In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

e) Accordo 5 maggio 2009 1)
Accordo a livello provinciale per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali - parte normativa - (valido dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2010)
1

Visualizza documento intero
1)
Pubblicato nel B.U. 26 maggio 2009, n. 22.

Art. 9  (Modalità per l'attribuzione dei turni disponibili)

(1)  Premesso che lo specialista può espletare attività ambulatoriale ai sensi del presente Accordo in una sola branca e all'interno di uno o più ambiti zonali limitrofi anche se appartenenti a province diverse confinanti e che le ore di attività che risultano vacanti a qualsiasi titolo sono ricoperte o attraverso conferimento di incarico nella stessa branca o attraverso riconversione in branche diverse, per l'attribuzione dei turni comunque disponibili, l'avente diritto è individuato attraverso il seguente ordine di priorità:

  1. specialista che nella specialità esercitata svolga, nell'ambito zonale, esclusivamente attività ambulatoriale regolamentata dal presente Accordo;
  2. specialista che svolga esclusivamente attività ambulatoriale regolamentata dal presente Accordo in diverso ambito zonale limitrofo, anche se appartenente ad altra provincia confinante. Relativamente all'attività svolta come aumento di orario ai sensi della presente lettera b) allo specialista non compete il rimborso delle spese di accesso di cui all'articolo 6 dell’accordo a livello provinciale per i medici specialisti ambulatoriali – parte economica -, sottoscritto sulla base della deliberazione della Giunta Provinciale n. 1161 del 7 aprile 2008;
  3. specialista titolare di incarico in altro ambito territoriale zonale, definito ai sensi dell'articolo 10, che faccia richiesta al Comitato zonale di essere trasferito nel territorio in cui si è determinata la disponibilità. Tale specialista, ove riceva l'incarico, deve trasferire il proprio domicilio nel Comune nel cui ambito è sito il presidio ambulatoriale;
  4. specialista titolare di incarico che esercita esclusivamente attività ambulatoriale e chiede il passaggio in altra branca della quale è in possesso del titolo di specializzazione;
  5. specialista titolare di incarico nello stesso ambito zonale, che per lo svolgimento di altra attività sia soggetto alle limitazioni di orario di cui all'articolo 3;

(2)  Ai fini delle procedure di cui al comma 1, per ogni singola fattispecie indicata nelle lettere da a) ad e), l'anzianità di servizio ambulatoriale, o di attività riconosciuta equivalente in virtù di precedenti accordi, costituisce titolo di precedenza a parità di condizione; in caso di pari anzianità di servizio è data precedenza all'anzianità di specializzazione.

(3)  Lo specialista in posizione di priorità viene invitato dal Comitato zonale, a compilare la dichiarazione di disponibilità al conferimento dell'incarico, da inoltrare entro 20 giorni al Comprensorio, per la formalizzazione dell'incarico, che dovrà avvenire entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della dichiarazione.

(4)  In deroga alle priorità ed alle procedure di cui ai commi che precedono, ove presso un presidio e per una determinata branca specialistica si verifichi un incremento delle richieste di prestazioni, il Comprensorio, sentito il Sindacato firmatario del presente Accordo, ha la facoltà di attribuire aumenti di orario ad uno o più specialisti che prestano servizio nel presidio e nella branca.

(5)  Il Comprensorio deve notificare al Comitato zonale entro 15 giorni dal provvedimento il nominativo del sanitario cui è stato incrementato l’orario e la consistenza numerica dell’orario aumentato.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionA Servizio sanitario
ActionActionB Medicina preventiva-assistenza sanitaria
ActionActionC Igiene
ActionActionD Piano sanitario provinciale
ActionActionE Salute mentale
ActionActionF Accordi di lavoro
ActionActiona) Accordo 11 dicembre 2007
ActionActionb) Accordo 14 aprile 2008
ActionActionc) Accordo 15 settembre 2008
ActionActiond) Contratto collettivo 17 febbraio 2009
ActionActione) Accordo 5 maggio 2009
ActionAction(Area dell'attività specialistica extra-degenza)
ActionActionArt. 1 (Durata dell'accordo)
ActionActionArt. 2 (Incompatibilità)
ActionActionArt. 3 (Massimale orario e limitazioni)
ActionActionArt. 4 (Mobilità)
ActionActionArt. 5  (Riduzione o soppressione dell'orario – Revoca dell'incarico)
ActionActionArt. 6 (Cessazione dall'incarico)
ActionActionArt. 7 (Sospensione dall'incarico)
ActionActionArt. 8  (Conferimento di incarico per turni disponibili)
ActionActionArt. 9  (Modalità per l'attribuzione dei turni disponibili)
ActionActionArt. 10 (Comitato consultivo zonale)
ActionActionArt. 11 (Funzionamento del Comitato zonale)
ActionActionArt. 12  (Responsabilità convenzionali e violazioni - Collegio arbitrale)
ActionActionArt. 13 (Doveri e compiti dello specialista)
ActionActionArt. 14 (Organizzazione del lavoro)
ActionActionArt. 15 (Prestazioni di attività esterna)
ActionActionArt. 16 (Formazione continua)
ActionActionArt. 17 (Tutela sindacale)
ActionActionArt. 18  (Tutela della salute ed igiene negli ambienti di lavoro)
ActionActionArt. 19 (Diritto all'informazione)
ActionActionArt. 20 (Consultazione tra le parti)
ActionActionArt. 21 (Assenze non retribuite – Mandati elettorali)
ActionActionArt. 22 (Assenza per servizio militare)
ActionActionArt. 23 (Malattia – Gravidanza)
ActionActionArt. 24  (Permesso annuale retribuito – Congedo matrimoniale)
ActionActionArt. 25 (Sostituzioni)
ActionActionArt. 26 (Assicurazione contro i rischi derivanti dagli incarichi)
ActionActionArt. 27 (Riscossione delle quote sindacali)
ActionActionArt. 28 (Rapporti tra lo specialista e la dirigenza sanitaria del Comprensorio)
ActionActionArt. 29 (Esercizio del diritto di sciopero)
ActionActionArt. 30 (Norme transitorie)
ActionActionArt. 31 (Dispapplicazioni dei vecchi accordi)
ActionActionNorma finale n. 1
ActionActionNorma finale n. 2
ActionActionNorma finale n. 3
ActionActiong) Contratto collettivo 22 ottobre 2009
ActionActionh) Accordo 11 dicembre 2007
ActionActioni) Accordo 14 luglio 2015,
ActionActionj) Contratto collettivo 23 maggio 2016,
ActionActionk) Contratto collettivo 6 ottobre 2016, n. 00
ActionActionl) Contratto collettivo 21 dicembre 2016, n. 000
ActionActionm) Accordo 19 luglio 2017, n. 0
ActionActionn) Accordo 23 agosto 2017, n. 00
ActionActiono) Accordo 9 febbraio 2018, n. 0
ActionActionp) Accordo 13 dicembre 2019, n. 0
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico