In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 14 novembre 2011, n. 1715
Criteri per la collaborazione con emittenti radiofoniche nell’ambito del sistema di protezione civile per l’informazione della popolazione

ALLEGATO A

CRITERI PER LA COLLABORAZIONE CON EMITTENTI RADIOFONICHE NELL’AMBITO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE PER L’INFORMAZIONE DELLA POPOLAZIONE (SIP)

1. Finalità

L’Ufficio Protezione civile ha il compito di realizzare e gestire un sistema di protezione civile per l’informazione della popolazione, di seguito denominato SIP.

Per raggiungere questa finalità è opportuno stipulare con il maggior numero possibile di emittenti radiofoniche, che trasmettono in Alto Adige, un contratto per la collaborazione nell’ambito del SIP.

2. Oggetto della collaborazione

Oggetto della collaborazione è la trasmissione di comunicati di protezione civile e di comunicati sulla viabilità, di seguito denominati comunicati SIP.

I comunicati di protezione civile sono informazioni e raccomandazioni sul comportamento da tenere di carattere urgente, trasmesse alla popolazione nei casi di pericolo, di emergenza o di catastrofe.

I comunicati sulla viabilità sono informazioni e raccomandazioni sul comportamento da tenere di carattere attuale, trasmesse agli utenti della strada in riferimento allo stato della viabilità in Alto Adige e nei territori confinanti.

3. Dati e documentazione

Le emittenti radiofoniche interessate a stipulare un contratto SIP con la Provincia devono inviare all’Ufficio Protezione civile una lettera in merito con i seguenti dati e documenti:

a) dati dell’emittente radiofonica, del proprietario dell’emittente radiofonica e della persona che sottoscrive il contratto;

b) indicazione della modalità scelta per la trasmissione dei comunicati SIP (comunicati di protezione civile e comunicati sulla viabilità oppure solo comunicati di protezione civile);

c) indicazione della lingua scelta per la trasmissione dei comunicati sulla viabilità (tedesco o italiano);

d) documenti necessari in base alla legislazione vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

L’Ufficio Protezione civile può richiedere in ogni momento ulteriori dati e documenti considerati necessari o utili.

4. Collegamento dati

4.1 Prestazioni della Provincia

L’Ufficio Protezione civile provvede al collegamento dati verso l’emittente radiofonica:

a) acquista gli apparecchi uniformi necessari e il software di trasmissione uniforme necessario, di seguito denominati strumenti SIP;

b) mette gli strumenti SIP a disposizione dell’emittente radiofonica a titolo di comodato e provvede all’assistenza tecnica nel corso dell’installazione dell’apparecchio di ricezione satellitare con PC, dell’integrazione con lo studio dell’emittente e dell’orientamento dell’impianto satellitare;

c) paga all’emittente radiofonica un importo forfetario una tantum pari a euro 1.500,00, più IVA, per l’integrazione con lo studio dell’emittente e un importo forfetario una tantum pari a euro 500,00, più IVA, per l’installazione e l’allacciamento dell’impianto satellitare, a condizione che questo venga messo a disposizione;

d) provvede alla manutenzione e alla riparazione degli strumenti SIP e li sostituisce in caso di necessità con nuovi strumenti;

e) risponde per i danni eventualmente causati dagli strumenti SIP e per i quali non sussiste alcuna colpa da parte dell’emittente radiofonica;

f) paga i canoni per la trasmissione primaria dei dati via satellite.

4.2 Prestazioni dell’emittente radiofonica

L’emittente radiofonica:

a) provvede all’installazione e all’allacciamento dell’impianto satellitare, inclusa la richiesta delle relative autorizzazioni eventualmente necessarie, e si assume le relative spese;

b) mette a disposizione a proprie spese un tecnico di fiducia che collabora nel corso dell’integrazione con lo studio dell’emittente oppure acquista a proprie spese la matrice;

c) fornisce secondo le disposizioni legislative in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ( decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) tutte le informazioni sui rischi specifici presenti nei luoghi in cui verranno eseguite le prestazioni dell’impresa incaricata dall’Ufficio Protezione civile;

d) paga i canoni per la trasmissione secondaria dei dati via internet (ADSL);

e) sottoscrive un verbale di consegna al momento della consegna degli strumenti SIP;

f) custodisce gli strumenti SIP con diligenza;

g) comunica immediatamente all’Ufficio Protezione civile eventuali difetti tecnici nel momento in cui essi vengono accertati;

h) consente l’accesso alla sala strumenti al personale tecnico o all’impresa, incaricati dall’Ufficio Protezione civile di lavori agli strumenti SIP, dopo la relativa fissazione dell’appuntamento;

i) in caso di cessazione del rapporto contrattuale restituisce immediatamente all’Ufficio Protezione civile gli strumenti SIP nello stato in cui essi sono stati ricevuti, non rispondendo ai sensi dell’articolo 1807 del Codice Civile per il deterioramento degli strumenti per effetto dell’uso e senza colpa propria.

L’emittente radiofonica può utilizzare gli strumenti SIP anche per necessità proprie che non riguardano il SIP, a condizione che non venga pregiudicata la trasmissione dei comunicati SIP.

5. Trasmissione dei comunicati SIP

5.1 Prestazioni della Provincia

5.1.1 Comunicati di protezione civile

I comunicati di protezione civile vengono letti in caso di necessità in lingua tedesca e in lingua italiana da una persona incaricata dall’Ufficio Protezione civile e vengono messi a disposizione delle emittenti radiofoniche.

Prove tecniche di trasmissione vengono effettuate di norma una volta al mese, il giovedì tra le ore 5.00 e le ore 5.30. In tale occasione viene trasmesso un breve jingle strumentale.

5.1.2 Comunicati sulla viabilità e rapporti generali sulla viabilità

I comunicati sulla viabilità vengono letti ogni giorno dalle ore 6.00 alle ore 18.30 e, in caso di necessità, anche al di fuori di questo orario da una persona incaricata dall’Ufficio Protezione civile e vengono messi a disposizione delle emittenti radiofoniche in lingua tedesca o italiana, come da esse scelto.

I comunicati sulla viabilità possono contenere l’avviso che ulteriori informazioni sono disponibili tramite il sito internet dell’emittente radiofonica.

I comunicati sulla viabilità possono contenere in media una volta la settimana anche un riferimento alla Centrale provinciale di viabilità, al suo numero di telefono e ai reporter di ingorghi.

Periodicamente possono essere messi a disposizione anche rapporti generali sulla viabilità.

5.1.3 Interviste

La Centrale provinciale di viabilità è a disposizione di tutte le emittenti radiofoniche per interviste in base alle possibilità e agli accordi presi.

5.2 Prestazioni dell’emittente radiofonica

L’emittente radiofonica si obbliga a trasmettere i comunicati SIP in base ad una delle due seguenti modalità:

- trasmissione di comunicati di protezione civile e di comunicati sulla viabilità;

- trasmissione solo di comunicati di protezione civile.

5.2.1 Comunicati di protezione civile

L’emittente radiofonica deve trasmettere i comunicati di protezione civile in entrambe le lingue in tempo reale o entro 5 minuti dalla messa a disposizione.

In casi particolari possono essere concordate con l’Ufficio Protezione civile condizioni diverse.

5.2.2 Comunicati sulla viabilità e rapporti generali sulla viabilità

L’emittente radiofonica deve trasmettere i comunicati sulla viabilità entro 15 minuti dalla messa a disposizione.

I comunicati riguardanti gli automobilisti che guidano contromano devono essere trasmessi entro 1 minuto dalla messa a disposizione.

I rapporti generali sulla viabilità possono essere trasmessi dalle emittenti radiofoniche facoltativamente e non hanno nessuna rilevanza per il compenso.

L’emittente radiofonica deve inserire sulla pagina iniziale del proprio sito internet in un posto ben visibile il link con il sito internet della Centrale provinciale di viabilità.

6. Verbale di trasmissione

L’Ufficio Protezione civile redige tramite il software SIP un verbale sulla trasmissione dei comunicati SIP. Il verbale viene inviato all’emittente radiofonica ogni mese per il mese precedente.

7. Situazioni particolari

La trasmissione dei comunicati di protezione civile in situazioni particolari, quali esercitazioni di protezione civile, prova d’allarme di protezione civile o disinneschi bomba, è concordata almeno 20 giorni prima con le emittenti radiofoniche. Di caso in caso può essere concordato un termine più breve.

8. Compensi

L’emittente radiofonica trasmette i comunicati di protezione civile a titolo gratuito.

Per la trasmissione di comunicati sulla viabilità la Provincia paga all’emittente radiofonica per un adempimento contrattuale del 100 per cento un compenso annuo che viene stabilito per l’anno 2012 in euro 1.150,00, più IVA. Questo compenso annuo viene adeguato annualmente in base alla variazione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, accertata dall’ISTAT nel mese di ottobre dell’anno corrente rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Questo compenso viene ridotto proporzionalmente:

- se le prestazioni contrattuali dell’emittente radiofonica sono state effettuate con una percentuale minore;

- se la trasmissione non è avvenuta durante tutto l’anno.

L’Ufficio Protezione civile comunica ogni anno in gennaio all’emittente radiofonica l’importo per la prestazione effettuata nell’anno precedente. L’emittente radiofonica presenta la fattura in febbraio.

L’emittente radiofonica può emettere la fattura per gli importi forfetari una tantum di cui al punto 4.1 subito dopo la stipulazione del contratto.

Alle fatture deve essere allegata la documentazione prevista dalla legislazione vigente.

9. Comunicati SIP non considerati

I comunicati SIP vengono considerati come non trasmessi:

- se vengono trasmessi in ritardo;

- se sono stati ricevuti dall’emittente radiofonica, ma non hanno potuto essere trasmessi per problemi tecnici.

10. Durata del contratto

Il contratto decorre dal 1° giorno del mese successivo alla data di sottoscrizione del contratto e scade il 31 dicembre 2019.

Entrambe le parti contrattuali possono recedere anticipatamente dal contratto inoltrando una lettera raccomandata con avviso di ricevimento e rispettando un termine di preavviso di sei mesi.

Se entrambe le parti sono d’accordo, il contratto può essere sciolto senza preavviso e con effetto immediato.

In caso di omessa trasmissione di comunicati di protezione civile per colpa grave o dolo oppure in caso di altre inosservanze degli obblighi contrattuali, la Provincia può recedere dal contratto, senza preavviso e con effetti immediati, a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

11. Stipulazione del contratto e condizioni contrattuali

Il contratto viene stipulato solo una volta che la trasmissione dei comunicati SIP da parte dell’emittente radiofonica è tecnicamente possibile.

Per la Provincia il contratto viene sottoscritto dal direttore dell’Ufficio Protezione civile.

Con la stipulazione del contratto l’emittente radiofonica si obbliga ad accettare le disposizioni di cui ai presenti criteri e di cui alla legislazione vigente.

Le spese contrattuali sono a carico dell’emittente radiofonica.

12. Foro competente

In caso di controversia è competente il Foro di Bolzano.

 

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction Delibera N. 11 del 17.01.2011
ActionAction Delibera 24 gennaio 2011, n. 50
ActionAction Delibera N. 86 del 24.01.2011
ActionAction Delibera N. 139 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 189 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 372 del 14.03.2011
ActionAction Delibera N. 423 del 14.03.2011
ActionAction Delibera 21 marzo 2011, n. 435
ActionAction Delibera N. 474 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 477 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 535 del 04.04.2011
ActionAction Delibera N. 601 del 11.04.2011
ActionAction Delibera N. 683 del 21.04.2011
ActionAction Delibera N. 742 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 743 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 786 del 16.05.2011
ActionAction Delibera N. 849 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 850 del 23.05.2011
ActionAction Delibera 23 maggio 2011, n. 856
ActionAction Delibera N. 859 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 860 del 23.05.2011
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 868
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 892
ActionAction Delibera N. 923 del 06.06.2011
ActionAction Delibera 20 giugno 2011, n. 932
ActionAction Delibera N. 934 del 20.06.2011
ActionAction Delibera N. 974 del 20.06.2011
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 998
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 1015
ActionAction Delibera 4 luglio 2011, n. 1020
ActionAction Delibera N. 1094 del 18.07.2011
ActionAction Delibera 25 luglio 2011, n. 1136
ActionAction Delibera 8 agosto 2011, n. 1189
ActionAction Delibera 6 settembre 2011, n. 1356
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1429
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1432
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1445
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1449
ActionAction Delibera 10 ottobre 2011, n. 1537
ActionAction Delibera 24 ottobre 2011, n. 1605
ActionAction Delibera 14 novembre 2011, n. 1715
ActionActionALLEGATO A
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1825
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1835
ActionAction Delibera 5 dicembre 2011, n. 1898
ActionAction Delibera 12 dicembre 2011, n. 1906
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2006
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2007
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2025
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2026
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2031
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2057
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2081
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2087
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico