In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

g) Legge provinciale 20 dicembre 2019, n. 171)
Modifiche alla legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, “Territorio e paesaggio”

Visualizza documento intero
1)
Pubblicato nel supplemento 4 del B.U. 27 dicembre 2019, n. 52.

Art. 29 (Contributo di urbanizzazione)

(1) L’articolo 79 della legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, è così sostituito:

“Art. 79 (Contributo di urbanizzazione)

1. Il contributo di urbanizzazione primaria e secondaria è determinato dal Comune nel regolamento di cui all’articolo 78, comma 6, e varia dal cinque al dieci per cento del costo di costruzione per metro cubo di cui all'articolo 80; la determinazione del contributo avviene in considerazione del programma triennale delle opere pubbliche, tenuto conto dei costi prevedibili delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria di cui all’articolo 18, commi 2 e 3, incrementati dei costi delle spese generali.

2. Il contributo di urbanizzazione è dovuto per la volumetria oggetto dell’intervento per ciascun metro cubo vuoto per pieno in osservazione delle riduzioni e degli esoneri previsti dall’art. 79, comma 4, lettera d). Tale volumetria è calcolata secondo i criteri previsti dal regolamento di cui all’Art. 21, comma 3.

3. Nelle zone produttive il proprietario/la proprietaria partecipa in proporzione alla superficie ai costi di urbanizzazione primaria risultanti dal progetto di urbanizzazione o, in caso di realizzazione graduale, dai progetti di urbanizzazione, salvo conguaglio, qualora dopo il collaudo delle opere si riscontrino maggiori o minori spese. Con tale partecipazione ai costi il contributo di urbanizzazione primaria si intende integralmente corrisposto. L’obbligo di corresponsione sorge indipendentemente dall’attività edificatoria. Per successivi interventi edilizi in zone produttive già urbanizzate che riguardino volumetrie superiori rispetto a quelle ammesse al momento della prima urbanizzazione dell’area, il contributo di urbanizzazione primaria è da corrispondere nella misura stabilita dal regolamento comunale di cui al comma 1. Nelle zone produttive il contributo di urbanizzazione secondaria è dovuto unicamente per interventi diretti alla realizzazione dell’alloggio di servizio. Dopo l’ultimazione dei lavori, le opere di urbanizzazione primaria nelle zone produttive sono trasferite in proprietà al Comune. Gli interventi successivi per la manutenzione o il potenziamento delle opere di urbanizzazione primaria sono di competenza e a carico del Comune territorialmente competente.

4. Con il regolamento tipo di cui all’articolo 78, comma 6, sono determinati:

  1. i criteri di calcolo dei contributi di urbanizzazione primaria e secondaria per le costruzioni e gli impianti non destinati ad uso residenziale, nonché la quota degli oneri di urbanizzazione eventualmente a carico della pubblica amministrazione;
  2. i criteri di calcolo dei contributi di urbanizzazione eventualmente dovuti per gli interventi di ristrutturazione non comportanti demolizione e ricostruzione;
  3. i criteri di calcolo dei contributi di urbanizzazione primaria e secondaria per le costruzioni e gli impianti utilizzati contemporaneamente per due o più attività rientranti nelle categorie di cui all’articolo 23, comma 1, lettere da b) a g);
  4. caratteristiche e utilizzi degli edifici o di parti di essi per i quali, in ragione del ridotto carico urbanistico, vengono previsti riduzioni o esoneri dai contributi di urbanizzazione; ulteriori riduzioni o esoneri possono essere introdotti dai Comuni con proprio regolamento di cui all’articolo 78, comma 6.

5. Nel caso in cui il titolo abilitativo si riferisca a interventi che prevedono diverse destinazioni d’uso, la misura del contributo di urbanizzazione è determinata sommando tra loro le quote dovute per le singole parti secondo la rispettiva destinazione.

6. Nel caso di interventi su edifici esistenti comportanti modificazioni delle destinazioni d'uso, il contributo di urbanizzazione è calcolato tenuto conto dell’eventuale maggiore importo riferito alla nuova destinazione rispetto a quella precedente. È dovuta la differenza.

7. L’ammontare dell’eventuale maggiore importo va sempre riferito ai valori stabiliti dal Comune alla data di rilascio del permesso di costruire ovvero presentazione della SCIA.

8. Nei contributi di urbanizzazione non sono comprese le tariffe e gli altri diritti che saranno richiesti o che sono stati richiesti, anche in misura forfettaria, per l’allacciamento alle reti elettriche, telefoniche e del gas e per ogni altro servizio pubblico.

9. Qualora gli interventi previsti dallo strumento di pianificazione presentino impatti significativi sui Comuni confinanti, le entrate realizzate ai sensi del presente articolo devono essere utilizzate per finanziare i costi di realizzazione di eventuali misure mitigative o compensative, in base ai criteri stabiliti dalla Giunta provinciale d’intesa con il Consiglio dei Comuni.

10. Nel caso in cui il titolo abilitativo si riferisca a interventi all’esterno dell’area insediabile di cui all’articolo 17, comma 3, le opere di urbanizzazione primaria sono a carico dell’interessato/interessata, a meno che vi sia un accordo con il Comune che prevede una regolamentazione in deroga.

11. Il contributo di urbanizzazione non è dovuto nei seguenti casi:

  1. per i rifugi alpini di cui all’articolo 1 della legge provinciale 7 giugno 1982, n. 22;
  2. per gli impianti, le attrezzature, le opere pubbliche o di interesse generale realizzate dagli enti istituzionalmente competenti, nonché per le opere di urbanizzazione, eseguite anche da privati, in attuazione di strumenti urbanistici;
  3. per la cubatura demolita e ricostruita, se non viene modificata la destinazione d‘uso;
  4. nei casi previsti dal regolamento tipo o dal regolamento comunale ai sensi del comma 4, lettera d).”
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionA
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionJ
ActionActionK
ActionActionL
ActionActionb) Decreto del Presidente della Provincia 5 maggio 2015, n. 12
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 16 novembre 2015, n. 28
ActionActiond) Legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 30
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 31
ActionActiong) Legge provinciale 20 dicembre 2019, n. 17
ActionActionArt. 1 (Commissione comunale per il territorio e il paesaggio)
ActionActionArt. 2 (Sistema informativo paesaggio e territorio)
ActionActionArt. 3 (Tutela del suolo, delle superfici naturali e agricole)
ActionActionArt. 4 (Principio del contenimento del consumo di suolo)
ActionActionArt. 5 (Plusvalore di pianificazione)
ActionActionArt. 6 (Norme regolamentari in materia urbanistica e in materia edilizia)
ActionActionArt. 7 (Destinazione d’uso delle costruzioni)
ActionActionArt. 8 (Zona mista)
ActionActionArt. 9 (Zona produttiva)
ActionActionArt. 10 (Ampliamento degli esercizi pubblici)
ActionActionArt. 11  (Trasformazione in volumetria abitativa all'interno dell'area insediabile)
ActionActionArt. 12 (Attività agricola)
ActionActionArt. 13 (Utilizzazione della volumetria a destinazione residenziale)
ActionActionArt. 14  (Abitazioni riservate ai residenti)
ActionActionArt. 15 (Parcheggi per edifici esistenti)
ActionActionArt. 16  (Procedimento di approvazione del piano paesaggistico)
ActionActionArt. 17 (Programma di sviluppo comunale per il territorio e il paesaggio)
ActionActionArt. 18 (Procedimento di approvazione del programma di sviluppo comunale per il territorio e il paesaggio e del piano comunale per il territorio e il paesaggio)
ActionActionArt. 19 (Varianti al piano comunale per il territorio e il paesaggio)
ActionActionArt. 20 (Piano di attuazione)
ActionActionArt. 21 (Efficacia dei vincoli preordinati all'esproprio)
ActionActionArt. 22 (Definizione degli interventi edilizi)
ActionActionArt. 23 (Competenza per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica)
ActionActionArt. 24 (Procedimento per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica di competenza del Comune)
ActionActionArt. 25 (Procedimento per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica di competenza della Provincia)
ActionActionArt. 26 (Attività delle pubbliche amministrazioni)
ActionActionArt. 27 (Efficacia temporale e decadenza dei titoli abilitativi)
ActionActionArt. 28 (Contributo di intervento per il permesso di costruire e per la SCIA)
ActionActionArt. 29 (Contributo di urbanizzazione)
ActionActionArt. 30 (Contributo sul costo di costruzione)
ActionActionArt. 31  (Riduzione o esonero dal contributo sul costo di costruzione)
ActionActionArt. 32 (Agibilità)
ActionActionArt. 33 (Sanatoria di interventi realizzati in assenza o difformità dal titolo abilitativo)
ActionActionArt. 34 (Interventi non autorizzati su beni paesaggistici)
ActionActionArt. 35  (Rilascio postumo dell'autorizzazione paesaggistica)
ActionActionArt. 36 (Norme transitorie)
ActionActionArt. 37  (Posticipazione dell’entrata in vigore della )
ActionActionArt. 38 (Attività e interventi soggetti ad autorizzazione paesaggistica della Provincia)
ActionActionArt. 39 (Interventi edilizi liberi)
ActionActionArt. 40 (Interventi soggetti a SCIA)
ActionActionArt. 41 (Disposizione finanziaria)
ActionActionArt. 42 (Abrogazione di disposizioni)
ActionActionArt. 43 (Entrata in vigore)
ActionActionh) Decreto del Presidente della Provincia 19 dicembre 2019, n. 36
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 30 gennaio 2020, n. 8
ActionActionj) Decreto del Presidente della Provincia 7 maggio 2020, n. 17
ActionActionk) Decreto del Presidente della Provincia 26 giugno 2020, n. 24
ActionActionl) Legge provinciale 17 dicembre 2020, n. 15
ActionActionm) Decreto del Presidente della Provincia 8 marzo 2021, n. 7
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 15 marzo 2021, n. 8
ActionActiono) Decreto del Presidente della Provincia 27 agosto 2021, n. 27
ActionActionM
ActionActionN
ActionActionO
ActionActionP
ActionActionQ
ActionActionR
ActionActionS
ActionActionT
ActionActionU
ActionActionV
ActionActionW
ActionActionX
ActionActionY
ActionActionZ
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico