In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 1242 del 19.07.2010
Nuovi criteri per la concessione di contributi per servizi di trasporto d’interesse turistico (Articolo 13, comma 7 della legge provinciale del 2.12.1985, n. 16)

Allegato A

Criteri per la concessione di contributi per servizi di trasporto d’interesse turistico

Articolo 13, comma 7 L.P. n. 16/1985

 

Articolo 1

Finalità

1. Ai sensi dell’articolo 13, comma 7 della legge provinciale 2.12.1985, n. 16, la Giunta provinciale è autorizzata a concedere contributi a favore di enti pubblici e privati richiedenti l'istituzione di servizi di trasporto di interesse turistico ai sensi dell’articolo 2, comma 4 della citata legge, ove ricorrano particolari esigenze di tutela ambientale.

2. Per servizio di trasporto turistico, ai sensi dei presenti criteri, s’intende un collegamento temporaneo verso una località o impianto turistico (zona balneare o montana, stazione sciistica, impianto sportivo ecc.) allo scopo di ridurre la congestione da traffico automobilistico e l’inquinamento ambientale, per i quali possono essere previsti tariffe particolari, da autorizzare dall’Assessore competente.

3. I servizi possono essere affidati a titolari di una concessione di servizio pubblico e noleggiatori.

 

Articolo 2

Condizioni per la concessione del contributo

1. Il servizio richiesto deve avere una durata di almeno 30 giorni, anche non consecutivi.

2. Il contributo verrà concesso qualora sia attestato un introito tariffario ammontante ad almeno il 10% del costo complessivo del servizio. Questa condizione non viene applicata per i servizi elencati all’articolo 6, comma 4.

 

Articolo 3

Termini di presentazione della domanda

1. La richiesta di contributo per il servizio di cui all’articolo 1 deve essere presentata all’ufficio provinciale competente contestualmente alla domanda di istituzione del servizio:

a) Le domande di istituzione di nuovi servizi  e di servizi già istituiti in precedenza che prevedano modifiche di percorsi o richieste di nuove fermate devono essere presentate, di norma, almeno 60 giorni prima della data di inizio del servizio stesso al completo della documentazione richiesta. Questi servizi verranno autorizzati solo dopo parere tecnico positivo in merito alla regolare esecuzione degli interventi prescritti da parte del competente Ufficio;

b) le domande di istituzione di servizi già approvati negli anni precedenti e senza modifiche di fermata e percorso devono essere presentate, di norma, almeno 30 giorni prima della data di inizio del servizio stesso al completo della documentazione richiesta.

2. Le domande per l'autorizzazione a modifiche a servizipreviamente istituiti (cessazione anticipata del servizio, prolungamento del servizio ecc.), devono essere presentate di norma almeno 5 giorni lavorativi prima della data di inizio della modifica richiesta. Le modifiche devono essere adeguatamente pubblicizzate al pubblico.

 

Articolo 4

Documentazione

1. La domanda di contributo, corredata con marca da bollo, deve essere presentata all’ufficio competente da parte dell’ente richiedente l’istituzione del servizio.

2. La domanda deve contenere le seguenti indicazioni e documentazione:

a) orario, percorso e periodo di effettuazione del servizio;

b) tariffa prevista per il servizio;

c) i preventivi d’offerta richiesti per l’aggiudicazione del servizio (almeno tre), con indicazione dei criteri di aggiudicazione tecnico-qualitativi ed economici;

d) copia della convenzione di aggiudicazione del servizio.

 

Articolo 5

Concessione del contributo

1. Per l’istituzione di un servizio di cui all’articolo 1 la Giunta provinciale può concedere un contributo per i costi del servizio e per le spese di informazione e pubblicazione dello stesso. Le modalità per la concessione del contributo sono stabilite nei successivi articoli 6 e 7.

2.  I contributi pubblici, in ogni caso,  non possono superare il 90% dei costi ammessi.

 

Articolo 6

Contributo per i costi del servizio

1. Sono ammessi a contributo i costi totali per il servizio detratti gli introiti tariffari.

2. Per introiti tariffari si intendono i gli importi monetari, che gli utenti del servizio pagano o direttamente tramite l’acquisto di un valido titolo di viaggio, o indirettamente a terzi, per acquistare il diritto di  utilizzare il relativo servizio.

3. L’ammontare del contributo viene determinato sulla base della percentuale degli introiti tariffari e le percentuali sotto elencati.

Percentuale

introiti tariffari

Contributo

sui costi ammessi

0 – 9 %

10 – 14,9%

15 – 19,9%

20–  24,9%

25–  29,9%

30–  34,9%

35–  39,9%

>=   40%

0%

10%

20%

30%

35%

40%

45%

50%

4. Il contributo calcolato in base al comma 3 può essere maggiorato fino ad un massimo del 50 % del costo ammissibile del servizio effettuato:

a) se il servizio viene istituito da o per una zona economicamente depressa secondo lo sviluppo turistico, di cui all’allegato A del DPGP del 18.10.2007, n. 55, e che, in base alla legge del 25.07.1970, n. 16, è posta sotto tutela del paesaggio;

b) se viene istituito un nuovo servizio. Un servizio è considerato nuovo, se viene istituito un nuovo collegamento turistico ai sensi dell’articolo 1, comma 2 dei presenti criteri o se viene ripristinato un servizio dopo un’interruzione almeno triennale. Estensioni di servizi già esistenti non vengono considerati come nuovi servizi.

c) se si tratta di un collegamento verso un impianto turistico ai sensi dell’articolo 1, comma 2 dei presenti criteri,  che è di importanza strategica per la relativa destinazione turistica e lo sviluppo positivo della stessa verso un turismo ecocompatibile. Secondo questo criterio il contributo potrà essere concesso al massimo per tre anni consecutivi.

 

Articolo 7

Contributo per iniziative di informazione e pubblicazione

1. Addizionale al contributo per i costi del servizio di cui all’articolo 6, può  essere concesso un contributo per iniziative di informazione e pubblicazione dello stesso, che devono essere documentate adeguatamente. Il contributo può essere concesso fino al 50% delle spese documentate.

 

Articolo 8

Liquidazione del contributo

La liquidazione del contributo avviene dietro presentazione della documentazione delle spese sostenute ed una dichiarazione dalla quale risulta:

a) costi per il servizio;

b) spese per iniziative di informazione e pubblicazione del servizio;

c) numero dei giorni in cui fu effettuato il servizio;

d) introiti tariffari;

e) eventuali altri contributi pubblici concessi per il servizio.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction Delibera N. 64 del 18.01.2010
ActionAction Delibera 1 marzo 2010, n. 335
ActionAction Delibera N. 338 del 01.03.2010
ActionAction Delibera N. 359 del 01.03.2010
ActionAction Delibera N. 359 del 01.03.2010
ActionAction Delibera N. 365 del 01.03.2010
ActionAction Delibera N. 377 del 01.03.2010
ActionAction Delibera N. 487 del 15.03.2010
ActionAction Delibera N. 491 del 22.03.2010
ActionAction Delibera N. 492 del 22.03.2010
ActionAction Delibera N. 496 del 22.03.2010
ActionAction Delibera N. 542 del 29.03.2010
ActionAction Delibera N. 577 del 12.04.2010
ActionAction Delibera 19 aprile 2010, n. 671
ActionAction Delibera N. 751 del 03.05.2010
ActionAction Delibera N. 759 del 03.05.2010
ActionAction Delibera 3 maggio 2010, n. 764
ActionAction Delibera 10 maggio 2010, n. 823
ActionAction Delibera 7 giugno 2010, n. 982
ActionAction Delibera N. 1032 del 14.06.2010
ActionAction Delibera N. 1042 del 21.06.2010
ActionAction Delibera N. 1068 del 21.06.2010
ActionAction Delibera N. 1075 del 28.06.2010
ActionAction Delibera N. 1186 del 12.07.2010
ActionAction Delibera 19 luglio 2010, n. 1235
ActionAction Delibera N. 1242 del 19.07.2010
ActionAction Delibera N. 1256 del 26.07.2010
ActionAction Delibera N. 1330 del 17.08.2010
ActionAction Delibera N. 1370 del 17.08.2010
ActionAction Delibera N. 1374 del 17.08.2010
ActionAction Delibera 6 settembre 2010, n. 1389
ActionAction Delibera Nr. 1484 del 13.09.2010
ActionAction Delibera 20 settembre 2010, n. 1527
ActionAction Delibera 27 settembre 2010, n. 1569
ActionAction Delibera Nr. 1827 del 08.11.2010
ActionAction Delibera Nr. 1848 del 22.11.2010
ActionAction Delibera N. 1849 del 22.11.2010
ActionAction Delibera N. 1858 del 22.11.2010
ActionAction Delibera 22 novembre 2010, n. 1859
ActionAction Delibera N. 1860 del 22.11.2010
ActionAction Delibera N. 1945 del 29.11.2010
ActionAction Delibera N. 1982 del 29.11.2010
ActionAction Delibera N. 2051 del 13.12.2010
ActionAction Delibera N. 2094 del 20.12.2010
ActionAction Delibera N. 2134 del 20.12.2010
ActionAction Delibera N. 2140 del 20.12.2010
ActionAction Delibera N. 2141 del 20.12.2010
ActionAction Delibera N. 2163 del 30.12.2010
ActionAction Delibera N. 2164 del 30.12.2010
ActionAction Delibera N. 2215 del 30.12.2010
ActionAction Delibera 8 novembre 2010, n. 1804
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico