In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

n) Decreto del Presidente della Provincia 13 giugno 2007, n. 371)
Regolamento sull'esecuzione di tatuaggi e piercing in condizioni di sicurezza

Visualizza documento intero
1)

Pubblicato nel B.U. 24 luglio 2007, n. 30.

Art. 4 (Corso di formazione)

(1) È ammesso ai corsi di formazione per esercenti le attività di tatuaggio o piercing chi ha superato positivamente la scuola dell'obbligo ed ha raggiunto la maggiore età.

(2) La Giunta provinciale può stipulare convenzioni con enti ed associazioni cui affidare la gestione e l'organizzazione dei corsi.

(3) Il programma d'insegnamento del corso di formazione per esercenti le attività di tatuaggio o piercing della durata di almeno 30 ore, comprende le seguenti materie:

  • a)  cute e mucose: anatomia macroscopica;
  • b)  sistemi di difesa della cute e delle mucose;
  • c)  la cute infiammata: le infezioni cutanee;
  • d)  principali agenti infettivi e loro modalità di trasmissione;
  • e)  principali infezioni a trasmissione parenteral-ematica e malattie trasmesse sessualmente: precauzioni universali e profilassi immunitaria (vaccinazione anti-epatite B);
  • f)  disinfezione, sterilizzazione e smaltimento dei rifiuti;
  • g)  il tatuaggio;
  • h)  chimica delle sostanze impiegate nei tatuaggi, i metalli;
  • i)  allergie ai costituenti dei tatuaggi e ai metalli;
  • j)  granulomi e cheloidi;
  • k)  reazioni isomorfe in portatori di malattia psoriasica e lichen ruber planus;
  • l)  principali rischi per la salute con particolare riguardo alle problematiche inerenti la cicatrizzazione e le possibili conseguenze invalidanti permanenti connessi con le pratiche di tatuaggio o piercing;
  • m)  linee guida per la prevenzione dei rischi per gli operatori e per gli utenti (dimostrazioni pratiche);
  • n)  norme di settore.

(4) Possono essere nominati docenti:

  • a)  medici abilitati all' esercizio della professione, esperti nella materia di insegnamento;
  • b)  altre persone esperte, particolarmente preparate nelle materie e nelle tecniche che sono oggetto di insegnamento.

(5) Al termine del corso i partecipanti e le partecipanti sostengono, davanti ad un'apposita commissione formata da tre docenti del corso, un esame orale sugli argomenti trattati. È ammesso all'esame finale chi ha frequentato almeno due terzi delle lezioni. Le funzioni di segretario della commissione d'esame sono svolte da un funzionario o una funzionaria della Ripartizione provinciale Sanità o da un collaboratore o una collaboratrice dell'istituzione che gestisce il corso.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionA Servizio sanitario
ActionActionB Medicina preventiva-assistenza sanitaria
ActionActionC Igiene
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 24 dicembre 1975, n. 55
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 maggio 1977, n. 22
ActionActionc) LEGGE PROVINCIALE 12 agosto 1982, n. 28
ActionActiond) LEGGE PROVINCIALE 20 gennaio 1984, n. 2
ActionActione) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 9 novembre 1988, n. 29
ActionActionf) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 16 novembre 1989, n. 29
ActionActiong) Legge provinciale 13 gennaio 1992, n. 1
ActionActionh) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 28 aprile 1993, n. 12 —
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 28 ottobre 1994, n. 10
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 10 febbraio 1998, n. 4 —
ActionActionk) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 22 luglio 1998, n. 19
ActionActionl) Legge provinciale 3 luglio 2006, n. 6
ActionActionm) Decreto del Presidente della Provincia 15 maggio 2007, n. 33
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 13 giugno 2007, n. 37
ActionActionArt. 1 (Definizioni)
ActionActionArt. 2 (Autorizzazione all'esercizio)
ActionActionArt. 3 (Orafi e argentieri, orafe e argentiere)
ActionActionArt. 4 (Corso di formazione)
ActionActionArt. 5 (Corsi equipollenti)
ActionActionArt. 6 (Requisiti strutturali ed impiantistici)
ActionActionArt. 7 (Prescrizioni igienico-sanitarie)
ActionActionArt. 8 (Esercizio temporaneo)
ActionActionArt. 9 (Accesso alle prestazioni)
ActionActionArt. 10 (Vigilanza)
ActionActionArt. 11 (Norma transitoria)
ActionActionArt. 12 (Abrogazione)
ActionActiono) Legge provinciale 19 gennaio 2012, n. 1
ActionActionp) Decreto del Presidente della Provincia 17 dicembre 2012, n. 46
ActionActionD Piano sanitario provinciale
ActionActionE Salute mentale
ActionActionF Accordi di lavoro
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico