In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

a) Legge provinciale 16 giugno 1992, n. 181)
Norme generali per la prevenzione degli incendi e per gli impianti termici

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel B.U. 30 giugno 1992, n. 27.

Art. 6 (Controlli)    

(1)  L'Ufficio Prevenzione incendi effettua controlli a campione dei progetti depositati nei comuni, nonché ispezioni delle costruzioni e installazioni in corso e di quelle ultimate, prima del rilascio della licenza d'uso, riferendo al sindaco competente in caso di accertamento di inosservanza delle norme della presente legge. 7)

(2)  L'Ufficio Prevenzione incendi deve esprimersi entro trenta giorni dal ricevimento sui progetti inoltratigli su propria richiesta. In caso di decorrenza del termine senza che sia stata comunicata la determinazione o senza che l'ufficio abbia rappresentato esigenze istruttorie, è facoltà del comune di procedere indipendentemente dall'acquisizione della relazione tecnica dell'ufficio. 8)

(3)  In caso di accertata inosservanza delle norme concernenti le materie di cui all'articolo 1, il sindaco ordina al proprietario o al titolare dell'attività di eseguire i lavori necessari per l'eliminazione delle inosservanze entro i tempi tecnici necessari.

(4)  In tutti gli edifici ed impianti per i quali è già stata rilasciata la licenza d'uso, l'Ufficio Prevenzione incendi e, relativamente a problemi connessi con gli inquinamenti, i competenti uffici dell'Assessorato alla tutela dell'ambiente possono effettuare ispezioni e controlli e richiedere la documentazione tecnica e le informazioni necessarie ai fini della vigilanza. 9)

(5)  I funzionari tecnici incaricati del servizio ispettivo relativamente alle materie di prevenzione incendi, nonché alla sicurezza ed al contenimento energetico degli impianti di riscaldamento ricevono la qualifica di ufficiali di polizia giudiziaria con le attribuzioni di cui agli articoli 8 e 9 del D.P.R. 19 marzo 1955, n. 520, ai sensi dell'articolo 1 del D.P.R., 28 marzo 1975, n. 474, integrato dall'articolo 1 del D.P.R. 26 gennaio 1980, n. 197.

(6)  In caso di constatata inosservanza o carenza di applicazione delle norme vigenti nelle materie di cui all'articolo 1, il funzionario rilascia al responsabile o al conduttore o al proprietario dell'impianto copia del verbale di ispezione contenente le prescrizioni secondo le norme e le modalità di cui all'articolo 16 della legge provinciale 27 ottobre 1988, n. 41. Qualora le verifiche necessitino di analisi o di valutazioni d'eseguibilità non immediata, le eventuali prescrizioni vengono notificate al proprietario dell'impianto dall'ufficio competente. Copia del verbale viene trasmessa d'ufficio al sindaco competente, se le prescrizioni in esso contenute comportano adempimenti per il comune.

(7)  Per determinati controlli da effettuarsi periodicamente sugli impianti di riscaldamento al fine di misurare che i prodotti della combustione non superino i valori-limite fissati dalle leggi vigenti, per verificare i dispositivi per la tutela delle acque da inquinamento e lo stato generale dell'impianto, possono essere incaricati, mediante deliberazione della Giunta provinciale, gli spazzacamini. L'attività di controllo e verifica degli spazzacamini è sottoposta alla vigilanza dell'Ufficio Prevenzione incendi e dell'ufficio tutela dell'aria. Le tariffe da applicarsi per l'attività di controllo e verifica degli spazzacamini devono essere approvate dalla Giunta provinciale. Nel caso gli uffici provinciali competenti constatino irregolarità o violazioni di legge nell'attività di controllo e verifica degli spazzacamini, a carico dello spazzacamino responsabile si applica una sanzione amministrativa pari a dieci fino a venti volte la tariffa di controllo dell'impianto in questione e, in caso di recidiva, la Giunta provinciale revoca allo spazzacamino l'autorizzazione ad eseguire le verifiche di cui al presente comma. 10)

(7/bis)  Con regolamento di esecuzione possono essere definite altre categorie professionali abilitate allo svolgimento delle mansioni di controllo e verifica degli impianti di combustione di cui al comma 7.11) 

7)
L'art. 6, comma 1, è stato così modificato dall'art. 5, comma 5, dell'allegato B del D.P.P. 21 febbraio 2017, n. 4.
8)
L'art. 6, comma 2, è stato così modificato dall'art. 5, comma 6, dell'allegato B del D.P.P. 21 febbraio 2017, n. 4.
9)
L'art. 6, comma 4, è stato così modificato dall'art. 5, comma 7, dell'allegato B del D.P.P. 21 febbraio 2017, n. 4.
10)
L'art. 6, comma 7, è stato così modificato dall'art. 5, comma 8, dell'allegato B del D.P.P. 21 febbraio 2017, n. 4.
11)
Il comma 7/bis è stato aggiunto dall'art. 13 della L.P. 20 giugno 2005, n. 4.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionA Prevenzione incendi
ActionActiona) Legge provinciale 16 giugno 1992, n. 18
ActionActionArt. 1 (Ambito di applicazione)   
ActionActionArt. 2 (Regolamento di esecuzione)
ActionActionArt. 3 (Concessione edilizia)  
ActionActionArt. 4 (Dichiarazione di conformità)  
ActionActionArt. 5 (Licenza d'uso)
ActionActionArt. 6 (Controlli)    
ActionActionArt. 7 (Conduzione degli impianti e degli stabilimenti)
ActionActionArt. 8 (Abilitazione alla conduzione di impianti termici)
ActionActionArt. 9 (Recipienti a pressione)
ActionActionArt. 10 (Attribuzioni in materia di prevenzione incendi e di impianti termici)  
ActionActionArt. 11 (Conferenza dei servizi)   
ActionActionArt. 11/bis (Tariffe per attività di controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose)
ActionActionArt. 12
ActionActionArt. 13 (Sanzioni)
ActionActionArt. 14
ActionActionArt. 15 (Personale)
ActionActionArt. 16
ActionActionArt. 17 (Norme transitorie)
ActionActionArt. 18 (Norme finali)
ActionActionArt. 19-20
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 giugno 1993, n. 20 —
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 10 agosto 2006, n. 40
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 7 luglio 2008, n. 28
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 5 maggio 2011 , n. 16
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 27 febbraio 2017, n. 5
ActionActionB Servizio antincendi e protezione civile
ActionActionC Provvidenze in caso di calamità
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico