In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 2303 del 24.06.2002
Contratti tipo per i servizi di trasporto in assuntoria

Allegato A

Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige

CONTRATTO DI TRASPORTO IN ASSUNTORIA

 
 
Raccolta n.
 
L’anno                               il giorno                                           del mese di
 
 
tra la Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige - rappresentata da
 
 
nato/a     a
 
e
 
(di seguito denominato/a contraente)
 
con sede in
 
legalmente rappresentata     da
nato/a     a
 
residente a – wohnhaft in
 
Si stipula e conviene quanto segue:
 
 
 
Art. 1 - La Provincia Autonoma di Bolzano affida al contraente, che si obbliga ad effettuarlo,
 
per l’anno scolastico/di attività:
 
un servizio di trasporto alunni e/o soggetti portatori di handicap ai sensi della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e successive modifiche. Per il corrente anno scolastico/di attività detto servizio é da effettuare secondo le modalità indicate nella descrizione di cui all'allegato.
 
La durata del corrente anno scolastico/di attività si assume convenzionalmente in               giorni,
 
dal                            al compresi i giorni degli esami di licenza ed idoneità.
 
Qualora il servizio di trasporto non venga istituito nell’anno scolastico/di attività ovvero vengano meno le condizioni in base alle quali il servizio é stato istituito, il presente contratto é risolto di diritto con decorrenza dalla data di comunicazione del fatto risolutivo al contraente.
 
Art. 2 - Per il servizio di trasporto di cui al precedente articolo 1 al contraente viene corrisposto un importo sulla base del chilometraggio complessivo indicato nell'allegato che fa parte integrante del presente contratto e calcolato adottando le distanze minori riscontrabili dal grafico della rete provinciale depositato presso l'Ufficio trasporto locale di persone. Nel calcolo del chilometraggio complessivo sono compresi i percorsi a vuoto dall'origine del servizio alla/e località ove sono situate le strutture didattiche e di formazione. Qualora il chilometraggio effettivo giornaliero di servizio risulti inferiore alla percorrenza minima convenzionale giornaliera, il contraente ha ugualmente diritto al riconoscimento di detta percorrenza convenzionale.
Entro i limiti della differenza tra la percorrenza convenzionale e quella effettiva, il contraente è tenuto ad effettuare ulteriori servizi.
Il corrispettivo di cui al primo comma viene liquidato in tre rate con le seguenti scadenze e previa presentazione di regolare fattura:

a)     prima rata: entro 30 giorni dall’inizio del servizio

b)     seconda rata: entro il 15 febbraio del corrispondente anno scolastico/di attività,

c)     terza rata: entro 30 giorni dal termine del servizio.

In caso di risoluzione anticipata del contratto, il contraente si obbliga per sé, gli eredi ed aventi causa a restituire immediatamente e a partire da tale data gli eventuali corrispettivi percepiti in via anticipata con gli interessi, come dovuti per legge e salvo quanto disposto nel seguente articolo 12.
 
Art. 3 - Qualora, nel corso di esecuzione del contratto, si renda necessario un aumento o una diminuzione del servizio, il contraente è obbligato ad effettuarli, alle stesse condizioni, fino a concorrenza del quinto del corrispettivo pattuito. Oltre tale limite e salvo le disposizioni del precedente articolo 2, comma 2, il contraente ha diritto alla risoluzione del contratto e alla liquidazione del corrispettivo delle prestazioni eseguite a termini di contratto, dandone comunicazione a mezzo di lettera raccomandata all’Ufficio trasporto locale di persone, a pena di decadenza, entro 5 giorni dal ricevimento della comunicazione sulle variazioni dei servizi.
Qualora il servizio non venga effettuato per interruzione dell’attività didattica a seguito di iniziative parascolastiche o per intransitabilità delle strade, non si dà luogo al recupero del corrispondente corrispettivo giornaliero fino a tre giorni consecutivi di interruzione del servizio. Qualora l’interruzione superi tale limite il recupero del corrispettivo avviene per l’intero periodo. Il contraente dovrà dare immediata comunicazione di ogni interruzione del servizio all’Ufficio trasporto locale di persone.
 
Art. 4 - Gli alunni e i soggetti portatori di handicap saranno muniti di apposito documento di viaggio. Ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e successive modifiche, il servizio di trasporto di cui al presente contratto é aperto, quando vi siano posti eccedenti, ad altri utenti, con preferenza a quelli residenti nelle località servite, anche se non appartengono alle categorie per le quali il servizio è istituito. Nell'ambito di queste categorie i bambini di età inferiore ai sei anni sono ammessi al trasporto solo se accompagnati da persona maggiorenne.
Se il servizio di trasporto di portatori di handicap prevede l’accompagnamento, il servizio non può essere eseguito senza lo stesso.
Il contraente non ha alcun diritto di far pagare un qualsiasi prezzo alle persone trasportate e non deve in ogni caso ammettere del sovraccarico.
Qualora venga trasportato un numero di persone superiore a quello consentito dalla carta di circolazione si applica una penale di 103,29 € per ogni persona trasportata in più, fatto salvo quanto previsto all'articolo 11.
Nel caso vengano trasportati bambini di età inferiore ad anni sei senza l'accompagnamento di cui al comma 1 viene applicata una penale di 258,23 €.
 
Art. 5 - Il contraente deve garantire la regolare effettuazione del servizio di trasporto per tutta la durata del contratto.

Il servizio di trasporto deve essere effettuato attenendosi all’orario scolastico; tempi di attesa per gli scolari sono ammessi solo se con lo stesso automezzo vengono effettuati più viaggi e comunque non possono superare 30 minuti.

Il servizio deve essere svolto con gli automezzi indicati nell’allegata descrizione del servizio. La sostituzione degli automezzi da parte del contraente può essere effettuata solo previa autorizzazione.

In caso di fermo tecnico, il contraente può impiegare altro automezzo, alla condizione che questo abbia caratteristiche similari a quello inizialmente impiegato o comunque compatibili con le caratteristiche delle strade, dandone immediata comunicazione scritta ai fini della relativa autorizzazione e trasmettendo fotocopia della carta di circolazione dell’automezzo con indicazione dell’avvenuta revisione nonché della relativa polizza di assicurazione con la copertura assicurativa prevista all’articolo 9.

 
Art. 6 - È vietato il subappalto, anche parziale, del servizio.
 
Art. 7 – Qualora le condizioni di transitabilità delle strade da percorrere non diano sufficiente garanzia di sicurezza per l’incolumità dei trasportati, il contraente può sospendere il servizio con l’obbligo di darne immediata comunicazione all’Ufficio trasporto locale di persone ed alle scuole interessate. Il contraente dovrà in ogni caso dare immediata comunicazione all’Ufficio trasporto locale di persone ed alle scuole interessate ogni qualvolta non risulti in grado di garantire il regolare svolgimento del servizio.
 
Art. 8 - I conducenti degli autoveicoli fino a nove posti devono essere muniti del certificato di abilitazione professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 116, comma 8, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 nonché, per la guida di autoveicoli con autorizzazione al servizio di noleggio o licenza al servizio di taxi rilasciate dai Comuni della Provincia Autonoma di Bolzano, dell’attestato di iscrizione al ruolo dei conducenti di veicoli adibiti a servizi pubblici di trasporto non di linea rilasciato ai sensi del D.P.G.P. 27 marzo 1995, n. 14.

Qualora il servizio venga svolto mediante autobus i conducenti devono essere muniti del certificato di abilitazione professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 116, comma 8 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e il contraente deve essere in possesso dell’attestato di idoneità professionale per il trasporto su strada di viaggiatori di cui al decreto legislativo 22 dicembre 2000, n. 395 (ex decreto del Ministero dei Trasporti 20 dicembre 1991, n. 448).

 

Il contraente ha l’obbligo di segnalare i nominativi dei conducenti.

 
Qualora il contraente incarichi conducenti privi dei summenzionati requisiti verrà applicata una penale di 258,23 €, fatto salvo quanto previsto all'articolo 11.
 
Art. 9 – Il contraente deve tenere coperti da garanzia assicurativa gli automezzi indicati nel presente contratto per gli infortuni ed i danni arrecati da fatto proprio o dai dipendenti alle persone e alle cose.
Per tutta la durata del presente contratto i massimali assicurativi sono i seguenti:
a) per gli automezzi fino a 20 posti:

· 5.164.568,99 € per sinistro;

· 5.164.568,99 € per danni a persone

· 5.164.568,99 € per danni a cose ed animali;

b) per gli autobus oltre i 20 posti:
· 10.329.137,98 € per sinistro;

· 10.329.137,98 € per danni a persone;

· 10.329.137,98 € per danni a cose ed animali.

Copia della polizza dovrà essere presentata all’Ufficio trasporto locale di persone.
Il contraente si obbliga inoltre a sollevare l’Amministrazione Provinciale da tutte le responsabilità per danni diretti o indiretti che possono verificarsi in dipendenza dell’esercizio del servizio di trasporto.
 
Art. 10 - Ai sensi dell’articolo 3 della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, l’Assessore Provinciale ai Trasporti esclude il contraente dalla continuazione del servizio pattuito qualora questo non adempia agli obblighi contrattualmente assunti. È fatta salva l’azione di risarcimento dei danni conseguenti all’interruzione del servizio.
L’esclusione diviene operante a seguito della comu-nicazione del decreto.
È prevista una penale giornaliera di 103,29 € qualora il servizio non venga effettuato, anche parzialmente, secondo le modalità di cui all’allegata descrizione del servizio, fatti salvi i casi di cui all’articolo 3, comma 2. In tali casi viene recuperato anche il relativo corrispettivo. È altresì prevista una penale giornaliera di 103,29 € qualora il servizio  venga effettuato su strade non pubbliche e non dichiarate agibili ai sensi dell'articolo 20 della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e del D.P.G.P. 21 novembre 1996 n. 44 oppure vengano constatati ritardi non giustificati nell'esecuzione del servizio o l'utilizzazione di automezzi non autorizzati o non immatricolati per il servizio di noleggio con conducente o di taxi.
 
Art. 11 - I seguenti fatti danno luogo all'immediata risoluzione del contratto:

a)     Sovraccarico rispetto al numero di posti indicati nella carta di circolazione;

b)     subappalto, anche parziale, del servizio;

c)     guida degli automezzi da parte di conducenti privi dei requisiti di cui all'articolo 8;

d)     utilizzo di automezzi non immatricolati per il servizio di noleggio con conducente o di taxi;

e)     effettuazione del servizio su strade non pubbliche e non dichiarate agibili ai sensi dell'articolo 20 della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e del D.P.G.P 21 novembre 1996, n. 44;

f)     mancata revisione degli automezzi impiegati per l’effettuazione dei servizi di trasporto;

 
Art. 12 - Nel caso di un’eventuale disdetta del contratto da parte del contraente, che dovrà essere comunicata mediante lettera raccomandata all’Ufficio Trasporto Locale di Persone con un preavviso di almeno 30 giorni, é previsto a favore della Provincia Autonoma di Bolzano un indennizzo, ad esclusione dei casi di forza maggiore, da versare presso il Tesoriere della Provincia Autonoma di Bolzano, pari al 10% del corrispettivo contrattualmente previsto ivi compresi eventuali atti aggiuntivi per aumenti o diminuzioni dei servizi di cui all'articolo 3. È fatta salva l'azione di risarcimento dei danni conseguente alla disdetta del contratto, nonché la disposizione di cui all'ultimo capoverso del precedente articolo 2.
 
Art. 13 – L’incaricato dichiara di conoscere le disposizioni riguardanti le misure disciplinari nei confronti degli alunni trasportati ai sensi della delibera della Giunta provinciale n. 485 del 18.02.2002 e di attenersi alle indicazioni stabilite.
 
Art.14 – Per ogni eventuale controversia che dovesse sorgere dalla esecuzione del presente contratto é competente il foro ove ha sede l’Amministrazione Provinciale.
 
Art.15 - Tutte le spese contrattuali, i diritti di copia, nonché l’imposta di bollo relativi alla stipula del presente contratto sono a carico del contraente.
 
 
PER LA PROVINCIA AUTONOMA
DI BOLZANO     PER IL CONTRAENTE
 
_____________________________     _____________________________
 
PARTITA IVA     PARTITA IVA
 
_____________________________     _____________________________
 
Allegato 1
LOCALITÁSALITADISCESASCUOLA/
STRUTT.
SCUOLA/
STRUTT.
SALITADISCESALOCALITÁ
NOTA:

Allegato 2

PROSPETTO RIASSUNTIVO

PARTENZA-FINE SERVIZIO:
N. POSTI COMPLESSIVO:
KM EFFETTIVI ANNUI:
KM FIGURATIVI:

IMPONIBILE
+ IVA 10 %
Totale

ELENCO SCUOLE E STRUTTURE

Descrizione

Orario Lezioni

Periodo
MattinaPomeriggio

 
 
 

PS: Gli arrivi e le partenza alle/dalle scuole devono avvenire in base all’orario scolastico e non devono comportare ai trasportati tempi di attesa superiori ai 30 minuti che sono ammessi solo se, con lo stesso automezzo vengono effettuati più viaggi o per cause occasionali di forza maggiore.

I nominativi dei soggetti portatori di handicap devono essere trattati in modo riservato ai sensi della legge 675/1996, c.d. legge sulla privacy, e non possono in nessun caso essere divulgati a terzi!

 
Allegato 3

ELENCO AUTOVEICOLI

MARCA E TIPOTARGAPOSTI

 
 
 
 
 
Allegato B

Autonome Provinz Bozen – Südtirol

BEFÖRDERUNGSÜBERNAHMEVERTRAG ”C”

 
 
Raccolta n.
 
L’anno                               il giorno                                           del mese di
 
 
tra la Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige - rappresentata da
 
 
nato/a il     a
 
e il signor/la signora
 
(di seguito denominato/a contraente)
 
nato/a il     a
 
residente in
 
Si stipula e conviene quanto segue:
 
 
Art. 1 - La Provincia Autonoma di Bolzano affida al contraente, che si obbliga ad effettuarlo,
 
per l’anno scolastico/di attività:
 
un servizio di trasporto alunni e/o soggetti portatori di handicap ai sensi della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e successive modifiche. Per il corrente anno scolastico/di attività detto servizio é da effettuare secondo le modalità indicate nella descrizione di cui all'allegato.
 
La durata del corrente anno scolastico/di attività si assume convenzionalmente in               giorni,
 
dal                            al

compresi i giorni degli esami di licenza ed idoneità.

 
Qualora il servizio di trasporto non venga istituito nell’anno scolastico/di attività ovvero vengano meno le condizioni in base alle quali il servizio é stato istituito, il presente contratto é risolto di diritto con decorrenza dalla data di comunicazione del fatto risolutivo al contraente.
 
Art. 2 - Per il servizio di trasporto di cui al precedente articolo 1 al contraente viene corrisposto un importo sulla base del chilometraggio complessivo indicato nell'allegato che fa parte integrante del presente contratto e calcolato adottando le distanze minori riscontrabili dal grafico della rete provinciale depositato presso l'Ufficio trasporto locale di persone. Nel calcolo del chilometraggio complessivo sono compresi i percorsi a vuoto dall'origine del servizio alla/e località ove sono situate le strutture didattiche e di formazione. Qualora il chilometraggio effettivo giornaliero di servizio risulti inferiore alla percorrenza minima convenzionale giornaliera, il contraente ha ugualmente diritto al riconoscimento di detta percorrenza convenzionale. Entro i limiti della differenza tra la percorrenza convenzionale e quella effettiva, il contraente è tenuto ad effettuare ulteriori servizi.
Il corrispettivo di cui al primo comma viene liquidato in tre rate con le seguenti scadenze e previa presentazione di regolare fattura:

a)     prima rata: entro 30 giorni dall’inizio del servizio

b)     seconda rata: entro il 15 febbraio del corrispondente anno scolastico/di attività,

c)     terza rata: entro 30 giorni dal termine del servizio.

In caso di risoluzione anticipata del contratto, il contraente si obbliga per sé, gli eredi ed aventi causa a restituire immediatamente e a partire da tale data gli eventuali corrispettivi percepiti in via anticipata con gli interessi, come dovuti per legge e salvo quanto disposto nel seguente articolo 12.
 
Art. 3 - Qualora, nel corso di esecuzione del contratto, si renda necessario un aumento o una diminuzione del servizio, il contraente è obbligato ad effettuarli, alle stesse condizioni, fino a concorrenza del quinto del corrispettivo pattuito. Oltre tale limite e salvo le disposizioni del precedente articolo 2, comma 2, il contraente ha diritto alla risoluzione del contratto e alla liquidazione del corrispettivo delle prestazioni eseguite a termini di contratto, dandone comunicazione a mezzo di lettera raccomandata all’Ufficio trasporto locale di persone, a pena di decadenza, entro 5 giorni dal ricevimento della comunicazione sulle variazioni dei servizi.
Qualora il servizio non venga effettuato per interruzione dell’attività didattica a seguito di iniziative parascolastiche o per intransitabilità delle strade, non si dà luogo al recupero del corrispondente corrispettivo giornaliero fino a tre giorni consecutivi di interruzione del servizio. Qualora l’interruzione superi tale limite il recupero del corrispettivo avviene per l’intero periodo. Il contraente dovrà dare immediata comunicazione di ogni interruzione del servizio all’Ufficio trasporto locale di persone.
 
Art. 4 - Gli alunni e i soggetti portatori di handicap saranno muniti di apposito documento di viaggio. Ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, il servizio di trasporto di cui al presente contratto é aperto, quando vi siano posti eccedenti, ad altri utenti, con preferenza a quelli residenti nelle località servite, anche se non appartengono alle categorie per le quali il servizio è istituito. Nell'ambito di queste categorie i bambini di età inferiore ai sei anni sono ammessi al trasporto solo se accompagnati da persona maggiorenne.
Se il servizio di trasporto di portatori di handicap prevede l’accompagnamento, il servizio non può essere eseguito senza lo stesso.
Il contraente non ha alcun diritto di far pagare un qualsiasi prezzo alle persone trasportate e non deve in ogni caso ammettere del sovraccarico.
Qualora venga trasportato un numero di persone superiore a quello consentito dalla carta di circolazione si applica una penale di 103,29 € per ogni persona trasportata in più, fatto salvo quanto previsto all'articolo 11.
Nel caso vengano trasportati bambini di età inferiore ad anni sei senza l'accompagnamento di cui al comma 1 viene applicata una penale di 258,23 €.
 
Art. 5 - Il contraente deve garantire la regolare effettuazione del servizio di trasporto per tutta la durata del contratto.

Il servizio di trasporto deve essere effettuato attenendosi all’orario scolastico; tempi di attesa per gli scolari sono ammessi solo se con lo stesso automezzo vengono effettuati più viaggi e comunque non possono superare 30 minuti.

Il servizio deve essere svolto con gli automezzi indicati nell’allegata descrizione del servizio. La sostituzione degli automezzi può essere effettuata solo previa autorizzazione.

In caso di fermo tecnico, il contraente può impiegare altro automezzo, alla condizione che questo abbia caratteristiche similari a quello inizialmente impiegato o comunque compatibili con le caratteristiche delle strade, dandone immediata comunicazione scritta ai fini della relativa autorizzazione e trasmettendo fotocopia della carta di circolazione dell’automezzo con indicazione dell’avvenuta revisione nonché della relativa polizza di assicurazione con la copertura assicurativa prevista all’articolo 9.

 
Art. 6 - È vietato il subappalto, anche parziale, del servizio.
 
Art. 7 – Qualora le condizioni di transitabilità delle strade da percorrere non diano sufficiente garanzia di sicurezza per l’incolumità dei trasportati, il contraente può sospendere il servizio con l’obbligo di darne immediata comunicazione all’Ufficio trasporto locale di persone ed alle scuole interessate. Il contraente dovrà in ogni caso dare immediata comunicazione all’Ufficio trasporto locale di persone ed alle scuole interessate ogni qualvolta non risulti in grado di garantire il regolare svolgimento del servizio.
 
Art. 8 – Il contraente deve essere iscritto all’INPS ed essere munito del certificato di abilitazione professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 116, comma 8 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.
 
Art. 9 – Il contraente deve tenere coperti da garanzia assicurativa gli automezzi indicati nel presente contratto per gli infortuni ed i danni arrecati alle persone e alle cose.
Per tutta la durata del presente contratto i massimali assicurativi sono i seguenti:

· 5.164.568,99 € per sinistro;

· 5.164.568,99 € per danni a persone

· 5.164.568,99 € per danni a cose ed animali;

 
Copia della polizza dovrà essere presentata all’Ufficio trasporto locale di persone.
Il contraente si obbliga inoltre a sollevare l’Amministrazione Provinciale da tutte le responsabilità per danni diretti o indiretti che possono verificarsi in dipendenza dell’esercizio del servizio di trasporto.
 
Art. 10 - È prevista una penale giornaliera di 103,29 € qualora il servizio non venga effettuato, anche parzialmente, secondo le modalità di cui all’allegata descrizione del servizio, fatti salvi i casi di cui all’articolo 3, comma 2. In tali casi viene recuperato anche il relativo corrispettivo. È altresì prevista una penale giornaliera di 103,29 € qualora il servizio venga effettuato su strade non pubbliche e non dichiarate agibili ai sensi dell'articolo 20 della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e del D.P.G.P. 21 novembre 1996 n. 44, qualora vengano constatati ritardi non giustificati nell'esecuzione del servizio o l'utilizzazione di automezzi non autorizzati.
 
