In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) LEGGE PROVINCIALE 17 aprile 1986, n. 141)
Istituzione dell'Osservatorio del mercato del lavoro

vedi regolamento di esecuzione: D.P.P. n. 30/2006

1)

Pubblicata nel B.U. 29 aprile 1986, n. 18.

Art. 1

(1) Al fine di disporre del necessario supporto conoscitivo per tutte le attività connesse con i problemi del lavoro e dell'occupazione è istituito presso l'Ufficio mercato del lavoro l' "Osservatorio del mercato del lavoro" che svolge le seguenti attività:

  • a)  raccolta, rilevazione, elaborazione ed unificazione dei dati relativi alle unità produttive esistenti nella provincia, alle forze di lavoro occupate, inoccupate o in cerca di occupazione, all' andamento demografico e ai flussi di manodopera;
  • b)  analisi sistematica dell' evoluzione dell'organizzazione del lavoro e della dinamica della professionalità, anche al fine di individuare i conseguenti bisogni formativi e le implicazioni sulla tipologia e sugli ordinamenti didattici delle iniziative di formazione professionale;
  • c)  studi, ricerche, indagini, rilevazioni, documentazioni e pubblicazioni sui problemi connessi con la politica del lavoro e dell' occupazione;
  • d)  ogni altra iniziativa ritenuta utile per l' osservazione del mercato del lavoro.

Il coordinamento dell'attività dell'osservatorio provinciale con quella dell'osservatorio nazionale del mercato del lavoro di cui all'articolo 8 della legge 28 febbraio 1987, n. 56, è garantito e regolato dalla convenzione tra la Provincia autonoma di Bolzano ed il Ministero del lavoro e della previdenza sociale, secondo quanto previsto dall'articolo 29, comma 4, della stessa legge. 2)

(2) L'Osservatorio del mercato del lavoro concorre a predisporre le informazioni necessarie per la programmazione degli interventi provinciali che interessano l'occupazione, collabora con la commissione provinciale per l'impiego per la definizione degli interventi diretti ad assicurare la mobilità della manodopera ed a prospettare nuove forme di lavoro e di occupazione, nonché imposta iniziative, anche sperimentali, per contribuire a qualificare gli interventi di competenza provinciale in tema di occupazione con particolare riferimento a quella giovanile e femminile, nonché quella delle forze-lavoro di difficile collocamento.

2)

Il comma 1 è stato integrato dall'art. 37 della L.P. 12 novembre 1992, n. 39.

Art. 2

(1) Per i fini di cui all'articolo precedente l'Osservatorio del mercato del lavoro si avvale della collaborazione dell'Ufficio provinciale del lavoro e della massima occupazione, degli organi scolastici, dell'Ufficio statistica e studi (ASTAT), della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, degli enti previdenziali ed assistenziali e degli enti pubblici, nonché promuove e ricerca la collaborazione con le imprese, le organizzazioni sindacali, imprenditoriali e dei lavoratori autonomi.

(2) Restano ferme le funzioni dell'Ufficio statistica e studi ai sensi dell'articolo 10 del D.P.R. 31 luglio 1978, n. 1017, e della legge provinciale 20 giugno 1980, n. 23.

Art. 3

(1) Per lo svolgimento dei compiti di cui all'articolo 1, l'Osservatorio può avvalersi, per ricerche ed analisi specifiche, della collaborazione di università italiane o straniere, di altri qualificati istituti o enti scientifici, nonché di esperti di elevata capacità professionale nel campo della formazione professionale e del mercato del lavoro, stipulando convenzioni o conferendo incarichi, previa valutazione della loro affidabilità.

Art. 4 (Comunicazione di inizio, di trasformazione e cessazione di rapporti di lavoro)

(1)Tutti i datori di lavoro devono comunicare alla Provincia autonoma di Bolzano entro dieci giorni gli inizi, le cessazioni dei rapporti di lavoro, nonché le trasformazioni di cui all'articolo 4/bis, comma 5, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, degli stessi. Le comunicazioni sono inoltrate secondo le modalità previste dalla legislazione statale in materia di comunicazione dei rapporti di lavoro subordinato. 3)

3)

L'art. 4 è stato sostituito dall'art. 1 della L.P. 18 novembre 2005, n. 10.

Art. 4/bis (Comunicazione di inizio e cessazione dell'attività di lavoratori autonomi e di familiari collaboratori)

(1) Tutti i lavoratori autonomi, gli imprenditori individuali e i liberi professionisti devono comunicare alla Provincia autonoma di Bolzano l'inizio e la cessazione della loro attività professionale.

(2) L'obbligo di comunicazione di cui al comma 1 è esteso anche a soci che conferiscono prestazioni lavorative nell'impresa, nonché ai familiari che collaborano nell'impresa. In tali casi l'obbligo di comunicazione grava sul legale rappresentante dell'impresa.

(3) L'obbligo di comunicazione ai sensi dei commi 1 e 2 viene a cadere nel caso in cui già altri enti previsti dalla legge dispongano degli stessi dati, così come per i collaboratori ai sensi dell'articolo 74 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e successive modifiche.

(4) Chi non adempie all'obbligo di comunicazione di cui ai commi 1 e 2 entro il termine di dieci giorni, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 50,00 euro a 150,00 euro per ogni persona cui l'inadempienza si riferisce. 4)

4)

L'art. 4/bis è stato inserito dall'art. 2 della L.P. 18 novembre 2005, n. 10.

Art. 4/ter (Comunicazione elettronica)

(1) Le comunicazioni di cui agli articoli 4 e 4/bis sono inoltrate in via elettronica.

(2) Con regolamento di esecuzione sono stabilite la data a decorrere dalla quale nonché le categorie di datori di lavoro per i quali l'utilizzo della comunicazione elettronica di cui al comma 1 è obbligatorio. Con tale regolamento può essere disposta la cessazione dell'obbligo di comunicazione per singole categorie, qualora i relativi dati possano essere acquisiti tramite scambio di dati dalla rete informativa della pubblica amministrazione. 5)

5)

L'art. 4/ter è stato inserito dall'art. 3 della L.P. 18 novembre 2005, n. 10.

Art. 5-6.   6)

6)

Abrogati dall'art. 39 della L.P. 12 novembre 1992, n. 39.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionA Mercato del lavoro
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 1980, n. 19 —
ActionActionb) LEGGE PROVINCIALE 11 marzo 1986, n. 11
ActionActionc) LEGGE PROVINCIALE 17 aprile 1986, n. 14
ActionActionArt. 1
ActionActionArt. 2
ActionActionArt. 3
ActionActionArt. 4 (Comunicazione di inizio, di trasformazione e cessazione di rapporti di lavoro)
ActionActionArt. 4/bis (Comunicazione di inizio e cessazione dell'attività di lavoratori autonomi e di familiari collaboratori)
ActionActionArt. 4/ter (Comunicazione elettronica)
ActionActionArt. 5-6.   
ActionActiond) LEGGE PROVINCIALE 19 dicembre 1986, n. 33 —
ActionActione) LEGGE PROVINCIALE 17 agosto 1987, n. 24
ActionActionf) LEGGE PROVINCIALE 11 maggio 1988, n. 17
ActionActiong) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 6 dicembre 1988, n. 36
ActionActionh) Legge provinciale12 novembre 1992, n. 39
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 8 gennaio 1993, n. 1
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 5 ottobre 1993, n. 36
ActionActionk) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 27 giugno 2006, n. 30
ActionActionB Collocamento dei lavoratori
ActionActionC Orientamento professionale
ActionActionD Tutela tecnica del lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico