In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
Criteri per la concessione di contributi per la manutenzione ordinaria e l’esercizio delle opere di bonifica di interesse provinciale e per la concessione di contributi ai consorzi di bonifica per le spese di gestione nonché ai consorzi di bonifica di secondo grado per l’attività di assistenza e consulenza amministrativa, contabile e tecnica a favore dei consorzi associati

Allegato A

Criteri per la concessione di contributi la manutenzione ordinaria e l’esercizio delle opere di bonifica di interesse provinciale

Art. 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano, ai sensi dell’articolo 31, comma 5, della legge provinciale 28 settembre 2009, n. 5, la concessione di contributi per la manutenzione ordinaria e l’esercizio delle opere di bonifica di interesse provinciale.

Art. 2
Definizioni

1. Ai fini dei presenti criteri si intende per “impianti idrovori” gli impianti per il sollevamento dell’acqua ai fini della bonifica idraulica e di protezione civile, comprendenti le apparecchiature idrauliche, elettromeccaniche e le opere edili.

Art. 3
Beneficiari e iniziative agevolabili

1. I beneficiari dei contributi previsti dai presenti criteri sono i consorzi di bonifica di cui all’articolo 862 del codice civile, che operano nel territorio provinciale.

2. Sono ammesse a contributo le spese per la manutenzione ordinaria e l’esercizio delle seguenti opere:

a) canali e fosse di bonifica; è considerata manutenzione ordinaria lo spurgo, il controllo della vegetazione e gli interventi di ripristino di importo complessivo inferiore a 30.000,00 euro;

b) impianti idrovori.

Art. 4
Tipologia e ammontare dei contributi

1. La Provincia contribuisce alla manutenzione ordinaria e all’esercizio delle opere di bonifica di interesse provinciale incluse nell'elenco di cui all’articolo 3, comma 1, della legge provinciale 28 settembre 2009, n. 5, nel modo seguente:

a) per canali e fosse di bonifica: 300,00 euro per km² di superficie del bacino idrografico scolante;

b) per impianti idrovori: 30,00 euro per chilowatt nominale installato.

Art. 5
Obblighi

1. La concessione del contributo comporta per il beneficiario l'obbligo di provvedere alla manutenzione ordinaria e all’esercizio dei canali e delle fosse di bonifica di competenza provinciale e dei relativi impianti idrovori in modo da garantirne la sicurezza e la funzionalità.

2. La non osservanza dell’obbligo di cui al comma 1) comporta per l’anno successivo l’esclusione dal contributo delle opere per le quali è stata accertata l’inosservanza e in ogni caso fino a quando il consorzio non ottemperi a tale dovere.

3. Spetta ad ogni amministrazione consortile stabilire annualmente gli interventi di manutenzione da effettuare sulla base delle necessità oggettive e delle disponibilità finanziarie.

Art. 6
Presentazione delle domande

1. Le domande di contributo, redatte sul modulo appositamente predisposto, devono essere presentate alla Ripartizione provinciale Agricoltura e contenere le seguenti indicazioni:

a) la denominazione del consorzio di bonifica;

b) l’elenco delle opere per le quali si richiede il contributo, con l’indicazione della superficie dei bacini idrografici serviti nonché l’ubicazione delle idrovore e la relativa potenza nominale installata; la comunicazione delle modifiche apportate alle opere di competenza con relativa cartografia.

2. La domanda deve essere presentata entro il 31 maggio dell'anno di riferimento. Limitatamente all’anno 2016 le domande di contributo possono essere presentate a partire dalla data di efficacia dei presenti criteri.

Art. 7
Liquidazione del contributo

1. La liquidazione del contributo concesso avviene in un’unica soluzione sulla base della domanda di liquidazione presentata.

Art. 8
Revoca

1. Se all’atto della liquidazione o dopo la liquidazione del contributo fosse accertata la mancanza dei requisiti richiesti per la relativa concessione o la presenza di dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda o in qualsiasi altro atto o documento prodotto per ottenere il contributo, è disposta la revoca del contributo, che – qualora già erogato – deve essere restituito maggiorato degli interessi legali.

Art. 9
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, la Ripartizione provinciale Agricoltura effettua annualmente controlli a campione su almeno il sei per cento delle iniziative agevolate.

2. L’individuazione delle iniziative da sottoporre a controllo avviene annualmente mediante sorteggio, effettuato da una commissione composta dal Direttore/dalla Direttrice della Ripartizione provinciale Agricoltura o da un suo delegato/una sua delegata, dal Direttore/dalla Direttrice dell’ufficio competente per la liquidazione del contributo e da un funzionario incaricato/una funzionaria incaricata. Delle operazioni di sorteggio e del relativo esito viene redatto apposito verbale.

3. I controlli amministrativi e i sopralluoghi sono eseguiti da funzionari della Ripartizione provinciale Agricoltura, che redigono il relativo verbale di accertamento.

4. In caso di accertate irregolarità trovano applicazione le sanzioni previste dalla normativa vigente.

Art. 10
Cumulabilità

1. I contributi di cui ai presenti criteri sono cumulabili con altri aiuti pubblici solo qualora questi ultimi, sommati all’aiuto concesso ai sensi dei presenti criteri, non superino le spese ammesse a finanziamento.

Allegato B

Criteri per la concessione di contributi ai consorzi di bonifica e ai consorzi di bonifica di secondo grado

Art. 1
Ambito di applicazione

1. I presenti criteri disciplinano, ai sensi dell'articolo 24, comma 2, della legge provinciale 28 settembre 2009, n. 5, e successive modifiche, la concessione di contributi ai contributi ai consorzi di bonifica per le spese di gestione nonché ai consorzi di bonifica di secondo grado per l’attività di assistenza e consulenza amministrativa, contabile e tecnica a favore dei consorzi associati.

Art. 2
Beneficiari

1. I beneficiari dei contributi sono i consorzi di bonifica e i consorzi di bonifica di secondo grado che operano nel territorio provinciale.

Art. 3
Spese ammissibili

1. Sono ammissibili a contributo:

a) le spese per il personale amministrativo dipendente;

b) limitatamente ai consorzi di bonifica di secondo grado, le spese per i servizi di assistenza e consulenza amministrativa, contabile e tecnica elencate di seguito:

1) spese per consulenze da parte di professionisti ed esperti;

2) spese di gestione dell'ufficio inclusa l’attrezzatura informatica e il relativo software;

3) spese per pubblicazioni, comunicazioni e circolari rivolte agli associati;

4) spese per il/la revisore dei conti.

Art. 4
Tipologia e ammontare dei contributi

1. I contributi sono concessi nelle seguenti percentuali:

a) per il personale amministrativo dipendente dei consorzi di bonifica, fino al 100 per cento delle spese ammissibili;

b) per le spese di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), fino al 75 per cento delle spese ammissibili.

2. Le spese ammissibili per il personale amministrativo non possono essere superiori, tenuto anche conto dell’impiego a tempo pieno o parziale, alle corrispondenti spese sostenute dall’amministrazione provinciale per le seguenti categorie di personale:

Figure professionali nei consorzi di bonifica

Profilo professionale

corrispondente nell’Amministrazione provinciale

Qualifica funzionale

Anzianità (anni)

Coefficiente indennità di funzione

Direttore/Direttrice

Direttore/Direttrice d’ufficio

VIII

10

0,9

Tecnico/Tecnica con abilitazione professionale

Perito agrario/Perita agraria

VII

10

 

Contabile

Contabile

VI

10

 

Segretario/Segretaria

Assistente di segreteria qualificato/a

V

10

 

3. Fatta eccezione per il personale direttivo, le spese ammissibili per il personale amministrativo dipendente non possono superare:

a) per i consorzi di bonifica di primo grado, le spese corrispondenti a un numero di dipendenti determinato dalla superficie agricola utilizzata del comprensorio consortile risultante dal sistema informativo agricolo e forestale con l’esclusione degli alpeggi, espressa in ettari secondo il seguente rapporto:

- fino a 2.500 ha un dipendente

- da 2.500 a 5.000 ha 2,5 dipendenti

- da 5.000 a 7.000 ha 5 dipendenti

- oltre 7.000 ha ulteriori 0,5 dipendenti ogni altri 1.000 ha.

Qualora il numero dei dipendenti effettivi del consorzio fosse superiore rispetto ai limiti massimi di riferimento sopra indicati, vengono considerate le qualifiche funzionali superiori.

b) per i consorzi di bonifica di secondo grado, le spese corrispondenti a un dipendente a tempo pieno ogni 50 consorzi associati.

4. Qualora nell'esercizio finanziario di riferimento non sussista la disponibilità dei fondi necessari per l'erogazione dei contributi ai consorzi nella misura di cui sopra, i singoli contributi sono ridotti proporzionalmente.

Art. 5
Presentazione delle domande

1. Le domande di contributo, redatte sul modulo appositamente predisposto, devono essere presentate alla Ripartizione provinciale Agricoltura e contenere le seguenti indicazioni:

a) la denominazione del consorzio di bonifica;

b) l’importo di spesa;

c) l’elenco del personale amministrativo con relativo profilo professionale e qualifica funzionale nonché con l’indicazione se si tratti di impiego a tempo pieno o parziale; in quest’ultimo caso va indicata la relativa percentuale;

d) limitatamente ai consorzi di bonifica di secondo grado, va allegato il preventivo di spesa per le attività di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), elaborato sulla base di un piano di attività concordato con l'Ufficio Edilizia rurale della Ripartizione provinciale Agricoltura.

2. La domanda deve essere presentata entro il 31 maggio dell'anno di riferimento. Limitatamente all’anno 2016 le domande di contributo possono essere presentate a partire dalla data di efficacia dei presenti criteri.

3. Viene presa in considerazione esclusivamente l'attività svolta entro l'anno di riferimento. In casi eccezionali e motivati possono essere successivamente presentate ulteriori domande per attività precedentemente non previste; in questo caso l'inizio delle attività deve essere successivo alla data di presentazione della domanda.

4. L'ufficio provinciale competente procede alla verifica dell'ammissibilità delle spese preventivate nonché alla valutazione della loro congruità.

Art. 6
Anticipo e liquidazione del contributo

1. I richiedenti possono chiedere l'erogazione di un anticipo pari all’80 per cento dell'ammontare del contributo concesso sulla base del preventivo di spesa.

2. La liquidazione del contributo concesso o, qualora sia stato erogato un anticipo, il pagamento del saldo avviene su presentazione da parte dei consorzi della relativa domanda corredata della documentazione attestante le spese effettivamente sostenute e dopo che l'ufficio competente ha valutato la loro ammissibilità al finanziamento.

Art. 7
Revoca

1. Se in sede di verifica della documentazione di spesa presentata al fine della liquidazione del contributo ovvero del saldo viene accertata la mancanza dei presupposti per la concessione del contributo con riferimento a singole spese sostenute nel periodo di riferimento, è disposta la revoca parziale del contributo per un importo corrispondente e il contributo è ridotto in proporzione.

2. Se, dopo l’erogazione dell’anticipo, il contributo viene ridotto ai sensi del comma 1 in misura maggiore rispetto all’ammontare del saldo spettante, il beneficiario dovrà restituire la differenza maggiorata degli interessi legali.

3. Se, invece, all’atto della liquidazione o dopo la liquidazione del contributo fosse accertata la mancanza dei requisiti richiesti per la relativa concessione o la presenza di dichiarazioni non veritiere o mendaci nella domanda o in qualsiasi altro atto o documento prodotto per ottenere il contributo, è disposta la revoca del contributo, che – qualora già erogato – deve essere restituito maggiorato degli interessi legali.

Art. 8
Controlli

1. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, la Ripartizione provinciale Agricoltura effettua annualmente controlli a campione su almeno il sei per cento delle iniziative agevolate.

2. L’individuazione delle iniziative da sottoporre a controllo avviene annualmente mediante sorteggio, effettuato da una commissione composta dal Direttore/dalla Direttrice della Ripartizione provinciale Agricoltura o da un suo delegato/una sua delegata, dal Direttore/dalla Direttrice dell’ufficio competente per la liquidazione del contributo e da un funzionario incaricato/una funzionaria incaricata. Delle operazioni di sorteggio e del relativo esito viene redatto apposito verbale.

3. I controlli amministrativi e i sopralluoghi sono eseguiti da funzionari della Ripartizione provinciale Agricoltura, che redigono il relativo verbale di accertamento.

4. In caso di accertate irregolarità trovano applicazione le sanzioni previste dalla normativa vigente.

Art. 9
Cumulabilità

1. I contributi di cui ai presenti criteri sono cumulabili con altri aiuti pubblici solo qualora questi ultimi, sommati all’aiuto concesso ai sensi dei presenti criteri, non superino le spese ammesse a finanziamento.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction Delibera 26 gennaio 2016, n. 62
ActionAction Delibera 19 gennaio 2016, n. 42
ActionAction Delibera 2 febbraio 2016, n. 95
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 104
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 126
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 143
ActionAction Delibera 16 febbraio 2016, n. 167
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 187
ActionAction Delibera 23 febbraio 2016, n. 211
ActionAction Delibera 8 marzo 2016, n. 270
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 292
ActionAction Delibera 15 marzo 2016, n. 294
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 301
ActionAction Delibera 22 marzo 2016, n. 310
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 349
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 354
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 362
ActionAction Delibera 5 aprile 2016, n. 364
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 376
ActionAction Delibera 12 aprile 2016, n. 398
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 420
ActionAction Delibera 19 aprile 2016, n. 421
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 437
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 438
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 441
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 442
ActionAction Delibera 26 aprile 2016, n. 448
ActionAction Delibera 3 maggio 2016, n. 470
ActionAction Delibera 10 maggio 2016, n. 497
ActionAction Delibera 17 maggio 2016, n. 535
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 542
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 545
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 562
ActionAction Delibera 24 maggio 2016, n. 566
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 570
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 583
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 597
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 612
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 614
ActionAction Delibera 31 maggio 2016, n. 615
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 629
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 631
ActionAction Delibera 14 giugno 2016, n. 633
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 678
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 681
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 706
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 738
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 739
ActionAction Delibera 28 giugno 2016, n. 740
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 760
ActionAction Delibera 5 luglio 2016, n. 764
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 777
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 778
ActionAction Delibera 12 luglio 2016, n. 789
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 805
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 811
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 816
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 817
ActionAction Delibera 19 luglio 2016, n. 819
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 832
ActionAction Delibera 26 luglio 2016, n. 846
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 868
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 872
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 886
ActionAction Delibera 9 agosto 2016, n. 893
ActionAction Delibera 23 agosto 2016, n. 923
ActionAction Delibera 30 agosto 2016, n. 948
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 989
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 990
ActionAction Delibera 13 settembre 2016, n. 993
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1008
ActionAction Delibera 20 settembre 2016, n. 1018
ActionAction Delibera 27 settembre 2016, n. 1036
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1051
ActionAction Delibera 4 ottobre 2016, n. 1072
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1079
ActionAction Delibera 11 ottobre 2016, n. 1098
ActionAction Delibera 18 ottobre 2016, n. 1127
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1164
ActionAction Delibera 25 ottobre 2016, n. 1176
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1187
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1188
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1197
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1198
ActionAction Delibera 8 novembre 2016, n. 1223
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1227
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1236
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1241
ActionAction Delibera 15 novembre 2016, n. 1245
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1290
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1294
ActionAction Delibera 22 novembre 2016, n. 1296
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1322
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1323
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1331
ActionAction Delibera 29 novembre 2016, n. 1334
ActionActionAllegato A
ActionActionAllegato B
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1350
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1359
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1362
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1365
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1366
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1367
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1368
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1375
ActionAction Delibera 6 dicembre 2016, n. 1376
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1386
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1404
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1407
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1415
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1436
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1439
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1447
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1462
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1457
ActionAction Delibera 20 dicembre 2016, n. 1458
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1475
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1477
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1478
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1493
ActionAction Delibera 27 dicembre 2016, n. 1512
ActionAction Delibera 21 giugno 2016, n. 667
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico