazione. In caso di cambio di destinazione d'uso ai sensi dell'articolo 29, comma 2, l'indivisibilità non si estende alla cubatura oggetto del cambio della destinazione d'uso. A pena di nullità gli atti aventi per oggetto il distacco e l'alienazione di parti del compendio immobiliare devono essere preceduti dal nulla osta della Giunta provinciale. Con delibera della Giunta provinciale vengono definiti i criteri per il rilascio di tale nulla osta. Le aree non edificate che non siano necessarie per la gestione dell’esercizio possono essere distaccate prescindendo dal nulla osta. 275) 

(8) Con regolamento di esecuzione alla presente legge sono stabiliti i criteri tecnici, quali standards minimi di superficie lorda di piano, aree di pertinenza minime ed altri, per l'ampliamento quantitativo di esercizi ricettivi.

(9) Con regolamento di esecuzione alla presente legge sono stabiliti gli scaglionamenti cronologici, spaziali e aziendali del recupero dei posti letto disattivati nonché il controllo dell'osservanza degli stessi.

(10) È in ogni caso consentito, anche nelle zone assoggettate a vincoli ambientali o paesaggistici, il ripristino della destinazione d'uso di esercizio pubblico e la ripresa delle correlative attività per immobili realizzati prima dell'entrata in vigore della legge provinciale 10 luglio 1960, n. 8, già finalizzati a tale attività per un periodo almeno ventennale, purché il proprietario non si sia impegnato formalmente al convenzionamento ai sensi dell'articolo 79.276) 

(11) La previsione di nuove zone turistiche può essere vietata, per motivi paesaggistici o urbanistici, con delibera della Giunta provinciale su aree contermini ai laghi in una fascia della profondità fino a 300 metri dalla linea di battigia. L'ampliamento quantitativo può essere ridotto alla misura fissata per le zone turistiche sviluppate.277) 

massimeDelibera N. 485 del 18.02.2008 - Criteri per il rilascio del nulla osta ai sensi della legge urbanistica provinciale relativi al distacco ed alienazione di parti di pubblici esercizi (modificata con delibera n. 1892 del 22.11.2010)
271)
L'art. 128, comma 1, è stato sostituito dall'art. 22 della L.P. 28 luglio 2003, n. 12.
272)
Il comma 3 è stato abrogato dall'art. 33 della L.P. 2 luglio 2007, n. 3.
273)
Il comma 4 è stato abrogato dall'art. 33 della L.P. 2 luglio 2007, n. 3.
274)
Il comma 7 è stato sostituito dall'art. 51 della L.P. 31 marzo 2003, n. 5, e dall'art. 27, comma 1, della L.P. 2 luglio 2007, n. 3.
275)
L'art. 128, comma 7/bis, è stato inserito dall'art. 27, comma 2, della L.P. 2 luglio 2007, n. 3, sostituito dall'art. 9, comma 40, della L.P. 10 giugno 2008, n. 4, modificato dall'art. 6, comma 6, della L.P. 9 ottobre 2008, n. 8, e dall'art. 10, comma 7, della L.P. 19 luglio 2013, n. 10.
276)
Il comma 10 è stato aggiunto dall'art. 23 della L.P. 28 dicembre 2001, n. 19.
277)
Il comma 11 è stato aggiunto dall'art. 51 della L.P. 31 marzo 2003, n. 5.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionA
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionJ
ActionActionK
ActionActionL
ActionActiona) Legge provinciale 11 agosto 1997, n. 13
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionPiano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale
ActionActionPiano urbanistico comunale
ActionActionZone residenziali
ActionActionZone per insediamenti produttivi
ActionActionZone di recupero
ActionActionConcessione edilizia
ActionActionVigilanza sull'attività urbanistico-edilizia
ActionActionIl verde agricolo, alpino e bosco
ActionActionDisposizioni varie
ActionActionArt. 115 (Commissione edilizia comunale)       
ActionActionArt. 116 (Regolamenti edilizi comunali)  
ActionActionArt. 117
ActionActionArt. 118 (Oneri e vincoli non indennizzabili)
ActionActionArt. 119 (Indennità agli immobili soggetti a vincolo)  
ActionActionArt. 120 (Sistemazione edilizia a carico dei privati - procedura coattiva)
ActionActionArt. 121 (Rettifica dei confini)
ActionActionArt. 122 (Limiti di progettazione per professionisti)
ActionActionArt. 123 (Spazi per parcheggio)   
ActionActionArt. 124 (Spazi per parcheggi per edifici esistenti)   
ActionActionArt. 125 (Prescrizioni in Comuni sprovvisti di strumento urbanistico)  
ActionActionArt. 126 (Gli standards urbanistici) 
ActionActionArt. 126/bis (Interpretazione autentica dell’articolo 126) 
ActionActionArt. 127 (Attuazione delle direttive 2010/31/UE e 2009/28/CE e interventi sugli edifici)                
ActionActionArt. 127/bis (Interpretazione autentica dell’articolo 127) 
ActionActionArt. 128 (Ampliamento degli esercizi alberghieri esistenti)        
ActionActionArt. 128/bis  
ActionActionArt. 128/ter (Affitto di camere e appartamenti per ferie)    
ActionActionArt. 128/quater (Misure per il superamento della crisi finanziaria ed economica)
ActionActionArt. 128/quinquies
ActionActionArt. 129 (Conservazione di esercizi alberghieri storici)  
ActionActionArt. 130 (Coordinamento della disciplina delle cave e torbiere con l’urbanistica)
ActionActionArt. 131 (Rilascio del certificato di abitabilità)   
ActionActionArt. 132 (Denuncia di inizio di attività edilizia e autorizzazione)
ActionActionArt. 133 (Norma transitoria)   
ActionActionArt. 134 (Abrogazione di norme)
ActionActionTabella A  
ActionActionTabella B  
ActionActionb) Decreto del Presidente della Provincia 5 maggio 2015, n. 12
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 16 novembre 2015, n. 28
ActionActiond) Legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 30
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 31
ActionActionM
ActionActionN
ActionActionO
ActionActionP
ActionActionQ
ActionActionR
ActionActionS
ActionActionT
ActionActionU
ActionActionV
ActionActionW
ActionActionX
ActionActionY
ActionActionZ
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico