In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

c) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 13 novembre 2006, n. 611)
Regolamento di esecuzione circa la costruzione e l'esercizio di impianti a fune in servizio pubblico

Visualizza documento intero
1)
Pubblicato nel B.U. 19 dicembre 2006, n. 51.

Art. 14 (Analisi e relazione di sicurezza)

(1) L'analisi di sicurezza e la relazione di sicurezza di cui all'articolo 46 della legge devono corrispondere a quanto previsto all'allegato III della stessa legge.

(2) Possono essere presentate più analisi di sicurezza, che si riferiscono alle varie parti specialistiche dell'impianto, redatte dalle singole progettiste o dai singoli progettisti specialisti.

(3) L'analisi di sicurezza tiene conto di tutti gli aspetti rilevanti ai fini della sicurezza inerenti il sistema dell'impianto e l'ambiente nell'ambito della progettazione, dell'esecuzione e della messa in servizio, individuando, sulla base delle esperienze note fino ad oggi, tutti i rischi che possono verificarsi in esercizio, tenendo conto di tutte le possibili modalità di esercizio previste.

(4) L'analisi di sicurezza si estende, oltrechè alle caratteristiche dell'impianto, anche all'infrastruttura ed a tutte le interfacce che possono risultare dall'azione reciproca tra i tre componenti costitutivi dell'impianto, infrastruttura, sottosistema e componente di sicurezza, qualora non già comprese in un sottosistema. Essa deve tener conto almeno dei seguenti eventi esterni, che possono ostacolare, limitare o impedire l'esercizio dell'impianto:

  • a)  valanghe, frane, caduta sassi, alluvione, caduta di alberi e simili;
  • b)  situazione geologica e geotecnica dell' intero tracciato e natura del relativo terreno;
  • c)  incendio;
  • d)  attraversamenti e parallelismi con edifici, linee elettriche o telefoniche, strade, fiumi o torrenti, canali, ferrovie, funivie, condotte convoglianti liquidi o gas, e simili;
  • e)  eventi meteorologici, come vento, ghiaccio, neve, nebbia, temporali, calore, freddo e simili;
  • f)  terremoto;
  • g)  fulmini;
  • h)  ostacolo alla navigazione aerea.

(5) Sulla base dell'analisi di sicurezza è redatta la relazione di sicurezza, nella quale sono indicate le misure idonee ad affrontare i rischi individuati e l'elenco dei componenti di sicurezza e dei sottosistemi utilizzati nell'impianto.

(6) Ai sensi dell'articolo 46, comma 3, della legge la relazione di sicurezza è elaborata e firmata da un professionista esperto o una professionista esperta nel settore funiviario con abilitazione alla progettazione di impianti a fune, che verifica sul posto tutti gli aspetti rilevanti ai fini della sicurezza inerenti il sistema dell'impianto e l'ambiente nell'ambito della progettazione, dell'esecuzione e della messa in servizio.

(7) La relazione di sicurezza è sottoscritta anche dal o dalla legale rappresentante della ditta costruttrice responsabile dell'installazione dei componenti di sicurezza e dei sottosistemi.

(8) Qualora siano previsti scostamenti dalle norme tecniche specifiche circa l'infrastruttura, l'analisi di sicurezza e la relazione di sicurezza devono dimostrare, mediante una dettagliata analisi, che è garantito lo stesso livello di sicurezza sia per la costruzione sia per l'esercizio e che vengono comunque rispettati i requisiti essenziali di cui all'allegato II della legge.

(9) L'analisi di sicurezza e la relazione di sicurezza sono consegnate al direttore o alla direttrice dei lavori prima dell'inizio dei lavori.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionA Disciplina delle linee di trasporto funiviario
ActionActiona) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 8 maggio 2001, n. 21
ActionActionb) Legge provinciale 30 gennaio 2006, n. 1
ActionActionc) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 13 novembre 2006, n. 61
ActionActionArt. 1 (Ambito di applicazione)
ActionActionArt. 2 (Definizioni)
ActionActionArt. 3 (Caratteristiche dei veicoli)
ActionActionArt. 4 (Domanda e documentazione)
ActionActionArt. 5 (Procedimento in caso di concorrenza)
ActionActionArt. 6 (Modifica della concessione)
ActionActionArt. 7 (Rinnovo della concessione)
ActionActionArt. 8 (Cessione della linea)
ActionActionArt. 9 (Indennità per la revoca della concessione)
ActionActionArt. 10 (Sistema di linea)
ActionActionArt. 11 (Progetto preliminare)
ActionActionArt. 12 (Progetto funiviario definitivo)
ActionActionArt. 13 (Progetto funiviario esecutivo)
ActionActionArt. 14 (Analisi e relazione di sicurezza)
ActionActionArt. 15 (Assenza di pericolo da frane e valanghe)
ActionActionArt. 16 (Relazione sulle finalità dell'impianto)
ActionActionArt. 17 (Ammontare del deposito cauzionale)
ActionActionArt. 18 (Domanda di collaudo)
ActionActionArt. 19 (Tariffe, orari, assicurazioni)
ActionActionArt. 20 (Oneri di sorveglianza e di collaudo)
ActionActionArt. 21 (Regolamento di esercizio)
ActionActionArt. 22 (Sorveglianza sugli impianti)
ActionActionArt. 23 (Revisioni speciali degli impianti)
ActionActionArt. 24 (Revisioni generali degli impianti)
ActionActionArt. 25 (Contrassegno distintivo)
ActionActionArt. 25/bis (Contratti di servizio)
ActionActionArt. 25/ter (Elenco degli impianti di risalita di paese e degli impianti a fune dei piccoli comprensori sciistici)  
ActionActionArt. 25/quater (Disposizione transitoria)
ActionActionArt. 25/quinquies (Disposizione transitoria)
ActionActionArt. 26 (Entrata in vigore)
ActionActionArt. 27 (Abrogazione)
ActionActionAllegato A (articolo 9 e 20)
ActionActionAllegato B (articolo 19)
ActionActionMinimi di garanzia per l'assicurazione della responsabilità civile per le linee funiviarie
ActionActionContributo per spese di sorveglianza
ActionActionCompenso professionale per collaudo di impianti a fune
ActionActionContrassegno distintivo di riconoscimento dell'addetto agli impianti funiviari a contatto con il pubblico
ActionAction(Articolo 25/ter)Elenco degli impianti di risalita di paese e degli impianti a fune dei piccoli comprensori sciistici  
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 5 dicembre 2012, n. 45
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 28 dicembre 2017, n. 46
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 26 gennaio 2018, n. 2
ActionActionB Provvedimenti per la costruzione e la gestione di impianti funiviari
ActionActionC Provvedimenti per il trasporto di persone su strada
ActionActionD Disposizioni varie
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico