In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

b) Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 21)
Disciplina delle piccole e medie derivazioni d'acqua per la produzione di energia elettrica

Visualizza documento intero
1)
Pubblicata nel supplemento n. 1 del B.U. 3 febbraio 2015, n. 5.

Art. 2 (Competenze)    delibera sentenza

(1)  La Giunta provinciale stabilisce:

  1. le linee guida tecniche sulle domande nonché sui dati e documenti da produrre a corredo delle stesse, che indichino anche le procedure per la rettifica e l’integrazione di eventuali domande incomplete; 2)
  2. i fondi di compensazione di cui ai commi 2 e 3, con le relative modalità di pagamento, i relativi settori di intervento e il monitoraggio del loro corretto utilizzo, d’intesa con il Consiglio dei comuni;
  3. le linee guida per la determinazione dell’indennizzo al concessionario uscente;
  4. le direttive circa le modalità e la periodicità delle verifiche di sicurezza.

(2)  I fondi di compensazione devono essere destinati a:

  1. misure a favore dell’ecosistema idrico di riferimento, tali misure vanno considerate come prioritarie;
  2. misure per il miglioramento della sostenibilità ambientale e sociale dell’approvvigionamento energetico;
  3. misure a favore della natura, del paesaggio e dell’ecosistema;
  4. misure di prevenzione e di protezione dalle calamità naturali nonché di messa in sicurezza delle infrastrutture rurali;
  5. misure di prevenzione dei cambiamenti climatici e a favore degli adattamenti ai cambiamenti climatici;
  6. misure per il miglioramento dell’efficienza energetica;
  7. misure nell’ambito della tutela tecnica dell’ambiente.

(3)  Le misure volte a prevenire e mitigare gli effetti negativi direttamente connessi al progetto sull’ambiente non sono considerate come fondi di compensazione.

(3/bis)  Se per finanziare progetti di compensazione ambientale i comuni hanno assunto un mutuo oppure un finanziamento tramite il fondo di rotazione ai sensi della legge provinciale 14 febbraio 1992, n. 6, e successive modifiche, essi possono utilizzare i fondi di compensazione per rimborsare le rate di mutuo o finanziamento. 3)

(3/ter)  I fondi di compensazione possono essere usati dai comuni anche per il finanziamento di misure riguardanti beni di proprietà di terzi. 4)

(4)  L’assessore provinciale/L’assessora provinciale all’energia:

  1. nomina la commissione di valutazione di cui all’articolo 9, che rimane in carica per quattro anni;
  2. rilascia le concessioni per piccole e medie derivazioni;
  3. rilascia il nulla osta per la cessione di piccole e medie derivazioni.

(5)  Il direttore/La direttrice dell’Agenzia provinciale per l’ambiente stabilisce le modalità di comunicazione dei quantitativi di energia prodotta.

(6)  In deroga all’articolo 31, comma 2, della legge provinciale 5 aprile 2007, n. 2, non è ammesso il ricorso gerarchico alla Giunta provinciale.

(7)  Gli atti amministrativi adottati dai competenti organi sono definitivi.

(8)  Il termine massimo del procedimento non può superare 330 giorni.

massimeDelibera 2 aprile 2019, n. 221 - Disposizioni per migliorare la sicurezza per impianti soggetti all’obbligo di concessione per l’utilizzo di acque pubbliche per la produzione di energia elettrica. Sostituzione della propria deliberazione del 26.04.2016, n. 440
massimeDelibera 21 febbraio 2017, n. 199 - Derivazioni d’acqua per la produzione di energia elettrica - Linee guida per la gestione dei fondi di compensazione derivanti dalla gestione di medie e grandi centrali idroelettriche (modificata con delibera n. 840 del 15.10.2019)
2)
La lettera a), dell'art. 2, comma 1, è stata così modificata dall'art. 12, comma 1, della L.P. 25 settembre 2015, n. 11.
3)
L'art. 2, comma 3/bis, è stato inserito dall'art. 34, comma 1, della L.P. 23 dicembre 2015, n. 18.
4)
L'art. 2, comma 3/ter, è stato inserito dall'art. 34, comma 1, della L.P. 23 dicembre 2015, n. 18.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionA
ActionActionB
ActionActionC
ActionActionD
ActionActionE
ActionActionF
ActionActiona) Legge provinciale 30 settembre 2005, n. 7
ActionActionb) Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 2
ActionActionArt. 1 (Ambito di applicazione)
ActionActionArt. 2 (Competenze)   
ActionActionArt. 3 (Domanda)
ActionActionArt. 4 (Domande concorrenti)
ActionActionArt. 5 (Ammissione)
ActionActionArt. 6 (Sopralluogo)
ActionActionArt. 7 (Osservazioni)
ActionActionArt. 8 (Conferenza dei servizi)
ActionActionArt. 9  (Valutazione)
ActionActionArt. 10  (Pubblica utilità)
ActionActionArt. 11  (Espropriazione, imposizione di servitù coattive e occupazione)
ActionActionArt. 12  (Indennità di espropriazione)
ActionActionArt. 13  (Esercizio della servitù)
ActionActionArt. 14  (Durata della servitù)
ActionActionArt. 15  (Disponibilità dei fondi per piccole derivazioni)
ActionActionArt. 16  (Concessione)
ActionActionArt. 17  (Dichiarazione di inizio lavori)
ActionActionArt. 18  (Cauzione)
ActionActionArt. 19  (Modifiche)
ActionActionArt. 20  (Collaudo)
ActionActionArt. 21  (Rinnovo di concessioni per medie derivazioni)
ActionActionArt. 22  (Determinazione dell’indennizzo)  
ActionActionArt. 23  (Imprese elettriche integrate e cooperative storiche)
ActionActionArt. 23/bis (Concessioni per piccole derivazioni d’acqua a favore di malghe, rifugi, masi di montagna e alpeggi gestiti in proprio)
ActionActionArt. 23/ter (Concessioni per derivazioni d’acqua su condotte per acqua potabile e su esistenti impianti di irrigazione e innevamento)
ActionActionArt. 24  (Rinnovo di concessioni per piccole derivazioni)
ActionActionArt. 25  (Monitoraggio)
ActionActionArt. 26  (Verifiche e sicurezza)
ActionActionArt. 27  (Modifica e revoca)
ActionActionArt. 28  (Sottensioni)  
ActionActionArt. 29  (Rinuncia)
ActionActionArt. 30  (Decadenza)
ActionActionArt. 31  (Smantellamento di impianti)
ActionActionArt. 32  (Vigilanza e controllo)
ActionActionArt. 33  (Sanzioni amministrative)
ActionActionArt. 34  (Norme transitorie)  
ActionActionArt. 35  (Modifica della , “Norme in materia di utilizzazione di acque pubbliche e di impianti elettrici” e della , “Provvedimenti di attuazione del , in materia di produzione e distribuzione di energia elettrica”)
ActionActionArt. 36  (Abrogazioni)
ActionActionArt. 37  (Disposizione finanziaria)
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico