In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

f) Legge provinciale 16 luglio 2018, n. 121)
Promozione dell'amministrazione di sostegno

1)
Pubblicata nel supplemento n. 4 della B.U. 19 luglio 2018, n. 29.

Art. 1  (Finalità)

(1) La presente legge disciplina la promozione e la valorizzazione dell'istituto giuridico dell’amministrazione di sostegno, riconoscendo il suo valore quale strumento di aiuto e tutela delle persone prive in tutto o in parte di autonomia o incapaci di provvedere ai propri interessi.

Art. 2  (Misure)

(1) La Provincia e gli enti locali promuovono l'istituto dell'amministrazione di sostegno, anche quale importante forma di volontariato, in particolare attraverso le seguenti misure:

  1. rafforzamento e coordinamento di una rete provinciale e locale tra i soggetti pubblici e privati coinvolti nella promozione dell'istituto dell'amministrazione di sostegno;
  2. informazione e consulenza a favore di tutta la cittadinanza e dei servizi sociali e sanitari pubblici e privati;
  3. sostegno alle persone che necessitano di un/ una amministratore/amministratrice di sostegno, anche in relazione ad una indicazione preventiva rispetto al proprio futuro amministratore/alla propria futura amministratrice di sostegno;
  4. formazione delle persone che intendono svolgere la funzione di amministratore/amministratrice di sostegno;
  5. sostegno agli amministratori e alle amministratrici di sostegno nominati, attraverso l’offerta di iniziative di aggiornamento ed ulteriori misure di supporto.

(2) La Provincia può sostenere le spese per la stipula di una polizza di assicurazione al fine di tenere indenni gli amministratori e le amministratrici di sostegno nominati dai giudici tutelari del Tribunale di Bolzano, in caso di azioni da richieste di risarcimento danni e conseguenti spese legali, a condizione che questi/queste non appartengano al nucleo familiare della persona sottoposta ad amministrazione di sostegno e non siano professionisti.

(3) La Provincia può sostenere la persona sottoposta ad amministrazione di sostegno appartenente a un nucleo familiare in condizioni economiche e patrimoniali insufficienti al soddisfacimento dei bisogni fondamentali della vita ai sensi del regolamento di esecuzione di cui all’articolo 7/bis della legge provinciale 30 aprile 1991, n. 13, e successive modifiche, nel pagamento dell’equa indennità eventualmente assegnata, anche solo a titolo delle spese vive sostenute, dal giudice tutelare all’amministratore/amministratrice di sostegno ai sensi dell’articolo 379 del Codice civile, a condizione che questi/questa non appartenga al nucleo familiare della persona sottoposta ad amministrazione di sostegno e non sia un/una professionista.

(4) La Giunta provinciale definisce i criteri di attuazione di cui ai commi 2 e 3 del presente articolo.

Art. 3  (Tavolo di coordinamento)

(1) Presso la Ripartizione provinciale competente in materia di politiche sociali è istituito un tavolo di coordinamento per la promozione dell'amministrazione di sostegno, avente funzioni consultive e propositive.

(2) Il tavolo di coordinamento è composto da:

  1. il direttore/la direttrice dell’unità organizzativa provinciale competente in materia di politiche sociali o un suo delegato/una sua delegata;
  2. il direttore/la direttrice dell’unità organizzativa provinciale competente in materia di salute o un suo delegato/una sua delegata;
  3. il/la Presidente del Tribunale di Bolzano o un suo delegato/una sua delegata;
  4. il/la Presidente dell’Ordine degli avvocati della provincia di Bolzano o un suo delegato/una sua delegata;
  5. i/le giudici tutelari del Tribunale di Bolzano;
  6. un/una rappresentante dei direttori e delle direttrici dei Servizi sociali delegati;
  7. il direttore/la direttrice del Consorzio dei Comuni della provincia di Bolzano o un suo delegato/una sua delegata;
  8. quattro rappresentanti delle organizzazioni attive in materia di amministrazione di sostegno, non autosufficienza, disabilità, socio-psichiatria e dipendenze.

(3) Ai componenti del tavolo di coordinamento non spettano compensi o rimborsi spese.

Art. 4  (Servizi territoriali)

(1) La Provincia e gli enti locali promuovono e sostengono la presenza di servizi diffusi sul territorio per perseguire le finalità previste dall’articolo 2, comma 1, lettera b).

(2) I servizi svolgono i seguenti compiti:

  1. forniscono alla cittadinanza e ai servizi sociali e sanitari pubblici e privati informazioni e consulenza sull’amministrazione di sostegno;
  2. promuovono e sostengono il lavoro di rete fra i soggetti pubblici e privati coinvolti nella promozione dell'istituto dell'amministrazione di sostegno;
  3. fungono da osservatorio sui bisogni di informazione, formazione e aggiornamento e sulle esigenze espresse dalle famiglie, dai beneficiari di amministrazione di sostegno, dagli/dalle amministratori/amministratrici di sostegno e dalle organizzazioni coinvolte.

(3) Gli enti locali possono concludere accordi, i cui oneri vanno a carico dei propri bilanci, con soggetti privati e altre pubbliche amministrazioni, e comunque con quelle cui spetta l’istituzione dei servizi di amministrazione della giustizia, al fine di partecipare alla realizzazione di sportelli territoriali per sostenere gli Uffici della Volontaria Giurisdizione e di mettere a disposizione di questi sportelli apposito personale amministrativo.

Art. 5 (Elenco provinciale)

(1) La Provincia istituisce e gestisce l’elenco provinciale degli amministratori e delle amministratrici di sostegno volontari. Nell’elenco sono inserite le persone disponibili ad assumere l’incarico di amministratore/amministratrice di sostegno a favore di persone estranee al proprio nucleo familiare.

(2) La Giunta provinciale disciplina i requisiti e la procedura per l’iscrizione nell’elenco provinciale degli amministratori e delle amministratrici di sostegno volontari.

Art. 6  (Formazione e aggiornamento)

(1) La Provincia garantisce:

  1. regolari offerte formative alle persone interessate alla nomina ad amministratore/amministratrice di sostegno;
  2. aggiornamento e informazioni costanti agli amministratori e alle amministratrici di sostegno già nominati.

Art. 7 (Disposizione finanziaria)

(1) Alla copertura degli oneri derivanti dalla presente legge, quantificati in 100.000,00 euro per l’anno 2018 e in 680.000,00 euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, si provvede mediante utilizzo delle risorse iscritte all’interno del Programma 05 della Missione 12 dello stato di previsione della spesa del bilancio provinciale per gli anni 2018-2020.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Provincia.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionA Assistenza agli anziani
ActionActionB Servizio consultoriale per le famiglie
ActionActionC Asili nido - Assistenza domiciliare per l' infanzia
ActionActionD Famiglia, donne e gioventù
ActionActionE Provvidenze per le persone disabili
ActionActionF Interventi in materia di dipendenze
ActionActionG Interventi per gli invalidi civili e le persone non autosufficienti
ActionActiona) Legge provinciale 21 agosto 1978, n. 46
ActionActionb) LEGGE PROVINCIALE 1° agosto 1980, n. 29
ActionActionc) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 9 novembre 1981, n. 40
ActionActiond) LEGGE PROVINCIALE 25 ottobre 1989, n. 9
ActionActione) Legge provinciale12 ottobre 2007, n. 9
ActionActionf) Legge provinciale 16 luglio 2018, n. 12
ActionActionArt. 1  (Finalità)
ActionActionArt. 2  (Misure)
ActionActionArt. 3  (Tavolo di coordinamento)
ActionActionArt. 4  (Servizi territoriali)
ActionActionArt. 5 (Elenco provinciale)
ActionActionArt. 6  (Formazione e aggiornamento)
ActionActionArt. 7 (Disposizione finanziaria)
ActionActionH Assistenza economica di base
ActionActionI Cooperazione allo sviluppo
ActionActionJ Servizi sociali
ActionActionK Previdenza integrativa
ActionActionL Volontariato
ActionActionM Emigrati
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico