In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 4 novembre 2013, n. 1686
Nuova determinazione dei punti di svantaggio ai sensi del Decreto del Presidente della Provincia 9 marzo 2007, n. 22

Allegato A

Il calcolo dei punti di svantaggio si applica nei confronti di imprese agricole attive nel settore arativo-foraggiero, e precisamente per i seguenti tipi colturali: arativo, foraggiere avvicendate, prato, prato sfalcio biennale e prato area speciale.

Dal momento dell’applicazione del “Programma di sviluppo rurale 2014 – 2020” della Provincia autonoma di Bolzano, la superficie foraggera minima per il calcolo dei punti di svantaggio di un impresa agricola è di un ettaro. La superficie da prendere in considerazione risulta dal totale delle superfici lavorate a foraggiere avvicendate, a prato, a prato sfalciato biennale ed a prato area speciale.

Base per il calcolo sono i seguenti dati: delimitazioni geometriche della banca dati per le superfici SIAF (Sistema informativo agricolo forestale della Provincia Autonoma di Bolzano), modello digitale del territorio e rete stradale digitale.

Definizioni

- Arativo: Superficie per la coltivazione di piante destinate solitamente all'alimentazione umana: cereali, patate, fragole, ortaggi, piante industriali; terreno a riposo.

- Foraggiere avvicendate: Superfici per la coltivazione di piante destinate all'alimentazione degli animali; colture annuali: mais, cereali per foraggio, barbabietola da foraggio ecc.; colture pluriennali: prati avvicendati, erba medica, loglio italico, ecc.

- Centro abitato ( definizione ASTAT ): un aggregato di case contigue o vicine, caratterizzato dall’esistenza di servizi od esercizi pubblici o privati, come ad esempio scuole, uffici, farmacie o, negozi. I centri abitati sono caratterizzati da una vita sociale autonoma e rappresentano un punto di riferimento per gli insediamenti limitrofi.

- Prato: superficie foraggiera che viene falciata una o più volte all’anno.

- Prato sfalcio biennale: prato falciato ogni due anni.

- Prato area speciale: per prato area speciale si intendono prati che vengono falciati almeno una volta all’anno. Dello svantaggio nella lavorazione si tiene conto indipendentemente dalla pendenza della superficie. Per essere classificati come prato area speciale, la superficie contigua deve essere di almeno 500 m² e lo sfalcio deve essere limitato, per la morfologia e le caratteristiche del terreno, al solo sfalcio con motofalciatrice monoasse o manuale (ovvero non con trattore, Metrac, Terratrac, etc.).

Le superfici devono appartenere ad una o più delle seguenti categorie:

-Prato alberato: prato caratterizzato da una ridotta quantità di alberi o di tronconi. La superficie non coltivata può essere al massimo il 50 % della superficie totale.

-Prato con gobbe: prato sul quale sono presenti tante piccole gobbe.

-Prato umido: prato con falda acquifera superficiale. È caratterizzato da una alta percentuale di falaschi, giunchi ed altri indicatori di umidità del terreno elevata.

-Prato roccioso: prato coperto per una parte da rocce. Il grado di copertura deve raggiungere almeno la classe tara di 20%. La superficie non coltivata non può essere superiore al 50 % della superficie totale.

Prati a sfalcio biennale non possono essere classificati come prati aree speciali.

Tipologie di svantaggi

Le diverse tipologie di svantaggio sono: la pendenza, l’altitudine, l’accesso, il frazionamento e la distanza.

I punti di svantaggio di un impresa agricola derivano dalla somma di tutte queste tipologie.

Criteri e valutazione degli svantaggi per il calcolo dei punti di svantaggio

1) Pendenza (massimo 115 punti):

La valutazione della pendenza delle superfici di un impresa agricola si riferisce alle superfici lavorate a foraggiere avvicendate, a prato ed a prato sfalciato biennale. I valori di pendenza del modello digitale del territorio vengono convertiti in punti in base alla seguente tabella, dopodiché viene fatta la media ponderata delle superfici:

< 20 %

0 punti

20 – 60%

10 – 115 punti

vedi seguente formula

> 60%

115 punti

Formula: f(x)=a*EXP[b*(x-20)/100]+c+10

dove:

a = 44,7717982

b = 3,01883588

c = -44,7717982

x = pendenza

La superficie prato area speciale è valutata con 115 punti

2) Altitudine (massimo 45 punti)

La valutazione del livello sul mare (H) di un impresa agricola si riferisce alle superfici a foraggiere avvicendate, a prato, a prato sfalciato biennale ed a prato area speciale. I valori di altitudine del modello digitale del territorio vengono convertiti in punti tramite la formula seguente, dopodiché viene fatta la media ponderata delle superfici:

punti = (H – 500) x 0,03

3) Accesso (massimo 30 punti)

La raggiungibilità del centro aziendale principale viene valutata nel modo seguente:

con camion1

0 punti

con trattore1

15 punti

con funivia (teleferica)

20 punti

non raggiungibile

30 punti (200 m di distanza oppure 20 m di differenza in altitudine rispetto alla strada)

1Fonte dei dati: Sistema informativo stradale della Provincia autonoma di Bolzano

4) Appezzamenti (massimo 15 punti)

Per appezzamenti si intendono parti di terreno (arativo, foraggiere avvicendate, prato, prato sfalciato biennale e prato area speciale) di un imprenditore agricolo con una superficie minima di 1.000 m² e distanti tra loro almeno 10m in linea d’aria.

Valutazione: un punto per ogni appezzamento a partire dal 4° appezzamento incluso.

5) Distanza (massimo 25 punti)

Viene definita come la distanza ed il dislivello tra centro aziendale principale dichiarato ed il centro abitato più vicino che deve essere obbligatoriamente dotato delle seguenti infrastrutture:

scuola ( o elementare, o media, o superiore)

asilo

negozio di generi alimentari

Valutazione:

Distanza >4 km - 1 punto ogni km iniziato

Differenza di altitudine -1 punto ogni 100 m

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction Delibera 14 gennaio 2013, n. 46
ActionAction Delibera 21 gennaio 2013, n. 103
ActionAction Delibera 28 gennaio 2013, n. 112
ActionAction Delibera 28 gennaio 2013, n. 134
ActionAction Delibera 4 febbraio 2013, n. 186
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 195
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 210
ActionAction Delibera 11 febbraio 2013, n. 236
ActionAction Delibera 18 febbraio 2013, n. 249
ActionAction Delibera 18 febbraio 2013, n. 254
ActionAction Delibera 25 febbraio 2013, n. 290
ActionAction Delibera 25 febbraio 2013, n. 303
ActionAction Delibera 4 marzo 2013, n. 362
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 378
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 379
ActionAction Delibera 11 marzo 2013, n. 384
ActionAction Delibera 18 marzo 2013, n. 397
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 445
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 450
ActionAction Delibera 25 marzo 2013, n. 453
ActionAction Delibera 2 aprile 2013, n. 499
ActionAction Delibera 15 aprile 2013, n. 554
ActionAction Delibera 15 aprile 2013, n. 573
ActionAction Delibera 22 aprile 2013, n. 612
ActionAction Delibera 6 maggio 2013, n. 640
ActionAction Delibera 13 maggio 2013, n. 696
ActionAction Delibera 21 maggio 2013, n. 745
ActionAction Delibera 10 giugno 2013, n. 875
ActionAction Delibera 17 giugno 2013, n. 913
ActionAction Delibera 24 giugno 2013, n. 954
ActionAction Delibera 1 luglio 2013, n. 976
ActionAction Delibera 8 luglio 2013, n. 1034
ActionAction Delibera 8 luglio 2013, n. 1049
ActionAction Delibera 15 luglio 2013, n. 1050
ActionAction Delibera 22 luglio 2013, n. 1094
ActionAction Delibera 22 luglio 2013, n. 1116
ActionAction Delibera 26 agosto 2013, n. 1190
ActionAction Delibera 26 agosto 2013, n. 1191
ActionAction Delibera 2 settembre 2013, n. 1301
ActionAction Delibera 9 settembre 2013, n. 1322
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1406
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1414
ActionAction Delibera 30 settembre 2013, n. 1416
ActionAction Delibera 7 ottobre 2013, n. 1456
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1519
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1524
ActionAction Delibera 14 ottobre 2013, n. 1529
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1596
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1606
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1628
ActionAction Delibera 21 ottobre 2013, n. 1644
ActionAction Delibera 28 ottobre 2013, n. 1651
ActionAction Delibera 4 novembre 2013, n. 1686
ActionActionAllegato A
ActionAction Delibera 25 novembre 2013, n. 1807
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1853
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1860
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1866
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1868
ActionAction Delibera 9 dicembre 2013, n. 1895
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 1988
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 2025
ActionAction Delibera 27 dicembre 2013, n. 2035
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico