In vigore al

RICERCA:

Ultima edizione

Delibera N. 1063 del 09.04.2001
Criteri di determinazione e valutazione del danno al suolo o al soprassuolo in territorio sottoposto a vincolo idrogeologico - forestale

Allegato

Determinazione e valutazione del danno al suolo o soprassuolo nel territorio sottoposto a vincolo idrogeologico forestale.

 

1. L'Ordinamento forestale prevede all'articolo 1 la tutela dei suoli e terreni ed, in particolare, dei boschi. La legge si propone di conservare il bosco nella sua estensione, distribuzione territoriale, vitalità e perpetuità. Viene inoltre perseguito l'obiettivo di sostenere le diverse funzioni del bosco.

 

2. Ai sensi dell'articolo 10 dell'Ordinamento forestale si ha danno al soprassuolo, quando tramite una trasgressione di disposizioni dell'Ordinamento forestale o del suo regolamento di esecuzione viene compromessa almeno una funzione del bosco. Si ha danno al suolo, quando a causa della stessa venga compromessa la produttività naturale o la struttura del suolo o viene favorita l'erosione. L'autorità forestale è tenuta in ogni caso a motivare quale tipo di danno è stato arrecato.

 

3. Quali trasgressioni con danno al soprassuolo vengono classificati tagli e danneggiamenti di piante legnose forestali, eseguiti senza previo assegno da parte dell'autorità forestale, qualora:

a) attraverso le stesse venga compromessa la protezione di infrastrutture, edifici, abitati, terreni e boschi da frane, valanghe, caduta sassi e vento;

b) attraverso le stesse, soprattutto ai margini dei boschi, venga pregiudicata la stabilità o struttura del soprassuolo;

c) attraverso le stesse venga oltremodo ritardato l'attecchimento o lo sviluppo della rinnovazione;

d) riguardino piante legnose forestali rare o specie arboree consociate, le quali sono importanti per la copertura forestale finale, per le condizioni stazionali e per la dinamica naturale dei popolamenti;

e) riguardino forme arboree particolarmente belle, alberi monumentali o forme arboree varie;

f) avvengano nei biotopi, o riguardino piante legnose forestali, le quali rappresentano un'elemento importante di un paesaggio vario;

g) riguardino piante non mature.

 

4. Quale trasgressione con danno al soprassuolo viene classificato il dissodamento illeggittimo di piante legnose forestali assegnate, qualora avvenga nei biotopi o riguardi piante legnose forestali che rappresentano un'elemento importante di un paesaggio vario.

 

5. Come trasgressione con danno al soprassuolo viene classificato il rifiuto al rimboschimento, qualora l'autorità forestale lo abbia prescritto. Indipendentemente dall'irrogazione della sanzione amministrativa resta salvo l'ordine di procedere al rimboschimento con fissazione del relativo termine.

 

6. Come trasgressione con danno al soprassuolo ed al suolo vengono classificati i danni evitabili, causati dall'esecuzione di tagli ed esboschi nonchè di altri lavori eseguiti non a regola d'arte.

 

7. Come trasgressione con danno al soprassuolo o al suolo vengono classificati i danni evitabili causa dell'inosservanza delle prescrizioni impartite relativamente al pascolo in bosco, all'accensione di fuochi, alla tutela del patrimonio forestale, al pascolo su superfici rimboscate, o di altre prescrizioni ai sensi del comma 2.

 

8. Il danno al soprassuolo viene valutato adottando i valori fissati nella tabella A. Sono possibili solo le percentuali del 25%, del 50%, 75% e 100%. Il danno al suolo viene valutato con 1,00 euro per metro quadrato di superficie interessata.

 
 
Tabella A

Valore piante danneggiate in caso di danneggiamento del 100% (indicazioni in euro)

 

Durchmesser auf 1,30 m vom Boden – diametro a m 1,30 da terra


Baumart-

specie

legnosa


nicht messbar

- non misurabile


0-10 cm


11-20 cm


21-30cm


31-40 cm


4-50 cm


>50 cm

Zirbe-

2,50

5,00

15,00

40,00

60,00

120,00

170,00

cirmolo

Nadelholz-

resinose

2,50

4,00

7,00

20,00

50,00

80,00

100,00

Laubholz-

latifoglie

2,50

7,00

15,00

40,00

60,00

100,00

150,00


Qualora in caso di latifoglie danneggiate o rimosse si tratti di più fusti della stessa ceppaia, per la determinazione del danno viene tenuto in considerazione un unico fusto, e cioè il più danneggiato o il più spesso.