In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 13/03/2017

T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 36 del 17.02.2000
Pubblica istruzione - esami di Stato - delega alla Provincia delle funzioni dello Stato - possibilità di integrazione normativa autonoma -Controversie - legittimazione passiva - inammissibilità dell'accertamento giudiziario del superamento del esame di Stato - distinzione tra credito scolastico e credito formativo

Sentenza 17 febbraio 2000, n. 36; Pres. Behmann da Giau - Est. Widmair
 
In base al D.Lgs. 24 luglio 1996 n. 434 le funzioni esercitate dagli organi centrali e periferici dello Stato in materia di pubblica istruzione sono state delegate, per il rispettivo territorio, alla Provincia autonoma di Bolzano, alla quale fanno perciò capo tutte le competenze operativo-amministrative nella materia.
 
Nelle controversie attinenti agli esami di Stato presso le scuole di ogni ordine e grado site in provincia di Bolzano, il Ministero della Pubblica Istruzione difetta di legittimazione passiva, in quanto le funzioni esercitate dal medesimo sono delegate alla Provincia autonoma, per effetto del D.Lgs. n. 434/96. Ne consegue che in tale ambito vanno imputati alla stessa Provincia, che ne assume la responsabilità, i relativi atti amministrativi; e ciò per il noto principio che l'attività delegata rimane propria del soggetto delegato.
 
L'Amministrazione provinciale di Bolzano, in forza del D.Lgs. 24 luglio 1996 n. 434, è autorizzata ad integrare autonomamente la normativa sugli esami di Stato ed è delegata a nominare anche i componenti delle commissioni d'esame.
 
È inammissibile l'azione di accertamento del superamento dell'esame di Stato conclusivo del corso di studi di istruzione secondaria superiore con conseguente declaratoria dell'avvenuto conseguimento del diploma di licenza secondaria superiore: ciò anche alla luce dell'art. 33 D.Lgs. n. 80/1998, il quale, se da un lato ha allargato la sfera della giurisdizione esclusiva del Giudice amministrativo in materia di servizi pubblici, comprendendovi tra l'altro anche l'ambito della pubblica istruzione, dall'altro non ha eliminato o superato la distinzione tra interessi legittimi e diritti soggettivi, permanendo il criterio generale di riparto della giurisdizione in base alla posizione giuridica soggettiva vantata (art. 103 Cost.), rispetto alla quale la giurisdizione esclusiva ha natura derogatoria.
 
Secondo l'art. 11 del D.P.R. 23 luglio 1998 n. 323 il credito scolastico – che ai fini dell'esame di Stato viene attribuito ad ogni alunno nello scrutinio finale della scuola secondaria superiore – esprime la valutazione del grado di preparazione complessiva raggiunta dall'alunno, tenendo conto sia del profitto strettamente scolastico in considerazione anche dell'assiduità della frequenza, dell'interesse e dell'impegno dimostrati nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari, sia di eventuali crediti formativi maturati dall'alunno stesso. Il credito formativo, invece, consiste, ai sensi del successivo art. 12, in ogni qualificata esperienza formativa, debitamente documentata, acquisita al di fuori della scuola e dalla quale derivino competenze coerenti con l'indirizzo di studi cui si riferisce l'esame di Stato. I due tipi di credito sono espressi da punteggi attribuiti ogni anno dal consiglio di classe e confluenti in un punteggio unico e complessivo riferito al solo credito scolastico, costituendo il credito formativo un punteggio a carattere aggiuntivo.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 11 vom 19.01.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 28 vom 10.02.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 28 del 10.02.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 35 del 17.02.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 36 del 17.02.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 42 del 21.02.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 43 del 21.02.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 60 vom 06.03.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 61 del 06.03.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 64 del 13.03.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 66 del 13.03.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 83 del 28.03.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 86 vom 28.03.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 89 del 05.04.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 107 del 14.04.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 114 vom 18.04.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 122 del 28.04.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 139 del 16.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 145 del 22.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 146 del 22.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 150 del 24.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 155 del 25.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 165 del 31.05.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 166 del 05.06.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 167 del 05.06.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 184 del 19.06.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 185 del 19.06.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 197 del 25.07.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 228 del 03.08.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 230 del 03.08.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 231 del 07.08.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 239 vom 28.08.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 240 vom 28.08.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 243 del 29.08.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 254 del 05.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 257 del 05.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 264 del 18.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 266 del 20.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 267 del 20.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 277 del 30.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 279 del 30.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 280 del 30.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 282 del 30.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 283 del 30.09.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 300 del 16.10.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 304 del 26.10.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 309 vom 26.10.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 315 del 26.10.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 319 del 26.10.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 321 del 30.10.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 325 del 09.11.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 325 vom 09.11.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 329 vom 18.11.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 329 del 18.11.2000
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 330 del 20.11.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 334 vom 06.12.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 335 vom 07.12.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 5 vom 14.01.2000
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 5 vom 14.01.2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1989
ActionActionIndice cronologico