In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

k) Contratto collettivo 6 ottobre 2016, n. 001)
Contratto collettivo - Istituzione nuova Area di contrattazione della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale

1)
Pubblicato nel B.U. 18 ottobre 2016, n. 42.

Premessa

L’articolo 4 della legge provinciale n. 6 del 19 maggio 2015 che disciplina l’Ordinamento del personale della Provincia, al comma 7, stabilisce che i comparti di contrattazione collettiva sono determinati con deliberazione della Giunta provinciale sulla base di accordi stipulati tra la parte negoziale pubblica e le organizzazioni sindacali aventi titolo per la partecipazione alla contrattazione intercompartimentale.

Nel pubblico impiego della Provincia di Bolzano, così come a livello nazionale, sono previste apposite aree di contrattazione riservate per il personale dirigenziale in generale, nonché per la dirigenza medica e medica veterinaria.

A seguito dell’accordo quadro nazionale che ha ridefinito le nuove aree di contrattazione ed in cui si prevede un’unica area di contrattazione per la dirigenza sanitaria del servizio sanitario nazionale, le organizzazioni sindacali provinciali rappresentative del personale medico e medico veterinario, della dirigenza sanitaria (farmacisti, biologi, chimici, psicologi e fisici) e della dirigenza delle professioni sanitarie hanno avanzato formale richiesta per ridefinire le rispettive aree contrattuali provinciali e di raggrupparle in una unica area rivolta a tutti i dirigenti del ruolo sanitario del servizio sanitario provinciale.

La delegazione pubblica nel considerare che la ridefinizione delle aree di contrattazione comporta una semplificazione nel sistema ed introduce positivi cambiamenti nell’assetto del sistema contrattuale pubblico, si è confrontata con le organizzazioni sindacali d’area aventi titolo per la partecipazione alla contrattazione intercompartimentale, raggiungendo il presente accordo da sottoporre ai sensi del richiamato articolo 4 della legge provinciale n.6/2015, alla deliberazione della Giunta provinciale.

Art. 1 (Definizione nuova area contrattuale)

Nell’ambito del Comparto dei dipendenti del servizio sanitario provinciale, così come individuato dal Decreto del Presidente della giunta provinciale 21 luglio 1994, n. 32, l’apposita area di contrattazione riservata alla dirigenza medica e medica veterinaria viene rideterminata in “area di contrattazione della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale”.

L’area di contrattazione della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale si sviluppa su due livelli. Il primo livello di contrattazione, con il contratto collettivo provinciale, ed un secondo livello di contrattazione, per le materie specificamente demandate, decentrato a livello aziendale.

Art. 2 (Ambito di applicazione)

Il nuovo contratto della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale si applica al personale delle previgenti aree di contrattazione del personale medico e medico veterinario, della dirigenza sanitaria (biologi, chimici, fisici, psicologi e farmacisti) ivi compresi i dirigenti delle professioni sanitarie di cui all’art. 6 della legge 10 agosto 2000, n. 251.

Art. 3 (Articolazione del contratto collettivo provinciale)

Ferma restando la finalità di armonizzare ed integrare le discipline contrattuali all’interno della nuova area, il contratto collettivo provinciale, nella sua unitarietà è costituito da una parte comune, riferita agli istituti applicabili a tutti i dirigenti e da eventuali parti speciali o sezioni dirette a normare taluni peculiari aspetti del rapporto di lavoro che necessitino di una distinta disciplina. Le stesse possono anche disciplinare specifiche professionalità che continuino a richiedere, anche nel nuovo contesto, una peculiare regolamentazione.

La contrattazione decentrata a livello aziendale si svolge sulle materie riservate, a tale contrattazione, dal contratto collettivo provinciale.

Art. 4 (Rappresentatività sindacale)

Tenuto conto che il presente contratto modifica l’impianto delle precedenti aree di contrattazione, le disposizioni di cui al presente articolo trovano applicazione, in via eccezionale, sino a che una nuova disciplina collettiva intercompartimentale comune a tutti i comparti non preveda altro.

Per l’area contrattuale della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale sono considerate rappresentative e quindi ammesse alla relativa contrattazione le organizzazioni sindacali che:

  1. anche se associate, abbiano un numero di iscritti non inferiore al dieci per cento delle deleghe conferite all’amministrazione per la ritenuta del contributo sindacale (ex area medico e medico veterinario);
  2. anche se associate, abbiano un numero di iscritti non inferiore al dieci per cento delle deleghe conferite all’amministrazione per la ritenuta del contributo sindacale (ex area dirigenza sanitaria);
  3. anche se associate, abbiano un numero di iscritti non inferiore al dieci per cento delle deleghe conferite all’amministrazione per la ritenuta del contributo sindacale (ex area dirigenti delle professioni sanitarie;

Per la contrattazione decentrata sono considerate rappresentative le organizzazioni sindacali che sono firmatarie del contratto collettivo provinciale oppure le organizzazioni sindacali che abbiano un numero di iscritti tra il personale dell’area contrattuale non inferiore al 15%.

La rappresentatività sindacale viene accertata al 30 novembre di ogni anno. Tale rappresentatività è valida per l’anno solare successivo.

Art. 5 (Contrattazione collettiva - procedimento)

Il contratto collettivo provinciale della dirigenza sanitaria del Servizio Sanitario Provinciale è vincolante se viene sottoscritto dalle organizzazioni sindacali ammesse rappresentanti almeno il 50 per cento più uno degli iscritti sindacali.

Le eventuali parti speciali o sezioni, dirette a normare taluni peculiari aspetti del rapporto di lavoro che necessitino di una distinta disciplina, sono vincolanti solo se sono firmati dalle organizzazioni sindacali rappresentanti almeno il 50 per cento più uno degli iscritti sindacali della specificità trattata.

Art 6 (Norma transitoria)

Per accompagnare la transizione al nuovo assetto contrattuale, per l’anno 2016 la rappresentatività sindacale rimane invariata così come già accertata dalla Direzione generale della Provincia.

Art. 7 (Disapplicazioni)

Con l’entrata in vigore del presente contratto non trovano applicazione le clausole incompatibili con il medesimo, tra cui in particolare l’articolo 4 del contratto collettivo intercompartimentale del 13 aprile 1999.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionA Servizio sanitario
ActionActionB Medicina preventiva-assistenza sanitaria
ActionActionC Igiene
ActionActionD Piano sanitario provinciale
ActionActionE Salute mentale
ActionActionF Accordi di lavoro
ActionActiona) Accordo 11 dicembre 2007
ActionActionb) Accordo 14 aprile 2008
ActionActionc) Accordo 15 settembre 2008
ActionActiond) Contratto collettivo 17 febbraio 2009
ActionActione) Accordo 5 maggio 2009
ActionActiong) Contratto collettivo 22 ottobre 2009
ActionActionh) Accordo 11 dicembre 2007
ActionActioni) Accordo 14 luglio 2015,
ActionActionj) Contratto collettivo 23 maggio 2016,
ActionActionk) Contratto collettivo 6 ottobre 2016, n. 00
ActionActionPremessa
ActionActionArt. 1 (Definizione nuova area contrattuale)
ActionActionArt. 2 (Ambito di applicazione)
ActionActionArt. 3 (Articolazione del contratto collettivo provinciale)
ActionActionArt. 4 (Rappresentatività sindacale)
ActionActionArt. 5 (Contrattazione collettiva - procedimento)
ActionActionArt 6 (Norma transitoria)
ActionActionArt. 7 (Disapplicazioni)
ActionActionl) Contratto collettivo 21 dicembre 2016, n. 000
ActionActionm) Accordo 19 luglio 2017, n. 0
ActionActionn) Accordo 23 agosto 2017, n. 00
ActionActiono) Accordo 9 febbraio 2018, n. 0
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico