In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

b) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 giugno 1993, n. 201)2)
Regolamento sulla prevenzione incendi e sull'installazione e conduzione degli impianti termici

Visualizza documento intero
1)
Pubblicato nel Suppl. Ord. n. 2 al B.U. 24 agosto 1993, n. 39.
2)
La rubrica è stata modificata dall'art. 1 del D.P.P. 15 maggio 2007, n. 31, dagli artt. 1 e 2 del D.P.P. 28 agosto 2007, n. 45, ed infine dall'art. 1, comma 1, del D.P.P. 9 settembre 2013, n. 24.

Art. 7 (Verbale di collaudo e libretto di impianto per impianti termici) 15)

(1) Ai fini dell’applicazione del presente articolo si intende:

  1. per “impianto termico”, un impianto tecnologico destinato alla climatizzazione degli ambienti con o senza produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari o alla sola produzione centralizzata di acqua calda per gli stessi usi. L’impianto termico comprende i sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e di controllo. Sono compresi negli impianti termici anche gli impianti individuali di riscaldamento, mentre non sono considerati impianti termici apparecchi quali stufe, caminetti, radiatori individuali, scaldacqua unifamiliari;
  2. per “manutenzione ordinaria dell'impianto termico“, le operazioni specificamente previste nei libretti d'uso e manutenzione degli apparecchi e componenti che possono essere effettuate in luogo con strumenti ed attrezzature di corredo agli apparecchi e componenti stessi e che comportino l’impiego di attrezzature e di materiali di consumo d'uso corrente;
  3. per “manutenzione straordinaria dell'impianto termico“, gli interventi atti a ricondurre il funzionamento dell'impianto a quello previsto dal progetto e/o dalla normativa vigente mediante il ricorso, in tutto o in parte, a mezzi, attrezzature, strumentazioni, riparazioni, ricambi di parti, ripristini, revisione o sostituzione di apparecchi o componenti dell'impianto termico;
  4. per “proprietario dell'impianto termico“, chi è proprietario, in tutto o in parte, dell'impianto termico. Nel caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio e nel caso di soggetti diversi dalle persone fisiche, gli obblighi e le responsabilità posti a carico del proprietario dal presente regolamento sono da intendersi riferiti agli Amministratori;
  5. per “terzo responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto termico“, la persona fisica o giuridica che è delegata dal proprietario ad assumere la responsabilità dell'esercizio, della manutenzione e dell'adozione delle misure necessarie al contenimento dei consumi energetici. Il terzo responsabile deve essere in possesso dei requisiti previsti dalle normative nazionali vigenti e comunque deve possedere idonea capacità tecnica, economica ed organizzativa. Il nominativo del terzo responsabile deve essere riportato nel libretto di impianto.

(2)  Il verbale di collaudo dell’impianto termico utilizzante acqua calda sotto pressione con temperatura inferiore a 110°C deve essere redatto secondo l’allegato D1 al presente regolamento.

(3)  L’esercizio e la manutenzione degli impianti termici sono affidati al proprietario, come definito al comma 1, lettera d), o in sua vece ad un terzo responsabile come definito al comma 1, lettera e), del presente articolo.

(4)  La manutenzione ordinaria degli impianti termici di cui al comma 1, lettera b), deve essere effettuata con le seguenti periodicità, indipendentemente dalla tipologia di combustibile:

•  per generatori con potenza nominale < 35 kW, periodicità dettata dal costruttore della caldaia o, in assenza di altre indicazioni, periodicità dettata dall’installatore;

•  per generatori con potenza nominale ≥ 35 kW, periodicità dettata dal costruttore della caldaia e comunque almeno una volta all’anno.

(5)  A partire da una potenzialità nominale dell’impianto pari a 10 kW, il proprietario ha l’obbligo di detenere e custodire presso l’impianto il libretto d’impianto di cui all’allegato D2 al presente regolamento. Del libretto di impianto devono essere compilate solamente le schede pertinenti all’impianto considerato. Le schede del libretto non strettamente pertinenti all’impianto considerato devono essere compilate solo nel caso in cui si debba ottemperare ad eventuali altri obblighi di legge.

(6)  Il verbale di collaudo è depositato in comune ai fini del rilascio dell'autorizzazione all'esercizio.

(7)  La regolare tenuta del libretto di impianto e il rispetto degli obblighi in esso contenuti sostituiscono il rinnovo periodico dell'autorizzazione all'esercizio.

(8)  I funzionari dell'ufficio provinciale competente in materia possono effettuare ispezioni a campione in qualunque momento sugli impianti esistenti. Il libretto di impianto deve essere sempre tenuto a disposizione dei suddetti funzionari ai fini del controllo. 16) 

15)
La versione tedesca del titolo dell'art. 7 è stata modificata dall'art. 1, comma 2, del D.P.P. 27 febbraio 2017, n. 5.
16)
L'art. 7 è stato così sostituito dall'art. 2, comma 1, del D.P.P. 27 febbraio 2017, n. 5.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionA Prevenzione incendi
ActionActiona) Legge provinciale 16 giugno 1992, n. 18
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 giugno 1993, n. 20 —
ActionActionArt. 1 (Campo di applicazione)  
ActionActionArt. 2 (Documentazione integrativa dei progetti)  
ActionActionArt. 3 (Progetto di prevenzione incendi)
ActionActionArt. 4 (Verbale di collaudo di prevenzione incendi)
ActionActionArt. 5 (Libretto di manutenzione di prevenzione incendi)
ActionActionArt. 6 (Progetto di impianto termico) 
ActionActionArt. 7 (Verbale di collaudo e libretto di impianto per impianti termici) 
ActionActionArt. 8 (Dichiarazione di conformità)  
ActionActionArt. 9  
ActionActionArt. 10 (Deroga)
ActionActionAllegato A-D
ActionActionAllegato D2  
ActionActionAllegato E
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 10 agosto 2006, n. 40
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 7 luglio 2008, n. 28
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 5 maggio 2011 , n. 16
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 27 febbraio 2017, n. 5
ActionActionB Servizio antincendi e protezione civile
ActionActionC Provvidenze in caso di calamità
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico