In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera 8 luglio 2002, n. 2403
Direttive di applicazione del Piano sanitario provinciale 2000-2002 (modificata con delibera n. 297 del 25.02.2013)

Visualizza documento intero

Il Distretto sanitario

6) Il Distretto sanitario rappresenta l'unità tecnico funzionale del servizio di medicina di base che deve gestire e coordinare operativamente l'erogazione delle prestazioni facenti capo al servizio della medicina di base. Al personale del distretto viene garantita l'autonomia operativa e tecnico–professionale, necessaria alla realizzazione degli obiettivi loro assegnati, secondo gli indirizzi del piano sanitario provinciale, del piano triennale e dei piani annuali aziendali, dei programmi e del budget del servizio.

7) L'azienda stabilisce le modalità di assegnazione delle risorse umane ed economiche ai distretti.
Il Direttore del Servizio di medicina di base, sentiti i rispettivi coordinatori, può proporre all'azienda la trasformazione in centri di responsabilità dei distretti che ne abbiano requisiti.

8) Possono essere formulate proposte per il piano triennale aziendale.
Ad ogni Distretto è preposto:
un coordinatore medico,
un coordinatore infermieristico
un coordinatore amministrativo, laddove previsto.
Il Coordinatore medico del distretto sanitario

9) Il Coordinatore medico del Distretto sanitario coordina il personale medico operante in tale ambito territoriale. L'incarico di Coordinatore medico di distretto è attribuito dal Direttore generale dell'Azienda ad un dirigente medico nella disciplina "Organizzazione dei servizi sanitari di base” oppure ad un medico di medicina generale.
Requisiti preferenziali sono un'adeguata esperienza sul territorio, comunque non inferiore ai due anni, ed una formazione in materie manageriali sanitarie.
Il Coordinatore medico di distretto dipende gerarchicamente dal Direttore del Servizio di medicina di base.

10) Sulla base degli indirizzi forniti dal Direttore del Servizio di medicina di base, il Coordinatore medico di distretto programma, insieme agli altri due coordinatori, tutte le attività del Distretto. Inoltre, formula la proposta per il budget per quanto riguarda il Distretto; promuove e controlla tutte le attività atte a garantire un appropriato utilizzo dei servizi distrettuali e di accesso appropriato attraverso il distretto ad altri servizi specialistici ed ospedalieri; mantiene i necessari collegamenti con i preposti alle attività comunali in materia sanitaria; coordina i progetti attivati nel Distretto.
Collabora alla valutazione dei rischi per la salute presenti nel territorio del distretto e ad attività di ricerca.
Inoltre, promuove la partecipazione dei cittadini alle attività di Distretto ed a progetti per la promozione e la tutela della salute.
Egli intraprende iniziative per garantire la sperimentazione e l'applicazione dei protocolli di integrazione socio-sanitaria, concordati col Servizio di medicina di base. Al tal fine collabora con il Direttore locale del distretto sociale nell'ambito delle attività di promozione e monitoraggio della salute.

11) Il Coordinatore medico di Distretto, assieme agli altri due coordinatori, formula proposte per la formazione e l'aggiornamento degli operatori.

12) Il Coordinatore medico di Distretto promuove la continuità terapeutica e, a tale fine, sviluppa rapporti di collaborazione con le strutture ed i servizi preposti all'assistenza sanitaria e sociale.
Il Coordinatore medico, in collaborazione, per quanto di competenza, con il coordinatore infermieristico, valuta le richieste di fabbisogno di assistenza sanitaria nelle case di riposo e nei centri di degenza.
Inoltre, assieme al Coordinatore infermieristico, rappresenta il Distretto nel relativo Comitato.

13) Il Coordinatore medico distrettuale partecipa a gruppi di lavoro sia in ambito aziendale che provinciale. Inoltre, collabora ad indagini epidemiologiche sul territorio. Su richiesta, fornisce pareri, anche tramite la partecipazione ad apposite commissioni, per l'acquisizione di risorse strutturali e strumentali per il distretto, ivi compresi beni di consumo.
Il Coordinatore medico del Distretto collabora alle procedure per l'accreditamento istituzionale del distretto.
In caso di assenza o impedimento del Coordinatore medico distrettuale, le funzioni vengono espletate dal Direttore del Servizio di medicina di base o da altro medico da questi delegato.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction Delibera N. 120 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 131 del 21.01.2002
ActionAction Delibera N. 717 del 04.03.2002
ActionAction Delibera N. 747 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 799 del 11.03.2002
ActionAction Delibera N. 853 del 18.03.2002
ActionAction Delibera N. 1111 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1134 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1136 del 08.04.2002
ActionAction Delibera N. 1270 del 15.04.2002
ActionAction Delibera N. 1857 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1862 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 1863 del 27.05.2002
ActionAction Delibera N. 2053 del 10.06.2002
ActionAction Delibera N. 2197 del 17.06.2002
ActionAction Delibera N. 2303 del 24.06.2002
ActionAction Delibera N. 2399 del 08.07.2002
ActionAction Delibera 8 luglio 2002, n. 2403
ActionActionAllegato A)
ActionActionAllegato B)
ActionActionIl Servizio di medicina di base
ActionActionIl Distretto sanitario
ActionActionIl Coordinatore infermieristico del Distretto sanitario
ActionActionIl Coordinatore/Servizio amministrativo del distretto sanitario
ActionActionDisposizione finale
ActionAction Delibera N. 2637 del 22.07.2002
ActionAction Delibera 29 luglio 2002, n. 2732
ActionAction Delibera N. 2836 del 13.08.2002
ActionAction Delibera N. 3013 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3055 del 26.08.2002
ActionAction Delibera N. 3213 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3257 del 09.09.2002
ActionAction Delibera N. 3268 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3283 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3296 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3260 del 16.09.2002
ActionAction Delibera N. 3655 del 14.10.2002
ActionAction Delibera N. 3767 del 21.10.2002
ActionAction Delibera N. 4006 del 04.11.2002
ActionAction Delibera N. 4020 del 04.11.2002
ActionAction Delibera Nr. 4202 vom 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4224 del 18.11.2002
ActionAction Delibera N. 4326 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4332 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4396 del 25.11.2002
ActionAction Delibera N. 4511 del 02.12.2002
ActionAction Delibera 9 dicembre 2002, n. 4567
ActionAction Delibera N. 4790 del 16.12.2002
ActionAction Delibera N. 4591 del 09.12.2002
ActionAction Delibera N. 4892 del 23.12.2002
ActionAction Delibera N. 4923 del 23.12.2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico