In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

r) Decreto del Presidente della Provincia 27 novembre 2020, n. 461)
Modifiche al regolamento di esecuzione relativo all’assistenza economica sociale e al pagamento delle tariffe nei servizi sociali

1)
Pubblicato nel B.U. 3 dicembre 2020, n. 49.

Art. 1

(1) Dopo l’articolo 53 del decreto del Presidente della Giunta provinciale 11 agosto 2000, n. 30, e successive modifiche, è inserito il seguente articolo 54:

“Art. 54  (Ulteriori deroghe in materia di assistenza economica sociale e agevolazioni tariffarie a sostegno di persone e famiglie in considerazione dell’emergenza epidemiologica COVID-19)

1. Fino al 31 marzo 2021 le prestazioni di cui agli articoli 19 e 20 vanno concesse in deroga a quanto previsto dalle relative disposizioni, secondo le modalità di seguito previste nei casi individuati dal presente articolo. Il medesimo termine vale anche per le restanti disposizioni di cui al presente articolo. Nel caso in cui la situazione epidemiologica dovuta al COVID-19 perduri, la Giunta provinciale è autorizzata a rideterminare il predetto termine così come tutti gli altri termini di cui al presente articolo.

2. Le deroghe di cui al presente articolo si applicano esclusivamente ai nuclei familiari di cui all’articolo 29 del decreto del Presidente della Provincia 11 gennaio 2011, n. 2, e successive modifiche, che dichiarano di avere almeno un/una componente che a partire dal mese di ottobre 2020, per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, si è trovato/trovata in una delle seguenti situazioni:

  1. in qualità di lavoratore/lavoratrice dipendente, persona titolare di un contratto di lavoro in somministrazione, a intermittenza, a chiamata o di apprendistato, per almeno 15 giorni cumulativi nel periodo dal 1° ottobre 2020 al 31 marzo 2021,
    1. ha subito la riduzione o l’interruzione dell’attività lavorativa o
    2. ha subito la revoca della prevista ripresa della stessa, qualora precedentemente occupato, o
    3. non è più in grado di svolgere l’attività finora svolta a causa delle limitazioni previste, con conseguente perdita del reddito derivante da tale attività, oppure
  2. in qualità di lavoratore autonomo/lavoratrice autonoma ha subito per almeno 15 giorni cumulativi nel periodo dal 1° ottobre 2020 al 31 marzo 2021 la chiusura forzata secondo la normativa statale o provinciale vigente, ovvero per cause collegate alla pandemia da Covid-19 non ha fatturato prestazioni.

3. In deroga alle disposizioni di cui all’articolo 19, i nuclei familiari di cui al comma 2 del presente articolo hanno diritto alla prestazione “Aiuto immediato Covid-19”, da concedersi nel seguente ammontare:

  1. per nuclei familiari composti da una sola persona: 500,00 euro mensili;
  2. per nuclei familiari composti da più di una persona: 500,00 euro mensili più 200,00 euro per ogni ulteriore componente, fino a un importo massimo di 900,00 euro mensili.

4. La prestazione di cui all’articolo 20 è da concedere alle persone di cui al comma 2 del presente articolo secondo quanto previsto dai commi da 1 a 8 e 14 dell’articolo 20, ad eccezione del numero 2) della lettera a) e delle lettere c), d/bis), f), g) e h) del comma 2 nonché ad eccezione delle lettere b/bis) e d) del comma 5, e da erogare mensilmente. I restanti commi dell’articolo 20 non trovano applicazione.

5. Non hanno diritto alle prestazioni di cui ai commi 3 e 4 i nuclei familiari che rientrano in almeno una delle seguenti condizioni:

  1. dispongono di entrate nette, derivanti da attività lavorativa dipendente o conseguite tramite attività lavorativa autonoma o di impresa, comprensive di eventuali benefici economici di sostegno al reddito previsti dalle norme statali o provinciali in ragione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, incassate nel mese precedente a quello di presentazione della domanda, pari o superiori a 1.400,00 euro per nuclei composti da una sola persona e a 2.200,00 euro per nuclei composti da due persone in su;
  2. dispongono di un patrimonio finanziario familiare complessivo, alla fine del mese precedente a quello di presentazione della domanda, pari o superiore a 30.000,00 euro.

6. Tutti i componenti del nucleo familiare devono trovarsi in Alto Adige al momento della presentazione della domanda; essi devono altresì esercitare l’attività lavorativa oggetto del presupposto di cui al comma 2 in Alto Adige.

7. La domanda per le prestazioni di cui ai commi 3 e 4 è da presentare secondo le modalità stabilite dalla Ripartizione provinciale competente, utilizzando l’apposito modulo da questa predisposto. La prestazione è concessa per un periodo di tre mesi, a partire dal mese di presentazione della domanda e non è reiterabile a seguito di nuova domanda.

8. Si deroga a tutte le altre disposizioni di cui al presente regolamento connesse alle prestazioni di cui ai commi 3 e 4 del presente articolo, se non espressamente richiamate o disciplinate dallo stesso. Resta salvo quanto previsto dall’articolo 16, comma 4.

9. Per i nuclei familiari diversi da quelli di cui al comma 2, resta impregiudicata l’applicazione di tutte le altre disposizioni del presente regolamento.

10. Le domande di cui al presente regolamento sono rinnovate d’ufficio per i seguenti periodi.

  1. prestazioni di cui agli articoli 19 e 21: per sei mesi dalla scadenza della domanda;
  2. tutte le altre prestazioni: per 12 mesi dalla scadenza della domanda.

11. Resta salva l’applicazione dell’articolo 44, comma 8 in casi eccezionali.

12. Le agevolazioni tariffarie riferite ai servizi sociali sono ricalcolate d’ufficio per sei mesi dalla scadenza della domanda, in base alle nuove tariffe e alla situazione economica già in possesso dell’ente, fatta salva la possibilità di presentare una nuova domanda nei casi previsti di peggioramento della situazione economica. A tal fine il termine di 30 giorni di cui all’articolo 44, comma 3 è prorogato a 45 giorni.

13. Le domande per la prestazione “Anticipazione dell’assegno di mantenimento a tutela del minore” di cui alla legge provinciale 3 ottobre 2003, n. 15, e successive modifiche, per le quali il titolo esecutivo non ha subito variazioni, sono rinnovate d’ufficio per 12 mesi dalla scadenza della domanda.”

Art. 2  (Presentazione delle domande)

(1) Le domande per le prestazioni di cui all’articolo 1 possono essere presentate a partire dal 10 dicembre 2020.

Art. 3  (Entrata in vigore)

(1) Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionA Assistenza agli anziani
ActionActionB Servizio consultoriale per le famiglie
ActionActionC Asili nido - Assistenza domiciliare per l' infanzia
ActionActionD Famiglia, donne e gioventù
ActionActionE Provvidenze per le persone disabili
ActionActionF Interventi in materia di dipendenze
ActionActionG Interventi per gli invalidi civili e le persone non autosufficienti
ActionActionH Assistenza economica di base
ActionActionI Cooperazione allo sviluppo
ActionActionJ Servizi sociali
ActionActiona) Legge provinciale 30 aprile 1991, n. 13
ActionActionb) LEGGE PROVINCIALE 10 dicembre 1992, n. 43 —
ActionActionc) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 11 agosto 2000, n. 30
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 7 febbraio 2007, n. 14
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 10 settembre 2009 , n. 42
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 20 luglio 2011 , n. 28
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 4 gennaio 2012, n. 1
ActionActionh) Decreto del Presidente della Provincia 3 giugno 2013, n. 13
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 7 agosto 2017, n. 26
ActionActionj) Decreto del Presidente della Provincia 8 giugno 2018, n. 16
ActionActionk) Decreto del Presidente della Provincia 21 febbraio 2019, n. 5
ActionActionl) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2019, n. 29
ActionActionm) Decreto del Presidente della Provincia 8 gennaio 2020, n. 1
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 20 aprile 2020, n. 15
ActionActiono) Decreto del Presidente della Provincia 7 maggio 2020, n. 18
ActionActionp) Decreto del Presidente della Provincia 13 agosto 2020, n. 28
ActionActionq) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 18 settembre 2020, n. 34
ActionActionr) Decreto del Presidente della Provincia 27 novembre 2020, n. 46
ActionActionArt. 1
ActionActionArt. 2  (Presentazione delle domande)
ActionActionArt. 3  (Entrata in vigore)
ActionActionK Previdenza integrativa
ActionActionL Volontariato
ActionActionM Emigrati
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico