In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 535 del 04.04.2011
Anno scolastico 2010/2011 - esami di Stato nelle scuole secondarie di primo e secondo grado - compensi ed indennità

…omissis…

Esame di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore – compensi
1. Ai membri del consiglio di classe per gli esami preliminari agli esami di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore per i privatisti spettano per ciascuna materia e ciascun candidato Euro 15,61, fino ad un massimo di Euro 858,82.
2. Ai commissari interni delle commissioni degli esami di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore spettano i seguenti compensi:
Euro 256,32 per classe e in più
Euro 8,50 a candidato/a;
per la funzione di commissario delegato a sostituire il presidente:
Euro 80,40;
3. Ai commissari esterni delle commissioni degli esami di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore spettano i seguenti compensi:
Euro 601,26 e in più
Euro 9,70 a candidato/a;
per la funzione di commissario delegato a sostituire il presidente:
Euro 80,40;
4. Ai presidenti delle commissioni degli esami di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore spettano i seguenti compensi:
Euro 831,00 e in più
Euro 13,00 a candidato/a;
Esame di Stato dei corsi di studio d'istruzione secondaria superiore – indennità forfettarie
5. Ai commissari interni delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi d'istruzione secondaria superiore spettano le seguenti indennità forfettarie: Euro 172,00. Qualora i commissari interni delle commissioni degli esami di Stato conclusivi finali dei corsi d'istruzione secondaria superiore debbano, nell'espletamento delle loro funzioni, raggiungere un'altra sede di esame, viene corrisposto il spettante rimborso delle spese di viaggio e di vitto secondo la disciplina del contratto collettivo provinciale.
6. Ai presidenti ed ai commissari esterni delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi d'istruzione secondaria superiore spettano le seguenti indennità forfettarie:
- se sono stati nominati nella loro sede di servizio o di abituale dimora:
Euro 172,00;
- se sono stati nominati fuori dalla loro sede di servizio o di abituale dimora, se la sede d'esame dista fino a km 20 dalla loro sede di servizio o di abituale dimora: Euro 277,00;
- se sono stati nominati fuori dalla loro sede di servizio o di abituale dimora, se la sede d'esame dista oltre km 20 ed entro 50 km dalla loro sede di servizio o di abituale dimora: Euro 574,00;
- se sono stati nominati fuori dalla loro sede di servizio o di abituale dimora, se la sede d'esame dista oltre km 50 ed entro 85 km dalla loro sede di servizio o di abituale dimora:
Euro 916,00;
- se sono stati nominati fuori dalla loro sede di servizio o di abituale dimora, se la sede d'esame dista oltre km 85 dalla loro sede di servizio o di abituale dimora:
Euro 1.942,00;
La quota dell'indennità forfettaria riferita alla trasferta è determinata sulla base delle tabelle ufficiali della Provincia Autonoma di Bolzano. Qualora la distanza tra residenza e sede d'esame dovesse risultare inferiore alla distanza sede di servizio e sede d'esame, viene presa in considerazione la distanza tra residenza e sede d'esame.
Membri esterni e presidenti della commissione dell'esame di Stato della scuola superiore di secondo grado 2010/2011, che hanno la sede di servizio o abituale dimora fuori  dalla Regione Trentino-Alto Adige con distanza non superiore a km 400 dalla sede di esame, ricevono un compenso e un'indennità forfettaria onnicomprensiva  pari ad Euro 3.200,00;
Membri esterni della commissione dell'esame di Stato della scuola superiore di secondo grado, che hanno la sede di servizio o abituale dimora fuori  dalla Regione Trentino-Alto Adige con distanza superiore a km 400 dalla sede di esame, ricevono un compenso ed un indennità forfettaria onnicomprensiva  pari ad Euro 3.600,00.
 
Esami di Stato del primo ciclo di Istruzione (Esame di licenza media)
7. Ai presidenti delle commissioni degli esami di Stato del primo ciclo d'istruzione viene corrisposto per ogni giorno di effettivo lavoro prestato per lo svolgimento delle operazioni d'esame un compenso di Euro 43,50. Per ogni sede di esame aggiuntiva il compenso giornaliero viene aumentato rispettivamente del 50 %. Inoltre loro spetta il rimborso dei costi, così come previsto dalle disposizioni provinciali di missione.
 
Disposizioni generali
8. I docenti con rapporto di lavoro a tempo parziale e con orario ridotto chiamati a svolgere la funzione di membro nelle commissioni degli esami di Stato di conclusione del primo ciclo d'istruzione ovvero delle scuole superiori di secondo grado sono tenuti a svolgere la propria prestazione lavorativa secondo l'orario e le modalità previste per il personale con rapporto di lavoro a tempo pieno. A tali docenti viene corrisposto per il periodo dell'effettiva partecipazione agli esami, e cioè dal giorno della conferenza plenaria fino all'ultimo giorno delle attività di esame lo stesso trattamento economico come per il personale insegnante a tempo pieno. La nomina costituisce titolo giuridico per la corresponsione ai docenti interessati del trattamento economico del personale a tempo pieno. Non è da stipulare un apposito contratto individuale di lavoro.
9. Al personale insegnante impegnato per periodi inferiori alla durata delle operazioni d' esame (componenti delle commissioni che, nel corso degli esami, siano impossibilitati allo svolgimento dell' incarico per grave, eccezionale e documentato motivo; personale nominato dagli Intendenti Scolastici in sostituzione di commissari assenti) i compensi e le indennità forfettarie vanno corrisposte in proporzione al periodo continuativo di servizio prestato rispetto alla durata complessiva delle operazioni d' esame.
10. I docenti per l'integrazione, che sono impiegati negli esami di Stato della scuola superiore di secondo grado 2010/2011 ottengono l'indennità forfettaria prevista per i membri interni della commissione.
11. La liquidazione dei compensi e delle indennità viene effettuata dall'ufficio stipendi del personale insegnante. La liquidazione dei compensi e delle indennità ai membri delle commissioni degli esami di Stato non in servizio presso l'amministrazione provinciale viene effettuata dalle competenti Intendenze scolastiche.
12. Nei confronti delle persone non in servizio presso l'amministrazione provinciale sono liquidati gli stessi compensi e le stesse indennità forfettarie previste per il personale in servizio.
13. Le disposizioni della presente delibera si applicano anche nei confronti delle scuole paritarie.
 
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction Delibera N. 11 del 17.01.2011
ActionAction Delibera 24 gennaio 2011, n. 50
ActionAction Delibera N. 86 del 24.01.2011
ActionAction Delibera N. 139 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 189 del 07.02.2011
ActionAction Delibera N. 372 del 14.03.2011
ActionAction Delibera N. 423 del 14.03.2011
ActionAction Delibera 21 marzo 2011, n. 435
ActionAction Delibera N. 474 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 477 del 21.03.2011
ActionAction Delibera N. 535 del 04.04.2011
ActionAction Delibera N. 601 del 11.04.2011
ActionAction Delibera N. 683 del 21.04.2011
ActionAction Delibera N. 742 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 743 del 09.05.2011
ActionAction Delibera N. 786 del 16.05.2011
ActionAction Delibera N. 849 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 850 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 859 del 23.05.2011
ActionAction Delibera N. 860 del 23.05.2011
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 868
ActionAction Delibera 30 maggio 2011, n. 892
ActionAction Delibera N. 923 del 06.06.2011
ActionAction Delibera 20 giugno 2011, n. 932
ActionAction Delibera N. 934 del 20.06.2011
ActionAction Delibera N. 974 del 20.06.2011
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 998
ActionAction Delibera 27 giugno 2011, n. 1015
ActionAction Delibera 4 luglio 2011, n. 1020
ActionAction Delibera N. 1094 del 18.07.2011
ActionAction Delibera 25 luglio 2011, n. 1136
ActionAction Delibera 8 agosto 2011, n. 1189
ActionAction Delibera 6 settembre 2011, n. 1356
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1429
ActionAction Delibera 19 settembre 2011, n. 1432
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1445
ActionAction Delibera 26 settembre 2011, n. 1449
ActionAction Delibera 10 ottobre 2011, n. 1537
ActionAction Delibera 24 ottobre 2011, n. 1605
ActionAction Delibera 14 novembre 2011, n. 1715
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1825
ActionAction Delibera 28 novembre 2011, n. 1835
ActionAction Delibera 5 dicembre 2011, n. 1898
ActionAction Delibera 12 dicembre 2011, n. 1906
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2006
ActionAction Delibera 19 dicembre 2011, n. 2007
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2025
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2026
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2031
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2057
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2081
ActionAction Delibera 30 dicembre 2011, n. 2087
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico