In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 1069 del 31.03.2008
Direttive per l'applicazione dell'articolo 1-bis e per la predisposizione del piano aziendale per l'attività libero professionale di cui all'art. 1ter, comma 3 della Legge Provinciale del 2 maggio 1995, n. 10 e successive modificazioni.

ALLEGATO

 

1.     Principi generali per l'esercizio dell'attività libero professionale intra- ed extramuraria.

1.1     L'opzione va presentata al Direttore Generale con le decorrenze e nei tempi definiti dalla Legge Provinciale in materia.

1.2     Spetta al Direttore Generale il diritto alla scelta di confermare o non confermare l'incarico alla direzione di strutture complesse o semplici al dirigente che opta per il rapporto di lavoro non esclusivo, alla scadenza dello stesso.

1.3     I dirigenti con rapporto di lavoro a tempo ridotto non possono svolgere alcun tipo di attività libero professionale (né intra- né extramuraria).

1.4     Al Direttore Generale è demandata la facoltà di adottare qualsiasi ulteriore disposizione, che si riveli utile per il corretto esercizio dell'attività libero professionale intramuraria ed extramuraria

 

2.     Principi generali per l'esercizio dell'attività libero professionale intramuraria.

2.1     Deve essere garantita, da parte del dirigente interessato, la prevalenza dell'attività istituzionale sull'attività libero professionale intramuraria, sia in termini di orario che di volumi di prestazioni. L'autorizzazione all'esercizio dell'attività intramuraria è subordinata al contenimento dei tempi e delle liste d'attesa nei limiti massimi determinati con deliberazione della Giunta provinciale.

2.2     La libera professione intramuraria non deve essere concorrenziale o in contrasto con le finalità e le attività istituzionali dell'Azienda ed il suo svolgimento deve essere organizzato in modo tale da assicurare l'assolvimento dei compiti istituzionali e la funzionalità dei servizi, nel rispetto della normativa disciplinante la materia; essa pertanto non può comportare, per ciascun dipendente, una produttività superiore a quella assicurata per i compiti istituzionali.

2.3     L'attività libero professionale intramuraria è prestata di norma nella disciplina di appartenenza od altra disciplina tuttavia con parere favorevole di apposita commissione, ed in regime ambulatoriale, ivi comprese le attività di diagnostica strumentale e di laboratorio, sia nelle strutture ospedaliere che territoriali, in favore e su libera scelta dell'assistito.

 

3.     Responsabilità organizzative aziendali.

3.1     L'Azienda ha il compito di monitorare costantemente il rapporto tra attività istituzionale resa in regime ordinario ed attività libero professionale intramuraria.

3.2      Ai fini del progressivo allineamento dei tempi di erogazione delle prestazioni nell'ambito dell'attività istituzionale ai tempi medi di quelle rese in regime di libera professione intramuraria ed affinchè il ricorso a quest'ultima sia conseguenza di libera scelta del cittadino e non di carenza nell'organizzazione, il Direttore Generale dell'Azienda presenta annualmente una relazione sull'esercizio della libera professione intramuraria alla Giunta Provinciale con particolare riferimento alle implicazioni sulle liste d'attesa e alle disparità nell'accesso ai servizi pubblici.

3.3     Al fine di permettere il controllo dei volumi delle prestazioni l'Azienda affida il servizio di prenotazioni dell'attività libero professionale intramuraria a personale aziendale o comunque dall'Azienda a ciò destinato, senza ulteriori oneri aggiuntivi, da eseguire in sede o tempi diversi rispetto a quelli istituzionali.

3.4     L'Azienda nonché i comprensori sono responsabili nei confronti della riscossione degli oneri relativi alle prestazioni erogate in libera professione.

 

4.     Modalità e criteri di svolgimento dell'attività libero professionale intramuraria.

4.1     L'autorizzazione e le modalità di svolgimento dell'attività libero-professionale intramuraria, concessa nel rispetto delle direttive impartite dalla Giunta Provinciale, può essere revocata in ogni momento se l'attività libero professionale è svolta in modo difforme alle modalità fissate dal Direttore Generale o se non sono raggiunti i risultati prefissi con l'autorizzazione in parola.

4.2     L'attività libera professione intramuraria è  svolta fuori dall'orario di lavoro e delle attività previste dall'impegno di servizio, in fasce orarie ben distinte dalla normale attività istituzionale e con un piano di lavoro definito e sottoscritto dai singoli dirigenti. I dirigenti autorizzati all'esercizio dell'attività libero professionale intramuraria sono soggetti alla rilevazione presenze (timbratura) mediante l'utilizzo di appostito codice (al fine di tenere distinte le due attività).

4.3     L'attività libero professionale intramuraria può essere svolta anche nelle strutture e negli spazi utilizzati per l'attività istituzionale, fermo restando che l'organizzazione del servizio deve assicurare orari diversi per le due attività, privilegiando comunque l'attività istituzionale.

4.4     Dovranno essere sviluppati gli strumenti organizzativi più idonei al fine di consentire lo svolgimento della libera professione intramuraria all'interno delle strutture aziendali.

4.5     Nello svolgimento dell'attività libero professionale intramuraria il professionista non può ricorrere all'utilizzo del ricettario del Servizio Sanitario.

4.6     Le tariffe libero professionali sono approvate dal Direttore Generale.

4.7     Tutte le tipologie di attività libero professionale vanno compiutamente previste e disciplinate.

 
5.     Esercizio attività libero professionale extramuraria.

5.1     Il professionista che svolge attività libero professionale extramuraria può esercitare tale attività esclusivamente in ambito privato; pertanto il professionista opera a titolo personale, ovvero senza alcun rapporto con il Servizio Sanitario Pubblico. e con l'Azienda Sanitaria della Provincia di Bolzano.

5.2     Per l'esercizio dell'attività libero professionale extramuraria è confermato il divieto di esercizio sotto qualsiasi forma, dalla libera professione intramuraria.

5.3     È fatto divieto di rendere prestazioni professionali anche di natura occasionale e periodica a favore o all'interno di strutture pubbliche o private accreditate o convenzionate.

5.4     L'esercizio dell'attività libero professionale extramuraria non esonera il dirigente sanitario a dare la totale disponibilità nell'ambito dell'impegno di servizio, per la realizzazione dei risultati programmati e lo svolgimento delle attività professionali di competenza.

5.5     Il dirigente che opta per la libera professione extramuraria non può effettuare attività di consulenza e consulti.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction Delibera N. 31 del 07.01.2008
ActionAction Delibera N. 53 del 21.01.2008
ActionAction Delibera N. 229 del 28.01.2008
ActionAction Delibera N. 247 del 28.01.2008
ActionAction Delibera N. 307 del 04.02.2008
ActionAction Delibera N. 333 del 04.02.2008
ActionAction Delibera N. 384 del 11.02.2008
ActionAction Delibera 11 febbraio 2008, n. 409
ActionAction Delibera 11 febbraio 2008, n. 417
ActionAction Delibera N. 475 del 18.02.2008
ActionAction Delibera N. 485 del 18.02.2008
ActionAction Delibera N. 486 del 18.02.2008
ActionAction Delibera N. 703 del 03.03.2008
ActionAction Delibera N. 723 del 10.03.2008
ActionAction Delibera N. 733 del 10.03.2008
ActionAction Delibera N. 734 del 10.03.2008
ActionAction Delibera N. 759 del 10.03.2008
ActionAction Delibera N. 864 del 17.03.2008
ActionAction Delibera N. 987 del 25.03.2008
ActionAction Delibera N. 1022 del 31.03.2008
ActionAction Delibera N. 1069 del 31.03.2008
ActionAction Delibera N. 1187 del 14.04.2008
ActionAction Delibera N. 1216 del 14.04.2008
ActionAction Delibera N. 1247 del 14.04.2008
ActionAction Delibera N. 1283 del 21.04.2008
ActionAction Delibera N. 1378 del 28.04.2008
ActionAction Delibera N. 1589 del 13.05.2008
ActionAction Delibera N. 1598 del 13.05.2008
ActionAction Delibera N. 1677 del 19.05.2008
ActionAction Delibera N. 1855 del 03.06.2008
ActionAction Delibera N. 1863 del 03.06.2008
ActionAction Delibera N. 1872 del 03.06.2008
ActionAction Delibera 9 giugno 2008, n. 1957
ActionAction Delibera N. 2046 del 16.06.2008
ActionAction Delibera 16 giugno 2008, n. 2112
ActionAction Delibera N. 2151 del 16.06.2008
ActionAction Delibera N. 2180 del 23.06.2008
ActionAction Delibera N. 2300 del 30.06.2008
ActionAction Delibera N. 2320 del 30.06.2008
ActionAction Delibera N. 2417 del 07.07.2008
ActionAction Delibera N. 2452 del 07.07.2008
ActionAction Delibera N. 2496 del 14.07.2008
ActionAction Delibera N. 2769 del 28.07.2008
ActionAction Delibera N. 2828 del 10.08.2008
ActionAction Delibera N. 3128 del 01.09.2008
ActionAction Delibera N. 3295 del 15.09.2008
ActionAction Delibera N. 3346 del 15.09.2008
ActionAction Delibera N. 3393 del 22.09.2008
ActionAction Delibera 6 ottobre 2008, n. 3555
ActionAction Delibera N. 3566 del 06.10.2008
ActionAction Delibera N. 3626 del 06.10.2008
ActionAction Delibera N. 3851 del 20.10.2008
ActionAction Delibera 3 novembre 2008, n. 3990
ActionAction Delibera 10 novembre 2008, n. 4108
ActionAction Delibera N. 4136 del 10.11.2008
ActionAction Delibera N. 4172 del 10.11.2008
ActionAction Delibera N. 4213 del 10.11.2008
ActionAction Delibera N. 4251 del 17.11.2008
ActionAction Delibera N. 4508 del 01.12.2008
ActionAction Delibera 9 dicembre 2008, n. 4617
ActionAction Delibera N. 4678 del 09.12.2008
ActionAction Delibera N. 4686 del 09.12.2008
ActionAction Delibera Nr. 4688 vom 09.12.2008
ActionAction Delibera N. 4707 del 15.12.2008
ActionAction Delibera N. 4709 del 15.12.2008
ActionAction Delibera N. 4722 del 15.12.2008
ActionAction Delibera N. 4732 del 15.12.2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico