In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 13 maggio 2014, n. 541
Approvazione delle linee guida e dell'ordinamento didattico del modulo di specializzazione in servizio operatorio per operatrici socio-sanitarie ed operatori socio-sanitari

ALLEGATO A

DISCIPLINA E ORDINAMENTO DIDATTICO DEL MODULO DI SPECIALIZZAZIONE IN SERVIZIO OPERATORIO PER OPERATRICI SOCIO-SANITARIE ED OPERATORI SOCIO-SANITARI

Art. 1
Piano formativo

1. In ambito sanitario il piano formativo (numero di corsi, numero minimo e massimo di posti di formazione disopnibili, comprensorio sanitario che svolge il corso, lingua d’insegnamento) viene approvato annualmente dalla Giunta Provinciale, o rispettivamente con decreto della delegata Assessora Provinciale o del delegato Assessore Provinciale alla sanità.

Art. 2
Obiettivo della formazione

1. L’obiettivo del modulo di specializzazione in servizio operatorio è quello di specializzare operatrici socio-sanitare e operatori socio-sanitari per la collaborazione nelle sale operatorie.

Art. 3
Durata

1. La formazione ha una durata di 200 unità didattiche, articolate in 100 unità didattiche di teoria e 100 ore di tirocinio. La definizione dell’orario spetta a ogni struttura nel rispetto del numero minimo di ore previsto dal provvedimento della conferenza Stato-Regioni-Province del 22/01/2001.

Art. 4
Ammissione al corso di formazione

1. Sono ammesse e ammessi alla frequenza del modulo di specializzazione in servizio operatorio candidate e candidati in possesso dell’attestato di qualifica per operatrice socio-sanitaria o operatore socio-sanitario.

Art. 5
Commissione per l’esame d’ammissione

1. I criteri di selezione sono definiti dalla direttrice o dal direttore generale dell’Azienda Sanitaria della Provincia autonoma di Bolzano e tutte le commissioni d’esame ne dovranno attenersi.

2. La commissione per le prove di ammissione è nominata dall’Assessora o dall’Assessore Provinciale competente o da un suo delegato ed è composta dalla responsabile o dal responsabile del corso o da una sua sostituta o un suo sostituto e da almeno due docenti del corso.

Art. 6
Programma d’insegnamento

1. Le competenze da raggiungere, nonché le aree disciplinari con l’assegnazione del rispettivo numero di unità didattiche sono articolate come segue:

A) competenze da raggiungere:

FASE PREOPERATORIA

L’operatrice socio-sanitaria,

l’operatore socio-sanitario:

• esegue il trasporto delle assistite e degli assistiti non critici dal reparto al gruppo operatorio;

• posiziona le assistite e gli assistiti in collaborazione con il medico e/o l’infermiera o l’infermiere dal letto di degenza sul letto operatorio e esegue il trasporto dalla zona filtro alla sala operatoria;

• provvede alla pulizia, alla manutenzione, allo stoccaggio e al riordino di utensili, apparecchi e presidi;

• controlla il rifornimento delle soluzioni da utilizzare per il lavaggio chirurgico ed igienico delle mani;

• collabora con l’infermiera o l’infermiere all’allestimento di materiali ed apparecchiature elettromedicali utili all’intervento chirurgico;

• collabora con l’infermiera o l’infermiere all’allestimento dei campi sterili;

• controlla con l’infermiera o l’infermiere le confezioni sterili;

• collabora con l’infermiera o l’infermiere, l’anestesista e il chirurgo al corretto posizionamento delle assistite e degli assistiti sul tavolo operatorio;

• collabora durante la vestizione delle/dei componenti dell’equipe chirurgica.

FASE INTRAOPERATORIA

L’operatrice socio-sanitaria,

l’operatore socio-sanitario:

• fornisce il materiale sterile su richiesta dell’infermiera o dell’infermiere durante l’intervento;

• esegue il corretto posizionamento delle lampade scialitiche;

• collabora con l’infermiera o l’infermiere all’attività di decontaminazione, lavaggio e preparazione alla sterilizzazione di strumenti chirurgici;

• collabora con l’infermiera o l’infermiere nel conteggio delle garze, degli strumenti, degli aghi, ecc., secondo checklist;

• smaltisce la biancheria utilizzata nel corso dell’intervento;

• elimina oggetti taglienti, aghi e rifiuti sanitari pericolosi;

• predispone e utilizza apparecchiature medicali secondo protocolli in uso;

• attua la sanificazione ed il riordino della sala operatoria alla fine di ogni intervento.

FASE POSTOPERATORIA

L’operatrice socio-sanitaria,

l’operatore socio-sanitario:

• collabora con l’infermiera o l’infermiere all’esecuzione della medicazione;

• trasporta l’assistita non critica o l’assistito non critico, sveglio, dopo avvenuta autorizzazione da parte del medico, al reparto di provenienza e la/lo affida all’infermiera o all’infermiere;

• esegue in collaborazione con il medico e/o l’infermiera o l’infermiere il trasporto dell’assistita critica o dell’assistito critico all’unità operativa specialistica o di terapia intensiva;

• applica protocolli in uso relativi alla pulizia finale della sala operatoria;

• collabora al ripristino dei presidi;

• trasporta il materiale biologico;

• provvede allo smaltimento dei rifiuti;

• pulisce e riordina i tavoli operatori;

• documenta le proprie attività nel sistema informativo previsto.

ASPETTI GIURIDICI E PRIVACY

B) assegnazione delle unità didattiche:

• fase preoperatoria:

35 unità didattiche;

• fase operatoria:

25 unità didattiche;

• fase postoperatoria:

35 unità didattiche;

• aspetti giuridici e privacy:

5 unità didattiche.

Art. 7
Tirocinio

1. L’obiettivo del tirocinio della durata di 100 ore è di sviluppare le competenze specifiche nella prassi.

2. Al termine del tirocinio viene redatta - in collaborazione con la tutor od il tutor - un’ampia valutazione. Questa si basa su osservazioni dirette durante lo svolgimento di attività da parte delle tirocinanti e dei tirocinanti, nonché sulle loro esperienze durante lo svolgimento del tirocinio.

3. Le ore di tirocinio non svolte devono essere in ogni caso recuperate. In caso contrario, la partecipante o il partecipante al corso di formazione non verrà ammessa/ammesso all’esame finale.

4. Le partecipanti e i partecipanti al corso di formazione percepiscono un „Taschengeld“ per le ore di tirocinio secondo le norme vigenti.

5. La liquidazione avviene in base alla deliberazione della Giunta Provinciale.

Art. 8
Ammissione all’esame finale ed esame finale

1. Presupposto per l’ammissione all’esame finale è la presenza di almeno il 90% in ciascuna area disciplinare da parte delle partecipanti e dei partecipanti al corso di formazione.

2. Al termine della formazione le partecipanti e i partecipanti al corso di formazione sono sottoposte/sottoposti ad una prova teorica e una prova pratica.

3. Vengono ammesse/ammessi all’esame finale le partecipanti ed i partecipanti al corso di formazione che hanno riportato una valutazione positiva in ogni area disciplinare e nel tirocinio. Chi non è ammessa/ammesso all’esame finale, deve ripetere interamente l’anno formativo compreso il tirocinio.

Art. 9
Commissione dell’esame finale

1. La commissione dell’esame finale è nominata dall’Assessora Provinciale competente o dall’Assessore Provinciale competente o una delegata o un delegato ed è composta da:

a) la direttrice o il direttore del corso o una sostituta o un sostituto;

b) almeno due insegnanti del corso;

c) un’esperta o un esperto del settore sanitario, designata o designato dall’Assessora Provinciale competente o dall’Assessore Provinciale competente;

d) un’esperta o un esperto del settore sociale, designata o designato dall’Assessora Provinciale competente o dall’Assessore Provinciale competente.

Art. 10
Remunerazione dei membri della commissione d’esame

1. Nell’ambito sanitario i membri delle commissioni d’esame vengono remunerati secondo gli importi previsti per le ore d’insegnamento.

Art. 11
Attestato finale

1. Alle partecipanti e ai partecipanti del corso che superano l’esame finale viene rilasciato il relativo attestato di qualifica.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction Delibera 4 febbraio 2014, n. 102
ActionAction Delibera 4 febbraio 2014, n. 108
ActionAction Delibera 4 febbraio 2014, n. 112
ActionAction Delibera 4 febbraio 2014, n. 115
ActionAction Delibera 11 febbraio 2014, n. 144
ActionAction Delibera 18 febbraio 2014, n. 166
ActionAction Delibera 18 febbraio 2014, n. 172
ActionAction Delibera 25 febbraio 2014, n. 187
ActionAction Delibera 25 febbraio 2014, n. 196
ActionAction Delibera 25 febbraio 2014, n. 211
ActionAction Delibera 25 febbraio 2014, n. 217
ActionAction Delibera 11 marzo 2014, n. 238
ActionAction Delibera 11 marzo 2014, n. 268
ActionAction Delibera 11 marzo 2014, n. 286
ActionAction Delibera 18 marzo 2014, n. 292
ActionAction Delibera 18 marzo 2014, n. 293
ActionAction Delibera 18 marzo 2014, n. 317
ActionAction Delibera 18 marzo 2014, n. 318
ActionAction Delibera 25 marzo 2014, n. 357
ActionAction Delibera 1 aprile 2014, n. 361
ActionAction Delibera 15 aprile 2014, n. 438
ActionAction Delibera 15 aprile 2014, n. 450
ActionAction Delibera 29 aprile 2014, n. 484
ActionAction Delibera 29 aprile 2014, n. 492
ActionAction Delibera 13 maggio 2014, n. 540
ActionAction Delibera 13 maggio 2014, n. 541
ActionActionALLEGATO A
ActionAction Delibera 13 maggio 2014, n. 542
ActionAction Delibera 20 maggio 2014, n. 577
ActionAction Delibera 27 maggio 2014, n. 590
ActionAction Delibera 27 maggio 2014, n. 631
ActionAction Delibera 3 giugno 2014, n. 660
ActionAction Delibera 3 giugno 2014, n. 662
ActionAction Delibera 3 giugno 2014, n. 663
ActionAction Delibera 3 giugno 2014, n. 658
ActionAction Delibera 10 giugno 2014, n. 687
ActionAction Delibera 10 giugno 2014, n. 688
ActionAction Delibera 10 giugno 2014, n. 691
ActionAction Delibera 1 luglio 2014, n. 771
ActionAction Delibera 1 luglio 2014, n. 775
ActionAction Delibera 1 luglio 2014, n. 817
ActionAction Delibera 1 luglio 2014, n. 821
ActionAction Delibera 8 luglio 2014, n. 861
ActionAction Delibera 8 luglio 2014, n. 879
ActionAction Delibera 22 luglio 2014, n. 889
ActionAction Delibera 22 luglio 2014, n. 895
ActionAction Delibera 22 luglio 2014, n. 920
ActionAction Delibera 29 luglio 2014, n. 938
ActionAction Delibera 5 agosto 2014, n. 964
ActionAction Delibera 2 settembre 2014, n. 1041
ActionAction Delibera 9 settembre 2014, n. 1046
ActionAction Delibera 9 settembre 2014, n. 1060
ActionAction Delibera 30 settembre 2014, n. 1130
ActionAction Delibera 7 ottobre 2014, n. 1181
ActionAction Delibera 14 ottobre 2014, n. 1188
ActionAction Delibera 14 ottobre 2014, n. 1216
ActionAction Delibera 21 ottobre 2014, n. 1242
ActionAction Delibera 4 novembre 2014, n. 1248
ActionAction Delibera 4 novembre 2014, n. 1302
ActionAction Delibera 4 novembre 2014, n. 1304
ActionAction Delibera 11 novembre 2014, n. 1308
ActionAction Delibera 11 novembre 2014, n. 1309
ActionAction Delibera 11 novembre 2014, n. 1315
ActionAction Delibera 18 novembre 2014, n. 1366
ActionAction Delibera 18 novembre 2014, n. 1388
ActionAction Delibera 18 novembre 2014, n. 1370
ActionAction Delibera 25 novembre 2014, n. 1421
ActionAction Delibera 9 dicembre 2014, n. 1506
ActionAction Delibera 9 dicembre 2014, n. 1525
ActionAction Delibera 9 dicembre 2014, n. 1528
ActionAction Delibera 9 dicembre 2014, n. 1529
ActionAction Delibera 9 dicembre 2014, n. 1530
ActionAction Delibera 16 dicembre 2014, n. 1547
ActionAction Delibera 23 dicembre 2014, n. 1579
ActionAction Delibera 23 dicembre 2014, n. 1580
ActionAction Delibera 23 dicembre 2014, n. 1599
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico