In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

Ultima edizione

b) Legge provinciale 3 agosto 1977, n. 261)
Norme sull'utilizzazione degli edifici, attrezzature ed impianti scolastici per attività culturali e sportive extrascolastiche

1)

Pubblicata nel B.U. 30 agosto 1977, n. 43.

Art. 1  delibera sentenza

(1) (2)2)

(3) Durante il periodo di utilizzazione degli edifici scolastici, palestre, impianti ed attrezzature annessi, nonché degli altri impianti sportivi scolastici, per le attività di cui ai precedenti commi, deve essere assicurata la vigilanza, custodia e pulizia dei beni mediante l'impiego di personale ausiliario addetto all'edificio scolastico, secondo i rispettivi ordinamenti.

(3/bis ) In caso di necessità può anche essere autorizzato l'utilizzo delle strutture scolastiche, a condizione che il fruitore dell'autorizzazione si assuma la responsabilità del servizio di sorveglianza o i costi dei servizi necessari.3)

(4) Nel regolamento di esecuzione sono indicati i limiti minimi e massimi entro i quali gli enti proprietari degli edifici, impianti ed attrezzature scolastiche, possono richiedere agli enti ed istituzioni autorizzati all'uso dei medesimi, il rimborso, in misura forfettaria, delle spese per l'illuminazione, riscaldamento, pulizia, vigilanza e custodia dei beni concessi nonché eventuali casi di esenzione.

massimeDelibera N. 3393 del 22.09.2008 - Regolamento per l’utilizzo di edifici, attrezzature ed impianti delle scuole di competenza della Provincia per attività extrascolastiche: Fissazione delle tariffe di utilizzo per gli immobili di proprietà della Provincia (modificata con delibera n. 4489 del 01.12.2008)
2)

I commi 1 e 2 sono stati abrogati dall'art. 14 della L.P. 16 ottobre 1992, n. 37.

3)

Il comma 3/bis è stato inserito dall'art. 27, comma 1, della L.P. 21 dicembre 2007, n. 14.

Art. 2

(1) Al fine di provvedere alla vigilanza, custodia e pulizia degli edifici, impianti ed attrezzature scolastiche appartenenti all'Amministrazione provinciale, in connessione all'espletamento delle attività extrascolastiche di cui all'articolo precedente, il Presidente della giunta provinciale può autorizzare il personale ausiliario addetto ai medesimi o ad altre scuole ubicate nello stesso comune, e previo consenso del personale stesso, a compiere prestazioni di lavoro straordinario nella misura massima di 60 ore mensili, in eccedenza a quelle che possono essere autorizzate per i normali compiti d'istituto.

(2) Qualora non si possa provvedere all'espletamento dei compiti di cui al comma precedente mediante l'autorizzazione di prestazioni di lavoro straordinario, il Presidente della giunta provinciale è autorizzato ad assumere con proprio decreto immediatamente esecutivo e per il periodo strettamente necessario, personale ausiliario provvisorio nella misura massima del 20% della consistenza complessiva delle carriere ausiliarie dei ruoli di cui all'articolo 4 della legge provinciale 29 aprile 1975, n. 22.

(3) Per le assunzioni di detto personale può prescindersi dai limiti di età e il trattamento economico, previdenziale ed assicurativo è quello previsto per i bidelli di ruolo alla prima classe di stipendio. Qualora detto personale venga assunto con orario di servizio inferiore a quello d'obbligo, il trattamento economico è ridotto in proporzione.

(4) Le disposizioni di cui ai commi precedenti si applicano anche nel caso di edifici, impianti ed attrezzature scolastiche affidati istituzionalmente alla vigilanza, custodia e pulizia di personale ausiliario provinciale.

(5) Il decreto presidenziale di cui al secondo comma e la relativa documentazione giustificativa, sono inviati alla Corte dei Conti per il prescritto riscontro di legittimità, unitamente al titolo di spesa con il quale si liquidano le competenze dovute.

Art. 3 4)

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Provincia.

4)

Omissis.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionA Programmi e orari di insegnamento
ActionActionB Personale insegnante
ActionActionC Organi collegiali
ActionActionD Assistenza scolastica e universitaria
ActionActionE Edilizia scolastica
ActionActiona) Legge provinciale 21 luglio 1977, n. 21
ActionActionb) Legge provinciale 3 agosto 1977, n. 26
ActionAction Art. 1
ActionAction Art. 2
ActionAction Art. 3
ActionActionc) Legge provinciale 18 novembre 1978, n. 60
ActionActiond) Legge provinciale16 ottobre 1992, n. 37
ActionActione) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 18 febbraio 1994, n. 5
ActionActionf) Legge provinciale 11 agosto 1997, n. 11 —
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 7 gennaio 2008, n. 2
ActionActionh) Decreto del Presidente della Provincia 23 febbraio 2009 , n. 10
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 1 luglio 2019, n. 16
ActionActionF Disposizioni varie
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico