In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

d) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 11 gennaio 1989, n. 11)
Regolamento di esecuzione all'articolo 6, comma 2, della legge provinciale 3 gennaio 1986, n. 1

1)

Pubblicato nel B.U. 7 marzo 1989, n. 11.

Art. 1

(1) Possono beneficiare dei contributi di cui all'articolo 6, comma 2 della legge provinciale 3 gennaio 1986, n. 1, sia i dipendenti di ruolo che quelli non di ruolo dei servizi sanitari delle Unità Sanitarie Locali e di quelli gestiti direttamente dalla Provincia. Possono altresì beneficiare dei predetti contributi coloro che al momento della presentazione della domanda non operino nel servizio sanitario pubblico, fatta salva l'osservanza di quanto stabilito dall'articolo 7 della predetta legge provinciale, sostituito dall'articolo 4 della legge provinciale 19 gennaio 1988, n. 2.

Art. 2

(1) Per il personale delle Unità Sanitarie Locali, l'esigenza dell'espletamento di un periodo di specializzazione e/o di pratica viene valutata tramite apposito parere dal direttore sanitario dell'Unità Sanitaria Locale, dalla quale dipende l'interessato, su richiesta dell'interessato stesso rispettivamente su proposta del primario, per il cui reparto o servizio la specializzazione e/o pratica possono essere rilevanti. In caso di proposta da parte del primario occorre il consenso del dipendente.

Art. 3

(1) Per il personale della Provincia il parere viene espresso dal direttore di ripartizione, su richiesta dell'interessato.

Art. 4  delibera sentenza

(1) La domanda per la concessione di contributi di cui al presente regolamento deve essere redatta in carta libera e presentata all'ufficio provinciale competente per la formazione e l'aggiornamento del personale del servizio sanitario. La domanda deve contenere le seguenti indicazioni:

  • a)  le generalità del richiedente;
  • b)  lo scopo della specializzazione e/o pratica;
  • c)  il preventivo di spesa;
  • d)  la dichiarazione circa la percezione di altri emolumenti, assegni o borse di studio.

(2) Alla domanda va allegato il parere rilasciato ai sensi dell'articolo 2 rispettivamente dell'articolo 3 del presente regolamento.

massimeT.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 282 del 06.11.2001 - Mancata comunicazione di avvio di procedimento - personale medico - assegni di specializzazione - restituzione: interessi

Art. 5

(1) La specializzazione e/o pratica può essere espletata in strutture universitarie o in altre strutture pubbliche, nonché presso istituzioni private, sia nazionali che estere.

Art. 6

(1) Per il personale delle Unità Sanitarie Locali il periodo di specializzazione e/o di pratica, da finanziare con il fondo, previsto dalla legge provinciale 3 gennaio 1986, n. 1, non può superare complessivamente i 4 anni per ogni richiedente, computando tutti i periodi di specializzazione e di pratica, finanziati con i contributi in oggetto.

(2) Il personale della Provincia e coloro che non operino nel servizio sanitario pubblico possono presentare domanda per ottenere contributi anche per specializzazioni e/o pratiche di durata inferiore a 2 mesi.

Art. 7

(1) Qualora il periodo di specializzazione e/o di pratica viene espletato a tempo definito, il computo della durata del periodo, ai sensi dell'articolo precedente, viene effettuato proporzionalmente alle ore effettivamente espletate, considerando per tempo pieno una giornata di otto ore.

Art. 8

(1) L'ammontare del contributo viene determinato, tenendo conto del preventivo di spesa e non può superare la misura del trattamento di missione dei dipendenti provinciali per il corrispondente periodo. Ai fini della determinazione del contributo possono altresì essere considerate eventuali tasse d'iscrizione o di frequenza in misura pari al 50% delle somme effettivamente pagate e debitamente documentate.

Art. 9

(1) La liquidazione del contributo avviene a domanda del beneficiario previa dimostrazione dell'espletamento del periodo di specializzazione e/o di pratica. Ove detti periodi siano di durata superiore a 6 mesi, la liquidazione può avvenire anche in più soluzioni alla scadenza di ciascun semestre, previa presentazione di un attestato di frequenza.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionA Ordinamento della formazione professionale
ActionActionB Formazione nel settore sanitario
ActionActionC Corsi di diploma nel settore sociale
ActionActionD Riconoscimento delle qualifiche professionali
ActionActionE Provvidenze per la formazione professionale
ActionActiona) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 20 febbraio 1974, n. 15
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 17 ottobre 1975, n. 49
ActionActionc) Legge provinciale 29 luglio 1986, n. 20
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 11 gennaio 1989, n. 1
ActionActionArt. 1
ActionActionArt. 2
ActionActionArt. 3
ActionActionArt. 4
ActionActionArt. 5
ActionActionArt. 6
ActionActionArt. 7
ActionActionArt. 8
ActionActionArt. 9
ActionActione) LEGGE PROVINCIALE 1° luglio 1993, n. 12 —
ActionActionf) LEGGE PROVINCIALE 26 agosto 1993, n. 14
ActionActiong) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 17 gennaio 1994, n. 1 —
ActionActionh) LEGGE PROVINCIALE 10 luglio 1996, n. 15
ActionActioni) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 3 giugno 1997, n. 19
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico