In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

d) Legge provinciale 10 luglio 2018, n. 91)2)
Territorio e paesaggio

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel supplemento n. 3 del B.U. 12 luglio 2018, n. 28.
2)
Per l'entrata in vigore vedi l'art. 107 commi 1 e 2 della presente legge.

Art. 88 (Interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali)

(1) Sono interventi eseguiti in totale difformità dal permesso di costruire quelli che comportano la realizzazione di un organismo edilizio integralmente diverso per caratteristiche tipologiche, planivolumetriche o di utilizzazione da quello oggetto del permesso stesso, ovvero che comportano l’esecuzione di volumi edilizi oltre i limiti indicati nel progetto e tali da costituire un organismo edilizio, o parte di esso, con specifica rilevanza e autonomamente utilizzabile.

(2) L’autorità preposta alla vigilanza, accertata l’esecuzione di interventi in assenza di permesso di costruire, in totale difformità dal medesimo, ovvero con variazioni essenziali, determinate ai sensi dell’articolo 84, ad esclusione di quelli di ristrutturazione edilizia, ai quali si applicano le procedure di cui all’articolo 90, ingiunge al proprietario/alla proprietaria e ai soggetti responsabili dell’abuso, ai sensi dell’Art. 87, la rimozione o la demolizione e il ripristino dello stato dei luoghi, indicando nel provvedimento l’area che viene acquisita di diritto, ai sensi del comma 3.

(3) Se il proprietario/la proprietaria o il/la responsabile dell’abuso non provvede alla demolizione e al ripristino dello stato dei luoghi nel termine di 90 giorni dalla notifica dell’ingiunzione, prorogabili di ulteriori 30 giorni su motivata richiesta dell’interessato/interessata, il bene e l’area di sedime, nonché quella necessaria, secondo le vigenti prescrizioni urbanistiche, alla realizzazione di opere analoghe a quelle abusive sono acquisiti di diritto gratuitamente al patrimonio disponibile del Comune. L’area acquisita deve consentire l’autonoma utilizzazione del bene e non può comunque essere superiore a dieci volte la complessiva superficie utile abusivamente costruita.

(4) L’atto di accertamento dell’inottemperanza all’ingiunzione a demolire, nel termine di cui al comma 3, definisce la consistenza dell’area da acquisire anche mediante precise indicazioni catastali e, previa notifica all’interessato/interessata, costituisce titolo per l’immissione nel possesso e per l’intavolazione nel libro fondiario, che deve essere eseguita gratuitamente.

(5) L’autorità preposta alla vigilanza, constatata l’inottemperanza, irroga una sanzione amministrativa pecuniaria di importo compreso tra 2.000,00 euro e 20.000,00 euro, in rapporto alla gravità dell’abuso, salva l’applicazione di altre misure e sanzioni previste da norme vigenti.

(6) L’opera acquisita è demolita con ordinanza dell’autorità preposta alla vigilanza a spese dei soggetti responsabili dell’abuso, salvo che con deliberazione consiliare non si dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici e sempre che l’opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici, ambientali o idrogeologici.

(7) Per gli interventi abusivamente eseguiti su terreni sottoposti, in base a leggi statali, a vincolo di inedificabilità assoluta, l’acquisizione gratuita, nel caso di inottemperanza all’ingiunzione di demolizione, si verifica di diritto a favore delle amministrazioni cui compete la vigilanza sull’osservanza del vincolo. Tali amministrazioni provvedono alla demolizione delle opere abusive e al ripristino dello stato dei luoghi a spese dei soggetti responsabili dell’abuso. Nell’ipotesi di concorso dei vincoli, l’acquisizione si verifica a favore del patrimonio del Comune.

(8) Per gli interventi abusivamente eseguiti su terreni sottoposti a vincolo di inedificabilità assoluta in base a leggi provinciali, a prescrizioni di strumenti urbanistici o paesaggistici o di piani di settore, l’acquisizione gratuita nel caso di inottemperanza all’ingiunzione di demolizione si verifica a favore del Comune, che procede alla demolizione a spese dei soggetti responsabili dell’abuso.

(9) In caso di opere di ampliamento eseguite su immobili legittimamente esistenti, ovvero di opere realizzate nel lotto di pertinenza di edifici con superficie non superiore a 30 m², l’autorità preposta alla vigilanza, accertata l’inottemperanza all’ingiunzione di demolizione, provvede alla sola demolizione e al ripristino dello stato dei luoghi, a spese dei soggetti responsabili dell’abuso, senza procedere all’acquisizione dell’area. Al fine di procedere alla demolizione l’autorità preposta alla vigilanza dispone, contestualmente all’adozione del relativo provvedimento, l’occupazione temporanea dell’area occorrente all’espletamento dei lavori, fissandone la relativa durata, prorogabile per motivate necessità; a ultimazione dei lavori l’area è restituita agli aventi titolo.

(10) L’articolo viene applicato anche a edifici non terminati per i quali il permesso di costruire di cui all’articolo 75 è scaduto, a meno che non sia stato richiesto un ulteriore permesso di costruire entro il termine di cui all’articolo 75, comma 4. Lo stesso effetto si applica al caso in cui i lavori non terminati non siano più consentiti o se la domanda di permesso di costruire sia stata respinta.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionA
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActionG
ActionActionH
ActionActionI
ActionActionJ
ActionActionK
ActionActionL
ActionActionb) Decreto del Presidente della Provincia 5 maggio 2015, n. 12
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 16 novembre 2015, n. 28
ActionActiond) Legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9
ActionActionDISPOSIZIONI GENERALI
ActionActionPAESAGGIO
ActionActionURBANISTICA
ActionActionSTRUMENTI DI PIANIFICAZIONE
ActionActionTITOLI ABILITATIVI
ActionActionVIGILANZA, RESPONSABILITÀ E SANZIONI
ActionActionArt. 86 (Vigilanza sull’attività di trasformazione del territorio)
ActionActionArt. 87 (Responsabilità)
ActionActionArt. 88 (Interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali)
ActionActionArt. 89 (Interventi eseguiti in parziale difformità dal permesso di costruire)
ActionActionArt. 90 (Interventi di ristrutturazione edilizia eseguiti in assenza di permesso di costruire o in totale difformità)
ActionActionArt. 91 (Interventi eseguiti in assenza o in difformità dalla SCIA o dalla CILA)
ActionActionArt. 92 (Mutamenti di destinazione d’uso realizzati in assenza di titolo abilitativo)
ActionActionArt. 93 (Annullamento del permesso di costruire, del piano attuativo o del piano comunale da parte della Provincia)
ActionActionArt. 94 (Interventi eseguiti in base a titolo abilitativo annullato)
ActionActionArt. 95  (Sanatoria di interventi realizzati in assenza o difformità dal titolo abilitativo)
ActionActionArt. 96 (Ritardato od omesso versamento del contributo di intervento)
ActionActionArt. 97 (Mancata occupazione od occupazione abusiva di abitazioni riservate ai residenti)
ActionActionArt. 98  (Lottizzazione abusiva)
ActionActionArt. 99 (Interventi non autorizzati su beni paesaggistici)
ActionActionArt. 100 (Rilascio postumo dell’autorizzazione paesaggistica)
ActionActionArt. 101  (Esecuzione d’ufficio dell’ordine di ripristino dello stato dei luoghi)
ActionActionRICORSI AMMINISTRATIVI
ActionActionNORME FINALI E TRANSITORIE
ActionActionAttività e interventi non soggetti ad autorizzazione paesaggistica
ActionActionAttività e interventi soggetti ad autorizzazione paesaggistica della Provincia
ActionActionInterventi edilizi liberi
ActionActionInterventi soggetti a permesso di costruire
ActionActionInterventi soggetti a SCIA
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 30
ActionActionf) Decreto del Presidente della Provincia 22 novembre 2018, n. 31
ActionActiong) Legge provinciale 20 dicembre 2019, n. 17
ActionActionh) Decreto del Presidente della Provincia 19 dicembre 2019, n. 36
ActionActioni) Decreto del Presidente della Provincia 30 gennaio 2020, n. 8
ActionActionj) Decreto del Presidente della Provincia 7 maggio 2020, n. 17
ActionActionk) Decreto del Presidente della Provincia 26 giugno 2020, n. 24
ActionActionM
ActionActionN
ActionActionO
ActionActionP
ActionActionQ
ActionActionR
ActionActionS
ActionActionT
ActionActionU
ActionActionV
ActionActionW
ActionActionX
ActionActionY
ActionActionZ
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico