In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Decreto del Presidente della Provincia 14 aprile 2014, n. 151)
Modifiche al regolamento di esecuzione delle norme in materia di pubblici esercizi

1)
Pubblicato nel B.U. 22 aprile 2014 n. 16.

Art. 1

(1) L’allegato E del decreto del Presidente della Giunta provinciale 13 giugno 1989, n. 11, è così sostituito:

“TABELLA A
REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI (esclusi i residences)

Sono classificati in base alla presente tabella anche gli esercizi che hanno camere ed unità abitative, quando l’offerta prevalente è composta da camere.

Per l'assegnazione ad un determinato livello di classificazione l'esercizio alberghiero deve avere i requisiti obbligatori previsti per tale livello.

Note:

(1)  Obbligatorio per esercizi a 1 stella.

(2)  Obbligatorio per esercizi a 2 stelle.

(3)  Obbligatorio per esercizi a 3 stelle.

(3S)  Obbligatorio per esercizi a 3 stelle “superior”.

(4)  Obbligatorio per esercizi a 4 stelle.

(4S)  Obbligatorio per esercizi a 4 stelle “superior”.

(5)  Obbligatorio per esercizi a 5 stelle.

È consentita la mancanza di un requisito obbligatorio.

Requisiti non derogabili sono:

  1. la dimensione delle camere;
  2. il numero dei collaboratori.

Quando le "voci" relative ai requisiti obbligatori sono divise in sottovoci, la sottovoce obbligatoria per un determinato livello di classificazione può essere sostituita con un’altra sottovoce di grado superiore.

 

Hotel tipo A: Esercizi con licenza annuale o stagionale ed una permanenza media degli ospiti alloggiati superiore a tre giorni.

Hotel tipo B: Esercizi con licenza annuale e con una permanenza media degli ospiti alloggiati fino a tre giorni.

 

1.  DOTAZIONE

La qualità delle dotazioni, degli impianti e delle attrezzature, devono corrispondere agli standard usuali dei singoli livelli di classificazione.

1.01  DOTAZIONE STANDARD DEI LOCALI BAGNO

  1. Il locale bagno è completo, se dotato di lavabo, WC, vasca da bagno o doccia, specchio con presa corrente, acqua calda e fredda, asciugatoio da bagno, asciugamano e riserva di carta igienica.

1.02  DOTAZIONE STANDARD DELLE CAMERE

  1. Letto, tavolino, armadio, comodino o equivalente, cestino rifiuti e, per le camere senza bagno, specchio con presa corrente e lavabo con acqua calda e fredda

1.03  DIMENSIONE MINIMA DELLE CAMERE

1.03.1.1  Hotel tipo A

Negli esercizi esistenti almeno il 80% delle camere deve avere le seguenti superfici nette:

 

Camere doppie incluso il locale bagno privato:

Camere singole incluso il locale bagno privato:

30 mq

20 mq (5)

25 mq

17 mq (4S)

21 mq

15 mq (4)

19 mq

14 mq (3S)

17 mq

13 mq (3)

 

 

  1. Le camere per le quali non sono previste delle superfici minime, devono corrispondere alle norme in materia di igiene e sanità.

1.03.1.2  Le camere degli esercizi di nuova costruzione, nonché le camere di esercizi esistenti, per la cui ristrutturazione o ampliamento è richiesta la concessione edilizia, devono avere per il 100% le seguenti superfici nette, incluso il locale-bagno privato:

 

Camere doppie incluso il locale bagno privato:

Camere singole incluso il locale bagno privato:

35 mq

25 mq (5)

30 mq

20 mq (4S)

25 mq

17 mq (4)

23 mq

16 mq (3S)

20 mq

15 mq (3)

15 mq

12 mq (2) (1)

1.03.2.1  Hotel tipo B

Negli esercizi esistenti almeno il 80% delle camere deve avere le seguenti superfici nette:

Camere doppie incluso il locale bagno privato:

Camere singole incluso il locale bagno privato:

26 mq

18 mq (5)

23 mq

15 mq (4S)

19 mq

14 mq (4)

17 mq

14 mq (3S)

15 mq

13 mq (3)

 

  1. Le camere per le quali non sono previste delle superfici minime, devono rispondere alle norme in materia di igiene e sanità.

1.03.2.2  Le camere degli esercizi di nuova costruzione, nonché le camere di esercizi esistenti, per la cui ristrutturazione o ampliamento è richiesta la concessione edilizia, devono avere per il 100% le seguenti superfici nette incluso il locale-bagno privato:

 

Camere doppie incluso il locale bagno privato:

Camere singole incluso il locale bagno privato:

30 mq

22 mq (5)

27 mq

18 mq (4S)

22 mq

16 mq (4)

20 mq

16 mq (3S)

18 mq

15 mq (3)

15 mq

12 mq (2) (1)

 

1.04  DIMENSIONE DELLE CAMERE SENZA LOCALE-BAGNO

Queste camere devono rispondere alle norme in materia di igiene e sanità.

  1. Se oltre alle camere si dispone anche di unità abitative, queste devono avere la superficie prevista per un residence dell’equivalente livello di classificazione.

1.05  COLLABORATORI, COMPRESI I COLLABORATORI FAMIGLIARI A TEMPO PIENO

  1. Se si dispone anche di unità abitative, il 40% di queste è preso in considerazione per calcolare il numero dei collaboratori. Ad esempio, in presenza di 40 camere e 10 unità abitative si rende necessario un numero di collaboratori pari a 44 unità. (3S) (4) (4S) (5)
  2. Nell’arco di ogni anno turistico (dal 1° novembre al 30 ottobre) il numero previsto di collaboratori deve essere presente almeno nei giorni di occupazione piena dei posti letto. Il periodo individualmente necessario si ottiene dividendo i pernottamenti ufficialmente denunciati per il numero dei posti letto a disposizione degli ospiti e sottraendo il 45% (3S) (4) (4S) rispettivamente il 30% (5) dal relativo risultato.

1.05.1  Hotel tipo A

  1. Oltre ai collaboratori familiari a tempo pieno, si calcolano solo gli addetti al servizio di ricevimento e di portineria-informazioni, ai piani, in cucina, al bar e servizio ristorante, in relazione alle camere o alle unità abitative (in tale rapporto non sono da includersi gli addetti ai servizi non destinati agli ospiti alloggiati):

1:1,5  

per garni 1:4

(5)

1:2

per garni 1:5

(4S)

1:2,5

per garni 1:6

(4)

1:3,5

per garni 1:10

(3S)

1:4

per garni 1:12

(3)

1:8

per garni 1:15

(2)

1.05.2  Hotel tipo B

  1. Numero degli addetti al servizio di ricevimento, di portineria-informa-zioni e di notte:
    3  (5)
    2  negli esercizi fino a 40 camere (4) (4S)
    3  negli esercizi con più di 40 camere (4) (4S)
    2  (3S)
  2. inoltre, numero di addetti ai piani (pulizia delle camere, cambio della biancheria) in rapporto al numero delle camere
  1. in esercizi la cui biancheria viene lavata all’esterno:
    1:12 (5)
    1:14 (4S)
    1:17 (4) (3S)
  2. in esercizi la cui biancheria viene lavata in proprio:
    1:10 (5)
    1:12 (4S)
    1:15 (4) (3S)

 

2.  PRESTAZIONE DI SERVIZI

2.01  SERVIZIO DI RICEVIMENTO E DI PORTINERIA-INFORMAZIONI

  1. Reception (bancone di ricevimento) (4S) (5)
  2. garantiti 24/24 ore con personale addetto in via esclusiva (5)
  3. garantiti 24/24 ore con una persona addetta (4S)
  4. garantiti 16/24 ore con una persona addetta (3S) (4)
  5. garantiti 12/24 ore con una persona addetta (1) (2) (3)

2.02  SERVIZIO DI NOTTE

  1. tramite personale addetto esclusivamente a questo servizio (5)
  2. tramite una persona addetta (4S)
  3. persona addetta disponibile a chiamata (1) (2) (3) (3S) (4)

2.03  SERVIZIO CUSTODIA VALORI

  1. cassetta di sicurezza in ogni camera o per tutte le camere (3S) (4) (4S) (5)
  2. cassaforte in albergo (3)

2.04  TRASPORTO INTERNO DEI BAGAGLI

  1. garantito 24/24 ore (5) (4S)
  2. garantito 16/24 ore (4) (3S)
  3. su richiesta (3)

2.05  SERVIZIO DI PRIMA COLAZIONE

  1. in sala apposita o sala ristorante (3) (3S) (4) (4S) (5)
  2. in sale comuni anche destinate ad altri usi (2)
  3. servizio reso in camera a richiesta del cliente (4) (4S) (5)

2.06  ORARIO DELLA PRIMA COLAZIONE

  1. illimitato (5)
  2. dalle ore 7.30 alle ore 11.00 (4) (4S)
  3. dalle ore 7.30 alle ore 10.00 (2) (3) (3S)

2.07  SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE PASTI/SERVIZIO RISTORANTE garantito 7 giorni la settimana (non per garni)

  1. ore 11.00 - 23.00, ove la possibilità di scelta, al di fuori dell’orario dei pasti, può essere anche limitata (5)
  2. pranzo: 2 ore ed offerta di spuntini per almeno 2 ore al pomeriggio
  • cena: 2,5 ore (4S)
  1. pranzo: 2 ore
    cena: 2,5 ore (4)
  2. pranzo: 2 ore
    cena: 2 ore (3) (3S)

2.08  SCELTA MENU

(non per garni e non per hotel tipo B)

  1. à la carte, con possibilità di scelta tra almeno 5 pietanze per ogni portata (5)
  2. almeno 3 menu a scelta, ognuno dei quali con un minimo di 4 portate e offerta à la carte di almeno 10 pietanze (4S)
  3. almeno 3 menu a scelta di 4 portate (4)
  4. almeno 2 menu a scelta di 4 portate (3S)
  5. almeno 2 menu a scelta (3)

2.09  SERVIZIO BAR

  1. garantito 16/24 ore con personale addetto in via esclusiva, anche nelle camere o unità abitative (4S) (5)
  2. garantito 16/24 ore con personale addetto (3S) (4)
  3. garantito 12/24 ore con personale addetto (3)

 

2.10  FRIGO BAR

  1. in tutte le camere e unità abitative (4) (4S) (5)
  2. Deroghe a questo requisito sono possibili per gli esercizi che hanno ottenuto il sigillo di qualità o la precertificazione di ClimaHotel.

2.11  LINGUE CORRENTEMENTE PARLATE dagli addetti di ricevimento portineria-informazioni:

  1. 4 lingue, tra cui tedesco, italiano, inglese (4S) (5)
  2. 3 lingue: tedesco, italiano, inglese/francese (3S) (4)
  3. 2 lingue: tedesco, italiano (3)

2.12  CAMBIO BIANCHERIA

2.12.1  lenzuola e federe:

  1. a giorni alterni, su richiesta giornalmente (4S) (5)
  2. ogni 3 giorni (3S) (4)
  3. ogni 4 giorni (3)
  4. una volta alla settimana (1) (2)
  5. (salvo diversa scelta del cliente a tutela dell'ambiente)

2.12.2  asciugamani e asciugatoi:

  1. tutti i giorni (3S) (4) (4S) (5)
  2. a giorni alterni (2) (3)
  3. due volte alla settimana (1)
  4. (salvo diversa scelta del cliente a tutela dell'ambiente)

2.13  LAVATURA E STIRATURA BIANCHERIA DEGLI OSPITI

  1. resa entro le 24 ore, ad eccezione delle giornate di fine settimana e festive (5)
  2. il servizio deve essere garantito (4S)

2.14  PULIZIA NELLE CAMERE E UNITÀ ABITATIVE

  1. due volte al giorno (4) (4S) (5)
  2. una volta al giorno (1) (2) (3) (3S)

2.15  INFORMAZIONI PER GLI OSPITI

  1. Info sull’esercizio e sui servizi offerti (p.es. brochure informativa in camera, canale TV dedicato ecc.) (3S) (4) (4S) (5)

 

3.  DOTAZIONI, IMPIANTI ED ATTREZZATURE

3.01  NUMERO DEI LOCALI-BAGNO PRIVATI (COMPLETI), RISPETTO AL NUMERO DELLE CAMERE O UNITÀ ABITATIVE

  1. il 100% (3S) (4) (4S) (5)
  2. almeno il 90% (3)
  3. almeno il 80% (2)
  4. (per esercizi di nuova apertura il 100%) (1) (2) (3)

3.02  NUMERI DEI LOCALI-BAGNO COMUNI (COMPLETI)

  1. uno ogni 8 posti letto non serviti da locale-bagno privato (1) (2) (3)

3.03  RISCALDAMENTO

  1. in tutto l'esercizio (1) (2) (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.04  ASCENSORE PER I CLIENTI

L’ascensore, ove previsto, deve raggiungere tutti i piani accessibili agli ospiti:

  1. negli esercizi con più di due piani (3S) (4) (4S) (5)
  2. negli esercizi con più di tre piani (3)
  3. Deroghe a questo requisito sono possibili in edifici storici, qualora l'installazione non sia attuabile per ragioni di tutela dei beni culturali.

3.05  DISPONIBILITÀ DI SUITES

  1. camera e soggiorno separati, con una superficie complessiva minima di mq 40 (5)
  2. qualora esistenti, camera e soggiorno separati e con una superficie complessiva corrispondente alla superficie minima prevista per la relativa camera + 10 mq (3) (3S) (4) (4S)

3.06  TELEVISIONE

  1. in tutte le camere o unità abitative (3S) (4) (4S) (5)
  2. televisore ad uso comune, se le camere o unità abitative non sono tutte dotate di televisore (3)

3.07  TELEFONO NELLE CAMERE O UNITÀ ABITATIVE

  1. in tutte le camere e unità abitative, abilitato alla chiamata esterna diretta (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.08  LINEE TELEFONICHE ESTERNE

  1. un apparecchio telefonico ad uso comune (1) (2) (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.09  TELEFAX ED ALLACCIAMENTO AD INTERNET DISPONIBILE PER GLI OSPITI (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.10  SALA DA PRANZO E AREE SOGGIORNO

Trattasi di aree nelle quali gli ospiti possono soggiornare 24 ore al giorno. Ad eccezione degli esercizi a 1 o 2 stelle, non sono considerate aree di soggiorno, per esempio, la sala da pranzo, le sale per riunioni e seminari, le aree relax degli impianti wellness e simili.

3.10.1  Hotel tipo A (non per garni):

  1. un locale ad uso comune che può coincidere con la sala ristorante o il bar (se l'esercizio dispone di un’unica sala, quest’ultima dev'essere messa a disposizione degli ospiti alloggiati anche fuori dall’orario dei pasti) (1)
  2. sala da pranzo con un numero di posti a sedere corrispondente al 100% del numero dei posti letto, nonché un’area soggiorno adeguata alla capacità ricettiva dell’esercizio (2)
  3. sala da pranzo con un numero di tavoli corrispondente all’80% del numero delle camere, più un’area soggiorno adeguata alla capacità ricettiva dell’esercizio (3)
  4. sala da pranzo con un numero di tavoli corrispondente all’80% del numero delle camere, nonché un’area soggiorno adeguata alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati e con una superficie complessiva di almeno 1,5 mq per ogni camera e di 1 mq per ogni eventuale unità abitativa (3S)
  5. sala da pranzo con un numero di tavoli corrispondente al 100% del numero delle camere, nonché aree di soggiorno adeguate alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati e con una superficie complessiva di almeno 1,8 mq per ogni camera e di 1 mq per ogni eventuale unità abitativa (4)
  6. sala da pranzo con un numero di tavoli corrispondente al 100% del numero delle camere, nonché aree di soggiorno adeguate alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati e con una superficie complessiva di almeno 2 mq per ogni camera e di 2 mq per ogni eventuale unità abitativa (4S)
  7. sala da pranzo con un numero di tavoli corrispondente al 100% del numero delle camere, nonché aree di soggiorno adeguate alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati e con una superficie complessiva di almeno 4 mq per ogni camera e di 2 mq per ogni eventuale unità abitativa (5)

3.10.2  Hotel tipo B (non per garni):

  1. un locale ad uso comune che può coincidere con la sala ristorante o il bar (qualora l’esercizio disponga di un’unica sala, quest’ultima deve essere messa a disposizione degli ospiti alloggiati anche fuori dall’orario dei pasti (1) (2)
  2. una sala da pranzo e un’area di soggiorno adeguate alla capacità ricettiva dell’esercizio (3) (3S)
  3. una sala da pranzo e aree di soggiorno adeguate alla capacità ricettiva dell’esercizio (4) (4S)
  4. una sala da pranzo e aree di soggiorno adeguate alla capacità ricettiva dell’esercizio e alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati (5)

3.10.3  Garni:

  1. un locale ad uso comune (1)
  2. una sala colazione con un numero di posti a sedere corrispondente al 100% del numero dei posti letto e che, al di fuori dell’orario della prima colazione, deve essere messa a disposizione come locale soggiorno (2) (3)
  3. una sala colazione con un numero di posti a sedere corrispondente al 100% del numero dei posti letto, nonché un’area di soggiorno adeguata alla capacità ricettiva dell’esercizio (3S)
  4. una sala colazione con un numero di posti a sedere corrispondente al 100% del numero dei posti letto, nonché aree di soggiorno adeguate alla capacità ricettiva dell'esercizio (4) (4S)
  5. una sala colazione con un numero di posti a sedere corrispondente al 100% del numero dei posti letto, nonché aree di soggiorno adeguate alla capacità ricettiva dell'esercizio e alle esigenze elevate degli ospiti alloggiati (5)

3.11  BAR (non per garni)

  1. banco bar in locale appositamente attrezzato (non obbligatorio in presenza di un bar esterno, ma con accesso diretto dall’esercizio) (4) (4S) (5)
  2. Banco bar posto in locale comune (non obbligatorio, qualora, oltre al locale soggiorno, esistesse un bar esterno, ma con accesso diretto dall’esercizio) (3) (3S)

 

TABELLA B
REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ESERCIZI RESIDENCE

Sono classificati in base alla presente tabella anche gli esercizi che hanno unità abitative e camere, quando l’offerta prevalente è composta da unità abitative.

Per l’assegnazione ad un determinato livello di classificazione l'esercizio alberghiero deve avere i requisiti obbligatori previsti per tale livello.

 

Note:

(2)  Obbligatorio per residences a 2 stelle.

(3)  Obbligatorio per residences a 3 stelle.

(3S)  Obbligatorio per residences a 3 stelle “superior”.

(4)  Obbligatorio per residences a 4 stelle.

(4S)  Obbligatorio per residences a 4 stelle “superior”.

(5)  Obbligatorio per residences a 5 stelle.

È consentita la mancanza di un requisito obbligatorio.

 

Requisiti non derogabili sono:

  1. la dimensione minima delle unità abitative incluso il locale-bagno privato e la cucina ovvero il cucinino;
  2. il numero dei collaboratori.

Quando le "voci" relative ai requisiti obbligatori sono divise in sottovoci, la sottovoce obbligatoria per un determinato livello di classificazione può essere sostituita con un’altra sottovoce di grado superiore.

 

1.  DOTAZIONE

La qualità delle dotazioni, degli impianti e delle attrezzature devono corrispondere agli standard usuali dei singoli livelli di classificazione.

 

1.01  DOTAZIONE STANDARD DEI LOCALI-BAGNO

  1. Il locale-bagno è completo se dotato di lavabo, WC, vasca da bagno o doccia, specchio con presa corrente, acqua calda e fredda, asciugatoio da bagno, asciugamano e riserva di carta igienica.

1.02  DOTAZIONE STANDARD DELLE CUCINE E DEI CUCININI

  1. Mobilio da cucina, fornello, lavello, frigorifero, portarifiuti

1.03  DOTAZIONE STANDARD DELLE CAMERE

  1. Letto, armadio, comodino o equivalente, lampada o appliques da comodino, illuminazione normale

1.04  DOTAZIONE STANDARD DEGLI APPARTAMENTI (in proporzione rispetto al numero dei letti)

  1. Tavolo da pranzo, sedie, stoviglie da cucina, servizio da tavola, posate, nonché l'usuale occorrente per la pulizia

1.05  DIMENSIONE DELLE UNITÀ ABITATIVE INCLUSO IL LOCALE BAGNO PRIVATO E LA CUCINA O IL CUCININO

 

fino a 2 letti fissi:

fino a 4 letti fissi:

48 mq (5)

65 mq (5)

40 mq (4S)

55 mq (4S)

36 mq (4)

50 mq (4)

34 mq (3S)

46 mq (3S)

32 mq (3)

42 mq (3)

28 mq (2)

38 mq (2)

 

Per ogni letto fisso in più oltre il quarto ulteriori:

10 mq (5)

8 mq (4S)

6 mq (4) (3S)

5 mq (3) (2)

 

  1. Il 80% delle unità abitative, incluso il locale-bagno privato e la cucina o il cucinino, deve avere le summenzionate superfici nette. Le unità abitative non comprese in questo 80% devono avere almeno la superficie netta prevista per i residences a tre stelle. (4S) (5)
  2. Il 80% delle unità abitative, incluso il locale-bagno privato e la cucina o il cucinino, deve avere le summenzionate superfici nette. Le unità abitative non comprese in questo 80% devono avere almeno la superficie netta prevista per i residences a due stelle. (3) (3S) (4)
  3. Le camere delle unità abitative devono rispondere alle norme in materia di igiene e sanità.
  4. Se, oltre alle unità abitative, si dispone anche di camere, queste devono avere la superficie prevista per un esercizio dell’equivalente livello di classificazione di cui alla tabella A.

1.06  DOPPIO SERVIZIO

  1. Le unità abitative con più di una camera da letto, devono disporre di un secondo locale bagno. (4S) (5)
  2. Le unità abitative in esercizi di nuova costruzione, nonché le unità abitative in esercizi esistenti, per la cui ristrutturazione o ampliamento è richiesta la concessione edilizia, devono disporre del doppio servizio se sono dotate di più di 3 letti fissi. (4)

1.07  COLLABORATORI, COMPRESI I COLLABORATORI FAMILIARI A TEMPO PIENO

  1. Nell’arco di ogni anno turistico (dal 1° novembre al 30 ottobre) il numero previsto di collaboratori deve essere presente almeno nei giorni di occupazione piena dei posti letto. Il periodo di volta in volta necessario si ottiene dividendo i pernottamenti ufficialmente denunciati per il numero dei posti letto a disposizione degli ospiti e sottraendo il 45% (4) (4S) rispettivamente il 30% (5) dal relativo risultato.
  2. Oltre ai collaboratori familiari a tempo pieno, si calcolano solo gli addetti al servizio di ricevimento e di portineria-informazioni, ai piani, in cucina, al bar e servizio ristorante (non sono da includersi gli addetti ai servizi non destinati agli ospiti alloggiati).
  3. Numero degli addetti al servizio di ricevimento, di portineria-informa-zioni e di notte, nonché di ristorazione:
  1. negli esercizi fino a 20 unità
    4  (5)
    3  (4S)
  2. negli esercizi con più di 20 unità
    6  (5)
    4  (4S)
  1. inoltre, addetti ai piani (pulizia, cambio della biancheria) in rapporto alle unità
  1. in esercizi la cui biancheria viene lavata all’esterno:
    1:10  (5) (4S)
  2. in esercizi la cui biancheria viene lavata in proprio:
    1:8  (5) (4S)
  1. Solo per residences che dispongono anche di camere e se queste costituiscono almeno il 40% del totale delle unità.
  2. A seconda delle prestazioni offerte dall’esercizio si applicano i criteri per la determinazione del numero di collaboratori previsti rispettivamente per un hotel o un garni. Per calcolare il numero dei collaboratori, le camere sono considerate al 100% e le unità abitative al 40%. Ad esempio, in presenza di 20 unità abitative e 15 camere si rende necessario un numero di collaboratori pari a 23 unità.
  • 1:2,5  per garni 1:6  (4)

2.  PRESTAZIONE DI SERVIZI

2.01  SERVIZIO DI RICEVIMENTO E DI PORTINERIA-INFORMAZIONI

  1. Reception (bancone di ricevimento) (4S) (5)
  2. garantiti 16/24 ore con una persona addetta in via esclusiva (5)
  3. garantiti 16/24 ore con una persona addetta (4S)
  4. garantiti 12/24 ore con una persona addetta (4)
  5. garantiti 10/24 ore con una persona addetta (3S)
  6. garantiti 8/24 ore con una persona addetta (3)
  7. garantiti 6/24 ore con una persona addetta (2)

2.02  SERVIZIO DI NOTTE

  1. tramite una persona addetta (5)
  2. persona addetta disponibile a chiamata (2) (3) (3S) (4) (4S)

2.03  SERVIZIO CUSTODIA VALORI

  1. cassetta di sicurezza per ogni unità abitativa o presente in tutte le unità abitative (3) (3S) (4) (4S) (5)

2.04  TRASPORTO INTERNO DEI BAGAGLI

  1. garantito 24/24 ore (5)
  2. garantito 16/24 ore (4S)
  3. garantito 12/24 ore (4)
  4. su richiesta (3) (3S)

2.05  SERVIZIO DI PRIMA COLAZIONE

  1. in sala da pranzo (3S) (4) (4S) (5)
  2. servizio reso nell’appartamento a richiesta del cliente (4) (4S) (5)
  3. fornitura (messa a disposizione), a richiesta, di pane, latte ecc. (3)

2.06  ORARIO DELLA PRIMA COLAZIONE

  1. dalle ore 7.30 alle ore 11.00 (4S) (5)
  2. dalle ore 7.30 alle ore 10.00 (3S) (4)

2.07  RISTORAZIONE garantita 7 giorni la settimana

  1. à la carte con possibilità di scelta tra almeno 5 pietanze per ogni portata e per almeno 4 ore al giorno (suddivise tra pranzo e cena) ed inoltre servizio bar, offerta di semplici pietanze, spuntini caldi e freddi per almeno 14 ore al giorno (5)
  2. servizio bar, offerta di semplici pietanze, nonché spuntini caldi e freddi per almeno 12 ore al giorno (4S)

2.08  LINGUE CORRENTEMENTE PARLATE dagli addetti di ricevimento portineria-informazioni

  1. 4 lingue, tra cui tedesco, italiano, inglese (4S) (5)
  2. 3 lingue: tedesco, italiano, inglese (3S) (4)
  3. 2 lingue: tedesco, italiano (3)

2.09  CAMBIO BIANCHERIA

2.09.1  Lenzuola e federe:

  1. a giorni alterni (4S) (5)
  2. almeno due volte alla settimana (3S) (4)
  3. almeno una volta alla settimana (2) (3)
  4. (salvo diversa scelta del cliente a tutela dell'ambiente)

2.09.2  Asciugamani e asciugatoi:

  1. tutti i giorni (4S) (5)
  2. a giorni alterni (3S) (4)
  3. almeno due volte alla settimana (2) (3)
  4. (salvo diversa scelta del cliente a tutela dell’ambiente)

2.10  POSSIBILITÀ DI LAVAGGIO

  1. Lavatrice, asciugabiancheria, necessario per stirare (3) (3S) (4) (4S) (5)

2.11  LAVATURA E STIRATURA BIANCHERIA DEGLI OSPITI

  1. resa entro le 24 ore, ad eccezione delle giornate di fine settimana e festive (5)
  2. il servizio deve essere garantito (4S)

2.12  PULIZIA NELLE UNITÀ ABITATIVE

  1. due volte al giorno (5)
  2. una volta al giorno (4S)
  3. almeno due volte alla settimana (3) (3S) (4)
  4. almeno una volta alla settimana (2)

2.13  INFORMAZIONI PER GLI OSPITI

  1. Info sull’esercizio e sui servizi offerti (p.es. brochure informativa in camera, canale TV dedicato ecc.) (3S) (4) (4S) (5)

3.  DOTAZIONI, IMPIANTI ED ATTREZZATURE

 

3.01  RISCALDAMENTO

  1. In tutto l'esercizio (2) (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.02  ASCENSORE PER I CLIENTI

L’ascensore, ove previsto, deve raggiungere tutti i piani accessibili agli ospiti.

  1. negli esercizi con più di due piani (3S) (4) (4S) (5)
  2. negli esercizi con più di tre piani (3)
  3. Deroghe a questo requisito sono possibili in edifici storici, qualora l'installazione non sia attuabile per ragioni di tutela dei beni culturali.

3.03  TELEVISIONE

  1. in tutte le unità abitative (3) (3S) (4) (4S)
  2. almeno due televisori in ogni unità abitativa (5)

3.04  TELEFONO

  1. in tutte le unità abitative, abilitato alla chiamata esterna diretta (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.05  LINEE TELEFONICHE ESTERNE

  1. un apparecchio telefonico ad uso comune (2) (3) (3S) (4) (4S) (5)

3.06  TELEFAX ED ALLACCIAMENTO AD INTERNET DISPONIBILE PER GLI OSPITI

  1. telefax (3) (3S) (4) (4S) (5)
  2. allacciamento internet in tutte le unità abitative (4S) (5)
  3. allacciamento internet disponibile nell’esercizio (3) (3S) (4)

3.07  AREE DI SOGGIORNO

Trattasi di aree nelle quali gli ospiti possono soggiornare 24 ore al giorno. Non sono considerate aree di soggiorno p.es. la sala da pranzo, le sale per riunioni e seminari, le aree relax degli impianti wellness e simili.

  1. un’area di soggiorno (3)
  2. un’area di soggiorno con una superficie di almeno 1 mq per ogni unità abitativa e 1,5 mq per ogni eventuale camera (3S)
  3. un’area di soggiorno con una superficie di almeno 1 mq per ogni unità abitativa e 1,8 mq per ogni eventuale camera (4)
  4. aree di soggiorno con una superficie di almeno 2 mq per ogni unità abitativa e 2 mq per ogni eventuale camera (4S)
  5. aree di soggiorno con una superficie di almeno 2 mq per ogni unità abitativa e 4 mq per ogni eventuale camera (5).”

 

Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

 

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction03/01/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 3 gennaio 2014, n. 1
ActionAction07/01/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 7 gennaio 2014, n. 2
ActionAction21/01/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 21 gennaio 2014, n. 40/1.0
ActionAction04/02/2014 - Delibera 4 febbraio 2014, n. 102
ActionAction04/02/2014 - Delibera 4 febbraio 2014, n. 108
ActionAction04/02/2014 - Delibera 4 febbraio 2014, n. 112
ActionAction04/02/2014 - Delibera 4 febbraio 2014, n. 115
ActionAction10/02/2014 - Corte costituzionale - sentenza 10 febbraio 2014, n. 19
ActionAction11/02/2014 - Delibera 11 febbraio 2014, n. 144
ActionAction11/02/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 11 febbraio 2014, n. 3
ActionAction14/02/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 14 febbraio 2014, n. 4
ActionAction18/02/2014 - Delibera 18 febbraio 2014, n. 166
ActionAction18/02/2014 - Delibera 18 febbraio 2014, n. 172
ActionAction25/02/2014 - Delibera 25 febbraio 2014, n. 187
ActionAction25/02/2014 - Delibera 25 febbraio 2014, n. 211
ActionAction25/02/2014 - Delibera 25 febbraio 2014, n. 196
ActionAction25/02/2014 - Delibera 25 febbraio 2014, n. 217
ActionAction26/02/2014 - Corte costituzionale - sentenza 26 febbraio 2014, n. 40
ActionAction11/03/2014 - Delibera 11 marzo 2014, n. 286
ActionAction11/03/2014 - Delibera 11 marzo 2014, n. 268
ActionAction11/03/2014 - Delibera 11 marzo 2014, n. 238
ActionAction17/03/2014 - Corte costituzionale - sentenza 24 febbraio 2014, n. 28
ActionAction18/03/2014 - Delibera 18 marzo 2014, n. 292
ActionAction18/03/2014 - Delibera 18 marzo 2014, n. 318
ActionAction18/03/2014 - Delibera 18 marzo 2014, n. 317
ActionAction18/03/2014 - Delibera 18 marzo 2014, n. 293
ActionAction18/03/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 18 marzo 2014, n. 5
ActionAction18/03/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 18 marzo 2014, n. 6
ActionAction24/03/2014 - Corte costituzionale - sentenza 24 marzo 2014, n. 61
ActionAction25/03/2014 - Delibera 25 marzo 2014, n. 357
ActionAction26/03/2014 - Corte costituzionale - sentenza 26 marzo 2014, n. 64
ActionAction26/03/2014 - Corte costituzionale - sentenza 26 marzo 2014, n. 72
ActionAction28/03/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 28 marzo 2014, n. 8
ActionAction01/04/2014 - Delibera 1 aprile 2014, n. 361
ActionAction04/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 4 aprile 2014, n. 9
ActionAction07/04/2014 - Legge provinciale 7 aprile 2014, n. 2
ActionAction07/04/2014 - Corte costituzionale - sentenza 7 aprile 2014, n. 89
ActionAction07/04/2014 - Legge provinciale 7 aprile 2014, n. 1
ActionAction08/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 8 aprile 2014, n. 10
ActionAction08/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 8 aprile 2014, n. 11
ActionAction09/04/2014 - Corte costituzionale - sentenza 9 aprile 2014, n. 99
ActionAction09/04/2014 - Corte costituzionale - ordinanza 9 aprile 2014, n. 103
ActionAction10/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 10 aprile 2014, n. 13
ActionAction11/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 11 aprile 2014, n. 14
ActionAction14/04/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 14 aprile 2014, n. 15
ActionAction15/04/2014 - Delibera 15 aprile 2014, n. 450
ActionAction15/04/2014 - Delibera 15 aprile 2014, n. 438
ActionAction23/04/2014 - Legge provinciale 23 aprile 2014, n. 3
ActionAction29/04/2014 - Delibera 29 aprile 2014, n. 484
ActionAction29/04/2014 - Delibera 29 aprile 2014, n. 492
ActionAction07/05/2014 - Corte costituzionale - sentenza 7 maggio 2014, n. 127
ActionAction07/05/2014 - Corte costituzionale - sentenza 7 maggio 2014, n. 129
ActionAction07/05/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 7 maggio 2014, n. 16
ActionAction13/05/2014 - Delibera 13 maggio 2014, n. 540
ActionAction13/05/2014 - Delibera 13 maggio 2014, n. 541
ActionAction13/05/2014 - Delibera 13 maggio 2014, n. 542
ActionAction16/05/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 16 maggio 2014, n. 17
ActionAction19/05/2014 - Corte costituzionale - sentenza 19 maggio 2014, n. 137
ActionAction19/05/2014 - Corte costituzionale - sentenza 19 maggio 2014, n. 138
ActionAction19/05/2014 - Corte costituzionale - sentenza 19 maggio 2014, n. 144
ActionAction20/05/2014 - Delibera 20 maggio 2014, n. 577
ActionAction27/05/2014 - Delibera 27 maggio 2014, n. 590
ActionAction27/05/2014 - Delibera 27 maggio 2014, n. 631
ActionAction28/05/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 28 maggio 2014, n. 18
ActionAction03/06/2014 - Delibera 3 giugno 2014, n. 662
ActionAction03/06/2014 - Delibera 3 giugno 2014, n. 663
ActionAction03/06/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 3 giugno 2014, n. 19
ActionAction03/06/2014 - Delibera 3 giugno 2014, n. 658
ActionAction03/06/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 3 giugno 2014, n. 20
ActionAction03/06/2014 - Delibera 3 giugno 2014, n. 660
ActionAction10/06/2014 - Delibera 10 giugno 2014, n. 687
ActionAction10/06/2014 - Delibera 10 giugno 2014, n. 691
ActionAction10/06/2014 - Delibera 10 giugno 2014, n. 688
ActionAction11/06/2014 - Corte costituzionale - sentenza 11 giugno 2014, n. 169
ActionAction11/06/2014 - Corte costituzionale - sentenza 11 giugno 2014, n. 175
ActionAction17/06/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 17 giugno 2014, n. 21
ActionAction17/06/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 17 giugno 2014, n. 22
ActionAction19/06/2014 - Legge provinciale 19 giugno 2014, n. 4
ActionAction23/06/2014 - Corte costituzionale - sentenza 23 giugno 2014, n. 190
ActionAction23/06/2014 - Corte costituzionale - sentenza 23 giugno 2014, n. 188
ActionAction26/06/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 26 giugno 2014, n. 167
ActionAction01/07/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 1 luglio 2014, n. 23
ActionAction01/07/2014 - Delibera 1 luglio 2014, n. 821
ActionAction01/07/2014 - Delibera 1 luglio 2014, n. 775
ActionAction01/07/2014 - Delibera 1 luglio 2014, n. 771
ActionAction01/07/2014 - Delibera 1 luglio 2014, n. 817
ActionAction08/07/2014 - Delibera 8 luglio 2014, n. 879
ActionAction08/07/2014 - Delibera 8 luglio 2014, n. 861
ActionAction09/07/2014 - Corte costituzionale - sentenza 9 luglio 2014, n. 213
ActionAction10/07/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 10 luglio 2014, n. 24
ActionAction15/07/2014 - Corte costituzionale - sentenza 15 luglio 2014, n. 224
ActionAction21/07/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 21 luglio 2014, n. 25
ActionAction21/07/2014 - Legge provinciale 21 luglio 2014, n. 5
ActionAction22/07/2014 - Delibera 22 luglio 2014, n. 889
ActionAction22/07/2014 - Delibera 22 luglio 2014, n. 920
ActionAction22/07/2014 - Delibera 22 luglio 2014, n. 895
ActionAction25/07/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 25 luglio 2014, n. 26
ActionAction29/07/2014 - Delibera 29 luglio 2014, n. 938
ActionAction05/08/2014 - Delibera 5 agosto 2014, n. 964
ActionAction02/09/2014 - Delibera 2 settembre 2014, n. 1041
ActionAction04/09/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 4 settembre 2014, n. 27
ActionAction09/09/2014 - Delibera 9 settembre 2014, n. 1046
ActionAction09/09/2014 - Delibera 9 settembre 2014, n. 1060
ActionAction19/09/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 19 settembre 2014, n. 28
ActionAction23/09/2014 - Legge provinciale 23 settembre 2014, n. 6
ActionAction26/09/2014 - Legge provinciale 26 settembre 2014, n. 8
ActionAction26/09/2014 - Legge provinciale 26 settembre 2014, n. 7
ActionAction30/09/2014 - Delibera 30 settembre 2014, n. 1130
ActionAction07/10/2014 - Delibera 7 ottobre 2014, n. 1181
ActionAction14/10/2014 - Delibera 14 ottobre 2014, n. 1188
ActionAction14/10/2014 - Delibera 14 ottobre 2014, n. 1216
ActionAction16/10/2014 - Legge provinciale 16 ottobre 2014, n. 9
ActionAction21/10/2014 - Corte costituzionale - ordinanza 21 ottobre 2014, n. 257
ActionAction21/10/2014 - Delibera 21 ottobre 2014, n. 1242
ActionAction23/10/2014 - Legge provinciale 23 ottobre 2014, n. 10
ActionAction03/11/2014 - Decreto del Direttore di Ripartizione 3 novembre 2014, n. 249
ActionAction04/11/2014 - Delibera 4 novembre 2014, n. 1302
ActionAction04/11/2014 - Delibera 4 novembre 2014, n. 1248
ActionAction04/11/2014 - Delibera 4 novembre 2014, n. 1304
ActionAction11/11/2014 - Delibera 11 novembre 2014, n. 1315
ActionAction11/11/2014 - Delibera 11 novembre 2014, n. 1308
ActionAction11/11/2014 - Delibera 11 novembre 2014, n. 1309
ActionAction13/11/2014 - Corte costituzionale - sentenza 13 novembre 2014, n. 256
ActionAction14/11/2014 - Corte costituzionale - sentenza 14 novembre 2014, n. 237
ActionAction18/11/2014 - Delibera 18 novembre 2014, n. 1388
ActionAction18/11/2014 - Delibera 18 novembre 2014, n. 1370
ActionAction18/11/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 18 novembre 2014, n. 29
ActionAction18/11/2014 - Delibera 18 novembre 2014, n. 1366
ActionAction19/11/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 19 novembre 2014, n. 30
ActionAction25/11/2014 - Delibera 25 novembre 2014, n. 1421
ActionAction01/12/2014 - Corte costituzionale - sentenza 1 dicembre 2014, n. 275
ActionAction05/12/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 5 dicembre 2014, n. 31
ActionAction09/12/2014 - Delibera 9 dicembre 2014, n. 1528
ActionAction09/12/2014 - Delibera 9 dicembre 2014, n. 1529
ActionAction09/12/2014 - Delibera 9 dicembre 2014, n. 1530
ActionAction09/12/2014 - Delibera 9 dicembre 2014, n. 1506
ActionAction09/12/2014 - Delibera 9 dicembre 2014, n. 1525
ActionAction16/12/2014 - Decreto del Presidente della Provincia 16 dicembre 2014, n. 32
ActionAction16/12/2014 - Delibera 16 dicembre 2014, n. 1547
ActionAction23/12/2014 - Delibera 23 dicembre 2014, n. 1580
ActionAction23/12/2014 - Legge provinciale 23 dicembre 2014, n. 12
ActionAction23/12/2014 - Delibera 23 dicembre 2014, n. 1579
ActionAction23/12/2014 - Delibera 23 dicembre 2014, n. 1599
ActionAction23/12/2014 - Legge 23 dicembre 2014, n. 190
ActionAction23/12/2014 - Legge provinciale 23 dicembre 2014, n. 11
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1995
ActionAction1994
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionAction1989
ActionAction1988
ActionAction1987
ActionAction1986
ActionAction1985
ActionAction1984
ActionAction1983
ActionAction1982
ActionAction1981
ActionAction1980
ActionAction1979
ActionAction1978
ActionAction1977
ActionAction1976
ActionAction1975
ActionAction1974
ActionAction1973
ActionAction1972
ActionAction1971
ActionAction1970
ActionAction1969
ActionAction1968
ActionAction1967
ActionAction1966
ActionAction1965
ActionAction1964
ActionAction1963
ActionAction1962
ActionAction1961
ActionAction1960
ActionAction1959
ActionAction1958
ActionAction1957
ActionAction1956
ActionAction1955
ActionAction1954
ActionAction1953
ActionAction1952
ActionAction1951
ActionAction1948
ActionAction1946