Art. 11 - I seguenti fatti danno luogo all'immediata risoluzione del contratto:
a) sovraccarico rispetto al numero di posti indicati nella carta di circolazione;
b) subappalto, anche parziale, del servizio;
c) effettuazione del servizio su strade non pubbliche e non dichiarate agibili ai sensi dell'articolo 20 della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e del D.P.G.P 21 novembre 1996, n. 44;
d) mancata revisione degli automezzi impiegati per l’effettuazione dei servizi di trasporto;
 
Art. 12 - Nel caso di un’eventuale disdetta del contratto da parte del contraente, che dovrà essere comunicata mediante lettera raccomandata all’Ufficio Trasporto Locale di Persone con un preavviso di almeno 30 giorni, é previsto a favore della Provincia Autonoma di Bolzano un indennizzo, ad esclusione dei casi di forza maggiore, da versare presso il Tesoriere della Provincia Autonoma di Bolzano, pari al 10% del corrispettivo contrattualmente previsto ivi compresi eventuali atti aggiuntivi per aumenti o diminuzioni dei servizi di cui all'articolo 3. È fatta salva l'azione di risarcimento dei danni conseguente alla disdetta del contratto, nonché la disposizione di cui all'ultimo capoverso del precedente articolo 2.
 
Art. 13 – L’incaricato dichiara di conoscere le disposizioni riguardanti le misure disciplinari nei confronti degli alunni trasportati ai sensi della delibera della Giunta provinciale n. 485 del 18.02.2002 e di attenersi alle indicazioni stabilite.
 
Art.14 – Per ogni eventuale controversia che dovesse sorgere dalla esecuzione del presente contratto é competente il foro ove ha sede l’Amministrazione Provinciale.
 
Art.15 - Tutte le spese contrattuali, i diritti di copia, nonché l’imposta di bollo relativi alla stipula del presente contratto sono a carico del contraente.
 
 
PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI
BOLZANO ALTO ADIGE     DER VERTRAGSPARTNER
 
________________________________     _________________________
 
 
PARTITA IVA     PARTITA IVA
 
________________________________     __________________________
 
Allegato 1
LOCALITÁSALITADISCESASCUOLA/
STRUTT.
SCUOLA/
STRUTT.
SALITADISCESALOCALITÁ
NOTA:

Allegato 2

PROSPETTO RIASSUNTIVO

PARTENZA-FINE SERVIZIO:
N. POSTI COMPLESSIVO:
KM EFFETTIVI ANNUI:
KM FIGURATIVI:

IMPONIBILE
+ IVA 10 %
Totale

ELENCO SCUOLE E STRUTTURE

Descrizione

Orario Lezioni

Periodo
MattinaPomeriggio

 
 
 

PS: Gli arrivi e le partenza alle/dalle scuole devono avvenire in base all’orario scolastico e non devono comportare ai trasportati tempi di attesa superiori ai 30 minuti che sono ammessi solo se, con lo stesso automezzo vengono effettuati più viaggi o per cause occasionali di forza maggiore.

I nominativi dei soggetti portatori di handicap devono essere trattati in modo riservato ai sensi della legge 675/1996, c.d. legge sulla privacy, e non possono in nessun caso essere divulgati a terzi!

 
Allegato 3

ELENCO AUTOVEICOLI

MARCA E TIPOTARGAPOSTI

 
 
 
indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction Delibera N. 120 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 131 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 717 del 04.03.2002
ActionAction Delibera N. 747 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 799 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 853 del 18.03.2002
ActionAction Delibera N. 1111 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1134 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1136 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1270 del 15.04.2002
ActionAction Delibera N. 1857 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1862 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1863 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 2053 del 10.06.2002
ActionAction Delibera N. 2197 del 17.06.2002
ActionAction Delibera N. 2303 del 24.06.2002
ActionAction Delibera N. 2399 del 08.07.2002
ActionAction Delibera 8 luglio 2002, n. 2403
ActionAction Delibera N. 2637 del 22.07.2002
ActionAction Delibera 29 luglio 2002, n. 2732
ActionAction Delibera N. 2836 del 13.08.2002
ActionAction Delibera N. 3013 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3055 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3213 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3257 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3268 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3283 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3296 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3260 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3655 del 14.10.2002
ActionAction Delibera N. 3767 del 21.10.2002
ActionAction Delibera N. 4006 del 04.11.2002
ActionAction Delibera N. 4020 del 04.11.2002
ActionAction Delibera Nr. 4202 vom 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4224 del 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4326 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4332 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4396 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4511 del 02.12.2002
ActionAction Delibera 9 dicembre 2002, n. 4567
ActionAction Delibera N. 4790 del 16.12.2002
ActionAction Delibera N. 4591 del 09.12.2002
ActionAction Delibera N. 4892 del 23.12.2002
ActionAction Delibera N. 4923 del 23.12.2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico